Categoria

News Della Settimana

1 Radiatori
Camino con un circuito d'acqua fai da te: come fare
2 Radiatori
Riscaldamento geotermico sotterraneo a casa
3 Caminetti
Come installare legalmente i contatori per il riscaldamento nell'appartamento?
4 Caldaie
Come rendere il riscaldamento domestico a basso costo con l'elettricità
Principale / Carburante

Sistemi di riscaldamento per case di campagna e di campagna. Caldaie, scaldabagni a gas, scaldabagni - Riparazione, assistenza, funzionamento. Raccomandazioni per l'installazione e l'installazione.


GUASTI E RIPARAZIONI

RIPARAZIONE DI UN DIFFUSORE GAS

PARTI DI RICAMBIO DI CALDAIE

Caldaia a gas automatica AGV-80


Apparecchi AGV-80 - caldaie a gas automatiche, progettate per il riscaldamento dell'acqua locale di aree residenziali fino a 60 m2 e per l'erogazione di acqua calda nell'appartamento (bagno, lavabo, cucina).

Questo cambiamento di temperatura è causato da una variazione della lunghezza dell'estremità libera dell'asta quando viene avvitata nel manicotto del tubo di ottone (Fig. 2).

Riparazione della valvola del gas di Zhukovsky AOGV Ekonom. Paratia completa.

Qui troverete una descrizione completa della paratia della valvola del gas Econom per la caldaia a gas AOGV Zhukovsky. E in tutto il nostro lavoro successivo per quanto riguarda la risoluzione dei malfunzionamenti del blocco, faremo costantemente riferimento a questo articolo per arrivare alla vera causa del malfunzionamento della caldaia e sconfiggere rapidamente il freddo che si insinua nella casa.

Così! Per cominciare, considera l'interno della valvola sul primo piccolo schema, a proposito, gentilmente fornito dalla fabbrica Zhukovsky. Non è abbastanza comodo, ma comunque.

Come funziona una valvola del gas?

1. Avviare l'accenditore. Premere il pulsante dell'elettrovalvola (22). Quando viene premuto, l'ago della valvola preme verso il basso attraverso il diaframma ermetico (25) sullo stelo della valvola superiore (24) e il gas, attraverso le fessure nella sede (non mostrata nello schema) della valvola superiore (24), si precipiterà nel foro che porta all'accenditore. Immediatamente vale la pena notare che la posizione della valvola superiore (24) è normalmente chiusa. Se si rilascia il pulsante, la molla tornerà indietro. E la posizione della valvola inferiore è normalmente aperta. Un'altra molla lo apre fino a quando non si chiude quando la caldaia si riscalda con la "fisarmonica" della lampadina termica a soffietto espansa dalla temperatura. L'anello di tenuta (28) è una guarnizione tra la sede della valvola superiore e il corpo del blocco. Dopo l'accensione dell'accenditore, la termocoppia si è riscaldata e abbiamo rilasciato il pulsante della valvola (22), che è rimasto nella posizione abbassata, è possibile procedere all'avvio del bruciatore principale.

Sulle caldaie a gas AOGV Econom tra il blocco del gas e il bruciatore nella valvola del gas incorporata nel tubo del gasdotto. Quando si avvia l'accenditore su una caldaia fredda, questa valvola del gas deve essere chiusa. Questo è necessario in modo che il gas non sia condiviso tra l'accenditore e il bruciatore. Per accenditore accendersi con sicurezza. Aprire il rubinetto, il bruciatore si accende. Se la caldaia viene avviata su una calda, allora la valvola inferiore dell'unità può essere chiusa. È tenuto in tale stato da una lampadina termica a soffietto riscaldato. In questo caso, il bruciatore principale si avvia quando la manopola di controllo della temperatura viene ruotata nella direzione di aumento della temperatura.

2. Impostazione e regolazione della temperatura di lavoro. Dopo che il bruciatore ha preso fuoco e la caldaia ha iniziato il suo lavoro, sorge la domanda, cosa succederà dopo? Poi arriva il seguente. La valvola di fondo (23) su una caldaia a freddo è sempre inizialmente normalmente aperta, perché è schiacciata da una molla. Questa valvola si chiude solo quando la "fisarmonica" del soffietto termobilon si espande quando viene impostata la temperatura impostata, preme con il suo stelo, che passa all'interno del corpo della valvola, attraverso la guarnizione (27) sulla leva, che inizierà a chiudere e chiudere la valvola inferiore (23), e il bruciatore si spegne. Ruotando la manopola del controllo della temperatura del soffietto termopack, è possibile impostare qualsiasi temperatura nell'intervallo consentito, ad es. abilitare la "fisarmonica" della lampadina termica a soffietto per premere sullo stelo e chiudere la valvola inferiore sia a + 35 ° C che a +90 ° C.

