Categoria

News Della Settimana

1 Caminetti
Caminetti a casa tua
2 Pompe
Forno grezzo con le proprie mani: da un semplice cottage a due piani per una casa con soffitta riscaldata
3 Caminetti
Come fare un riscaldatore a induzione fai da te da un inverter di saldatura
4 Pompe
È possibile tenere il gas in una casa di legno?
Principale / Carburante

Come calcolare il consumo di gas per il riscaldamento di una casa di 100 m2


Il riscaldamento a casa con gas naturale è considerato il più conveniente ed economico per il consumatore. La redditività è assicurata dal costo relativamente basso del gas e dall'alta efficienza delle moderne caldaie per il riscaldamento. Dalla potenza e l'efficienza della caldaia dipende dal consumo finale di carburante blu e di conseguenza - i costi finanziari del proprietario della casa.

Cosa influenza il consumo della miscela di gas

I seguenti fattori influenzano il consumo di gas:

  • condizioni climatiche nella regione in cui si suppone che l'apparecchiatura sia utilizzata
  • costruzione dell'edificio, sua portata e architettura
  • perdita di calore a casa, che viene calcolata sulla base della conducibilità termica
  • materiali da costruzione
  • qualità dell'isolamento delle pareti esterne portanti della casa
  • Potenza ed efficienza della caldaia

La potenza della caldaia viene calcolata in base ai requisiti normativi per ogni stanza della casa separatamente, tenendo conto di tutti i fattori sopra citati. Questi calcoli sono piuttosto complessi e vengono realizzati nella fase di progettazione dell'impianto di riscaldamento dell'edificio.

Un altro modo per risparmiare gas è installare un riscaldatore per la ventilazione. Per calcolare il riscaldatore è possibile utilizzare la nostra calcolatrice.

La potenza consigliata di un rame è sempre superiore agli indicatori di liquidazione necessari per il riscaldamento della casa di cemento. Ad esempio, se la documentazione raccomanda l'uso di una caldaia da 15 kW, allora l'impianto di riscaldamento richiede effettivamente 10-12 kW di potenza termica. Sono i dati reali che devono essere utilizzati nel calcolo del consumo di gas.

Per calcoli approssimativi, è possibile utilizzare un metodo semplificato, in cui per il riscaldamento di 10 m 2 di una casa privata è richiesto 1 kW di potenza termica generata dal generatore di calore.

Esempio per riscaldamento centrale

Per calcolare il consumo di gas per il riscaldamento, è necessario utilizzare una formula abbastanza semplice.

V - consumo di carburante m 3 / h;
Q è la potenza termica calcolata richiesta per il riscaldamento della casa;
Ciao - il valore più basso di calore specifico durante la combustione del carburante. Conformemente alla norma DIN EN 437, per il carburante G 20, questo valore è 34.02 MJ / m 3.
Efficienza - l'efficienza della caldaia, il cui valore mostra l'efficienza dell'uso dell'energia termica rilasciata durante la combustione della miscela di gas sul riscaldamento del liquido di raffreddamento.

Dati iniziali: l'area della casa è 100 m 2, la potenza consigliata del generatore di calore è 10 kW. L'efficienza della caldaia è del 95%.

  1. La prima cosa da fare è convertire i joule in cotone. Per fare questo, è necessario sapere che 1 kW = 3,6 MJ. Per il gas G 20, il calore di combustione sarà 34,02 / 3,6 = 9,45 kW.
  2. Il valore di 10 kW - questa è la quantità di calore che sarà richiesta per riscaldare la casa nelle condizioni più avverse. Durante il resto della stagione di riscaldamento, è necessaria molta meno energia per riscaldare la casa. Sulla base di questo, per i calcoli corretti è necessario utilizzare la metà della capacità raccomandata. Nel nostro caso, la metà è di 5 kW.

Sostituire i dati ottenuti: V = 5 / (9.45 x 0.95) Totale: il consumo di gas per il riscaldamento di una casa di 100 m 2 è 0,557 m 3 / h. Sulla base dei dati ottenuti, è facile calcolare il consumo di gas principale al giorno e per l'intera stagione di riscaldamento, che nella maggior parte delle regioni della Russia dura 7 mesi.

  • Per 24 ore, 0,557 x 24 = 13,37 m 3;
  • Per 30 giorni, 13,37 x 30 = 401,1 m 3;
  • Per 7 mesi (stagione di riscaldamento) 401,1 x 7 = 2,807,7 m 3.

Conoscendo le tariffe per il pagamento di un metro cubo di "carburante blu" si possono calcolare con precisione i costi finanziari del riscaldamento per il periodo di fatturazione.

Partendo dall'argomento, desideriamo informarti che abbiamo preparato recensioni comparative sulle caldaie a gas. Puoi conoscerli nei seguenti materiali:

Esempio di calcolo per il riscaldamento autonomo di un edificio

Gas-holder per casa privata

Al fine di valutare realisticamente il consumo di miscela di propano-butano liquefatto e allo stesso tempo i costi finanziari per il riscaldamento dell'edificio, è possibile effettuare un semplice calcolo basato sulla formula fornita. Ad esempio, prendiamo la struttura condizionale già considerata da noi, con un'area di 100 m 2, l'efficienza del generatore di calore del 95%.

  1. Per facilità di calcolo, tradurre il valore del calore rilasciato durante la combustione del carburante da chilogrammi a litri: 45,2 x 0,524 = 23,68 MJ / l.
  2. Tradurre i joule in orologi più comprensibili per l'uomo comune per strada: ricorda che 1 kW = 3,6 MJ. Totale: 23,68: 3,6 = 6,58 kW / l.
  3. Per un calcolo corretto, prendi il 50% della potenza consigliata della caldaia. 50% di 10 = 5 kW.

Quindi, quando si riscalda la casa con bombole di gas, il consumo della miscela di carburante G 30 sarà V = 5 / (6,58 x 0,95); V = 0,8 l / h.

Durante il giorno, il riscaldamento di una casa di campagna con gas in bottiglia porterà l'ultimo consumo: 0,8 x 24 = 19,2 litri.

  • Per il mese: 19,2 x 30 = 576 l;
  • Durante la stagione di riscaldamento (in media 7 mesi) - 576 x 7 = 4032 l.

Coloro che sono interessati al numero di cilindri devono utilizzare il seguente schema di calcolo: è noto che la capacità dei cilindri a propano-butano standard è di 50 litri. Per motivi di sicurezza, vengono addebitati non più dell'85%, ovvero 42,5 litri. Ora è facile calcolare il numero di cilindri necessari:

  • Per il mese 576 / 42,5 = 13-14 pezzi.
  • Durante la stagione di riscaldamento 4032 / 42,5 = 95 - 100 pz.

Naturalmente, prima di costruire una casa, ha senso pensare ai parametri che influenzano il consumo di gas descritto nell'articolo. Insieme, possono salvare il tuo budget. Particolare attenzione deve essere posta alla scelta della caldaia. Naturalmente, ho sentito parlare della formula di calcolo, ma non ci sono riuscito e non l'ho mai preso in considerazione. Pensavo che tutto fosse molto difficile lì. Ma si scopre che tutto non è così spaventoso e chiunque sarà in grado di calcolare autonomamente il consumo di gas.

Durante il giorno 19,2 litri. Una bottiglia da 50 l è sufficiente per 2 giorni, il prezzo per oggi è quello di riempire il contenitore con circa 900 rubli, moltiplicato per 15 = 13.500 rubli al mese per il riscaldamento domestico. Naturalmente, questo è più economico di energia elettrica, in quanto si concluderà almeno 3.500 kW al mese * 5,38 rubli / 1 kW = 18,800 rubli.
Usiamo ancora il carbone vecchio stile, è 2 volte più economico del gas e, di conseguenza, 4 volte più economico dell'elettricità. Naturalmente, la combustione del legno è ancora più economica, ma la differenza non è particolarmente grande rispetto al carbone. Ma c'è un altro aspetto che ha molto a che fare con i tipi di carburante: la facilità d'uso e le condizioni dell'oggetto riscaldato.

Dirò di sicuro che è possibile riscaldare almeno una casa privata con il gas, anche se l'appartamento è molto più redditizio del carbone. La cosa principale è installare l'attrezzatura giusta per il gas. Nella scelta, sono stato guidato dallo schema seguente, se in un modo semplice: riscaldare dieci metri quadrati di spazio vitale richiederebbe un kilowatt di potenza termica generata dal generatore di calore. Ma non dobbiamo dimenticare di prendere in considerazione da cosa viene costruita la casa (il materiale può essere conduttore di calore), prendere in considerazione la perdita di calore di una casa residenziale. Certo, non dobbiamo dimenticare che per il riscaldamento nel sud ci vorrà meno energia che per il riscaldamento nel nord.

Qui sono riuscito a trovare tutti i calcoli necessari e non è stato necessario dedicare tempo a ulteriori informazioni. Risultò non così difficile. Nel caso del riscaldamento autonomo del gas, i risultati in termini di costi finanziari futuri non erano eccessivi. L'esempio fornito nell'articolo ha anche aiutato a orientarsi ulteriormente nella correttezza dei loro calcoli. Resta solo da determinare la scelta di una caldaia a gas e altre attrezzature speciali. Il porta-gas nella foto, per una casa privata, è parzialmente nascosto sotto terra e sembra abbastanza buono. Soprattutto se non si trova nel luogo più visibile.

e la mia opinione è meglio invitare uno specialista che abbia una significativa esperienza in questa materia. Quindi, cosa c'è di più, se non c'è esperienza in questo, puoi commettere degli errori e quindi ripetere non è così facile.

Ovviamente, più piccola è la casa, meno risorse sono necessarie per il suo riscaldamento. Vivo da solo in una piccola casa privata, quindi c'è rimasto poco gas per riscaldare la casa.

Ho imparato a conoscere questa forma di calcolo relativamente di recente. È interessante notare che aiuta davvero a calcolare in modo efficace e preciso il consumo di gas per il riscaldamento, tenendo conto di tutti i componenti importanti che costituiscono la struttura della casa. Così, sono stato in grado di calcolare il consumo di gas nella mia casa, che era quasi costruito, e ora pago circa lo stesso importo che ho ricevuto dai calcoli. A proposito, per utilizzare la formula di calcolo specificata, è sufficiente conoscere alcuni indicatori che sono liberamente disponibili. Quindi questo metodo di calcolo funziona meravigliosamente.

Consumo di gas per riscaldamento domestico 150-200 m2 - come calcolare e risparmiare?

Il riscaldamento con gas liquefatto è più costoso rispetto al collegamento di un'abitazione alla conduttura principale. Tuttavia, il "carburante blu" era e rimane la fonte di energia più economica per gli impianti di riscaldamento negli edifici residenziali e industriali. Inoltre, la convenienza di utilizzare la sua versione liquefatta o naturale può essere determinata solo dopo aver calcolato il consumo di gas per il riscaldamento di una casa. Questo è ciò che faremo.

La formula semplificata per un tale calcolo sembra molto semplice: 1 kW di energia termica viene speso per il riscaldamento di 10 m 2 dell'area dell'edificio. Una formula più accurata opera non in quadrati, ma in una cubica di una casa, considerando anche l'altezza dei soffitti nella stanza. Ma per le abitazioni di tipo standard con un'altezza del soffitto di 2,5-2,7 metri, la proporzione semplificata di cui sopra è valida. Il calcolo esatto della necessità di energia termica funziona non solo con il volume di spazio riscaldato, ma anche con la resistenza al calore di pareti, aperture e pavimenti. Inoltre, in questo caso, prendere in considerazione la temperatura media annuale e altre sfumature.

Tuttavia, per calcolare il volume di carburante, sarà sufficiente una semplice formula: 1 kilowatt = 10 metri quadrati. Di conseguenza, è necessario spendere rispettivamente 15 o 20 kW per riscaldare un edificio con un'area di 150 o 200 "quadrati". E questa è solo un'ora. Ma la caldaia non consuma gas ogni minuto. Il periodo di lavoro / tempo di inattività è diviso qui nella proporzione del 50/50 percento. Pertanto, una casa per 150 metri quadri impiegherà 180 kW (15x24 / 2) al giorno e un'abitazione con un'area di duecento piazze - 240 kW.

La stagione fredda alle nostre latitudini dura da ottobre ad aprile - 7 mesi o 210 giorni. Pertanto, il consumo annuo di energia termica sarà di 37.800 e 50.400 kW. Saremo guidati da queste quantità nei nostri ulteriori calcoli.

Conosciamo già il consumo annuale del sistema di riscaldamento. Ora dobbiamo calcolare il potere calorifico della fonte di energia stessa - gas liquefatto e naturale. Usando questi valori, possiamo raggiungere la quantità di sostanza bruciata nel forno di una caldaia a gas per un anno.

Il potere calorifico è il rapporto tra la quantità di energia rilasciata nell'ossidazione di un chilowatt di energia per unità di massa o volume. Poiché come fonte di energia siamo interessati al gas principale (naturale) o liquefatto usato per riscaldare una casa, allora, come misura di sostanza, opereremo con metri cubi o litri. Secondo i dati tabellari, il potere calorifico del gas naturale è 33,5 MJ / m 3 o 9,3 kW / m 3 (il fattore di conversione è 1 kW = 3,6 MJ). Cioè, durante la combustione di un cubo di gas, vengono rilasciati 9,3 kW di energia termica.

Il gas liquefatto è una miscela di propano, etilene e altri carboidrati infiammabili. Ed è più "calorico" di quello alimentare. Secondo i dati tabellari, il potere calorifico di un chilogrammo di tale sostanza è 45,20 MJ o 12,5 kW. Ma la "unità di misura" generalmente accettata del carburante liquefatto è litri, e la sua densità è di 0,524 kg / l. Pertanto, possiamo dire che quando viene bruciato un litro di miscela liquefatta, vengono rilasciati 6,55 kW di energia termica.

Così, sopra nel testo, abbiamo rilevato che 9,3 o 6,55 kW di energia termica vengono emessi da un metro cubo o un litro di gas naturale o liquefatto, rispettivamente. Ciò significa che per la generazione di 37.800 e 50.400 kW (costi per la stagione fredda per case di 150 e 200 quadrati) abbiamo bisogno di:

  • 4.064 e 5.419 metri cubi di gas naturale (37.800 / 9.3 e così via).
  • 5771 e 7695 litri di carburante liquefatto (37800 / 6,55 e così via).

Per precisione, dobbiamo gettare il 10% su questi valori, poiché l'efficienza di una caldaia a gas è del 90 percento (un decimo dell'energia della combustione del gas viene sprecata). Di conseguenza, osserviamo la seguente immagine:

  • Il consumo stimato di gas per il riscaldamento di una casa con un'area di 150 m 2 è 4471 m 3 o 6348 litri.
  • Il consumo approssimativo di carburante per riscaldare l'edificio su duecento piazze è di 5960 m 3 o 8464 litri.

Bombole di propano

Detto consumo di gas è calcolato per l'intera stagione fredda - sette mesi, da inizio ottobre a fine aprile. Pertanto, in un anno caldo, è più probabile che spendi meno gas di quanto calcolato. Tuttavia, anche questi risultati consentono di determinare quale sia più redditizio: combustibile naturale o liquefatto.