3. Inattivo. Quando si chiude la valvola inferiore (23), l'accesso del gas al bruciatore della caldaia è bloccato e la caldaia rimane in funzione solo sul pilota. Trasferendo calore al supporto termico dell'impianto di riscaldamento, la caldaia si raffredda gradualmente. La "fisarmonica" del soffietto termoballo viene gradualmente compressa. La molla della valvola inferiore (23) tende a spingerla in posizione aperta e quando la forza della molla è superiore allo sforzo della "fisarmonica" del pozzetto a soffietto, la valvola si sposta e apre l'accesso al bruciatore che "accende" la fiamma pilota. Con lo schema finito.

Ora così. Tutto ciò che vedete qui adesso è una base su cui è possibile costruire la corretta diagnosi di qualsiasi malfunzionamento legato al funzionamento della valvola del gas AOGV Econom. Tutte le altre supposizioni che non sono basate su questa conoscenza, di regola, non sono corrette. O comportano uno spreco di tempo e denaro assolutamente inutile e, con successo, non forniscono ancora affidabilità. Una valvola Econom è una cosa grande ed estremamente affidabile. Adesso assicurati.

Funzionalmente, l'unità è composta da due parti. In alto e in basso. La prima parte, la cima, la più difficile. Abbiamo bisogno di due cose: attenzione e accuratezza. Non c'è fretta.

Parte superiore Rimuovere la parte superiore dell'elettrovalvola. Quando si separa la valvola, tenere l'ago attaccato verso il basso in modo che non cada. (Leggi di più qui.)

Tiriamo fuori la membrana di gomma. Lei siede piuttosto stretta. Non abbiamo paura! Gentilmente, per non danneggiare, sceglierlo.

Sotto la membrana vediamo un cappuccio di plastica che, quando premuto, si appoggia sull'ago dell'elettrovalvola. Tira fuori il cappello.

Successivamente vediamo la manica interna superiore. La manica si trova libera. Lo tiriamo fuori. Quando tiriamo fuori, vediamo che la manica ha un foro per il passaggio del gas all'interno del nostro blocco di gas.

Questo è il buco. Quando si rimontano questi fori, ovviamente, devono essere combinati. Inoltre vediamo un anello di tenuta in gomma tra il corpo del blocco e la sede della valvola superiore. La valvola superiore consente di alimentare il gas nell'accenditore. Ci sono slot in sella. È attraverso queste fessure che il gas si abbassa e quando la valvola superiore è aperta, va al dispositivo di accensione. Prendiamo un cacciavite e lo agganciamo proprio dietro la fessura di questa cosa.

La sede della valvola superiore e la valvola superiore sono nelle nostre mani. Se il gas scende attraverso le fessure del sedile, capiamo che la superficie di lavoro della valvola superiore è a contatto con il fondo del sedile. Dopodiché, rimuovi in ​​silenzio la manica inferiore e vedi un buco. Dove conduce? È giusto All'accenditore. Questo foro si trova chiaramente di fronte all'ugello, sul quale stringeremo in seguito il dado dell'accenditore pilota.

Se si guarda all'interno dell'unità dopo tutte le manipolazioni sopra descritte, vedremo la sede della valvola inferiore con le aperture per il passaggio del gas al bruciatore principale.

Per una comprensione più completa, diamo un piccolo layout degli elementi nella foto seguente.

1. Valvola di fondo sede o-ring. Deve essere posizionato tra il corpo del blocco e la sede della valvola inferiore.

2. Il foro attraverso il quale il gas entra inizialmente nell'unità. Questo foro deve essere allineato con il foro della manica superiore. altrimenti, il gas semplicemente non entrerà nell'unità.

3. Questi sono i fori nella sede della valvola inferiore per il passaggio del gas al bruciatore principale.

4. Abbassare la sede della valvola

5. L'unione che porta il gas al dispositivo di accensione.

6. Il foro che consente il gas per l'accensione. Deve essere necessariamente allineato con il foro nella manica inferiore del blocco.

Va anche notato che all'ingresso del gas all'unità, al posto di fissare l'intera unità alla nostra caldaia, c'è una griglia di filtro all'ingresso.

Ora vai nella seconda parte del nostro blocco.

Parte inferiore Scopriamo la valvola, realizzando 6 viti.

Davanti ai nostri occhi c'è una foto straordinaria che risponde alla domanda "Cos'è un economizzatore della valvola del gas?" Risposta: Niente! La parola "Nulla" è intesa in un aspetto eccezionalmente gioioso e positivo. Questo si riferisce alla sua semplicità, all'accessibilità alla comprensione, se vuoi anche - la bellezza della soluzione. E, soprattutto, l'indipendenza dell'operazione di questo dispositivo da qualsiasi cosa. Dimostriamo le nostre parole.