Per connettersi al gasdotto l'utente dovrà pagare per il progetto e il lavoro di installazione. E queste spese non possono essere definite insignificanti. L'appetito crescente dei servizi di gas rende la gassificazione delle abitazioni una misura molto costosa. Tuttavia, tutti questi costi si ripagano durante il funzionamento. A partire da marzo 2017, il costo di un metro cubo di gas, a seconda della regione della Federazione Russa, varia da 4,44 a 8,66 rubli. Il prezzo medio è di 6,55 rubli. Di conseguenza, il riscaldamento a gas naturale a casa per 150 o duecento piazze, tenendo conto del tasso di consumo stimato per la stagione, costerà 29.825 rubli e 39.038 rubli.

Il carburante liquefatto non richiede un legame con il bagagliaio, ma per il suo stoccaggio è necessario costruire un porta-gas: un serbatoio che riceve la quantità richiesta di carburante. Inoltre, questo container dovrà essere riempito periodicamente di gas, che viene consegnato al sito con l'aiuto di trasporti speciali, e questo servizio non è economico. E ancora il supporto del gas dovrebbe essere riparato e assistito. Dopo tutto, la sicurezza di tutti i residenti di una casa riscaldata da gas liquefatto dipende dalle sue condizioni.

Stoccaggio di carburante liquefatto

All'inizio della primavera 2017, un litro di gas liquefatto presso le stazioni di servizio costa da 11 a 20 rubli, a seconda della regione della Federazione russa. Il costo medio di questo carburante era di 15,5 rubli. Pertanto, il riscaldamento con gas liquefatto a casa a 150 piazze costerà 98.394 rubli. Per gli alloggi con un'area di duecento metri quadrati dovrà pagare ancora di più - 131 192 rubli. Come potete vedere, il carburante liquefatto ha superato il costo del gas naturale di 3,3 volte. Pertanto, le conclusioni sono relativamente redditizie / non redditizie da suggerire - il gas naturale (principale), con tutta la burocrazia e la complessità del processo di connessione, sarà molto più redditizio del combustibile liquefatto.

Gli importi indicati sopra possono essere uno shock per l'inquilino impressionabile o cittadino ordinario. Bene, cosa puoi fare - "la tua casa" è stato un piacere costoso in ogni momento. Tuttavia, a differenza di un abitante della città che vive in un appartamento, il proprietario di un'abitazione privata può modificare le spese di riscaldamento a suo favore.

L'isolamento a casa contribuirà a ridurre i costi di riscaldamento.

Per fare ciò, dovrà fare quanto segue:

  • Per riscaldare la facciata, la fondazione, il tetto, l'attico e il pavimento del seminterrato - anche uno strato sottile di materiale termicamente isolante è in grado di scommettere a spese del pagamento del gas, almeno, una festa di migliaia o addirittura un'intera dieci persone.
  • Cambiare vecchie finestre in finestre moderne, mettere una tela resistente al calore sulla porta è un altro 5-10 mila in negativo. Inoltre, le porte e le finestre dovrebbero essere prese per prime, poiché generano almeno il 40 percento delle perdite di calore.
  • Mettere un accumulatore di calore nel seminterrato o nel locale caldaia, modificare lo schema di cablaggio per una versione a doppio circuito o collettore, che offre la possibilità di una termoregolazione puntuale dei radiatori, acquistare una caldaia ad alta efficienza. Ora in vendita ci sono eccellenti dispositivi al 95%. In questo caso, i risparmi possono arrivare fino al 10-15% della bolletta totale.

In breve, è necessario, in primo luogo, aumentare la resistenza al calore della casa e, in secondo luogo, utilizzare apparecchiature più efficienti dal punto di vista energetico. E nessuno ti obbliga a fare questi cambiamenti in una stagione. È possibile iniziare con Windows, quindi aggiornare la caldaia e raggiungere le pareti e i pavimenti. Di conseguenza, puoi risparmiare fino a un quarto delle spese annunciate.

Come scoprire il consumo di gas per il riscaldamento domestico

Come determinare il consumo di gas per il riscaldamento di una casa 100 m 2, 150 m 2, 200 m 2?
Quando si progetta un sistema di riscaldamento, è necessario sapere quale sarà il costo durante il funzionamento.

Cioè, determinare i costi del carburante in arrivo per il riscaldamento. Altrimenti, questo tipo di riscaldamento potrebbe successivamente non essere redditizio.

Come ridurre il consumo di gas

La regola ben nota: migliore è l'isolamento della casa, minore è il combustibile utilizzato per riscaldare la strada. Pertanto, prima di iniziare l'installazione dell'impianto di riscaldamento, è necessario eseguire un isolamento termico di alta qualità della casa - il tetto / sottotetto, i pavimenti, i muri, la sostituzione delle finestre, un circuito ermetico di chiusura sulle porte.

È inoltre possibile risparmiare carburante attraverso l'impianto di riscaldamento stesso. Usando i pavimenti termoisolanti invece delle batterie, si otterrà un riscaldamento più efficiente: poiché il calore viene diffuso per mezzo di correnti convettive dal basso verso l'alto, più basso è il riscaldamento, meglio è.

Inoltre, la temperatura standard dei pavimenti è di 50 gradi, e i radiatori - una media di 90. Ovviamente, i pavimenti sono più economici.

Infine, è possibile risparmiare gas regolando il tempo di riscaldamento. Non ha senso riscaldare attivamente la casa quando è vuota. È sufficiente sopportare una bassa temperatura positiva in modo che i tubi non si congelino.

La moderna automazione di caldaie (tipi di automazione per caldaie a gas) consente il controllo remoto: è possibile dare il comando di cambiare modalità tramite un provider mobile prima di tornare a casa (cosa sono i moduli Gsm per il riscaldamento delle caldaie). Di notte, la temperatura confortevole è leggermente inferiore a quella diurna, ecc.

Come calcolare il consumo di gas principale

Il calcolo del consumo di gas per il riscaldamento di una casa privata dipende dalla potenza dell'apparecchiatura (che determina il consumo di gas nelle caldaie a gas). Il calcolo della potenza viene eseguito quando viene selezionata la caldaia. Procedere dalle dimensioni dell'area riscaldata. Considerare separatamente per ogni stanza, concentrandosi sulla temperatura media annuale più bassa all'esterno.

Per determinare il consumo di energia, la cifra risultante è divisa approssimativamente a metà: durante la stagione, le temperature variano da un segno negativo a un valore positivo, il consumo di gas varia nelle stesse proporzioni.

Quando si calcola la potenza, si basano sul rapporto tra kilowatt per dieci quadrati di area riscaldata. Sulla base di quanto sopra, prendiamo la metà di questo valore - 50 watt per metro all'ora. A 100 metri - 5 kilowatt.

Il carburante è calcolato con la formula A = Q / q * B, dove:

  • A - la quantità richiesta di gas, metri cubi all'ora;
  • Q - potenza richiesta per il riscaldamento (nel nostro caso, 5 kilowatt);
  • q è il calore specifico minimo (a seconda della marca di gas) in kilowatt. Per G20 - 34.02 MJ per metro cubo = 9.45 kilowatt;
  • B - l'efficienza della nostra caldaia. Assumi il 95%. Il numero richiesto è 0,95.