1. Questo è un tubo del gas attraverso il quale il gas va al bruciatore principale della caldaia quando viene aperta la valvola di fondo.

2. Questa è la valvola inferiore stessa. E vale la pena notare che la sua superficie di lavoro è al top. Cioè, nello stato chiuso, la valvola viene premuta strettamente sul sedile superiore. Ora la valvola inferiore è aperta, poiché abbiamo filmato tutto questo su una caldaia fredda.

3. Leva. Chiamiamo questa cosa il bilanciere della valvola inferiore.

4. Una cosa molto importante. Perno simile a un normale chiodo.

5. Lampadina sifone termica termica.

Ora torniamo alla domanda su come funziona la nostra valvola del gas.

1. Avviare l'accenditore. L'avviamento e il funzionamento dell'accenditore appartengono interamente alla parte superiore del blocco del gas. Premendo il pulsante, accendendo il gas, accendendo l'accenditore, riscaldando la termocoppia e, di conseguenza, bloccando il pulsante in posizione abbassata si fa riferimento al funzionamento della valvola superiore, della termocoppia, dell'elettrovalvola e il gioco è fatto.

2. Impostazione e regolazione della temperatura di lavoro. Come si vede dalla foto scattata sulla caldaia a freddo, la valvola di fondo è sempre aperta. ie quando si preme il pulsante e si avvia il gas sull'accenditore, parte del gas andrà al bruciatore. Per evitare che ciò accada, c'è una valvola del gas tra il blocco del gas e il bruciatore. A proposito, questa gru è presente solo nelle caldaie dello stabilimento di Zhukovsky. E così via. Vedi che il calcio del pozzetto a soffietto (5) manca al bilanciere (3)? Quando la caldaia preleva la temperatura preimpostata, la "fisarmonica" del soffietto-lampadina termica inizia a muoversi a parte, premendo sul bilanciere, si sposterà la valvola inferiore (2) fino a quando non sarà completamente chiusa. Con l'accesso completo del gas al bruciatore tramite la valvola inferiore, la caldaia rimane al minimo. Funziona solo accenditore. Quando la caldaia si raffredda, la "fisarmonica" viene compressa e la valvola inferiore apre la molla installata sullo stelo della valvola.

Noi continuiamo Prendi le pinze e rimuovi facilmente il perno del bilanciere. A proposito, nel corso del tempo, inizia a incepparsi. Lubrificarlo o sostituirlo con un chiodo adatto al diametro. Deriviamo il giogo con un cacciavite su te stesso. Non appena rilasciamo il bilanciere, la valvola inferiore cadrà.

Prendiamo in mano la valvola inferiore. Non è diverso dalla cima, a meno che la lunghezza della canna. Vuoi cambiare il diaframma? È facile Tiriamo fuori l'anello, che corregge e contemporaneamente stringe il diaframma.

In questa foto, la traccia di olio di ricino è chiaramente visibile per vedere dove è la superficie di lavoro della valvola, in modo che il diaframma sia teso in modo uniforme.

So. C'è ancora questo. Sostituzione dei soffietti del gruppo stelo dell'asta di tenuta. I pantaloni tirano fuori le scorte. Sigillo di gomma Podkovyrivaem con un sottile cacciavite. Toglilo fuori. Vediamo il posto dove giace. Ne stiamo creando uno nuovo.
Vedi anche qui cosa fare se c'è un blocco della manopola del regolatore di temperatura nel blocco Econom ZHMZ.

Durante il rimontaggio, non dimenticare di combinare i fori nelle maniche con i fori di lavoro del pilota e l'ingresso del gas all'unità.

Prologo. Nessun dispositivo al mondo è più semplice e affidabile di questa cosa. È un peccato quando siamo costretti a portare e vendere gruppi valvole a gas invece di svitare 10 viti (4 nella scatola magnetica e 6 sul coperchio della valvola) per smistare, trovare e vedere l'errore e rendere tutto 10 volte più economico di quello che costa. in una nuova forma in fabbrica.

La regola d'oro. Nella tecnologia del gas, i problemi con i soldi da soli non si chiudono! Sono anche decisi dal capo. Puoi spendere soldi, e l'effetto di questo sarà - ZERO. È chiaro che questo è difficile da adattare. Bene, in realtà, l'articolo per questo e scritto. )))))

Una promessa Siamo personalmente con voi, con le nostre mani, un po 'più tardi, assicuratevi di raccogliere (e non c'è dubbio su questo) un paio di valvole importate. In modo che alcune persone non ci urlano su come questa valvola sia più affidabile della valvola che abbiamo appena smantellato.

Riparazione di altoparlanti

Riparazione e assistenza di geyser

Riparazione e manutenzione professionale Installazione di condizionatori d'aria di ricarica, con partenza per voi. Disponibile....

pagina

Caldaia di riscaldamento a gas AGV-80

Riparazione di caldaie a riscaldamento a gas AGV, OAHV

Riscaldamento a gas a gas AGV - 80. Caratteristiche tecniche di agv-80:

  • Carico termico 6000 kcal / h
  • Impostazione della temperatura dell'acqua 40 - 90gr / C
  • L'area della stanza riscaldata a 60m2

I componenti principali del riscaldamento caldaia AGV-80.

  • Isolamento termico del serbatoio galvanizzato (80litrov), lana minuta. Al centro del serbatoio c'è un tubo di fiamma con un'estensione del flusso di calore.
  • Il bruciatore principale, di fronte ad esso, controlla la portata del gas.
  • Sicurezza automatica
  1. Valvola elettromagnetica a fiamma, termocoppia, luce pilota.
  2. Tramite sensore di spinta del tubo collegato a T di spinta.
  3. A temperatura - un regolatore di temperatura.

Valvola elettromagnetica della caldaia. La valvola elettromagnetica della caldaia è composta da 2 parti gas ed elettromagnetiche. Tra di loro c'è una membrana. La termocoppia è composta da 2 metalli chromel e copel che dormono insieme. La fiamma riscalda il termostato della caldaia formando un alce che magnetizza il nucleo. Premendo il pulsante di avvio, l'ancora viene premuta contro il nucleo dallo spintore, mentre le valvole gemelle vengono spostate all'interno della parte del gas, aprendo il gas verso l'accenditore della caldaia e comprimendo la molla di ritorno. Alla fine del periodo di riscaldamento, la termocoppia 60s deve essere rilasciata senza problemi all'inizio del pulsante della caldaia, sotto l'azione della molla di ritorno, le valvole accoppiate vengono spostate all'indietro - 2,3 mm. Il gas è aperto, la luce pilota e il bruciatore principale della caldaia. La valvola completamente non ritorna alla sua posizione originale. Sono tenuti da un'ancora che è magnetizzata al nucleo. Se la luce pilota si spegne, la termocoppia della caldaia si raffredda e il magnete rilascia l'ancora.La molla di richiamo spinge la valvola nella sua posizione originale, il gas sul bruciatore non scorre.

Malfunzionamenti del riscaldamento della caldaia a gas AGV-80

  • Contaminazione della superficie del nucleo e dell'ancora (pulire, sgrassare)
  • Termocoppia bruciata (Sostituisci)
  • Nessun contatto elettrico

Automazione su trazione (con rimozione del gas dall'accenditore)

Il gas dalla valvola elettromagnetica della caldaia di riscaldamento, attraverso il tee, entra nell'accenditore, oltre che attraverso il tubo di collegamento al sensore di tiraggio installato sotto il cofano del dispositivo. Il sensore di spinta è una piastra bimetallica con una spina che, durante il normale funzionamento, chiude il gas dal tubo di collegamento. Con una spinta coperta, i prodotti della combustione escono da sotto il cappuccio e riscaldano la piastra bimetallica. Non è collegato, il tappo apre il gas dal tubo di collegamento, il gas viene fornito al bruciatore. Il tempo di risposta da 10 a 60 secondi.

Caldaia a gas termostato. Precisione di funzionamento 5 gr, dettagli del termostato.

  • Housing.
  • Il sistema di levette a vibrazione.
  • La valvola con una molla.
  • Un tubo di ottone con un'asta di inversione è avvitato in esso.
  • La leva per un regolatore di temperatura.

Quando l'acqua nel serbatoio viene riscaldata, il tubo di ottone viene esteso e l'asta intar non lo è. L'asta si muove dietro il tubo e smette di premere sul sistema di leve sovrapposte, che, con l'azione di una molla, fa scattare la valvola, blocca il passaggio di gas al bruciatore, mentre l'acqua si raffredda, le piste si sovrappongono e si spengono. Quando la leva di impostazione viene ruotata in senso antiorario, la temperatura di risposta aumenta.

Malfunzionamenti del termostato della caldaia.

  • Il termostato non funziona non è configurato:
    • Leva allungata o scoppiata.
    • Leve grandi o piccole deformate.
    • Sfrutta le superfici portanti usurate
  • Il termostato è attivato ma non interrompe il flusso di gas:
    • La molla della valvola è allentata.
    • C'era sporcizia sotto la valvola.
    • Lo stelo della valvola imposta il manicotto di guida.

    AGV, o scaldabagno a gas automatico è un elemento del sistema di riscaldamento, grazie al quale acquisisce facilità di funzionamento con una durata sufficientemente lunga. Tuttavia, la presenza di queste caratteristiche è possibile solo in caso di corretta installazione e corretta manutenzione della caldaia a gas.

    epilogo

    In conclusione, va ricordato che la riparazione di AGW, insieme al mantenimento delle caldaie a gas, sono operazioni piuttosto difficili che dovrebbero essere eseguite da specialisti. Solo osservando questa condizione possiamo eliminare il rischio di danni all'alloggio e lesioni ai suoi abitanti.