Sostituiamo la figura nella formula: per 100 m 2, è 0,557 metri cubi all'ora. Di conseguenza, il consumo di gas per il riscaldamento della casa di 150 m 2 (7,5 kilowatt) sarà di 0,836 metri cubi, il consumo di gas per il riscaldamento della casa 200 m 2 (10 kilowatt) - 1,14, ecc. Resta da moltiplicare per 24 la cifra risultante - il consumo medio giornaliero si rivelerà, poi per 30 - la media mensile.

Calcolo per gas liquefatto

La formula sopra è adatta anche per altri tipi di carburante. Compreso per il gas in bottiglia liquefatto per caldaie a gas. Certo, il suo potere calorifico è diverso. Accettiamo questa cifra di 46 MJ per chilogrammo, vale a dire 12,8 kilowatt per chilogrammo. Supponiamo che l'efficienza della caldaia sia del 92%. Sostituiamo i numeri nella formula, otteniamo 0,42 chilogrammi all'ora.

Il gas liquefatto è considerato in chilogrammi, che vengono poi convertiti in litri. Per calcolare il consumo di gas per il riscaldamento di una casa di 100 m 2 da un porta-gas, la cifra ottenuta dalla formula è divisa per 0,54 (il peso di un litro di gas).

Quindi - come sopra: moltiplicare per 24 e 30 giorni. Per calcolare il carburante per l'intera stagione, moltiplicare la media mensile per il numero di mesi.

Consumo medio mensile, approssimativamente:

  • consumo di gas liquefatto per riscaldare una casa 100 m 2 - circa 561 litri;
  • consumo di gas liquefatto per riscaldare una casa 150 m 2 - circa 841,5;
  • 200 quadrati - 1122 litri;
  • 250-1402,5, ecc.

Un cilindro standard contiene circa 42 litri. Dividiamo la quantità di gas richiesta dalla stagione per 42, troviamo il numero di cilindri. Successivamente, moltiplicare per il prezzo del pallone, otteniamo l'ammontare richiesto per il riscaldamento per l'intera stagione.

Video su come ridurre il consumo di gas della caldaia.

Quanto gas è necessario per riscaldare una casa?

Sai già che prima di andare a prendere una TU per il gas, devi stimare la quantità di gas necessaria per riscaldare la tua casa. In linea di principio, non importa quanto esattamente (fino all'ultimo m3) verrà effettuato il calcolo. Ma è meglio prescrivere un numero con una riserva nell'applicazione per l'emissione di una TU, e quindi goderti i risparmi. Dopotutto, questo indicatore è molto condizionale, e persino un sensitivo non può prevederlo a un metro cubo.

Consideriamo il gas dall'autostrada.

Se un gasdotto centralizzato passa vicino al sito, considera la tua fortuna. In questo caso, non è necessario spendere soldi per un cilindro di metallo per la conservazione di gas liquefatto (serbatoio di gas) o per stimare quale tipo di fonte di energia è più efficiente per il riscaldamento della casa.

La pipa blu del carburante, posta accanto alla tua abitazione, condividerà generosamente il suo contenuto, semplicemente "risolverà" tutti i documenti e creerà un collegamento dall'edificio all'autostrada.

È chiaro che la casa sarà riscaldata con una caldaia a gas. Almeno, se consideriamo ora quanto gas è necessario per riscaldare la casa, osiamo pensare che stiate per installare anche una caldaia non combinata, che funziona, ad esempio, su gas o legna, ovvero gas.

Quindi ogni caldaia ha una certa capacità. Si ritiene che 1 kW per 10 m2 sia sufficiente per le apparecchiature di riscaldamento a gas. Cioè, per una casa con una superficie di 150 m 2, è necessario acquistare una caldaia da 15 kW.

N k = S x n1 ; dove:

N a - la potenza richiesta dalla caldaia;

S è l'area della casa;

N1 - potenza nominale della caldaia per il riscaldamento di 10 m 2 a casa.

! L'area della casa è sempre rotonda fino a dieci. Ad esempio, per un edificio di 159 m2, contare 150 m2 e selezionare una caldaia di potenza appropriata, in questo caso 15 kW. !

Quindi è necessario scoprire quanto gas è necessario per riscaldare la casa durante il giorno. Ovviamente, è abbastanza per moltiplicare

N d. = 24 x N a ; dove

N a = 24 x 15 = 360 kW

N a - potenza della caldaia a gas;

24 - il numero di ore al giorno.

In un mese, rispettivamente, saranno 30 volte di più (riteniamo che ci siano 30 giorni in un mese).

Nmesi = 24 x 15 x 30 = 10 800 kW.

Bene, ora ricordiamoci: quando si tratta di riscaldamento, i russi sono molto fortunati - sarà caldo non solo per tutto l'anno, ma solo 6 mesi - da ottobre a marzo. Bene, forse una settimana o un decennio ad aprile.

In generale, a seconda della regione di residenza, saranno 6-8 mesi. Per dimostrare il calcolo, prendiamo, diciamo, 6. E notiamo che non riscalderai la tua casa come un appartamento in città: hai bisogno di: non ne hai bisogno, le batterie sono ugualmente calde (o fredde - qui, come sei fortunato).

Quindi, mentre consideriamo la media, equalizzando il gennaio più freddo e il più caldo - ottobre.

Si scopre che per il riscaldamento di una casa nella stagione fredda, tale potenza sarà necessaria:

N totale = 6 x Nmesi.

N totale = 6 x 10 800 = 64 800 kW.

Ora è il momento di ricordare che quando si brucia 1 m3 di gas, vengono rilasciati 10 kW / ora di energia termica. Di conseguenza, il numero risultante è il tempo di dividere per 10 per scoprire quanti cubi di carburante dovranno spendere per il riscaldamento teorico della casa durante la stagione fredda.

V = N totale: 10;

V = 64.800: 10 = 6.480 m3.

Un numero orribile, non è vero? E tutto perché nei calcoli facciamo il riscaldamento a tutte le ore. Sebbene in realtà nessuno lo faccia di sicuro. Anche se acquisti una caldaia a gas senza un'intelligente automazione sofisticata, che a sua volta regolerà l'erogazione di gas per mantenere una certa temperatura nell'edificio, allora anche il numero risultante (o meglio il numero), dovrai dividerlo almeno 2. In questo modo abbiamo:

V reale = 6.480: 2 = 3.240 m3.

Bene, questo è più come la verità. Tuttavia, ricorda che qualsiasi isolamento della casa (sia interno che esterno) fornirà un risparmio di gas ancora maggiore (considera il denaro per pagarlo). Inoltre, l'isolamento non solo delle pareti, ma anche del tetto con la fondazione, preserverà anche lo spessore del portafoglio.

Sì, devi investire. Ma non sai cosa ottiene solo colui che dà. Un tale "boomerang" a risparmio di calore piacerà sicuramente a un proprietario di abitazione pragmatico: più investi nell'isolamento, più basso sarà il costo del successivo riscaldamento della casa.

Quanto gas liquefatto è necessario per riscaldare una casa?

Ma se il grande tubo del tronco che passa vicino alla tua casa non ha nemmeno odore, e oh, come vuoi illuminare la "luce blu" (e anche allora la verità - perché pagare di più per altri tipi di energia?), Quindi devi usare il gas liquefatto. È possibile in bombole, ma più spesso per questo, i proprietari di gas sono sepolti nell'area. Tuttavia, è possibile e non seppellire - l'installazione esterna è consentita anche secondo le regole di funzionamento dei dispositivi a gas.