    Riparazione di AGV, OAHV, caldaie a riscaldamento a gas 8-903605-49-99

Riparazione di un regolatore di temperatura agv 80

Riparazione della caldaia a gas automatica AOGV-17,4-3

Recentemente, la gassificazione degli insediamenti russi è andata avanti a un ritmo abbastanza intenso. L'elemento principale dell'apparecchiatura installata in ogni casa rurale è la caldaia a gas, l'autore di questo materiale condivide la sua esperienza nella riparazione automatica della caldaia a gas AOGV, molto popolare in campagna.

Lo scopo e la descrizione dei principali nodi AOGV è 17.3-3.

L'aspetto della caldaia a gas di riscaldamento AOGV-17.3-3 è mostrato in fig. 1 e i suoi parametri principali sono indicati nella tabella.

Il dispositivo di una caldaia a gas AOGV - 17.3-3

I suoi elementi principali sono mostrati in Fig. 2. I numeri nella figura indicano: 1-interruttore; Sensore a 2 impulsi; Sensore di spinta a 3 fili; Pulsante 4-start; 5 porte; 6 elettrovalvole gas; Dado a 7 regolazioni; 8-tap; 9-deposito; 10-bruciatore; 11 termocoppia; 12 accenditore; 13 termostato; 14 base; Fornitura di acqua a 15 tubi; 16 scambiatore di calore; 17 turbulator; Soffietto a 18 nodi; Drenaggio dell'acqua a 19 tubi; 20 interruttori di porte; 21 termometro; 22 filtro; 23 cap

La caldaia è realizzata sotto forma di un serbatoio cilindrico. Sul lato anteriore ci sono i controlli che sono chiusi da una copertura protettiva. La valvola del gas 6 (Fig. 2) è costituita da un elettromagnete e una valvola. La valvola serve per controllare l'alimentazione del gas per l'accenditore e il bruciatore. In caso di emergenza, la valvola spegne automaticamente il gas. La trappola 1 serve a mantenere automaticamente l'ampiezza del vuoto nel forno della caldaia quando si misura la spinta nel camino. Per il suo normale funzionamento, la porta 20 deve liberamente, senza inceppamenti, ruotare sull'asse. Il termostato 13 è progettato per mantenere una temperatura costante dell'acqua nel serbatoio.

Il dispositivo di equipaggiamento automatico è mostrato in fico. 3. Soffermiamoci sul valore dei suoi elementi. Il gas che passa attraverso il filtro di pulizia 2, 9 (Fig. 3) viene alimentato alla valvola del gas solenoide 1. I sensori di temperatura di spinta sono collegati alla valvola mediante i dadi 3, 5. La luce pilota si accende quando viene premuto il pulsante di avvio 4. Sul caso del termostato 6, c'è una scala di impostazione 9. Le sue divisioni sono graduate in gradi Celsius.

Il valore della temperatura dell'acqua desiderata nella caldaia è impostato dall'utente con l'aiuto di un dado di regolazione 10. La rotazione del dado conduce al movimento lineare del soffietto 11 e dello stelo 7. Il termostato è costituito dal gruppo soffietto-termobalzo installato all'interno del serbatoio, nonché da un sistema a leva e da una valvola posizionata nell'alloggiamento del termostato. Quando l'acqua viene riscaldata alla temperatura indicata sull'apparecchio, il termostato viene attivato e l'alimentazione del gas al bruciatore si interrompe, la luce pilota continua a funzionare. Quando l'acqua nella caldaia si è raffreddata di 10. 15 gradi, l'alimentazione del gas riprenderà. Il bruciatore si accende dalla luce pilota. Durante il funzionamento della caldaia è severamente vietato regolare (ridurre) la temperatura del dado 10 - questo può portare ad una rottura del soffietto. È possibile ridurre la temperatura sull'apparecchio solo dopo che l'acqua nel serbatoio si è raffreddata a 30 gradi. È vietato impostare la temperatura sul sensore oltre i 90 gradi - ciò comporterà l'attivazione del dispositivo automatico e interromperà l'erogazione del gas. L'aspetto del termostato è mostrato in (Fig. 4).

Come funziona la caldaia a gas AOGV

In realtà, l'ordine di accensione del dispositivo è abbastanza semplice e, inoltre, è descritto nel manuale di istruzioni. Eppure, considera un'operazione simile con alcuni commenti:

- aprire la valvola di ingresso del gas (l'impugnatura della valvola deve essere diretta lungo il tubo);

- premere e tenere premuto il pulsante di avvio. Nella parte inferiore della caldaia, c'è un sibilo di gas che fuoriesce dall'ugello pilota. Quindi la luce pilota e dopo 40. 60 si accendono e rilasciano il pulsante. Tale velocità dell'otturatore temporanea è necessaria per riscaldare la termocoppia. Se la caldaia non è stata in funzione per un lungo periodo, l'accenditore dovrebbe essere acceso dopo 20.30 s dopo aver premuto il pulsante di avvio. Durante questo tempo, l'accenditore sarà riempito di gas, spostando l'aria.

Possibili malfunzionamenti della caldaia a gas AOGV

Dopo aver rilasciato il pulsante di avvio, la spia si spegne. Tale difetto è associato a un malfunzionamento del sistema di automazione della caldaia. Si noti che è severamente vietato far funzionare la caldaia con l'interruttore automatico scollegato (ad esempio, se si forza l'inceppamento del pulsante di avvio nello stato di pressione). Ciò può portare a conseguenze tragiche, poiché se l'alimentazione del gas viene arrestata per un breve periodo di tempo o quando la fiamma si spegne con una forte corrente d'aria, il gas inizierà a fluire nella stanza.

Per comprendere le cause di tale difetto, considerare più in dettaglio il lavoro del sistema di automazione. Nella fig. 5 mostra un diagramma semplificato di questo sistema.

Il circuito è costituito da un elettromagnete, una valvola, un sensore di spinta e una termocoppia. Per avviare il pilota premere il pulsante di avvio. Lo stelo collegato al pulsante preme contro la membrana della valvola e il gas inizia a fluire verso l'igniter. Dopodiché, l'accenditore è acceso.

La fiamma di accensione tocca l'alloggiamento del sensore di temperatura (termocoppia). Dopo un po 'di tempo (30. 40 s) la termocoppia si riscalda e una emf appare ai suoi terminali, il che è sufficiente per innescare l'elettromagnete. Quest'ultimo, a sua volta, fissa l'asta nella posizione inferiore (come in Fig. 5). Ora puoi rilasciare il pulsante di attivazione.

Il sensore di spinta è costituito da una piastra bimetallica e un contatto (Fig. 6). Il sensore si trova nella parte superiore della caldaia, vicino al tubo per la rimozione dei prodotti della combustione nell'atmosfera. In caso di intasamento del tubo, la sua temperatura sale bruscamente. La piastra bimetallica si riscalda e interrompe il circuito di alimentazione dell'elettromagnete - l'asta non è più trattenuta dall'elettromagnete, la valvola si chiude e l'alimentazione del gas si arresta.

La disposizione degli elementi del dispositivo di automazione è mostrata in Fig.7. Mostra che l'elettromagnete è chiuso da un cappuccio protettivo. I fili dei sensori si trovano all'interno dei tubi a parete sottile, i tubi sono collegati all'elettromagnete usando i dadi a cappello. I terminali del corpo dei sensori sono collegati all'elettromagnete attraverso il corpo dei tubi stessi.

Considera il metodo per trovare il guasto sopra

Durante la riparazione della caldaia a gas, il controllo viene avviato dal collegamento più debole del dispositivo di automazione: il sensore di spinta. Il sensore non è protetto da un involucro, quindi dopo 6. 12 mesi di funzionamento si "sovrasta" con uno spesso strato di polvere. La piastra bimetallica (vedi Fig. 6) viene rapidamente ossidata, causando uno scarso contatto.

Lo strato di polvere viene rimosso con una spazzola morbida. Quindi la lastra viene trascinata via dal contatto e pulita con carta smerigliata fine. Non dobbiamo dimenticare che è necessario cancellare il contatto stesso. Buoni risultati si ottengono pulendo questi elementi con uno speciale spray "Contatto". Consiste di sostanze che distruggono attivamente il film di ossido. Dopo la pulizia, un sottile strato di lubrificante liquido viene applicato alla piastra e al contatto.

Il prossimo passo è il controllo delle condizioni della termocoppia. Funziona in una modalità termica pesante, poiché è costantemente nella fiamma dell'accenditore, naturalmente, la sua durata è molto inferiore rispetto agli altri elementi della caldaia.

Il principale difetto della termocoppia è il burnout (distruzione) del suo corpo. In questo caso, la resistenza di transizione alla saldatura (giunzione) aumenta nettamente. Di conseguenza, la corrente nel circuito Termocoppia - Elettromagnete.

La piastra bimetallica sarà inferiore al valore nominale, il che porta al fatto che l'elettromagnete non sarà in grado di fissare l'asta (Fig. 5).