Quindi, qui useremo un metodo più semplice per scoprire quanto gas liquefatto è necessario per riscaldare una casa. Si ritiene che per riscaldare l'acqua necessaria per il riscaldamento di un metro quadrato di una casa (ovvero, questo refrigerante venga spesso versato nell'impianto di riscaldamento), sono necessari 169,95 kW di energia in sei mesi. Il potere calorifico del propano (o propano-butano), che sono gas liquefatti, è di 18,88 kW / kg. E l'efficienza di una caldaia a gas nuova (in seguito - utile) è del 98%. Ora puoi usare una formula semplice:

V = 169, 95: 12,88: 0,98 x S; dove

V è il volume di gas necessario per riscaldare la casa per sei mesi;

S è l'area della casa.

V = 169,95: 12,88: 0,98 x 150 = 2019 m3.

Com'è? Anche con i calcoli più approssimativi risulta che il gas liquefatto sarà richiesto almeno un terzo in meno rispetto a quello prelevato dalla linea principale. Ma non avere fretta di gioire: il propano-butano deve anche essere consegnato al sito, e montare un sistema di approvvigionamento di gas autonomo è molte volte più costoso di un semplice incidente nel gasdotto principale.

Qui è, tuttavia, la vita del gas. Ma ora puoi contare con precisione quanto gas è necessario per riscaldare una casa. Quindi, consideralo più veloce, e vai, armato di un'applicazione compilata per il servizio di gas locale, al fine di ottenere una TU per il gas in 14 giorni.

Consumo di gas per il riscaldamento domestico: da cosa dipende il volume di consumo, esempi di calcoli, come è possibile risparmiare

Più spesso, pensiamo a quanto combustibile è stato speso quando arrivano le bollette per il calore ricevuto. E se la quantità è spaventosamente grande, iniziamo a fare calcoli. Esistono metodi che consentono sia in fase di progettazione che in un edificio attrezzato di calcolare, ad esempio, il consumo di gas per il riscaldamento di una casa di 200 m 2. I risultati aiuteranno a controllare il sistema di riscaldamento e sviluppare metodi per ridurre il costo di mantenere un microclima confortevole in casa.

Essendo riuscito a calcolare il costo del gas, le bollette del riscaldamento soddisferanno di più

Gas... e un altro gas

Carburante blu da molti anni la fonte di energia più richiesta e più economica. Molto spesso vengono utilizzati due tipi di gas per il riscaldamento e, di conseguenza, due metodi di connessione:

Bulk. Questo è purificato dalle impurità metano con l'aggiunta di una piccola quantità di odorizzante per facilitare il rilevamento delle perdite. Tale gas viene trasportato attraverso i sistemi di trasporto del gas ai consumatori.

Una miscela liquefatta di propano con butano, che viene pompata in un porta-gas e fornisce un riscaldamento indipendente. Al passaggio di questo liquido allo stato gassoso, aumenta la pressione nel serbatoio. Sotto l'azione di alta pressione, la miscela di gas viene convogliata al punto di consumo.

Entrambi i tipi hanno i loro pro e contro:

al collegamento principale c'è sempre il pericolo di rottura della tubazione, diminuzione della pressione in essa. Il detentore di gas dà piena autonomia, è necessario monitorare solo la presenza di gas;

le attrezzature per il trasporto di gas e la sua manutenzione sono costose. Ma questa è l'unica possibilità di riscaldamento a gas se non c'è autostrada nelle vicinanze;

per calcolare il consumo di gas per il riscaldamento di una casa di 100 mq, confrontare il valore calorico del carburante dalla linea principale e la miscela liquefatta nel cilindro. Il contenuto calorico della miscela propano-butano è tre volte superiore a quella del metano: durante la combustione di 1 m 3 della miscela, vengono rilasciati 28 kW e la combustione della stessa quantità di metano produce 9 kW. Di conseguenza, l'importo per il riscaldamento della stessa area sarà speso diverso.

La miscela liquefatta viene spesso pompata in piccoli serbatoi per il riscaldamento autonomo.

Per il riscaldamento autonomo usano gas liquefatto in bombole.Nel nostro sito è possibile trovare i contatti delle società di costruzione che offrono servizi di isolamento domestico. È possibile comunicare direttamente con i rappresentanti visitando la mostra di case "Low-Rise Country".

Cosa aumenta il consumo di gas

Il consumo di gas per il riscaldamento, oltre al suo tipo, dipende da tali fattori:

Caratteristiche climatiche della zona. Il calcolo viene eseguito per gli indicatori di temperatura più bassi caratteristici di queste coordinate geografiche;

L'area dell'intero edificio, il suo numero di piani, l'altezza delle stanze;

Tipo e disponibilità di isolamento del tetto, delle pareti, del pavimento;

Tipo di edificio (mattoni, legno, pietra, ecc.);

Tipo di profilo sulle finestre, presenza di vetro;

Potenza nei valori limite dell'attrezzatura di riscaldamento.

Altrettanto importante è l'anno di costruzione della casa, la posizione dei radiatori.

Calcolo del consumo di gas

Il calcolo della potenza richiesta viene eseguito partendo dal presupposto che l'altezza delle stanze non superi i 3 m, la sua area è di 150 m 2, lo stato dell'edificio è soddisfacente, non vi è isolamento. Quindi, per riscaldare 10 m 2 di spazio, in media si consuma 1 kW di energia a una temperatura inferiore a -10 ° C. Poiché tale temperatura in media trattiene solo la metà della stagione di riscaldamento, può essere preso come valore base - 50 W * m / ora.

A seconda dello spessore dell'isolamento della parete, il consumo di gas è significativamente ridotto

Il consumo di gas per il riscaldamento di una casa di 150 m2 sarà determinato dal rapporto

Q nell'esempio selezionato è calcolato come 150 * 50 = 7,5 kW ed è la potenza richiesta per il riscaldamento di questa stanza.

q è responsabile della marca del gas e fornisce calore specifico. Ad esempio, q = 9,45 kW (gas G 20).

ɳ mostra l'efficienza della caldaia, espressa in relazione all'unità. Se efficienza = 95%, quindi ɳ = 0,95.

Eseguiamo i calcoli, otteniamo che il consumo di gas per una casa con un'area di 150 m 2 sia pari a 0,836 m 3 all'ora, per una casa di 100 m 2 di dimensione - 0,57 m 3 all'ora. Per ottenere l'importo medio giornaliero, il risultato viene moltiplicato per 24, per la media mensile viene moltiplicato per altri 30.

Se si modifica l'efficienza della caldaia dell'85% all'ora, verranno spesi 0,93 m 3.

Può essere interessante! Nell'articolo sul seguente link leggi sul riscaldamento di una casa di campagna.

Calcolo della quantità di gas liquefatto

La formula A = Q / q * ɳ può essere utilizzata per determinare la quantità di vari combustibili. Poiché il gas liquefatto è in un serbatoio per gas o in bombole, il volume della loro capacità è misurato in m 3, pertanto il consumo di carburante liquefatto viene calcolato in queste unità.

La tabella mostra il costo della gassificazione autonoma.

Nel calcolo del consumo di gas liquefatto per il riscaldamento di una casa di 200 m 2, vengono presi in considerazione i seguenti indicatori:

la densità della miscela di propano e butano. Ad esempio, nel tipo G 30 ρ = 0,524 kg / l;

calore specifico della combustione. Per G 30, è pari a 45,2 MJ / kg (23,68 MJ / l) o 6,58 kW / l.

I valori medi possono essere presi dal primo esempio, dato che Q = 200 * 50 = 10 kW

A = 10 / (6,58 * 0,95) = 1,6 l / h

Il consumo medio giornaliero sarà pari a 1,6 * 24 = 38,4 (l)

A condizione che venga utilizzato un cilindro con una capacità di 50 litri, ma riempito per sicurezza fino a 42 litri, si può affermare che è sufficiente per circa un po 'più di un giorno.

Il consumo medio mensile di gas sarà 38,4 * 30 = 1152 litri. E questo è già 27,5 cilindri (1152/42 = 27,5).