Come controllare la caldaia a termocoppia AOGV

Per testare la termocoppia, svitare il dado cieco (Fig. 7) situato sul lato sinistro dell'elettromagnete. Quindi l'accenditore è acceso e una tensione costante (termo-emf) viene misurata ai contatti della termocoppia con un voltmetro (Fig. 8). La termocoppia riparabile riscaldata forma una fem di circa 25. 30 mV. Se questo valore è inferiore, la termocoppia è difettosa. Per la sua ispezione finale, il tubo viene sganciato dall'alloggiamento dell'elettromagnete e viene misurata la resistenza della termocoppia.La resistenza della termocoppia riscaldata è inferiore a 1 Ohm. Se la resistenza della termocoppia è di centinaia di ohm o superiore, deve essere sostituita. L'aspetto di una termocoppia non riuscita a causa del burnout è mostrato in fig. 9. Il prezzo di una nuova termocoppia (completa di tubo e dado) è di circa 300 rubli. È meglio acquistarli nel negozio in fabbrica o utilizzare i servizi di un centro di assistenza autorizzato. Il fatto è che il produttore sta migliorando costantemente i suoi prodotti. Ciò si riflette nei parametri delle parti del loro stesso processo. Ad esempio, nella caldaia AOGV-17.4-3 dell'impianto Zhukovsky, a partire dal 1996, la lunghezza del rivestimento dalla termocoppia è stata aumentata di circa 5 cm (cioè, tali parti prodotte prima o dopo il 1996 non sono intercambiabili). Questo tipo di informazioni può essere ottenuto solo nel negozio (centro di assistenza autorizzato).

Il basso valore di thermo-emf generato da una termocoppia può essere causato dai seguenti motivi:

- intasamento dell'ugello pilota (di conseguenza, la temperatura di riscaldamento della termocoppia potrebbe essere inferiore a quella nominale). "Latch" un difetto simile pulendo la luce pilota con qualsiasi filo morbido di diametro adeguato;

- spostamento della posizione della termocoppia (ovviamente, potrebbe anche non essere sufficientemente riscaldata). Eliminare il difetto come segue: allentare la vite che fissa il rivestimento vicino all'accenditore e regolare la posizione della termocoppia (Figura 10);

- bassa pressione del gas all'ingresso della caldaia.

Se l'EMF ai terminali della termocoppia è normale (mantenendo i segni di malfunzionamento sopra indicati), controllare i seguenti elementi:

- l'integrità dei contatti nei punti di connessione della termocoppia e del sensore di spinta.

I contatti ossidati devono essere puliti. I cap nuts si stringono, come si suol dire, "a mano". In questo caso, non è desiderabile utilizzare una chiave, poiché è facile strappare i fili adatti per i contatti;

- l'integrità dell'avvolgimento dell'elettromagnete e, se necessario, saldare i suoi risultati.

Le prestazioni dell'elettromagnete possono essere verificate come segue. Scollegare il rivestimento della termocoppia. Premere e tenere premuto il pulsante di avvio, quindi accendere l'accenditore. Da una fonte separata di tensione costante al contatto rilasciato dell'elettromagnete (da una termocoppia), una tensione di circa 1 V (a una corrente fino a 2 A) viene applicata all'alloggiamento. Per fare questo, è possibile utilizzare una batteria normale (1,5 V), purché fornisca la corrente operativa necessaria. Ora puoi rilasciare il pulsante. Se la luce pilota non si spegne, l'elettromagnete e il sensore di spinta sono intatti;

Innanzitutto, la pressione di contatto viene controllata contro la piastra bimetallica (con i sintomi di malfunzionamento indicati è spesso insufficiente). Per aumentare la forza di serraggio, rilasciare il controdado e avvicinare il contatto alla piastra, quindi serrare il dado. In questo caso non sono necessarie ulteriori regolazioni: la forza di serraggio non influisce sulla temperatura di risposta del sensore. Il sensore ha un ampio margine sull'angolo di deflessione della piastra, garantendo una rottura affidabile del circuito elettrico in caso di incidente.

Non posso accendere l'accensione: la fiamma lampeggia e poi si spegne.

Potrebbero esserci le seguenti possibili cause di un tale difetto:

- la valvola del gas all'ingresso della caldaia è chiusa o difettosa,
- il foro nell'ugello pilota è intasato, in questo caso è sufficiente pulire il foro dell'ugello con un filo morbido;
- la luce pilota viene spenta a causa della forte trazione dell'aria;
- bassa pressione del gas all'ingresso della caldaia.

Spegne l'alimentazione del gas quando la caldaia è in funzione:

- azionamento del sensore di tiraggio a causa di intasamento del camino, in questo caso è necessario controllare e pulire il camino;
- l'elettromagnete è difettoso, in questo caso l'elettromagnete viene controllato con il metodo sopra;
- bassa pressione del gas all'ingresso della caldaia.

Il bruciatore principale AGV-80 era realizzato in ghisa, successivamente era in acciaio.