Calcoli simili possono essere fatti per determinare il consumo di gas per il riscaldamento di una casa di 100 m 2 da un porta-gas. La sua quantità sarà determinata anche in litri.

A = 5 / (6,58 * 0,95) = 0,8 l / h

Durante il giorno, il serbatoio del gas si svuoterà di 19,2 litri, e in un mese - di 576 litri, per la stagione di riscaldamento di 7 mesi - di 4032 litri. Questo deve essere preso in considerazione al fine di ricostituire la capacità in modo tempestivo.

Il serbatoio del gas è fatto da macchine speciali, questo può essere interessante! Nell'articolo sul seguente link leggi la caldaia a gas per il riscaldamento di una casa privata.

Quanto costa il riscaldamento

La quantità di riscaldamento dipende dalla quantità di gas consumata e il prezzo per 1 m3 nella regione. Semplicemente moltiplicando due numeri, è possibile determinare i costi al giorno, al mese o per l'intera stagione di riscaldamento.

Dal punto di vista del prezzo assoluto per m 3 (kg), il metano principale è 3-4 volte più economico della miscela propano-butano. Tuttavia, confrontando il consumo per il riscaldamento di un edificio di 100 m 2 di metano, è necessaria una media di circa 3000 m 3 e una miscela liquefatta di soli 1000 m 3. Pertanto, si può sostenere che il costo del gas liquefatto per il riscaldamento di una casa è lo stesso del prezzo principale, a causa del maggiore consumo.

Descrizione del video

Circa le sfumature del riscaldamento della casa dal serbatoio del gas e la formazione del prezzo, chiaramente nel video:

Come pagare di meno

Dal momento che non sarà possibile aumentare in modo significativo il prezzo all'installazione di riscaldamento autonomo, significa che è necessario passare a tecnologie di risparmio energetico.

Eseguire un riscaldamento approfondito non solo le pareti dell'edificio, ma anche il tetto, il pavimento, le fondamenta, persino il seminterrato, se presente.

Sostituire le finestre con risparmio energetico, profilo - senza congelamento.

Installare la caldaia con la massima efficienza e il termostato elettronico.

Controllare le condizioni dell'isolamento termico della casa sulla termocamera per recuperare i punti freddi ed eliminarli.

Cambia il sistema di ventilazione e aria condizionata. Solo una finestra aperta o una finestra per la ventilazione richiede più calore di una finestra aperta per 5-7 minuti e una completa sostituzione dell'aria nella stanza.

Per dotare un pavimento isolato termicamente, specialmente in hall, sale.

Installare sensori elettronici sui radiatori per bloccare il riscaldamento a una temperatura impostata.

È molto efficace utilizzare il sistema "casa intelligente", che ridurrà il consumo di gas di almeno il 25%. Se segui tutti i suggerimenti, la casa sarà calda e confortevole e le bollette del gas non causeranno orrore.

Il sistema di "casa intelligente" è più facilmente e comodamente controllato dal telecomando: sul nostro sito è possibile trovare i contatti delle imprese di costruzione che offrono il servizio di progettazione di case di campagna. È possibile comunicare direttamente con i rappresentanti visitando la mostra di case "Low-Rise Country".

conclusione

Se la casa è costruita secondo un progetto ben progettato, allora quale sarà il consumo di gas durante la stagione di riscaldamento in anticipo. Se i calcoli sono fatti per una casa esistente, con l'obiettivo di isolarlo, allora la migliore via d'uscita sarà anche quella di rivolgersi a professionisti che non solo fanno il loro lavoro meccanicamente, ma possono anche consigliare qualcosa

Consumo di gas per riscaldamento domestico 100 m²

Il consumo nominale di gas per il riscaldamento di una casa di 100 m², per un mese o per l'intero periodo di riscaldamento, se il sistema è già installato e utilizzato per un lungo periodo, è abbastanza semplice da calcolare: sarà sufficiente leggere il contatore all'inizio e alla fine del mese durante l'anno, riepilogarli e quindi calcolare parametro medio aritmetico. Un'altra cosa è che devi conoscere questi dati nella fase di progettazione di una casa per poter scegliere tra un vettore di energia economico ed efficiente e un'adeguata attrezzatura per il riscaldamento.

Consumo di gas per riscaldamento domestico 100 m²

Pertanto, la questione di come determinare correttamente il consumo medio ponderato di gas per il riscaldamento della struttura di una data area è così importante. Ci sono diverse opzioni per eseguire tali calcoli.

Procedura di calcolo per il riscaldamento con alimentazione di gas di rete

Il gas naturale fornito ai consumatori attraverso le utenze è di gran lunga il vettore energetico ottimale per l'organizzazione di un sistema di riscaldamento per abitazioni private. Ciò è dovuto al basso prezzo del carburante, alla mancanza di necessità di creare riserve e alla relativamente alta efficienza delle moderne attrezzature a gas.

Naturalmente, quando si sceglie una caldaia a gas per il riscaldamento di una casa, è necessario concentrarsi sulla sua capacità, poiché non solo l'efficienza dell'intero sistema di riscaldamento, ma anche il consumo del vettore energetico dipenderà da esso. Tuttavia, il consumo di gas è influenzato non solo, ma anche non tanto dalla potenza della caldaia, come molti altri fattori che dovrebbero essere presi in considerazione. Questi includono le condizioni climatiche della regione di residenza, le caratteristiche progettuali dell'edificio stesso, l'area e l'altezza dei soffitti dei locali riscaldati, la qualità dell'isolamento delle strutture edili, il numero e il tipo di finestre e altri parametri importanti.

La potenza richiesta dall'impianto di riscaldamento dipende, oltre allo spazio del pavimento, da una serie di altri fattori.

Va inteso che il rating della caldaia mostra la sua capacità massima, che, ovviamente, deve essere superiore alle caratteristiche richieste. Ad esempio, dopo aver eseguito i calcoli nella potenza termica richiesta per il riscaldamento domestico, il modello ottimale del dispositivo di riscaldamento viene sempre selezionato con tassi più elevati. Ad esempio, se a seguito di calcoli si riceve che il sistema di riscaldamento richiede 12-13 kW, il proprietario, di sicuro, selezionerà una caldaia con una capacità di circa 15-16 kW.

Tutto ciò viene ora chiarito per chiarire: sarebbe errato basarsi solo sulle caratteristiche specificate nella documentazione tecnica della caldaia quando si calcola il consumo di gas per il riscaldamento e i costi pianificati. L'elenco dei parametri del prodotto di solito mostra il consumo di gas (m³ / h), ma questo, ancora una volta, per raggiungere la potenza dichiarata dal produttore. Se prendiamo questi indicatori come base, i risultati totali possono sembrare scoraggianti!

Ma calcolare correttamente almeno un consumo approssimativo di gas è necessario non solo per assicurarsi che sia il combustibile più economico, ma anche per determinare quali misure possono essere adottate per ridurre i consumi e, quindi, ridurre i pagamenti regolari per esso.

L'indicatore principale da cui partire per i calcoli è, piuttosto, non la potenza dichiarata del dispositivo di riscaldamento, che è ancora improbabile da utilizzare "al massimo", ma la potenza termica necessaria per il riscaldamento di alta qualità della casa e compensare le sue perdite di calore.

Molto spesso, un rapporto di 1 kW di energia termica per 10 m² di spazio riscaldato viene preso come base per tali calcoli di ingegneria del calore. Questo approccio è certamente molto conveniente per i calcoli, ma è ancora lontano dal riflettere pienamente le condizioni reali di una particolare casa e regione di residenza.

È meglio effettuare un calcolo più approfondito, tenendo conto dei principali fattori che influiscono sulla potenza termica richiesta. È piuttosto semplice farcela se utilizzare una tecnica, preposizionale sul nostro portale.

Come calcolare autonomamente la potenza termica richiesta?

Il metodo di auto-calcolo disponibile è indicato nella pubblicazione del portale dedicato alle caldaie per il riscaldamento elettrico.

Lascia che il lettore non sia confuso dal fatto che l'articolo raccomandato sia dedicato alle caldaie elettriche - l'algoritmo per il calcolo della potenza non cambia affatto.

Il valore ottenuto come risultato dei calcoli diventerà il "punto di partenza" per determinare il consumo medio di gas per il riscaldamento.

Per ulteriori calcoli, abbiamo bisogno di una formula che tenga conto del potenziale energetico incorporato nel "carburante blu", cioè della quantità di calore che viene rilasciata durante la combustione di un metro cubo di gas.

V = Q / (Ciao × ηi)

  • V è il valore desiderato, ovvero la portata del gas per ottenere una certa quantità di energia termica, m³ / h.
  • Q è la potenza termica richiesta, W / h, per garantire condizioni confortevoli nelle stanze.

Come calcolarlo - hanno già deciso. Ma ancora una volta è necessario fare un'osservazione importante. Come si può vedere dalle condizioni di calcolo, il valore risultante sarà il massimo calcolato per le condizioni più sfavorevoli del decennio più freddo dell'anno. In realtà, non ci saranno così tanti periodi durante l'intera stagione di riscaldamento, e la caldaia con un sistema di riscaldamento correttamente programmato non funzionerà mai tutto il tempo. E poiché il nostro obiettivo è determinare la media e non il consumo di picco del gas, non sarà un grosso errore accettare il valore medio della potenza generata del 50% di quello calcolato. Ancora una volta, non confondere con la potenza del riscaldamento della caldaia.

  • Ciao è il potere calorifico netto specifico del gas. Questo è un valore tabulare calcolato corrispondente agli standard esistenti. Quindi, per il gas di rete, si presume che sia:

Come determinare il consumo di gas effettivo per il riscaldamento domestico e ottimizzare i costi

Quasi nessuno dubita che il riscaldamento della casa con il gas, a parte gli impianti elettrici, sia il più conveniente e pulito rispetto ad altre opzioni. Se tutto è fatto correttamente, anche l'efficienza (efficienza di lettura) sarà al primo posto, quando verrà, ovviamente, a connettersi alle reti principali, e non ai cilindri di propano. Ma in ogni caso, per prendere una decisione definitiva, tutti gli sviluppatori vogliono sapere quale sarà il consumo effettivo di gas per il riscaldamento domestico, se sia possibile ottimizzare i costi energetici. Non è difficile scoprirlo.

Come calcolare il fabbisogno di gas per la stagione di riscaldamento

Prestazioni nominali dell'apparecchiatura

La prima cosa da fare è determinare quale potenza deve essere installata la caldaia. Per noi è importante che il riscaldamento a gas della casa garantisca una temperatura confortevole nelle stanze anche nei giorni più freddi dell'inverno. Il più affidabile sarà quello di effettuare indagini ingegneristiche (se l'edificio è già in funzione), o di calcolare la perdita di calore da reintegrare (se è in corso la costruzione)

C'è un'opzione più semplice, è possibile utilizzare la regola ben nota, in cui si afferma che per ogni metro quadrato di spazio abitativo dovrebbero esserci circa 100 watt di capacità del generatore di calore, ovvero 1 kW per 10 m 2. Non importa, il riscaldamento a gas di un condominio è considerato o un piccolo cottage privato, questa formula si applica agli edifici ben isolati. In metri quadrati, la persona media pensa comodamente, ma la cubatura è più importante, quindi un calcolo semplificato è adatto solo se l'altezza dei soffitti nelle stanze non supera i 2,7 metri.

È importante! Se la caldaia riscalda anche l'acqua per il circuito ACS, allora vale la pena prevedere una riserva di rendimento termico di 2-3 kW.

Quindi, ad esempio: per una casa di 200 metri quadrati è necessario acquistare un dispositivo di riscaldamento con una potenza minima di 20 kW.

Quanto gas brucia la caldaia ogni 1000 watt di calore

I dispositivi di riscaldamento sul mercato possono variare in modo significativo nelle loro caratteristiche tecniche, in particolare nella loro efficienza energetica. Tuttavia, ci sono indicatori medi che sono abbastanza adatti per i calcoli. Pertanto, per ogni chilowatt di calore generato, le moderne caldaie a gas utilizzano circa 0,112 metri cubi di gas naturale all'ora per riscaldare una casa.

Per calcolare il consumo durante il riscaldamento di una casa con gas liquefatto, è necessario procedere dai seguenti dati:

  • l'efficienza del generatore di calore,
  • il potere calorifico del gas (la composizione e la qualità della miscela possono variare notevolmente da fornitori diversi).

A seconda di queste condizioni, possono essere necessari da 0,085 a 0,12 chilogrammi di propano liquefatto all'ora per generare un chilowatt di calore. In media, la formula sostituisce una portata di 0,1 kg / h.

Quanti giorni all'anno il riscaldamento a gas funziona a casa?

La durata della stagione di riscaldamento dipende dalle caratteristiche climatiche della regione. Secondo le tabelle di SNiP 23-01-99 "Climatologia degli edifici", i calcoli termici tengono conto di: temperatura dell'aria (picco, media giornaliera, nei cinque giorni più freddi, ampiezza), direzione prevalente e velocità dei venti, precipitazioni, umidità relativa.

A seconda della regione specifica, la stagione di riscaldamento dura in media in tutta la Russia da 210 a 250 giorni. Approssimativamente da ottobre ad aprile compresi. Se l'abitazione realizza il riscaldamento autonomo, allora non è irrilevante quale temperatura nelle stanze i residenti della casa considerino confortevole.

La quantità totale di energia per la stagione di riscaldamento

Quindi, consideriamo tutto il gas necessario per una casa di 200 piazze (per lo spazio dei locali riscaldati). Una caldaia con una potenza di 20 kilowatt brucerà 2,24 metri cubi di gas all'ora. Un giorno richiederà 53,76 m 3 di carburante (24 X 2,24). Per la stagione di riscaldamento a 7 mesi - 11289,6 (210 X 53,76).

Non avere fretta di essere intimidito, non ha senso far funzionare la caldaia a gas per il riscaldamento domestico per sette-otto mesi a piena potenza. Ci sono solo poche decine di giorni così freddi, e il resto del tempo, il consumo è molto meno. Data la diminuzione controllata delle prestazioni del generatore di calore, nella Russia centrale il consumo di gas stagionale stimato è diviso a metà. Cioè, la nostra struttura avrà bisogno di circa 5645 cubi (11289,6: 2).

Per i sistemi in cui il gas liquefatto viene utilizzato come fonte di energia, la formula sarà simile. Un'unità da 20 kilowatt utilizza circa 2 kg di carburante all'ora. 48 kg al giorno, per tutta la stagione - circa 5 tonnellate.

È importante! Un litro di propano-butano nella fase liquida pesa circa 550 grammi (propano - 510, butano - 580). Si noti inoltre che i cilindri di stoccaggio e trasporto non vengono mai riempiti completamente per motivi di sicurezza.

Ora, conoscendo le tariffe dei fornitori, possiamo tradurre cifre astratte in banconote, con le quali dovremo separarci.

Come ottimizzare il consumo di gas

I calcoli sopra riportati mostrano il consumo medio ipotetico di carburante. Ma ciò non significa affatto che questi indicatori siano ottenuti facilmente e da soli. I risultati reali possono essere influenzati da una massa di vari fattori, l'uso eccessivo di gas rispetto a quello calcolato non è raro. Avvicinarsi ai dati ottenuti su carta non è facile e ottenere risparmi significativi è ancora più difficile. Proviamo a formulare alcuni suggerimenti pratici.

Scegliere la giusta caldaia a gas per il riscaldamento domestico

  • La potenza della fonte di calore deve soddisfare le esigenze dell'edificio nel reintegrare la perdita di calore. Sarebbe un errore pensare che "una buona scorta non sarà superflua". Un richiamo che è troppo produttivo, lavorando a metà potenza, può consumare più di quello che si adatta al conto. A sua volta, un generatore di calore troppo debole funzionerà ai suoi limiti. Entrambe le modalità sono tutt'altro che ottimali, per le quali i produttori indicano solo l'efficienza.

È importante! Si ritiene che il più economico sarà una caldaia con un piccolo margine di produttività, circa il 25-30%.

  • Scegli i modelli con la migliore efficienza. I veri indicatori di efficienza partono dal 90 percento, in media dal 92 al 95 percento. Ora ci sono generatori di calore a gas, che consentono di estrarre calore, che di solito va via con il vapore acqueo (circa il 20% di essi nei prodotti di combustione dei gas di scarico), situato nei gas di scarico. L'energia aggiuntiva viene raccolta dalla condensazione del vapore nello scambiatore di calore secondario. Queste caldaie innovative sono chiamate caldaie a condensazione. L'efficienza di questi dispositivi può avvicinarsi al 108 percento, il che consente di recuperare rapidamente costi iniziali relativamente elevati e risparmiare fino al 15-20 percento di gas.

È importante! Ottieni generatori di calore di aziende note. Sfortunatamente, non tutti i produttori indicano onestamente le caratteristiche dei passaporti e dei cataloghi.

  • L'efficienza del dispositivo di riscaldamento dipende in larga misura da come il bruciatore a gas della caldaia è progettato per riscaldare l'abitazione. Ad esempio, i bruciatori che consentono una regolazione uniforme della potenza su tutta la gamma (modulata) saranno più economici rispetto a quelli multi-stadio, per i quali sono disponibili due modalità: massima e "in attesa" (circa il 30-40 percento della potenza). E il multistadio, di regola, è più redditizio di quelli a uno stadio, che vengono semplicemente spenti o accesi quando vengono raggiunte le temperature impostate.

Sicuramente, i bruciatori multi-fuel, progettati per l'utilizzo di gas e combustibili liquidi, sono meno efficienti dei bruciatori mono-combustibile, destinati esclusivamente alla combustione di gas.

  • Apertura (spinta naturale) o camera di combustione chiusa. Nelle caldaie a camera di combustione chiusa, l'aria per la creazione di una miscela combustibile viene alimentata forzatamente tramite un bruciatore a ventola. Il gas in tali generatori di calore viene bruciato più completamente e lo scarico è più pulito. Spesso, qui vengono utilizzati camini coassiali orizzontali, in cui le masse d'aria di alimentazione vengono prima riscaldate dal fumo in uscita prima di entrare nel forno. Difficilmente è possibile calcolare quanto più economica sarà una caldaia con una camera chiusa, molto probabilmente, questa sarà vista in termini di efficienza.
  • Se è necessario riscaldare l'acqua per la fornitura di acqua calda, considerare l'opzione di installare una caldaia per riscaldamento indiretto. Spesso, in termini di consumo di energia, questa soluzione risulta essere più redditizia rispetto all'utilizzo di una caldaia a doppio circuito.

Uso dell'automazione

Una delle principali funzioni dell'automazione è trasferire la caldaia in modalità economica. Più tecnologico e sensibile è, meno gas sarà consumato. Per fare ciò, viene stabilito un feedback tra sensori e controllori tra il generatore di calore e il sistema (e l'ambiente). Ricevendo le informazioni dai sensori, la caldaia può reagire al livello di riscaldamento del liquido di raffreddamento o alla temperatura dell'aria nei locali o anche all'esterno. È possibile controllare l'apparecchiatura da remoto, ad esempio tramite il telecomando o lo smartphone / PC.

È possibile ottenere notevoli risparmi di gas se è possibile programmare il funzionamento della caldaia mediante un timer. Ad esempio, senza pregiudizio per il comfort, è possibile ridurre le prestazioni del sistema durante la notte o durante il periodo "business" (dalle 8:00 alle 15:00), quando nessuno è a casa.

È importante! Si ritiene che la riduzione della temperatura nei locali di un solo grado consentirà di risparmiare dal 3 al 5% di gas per il riscaldamento di una casa.

Riscaldamento di strutture che racchiudono

Anche il riscaldamento con il gas principale in una casa privata può essere inutile se il calore non viene ostacolato. Migliorando le caratteristiche isolanti dell'edificio, avvicinandosi al concetto di "zero home", è possibile ridurre il consumo di gas.

Oltre all'isolamento di pareti e tetti, il cottage dovrebbe occuparsi delle perdite di calore attraverso il soffitto del seminterrato, di norma i ponti più potenti del freddo sono le piastrelle del balcone che "tagliano" il muro esterno. Le aree vulnerabili sono le aperture di porte e finestre, ad esempio, non si dovrebbe essere coinvolti in ampie superfici vetrate, non importa quanto sia di alta qualità la porta, si consiglia di fornire un tamburo nell'area d'ingresso. Prestare particolare attenzione alla ventilazione, ad esempio, per installare un sistema di recupero del calore.

Fonte di calore aggiuntiva

Un'alternativa al riscaldamento a gas a casa è rilevante, non solo se non vi è alcuna possibilità di schiantarsi nel tubo principale. Il fatto è che per stimolare il risparmio in alcuni paesi, le tariffe del gas per la popolazione sono più elevate, maggiore è il consumo. In sostanza, un prezzo preferenziale è fissato per una certa quantità di gas utilizzato al mese.

Pertanto, per rimanere all'interno di una specifica categoria tariffaria, ha senso integrare una fonte aggiuntiva di calore nell'impianto di riscaldamento, ad esempio alcune modifiche di una caldaia a combustibile solido, un collettore solare o una pompa di calore ad aria.

Ottimizzazione del sistema di riscaldamento

La pratica dimostra che un sistema di riscaldamento progettato correttamente e correttamente assemblato è una condizione essenziale, senza la quale non vale la pena affidarsi al risparmio di risorse. In questo caso, vengono considerati i seguenti punti:

  • tipo di cablaggio,
  • disposizione e metodo di fissaggio dei dispositivi di riscaldamento,
  • selezione di dispositivi di riscaldamento adatti
  • sezione trasversale dei gasdotti in vari siti,
  • nomenclatura e caratteristiche di valvole e accessori.

Una delle caratteristiche principali di un sistema di qualità è la possibilità di un bilanciamento accurato, in cui l'utente può distribuire il calore in modo uniforme in tutte le stanze. Oppure, al contrario, con l'aiuto di rubinetti o testine termiche, è conscio trasferire il riscaldamento in alcune stanze dal comfort di lavoro alla modalità standby. Ad esempio, in questo modo puoi riscaldare stanze vuote, un ripostiglio, un armadio.

Mentre lavorano al progetto, gli specialisti sono tenuti a fare calcoli idraulici e termici, di conseguenza, il cliente riceve gli schemi e i disegni necessari per l'installazione, nonché le specifiche per attrezzature e componenti. È dimostrato che i soldi spesi per il design professionale pagheranno nella prima stagione di riscaldamento.

Top