L'elettrovalvola è la base dell'automazione di sicurezza, garantendo la cessazione dell'erogazione del gas quando la luce pilota si spegne. C'è anche un'apparecchiatura automatica che garantisce la cessazione dell'erogazione di gas in caso di violazione della spinta nel camino. Quando viene attivato, prima si arresta l'alimentazione del gas all'innesco, quindi si chiude l'elettrovalvola. Questo principio di funzionamento dell'automazione è chiamato "con la rimozione del gas dall'accenditore". L'elettrovalvola funziona con una termocoppia.

Fig. 30. Termocoppia AGV-80

Termoparasostostoit di due metalli collegati tra di loro: chromel e kopel (il 30). Chromel unisce il tubo di rame e copel al filo di rame, che è isolato dal tubo lungo l'intera lunghezza della termocoppia mediante isolamento a base di amianto. Quando la parte finale della termocoppia viene riscaldata, produce termo-emf. (tensione elettrica). L'estremità del tubo di rame è svasata e viene inserito un dado a cappello che, nella posizione serrata, fornisce il contatto tra la termocoppia e l'elettromagnete della valvola.

Il contatto della termocoppia è fatto di saldatura. Per isolare il contatto dal tubo di rame, è installata una rondella isolante.

Fig. 31. La valvola elettromagnetica AGV-80

L'elettrovalvola (Fig. 31) è costituita da due parti: gas ed elettrica, tra le quali è fissata una membrana per evitare perdite di gas. Nella parte elettrica c'è un elettromagnete al quale è collegata una termocoppia. Nella sezione gas ci sono due valvole poste sullo stesso stelo. Si abbassano quando si preme il pulsante. Allo stesso tempo, sono sollecitati dalla molla di ritorno.

La valvola può occupare tre posizioni: quella più alta - l'alimentazione del gas al bruciatore principale e la luce pilota sono spenti; il più basso - l'alimentazione del gas al bruciatore principale è spenta e l'accenditore è aperto e intermedio - il gas entra sia nel bruciatore principale che nell'accenditore.

Nella posizione superiore estrema, la valvola inferiore viene premuta con una molla di richiamo sul sedile. Nella fig. 31 tale posizione della valvola è mostrata a destra. Il gas che entra da sinistra all'interno della sezione del gas non può andare oltre al bruciatore principale o all'accenditore.

Quando il pulsante viene premuto, sposta la valvola nella posizione più bassa utilizzando uno stelo. In questo caso, la valvola inferiore si allontana dalla sella e fa alzare il gas. Allo stesso tempo, la valvola superiore preme contro la sua sella, quindi il gas non va oltre. Può venire solo per l'accenditore. Allo stesso tempo, nella parte elettrica, l'ancoraggio viene premuto contro il nucleo dell'elettromagnete.

Dopo l'accensione dell'accenditore, la sua fiamma riscalda la giunzione della termocoppia, che dopo 1 minuto produce una corrente all'elettromagnete, che inizia a trattenere l'ancora. Se il pulsante viene rilasciato delicatamente, il sistema di valvole sotto l'azione della molla di richiamo inizierà a muoversi verso l'alto fino a quando lo stelo superiore appoggia le spalle in un'ancora stretta. Allo stesso tempo, la valvola verrà installata nella posizione intermedia (operativa), alla quale il gas entra sia nell'accenditore che nel bruciatore principale. Nella fig. 31 tale posizione della valvola è mostrata a sinistra.

Quando l'accensione del pilota si spegne, la termocoppia si raffredda, smette di dare corrente all'elettromagnete, smette di tirare l'armatura e l'intero sistema di valvole si sposta nella posizione superiore estrema a cui viene chiusa la valvola inferiore. Il gas non andrà all'accenditore e al bruciatore principale.

Il malfunzionamento di sicurezza più frequente sulla base di una valvola a solenoide è l'incapacità di trovarsi in posizione aperta in presenza di una fiamma pilota - "la valvola non regge".

Le ragioni possono essere:

1. Violazione del circuito elettrico tra la termocoppia e l'elettromagnete - circuito aperto o cortocircuito. È possibile:

-mancanza di contatto tra i terminali della termocoppia e l'elettromagnete;

-guasto dell'isolamento del filo di rame della termocoppia e suo cortocircuito con un tubo;

-eccessiva tensione del dado a cappello e lo spazio di saldatura nel punto di contatto del manicotto con la base;

-violazione dell'isolamento delle spire della bobina dell'elettromagnete, la loro chiusura tra loro o al nucleo;

-distacco del nucleo di copel dal tubo della termocoppia di Chromel;

-violazione del circuito magnetico tra l'armatura e il nucleo della bobina dell'elettromagnete a causa dell'ossidazione, dello sporco, della pellicola grassa, ecc. In questo caso, è necessario pulire la superficie con un pezzo di stoffa ruvida.

2. Riscaldamento insufficiente della termocoppia:

-l'estremità funzionante della termocoppia era fumata;

-un foro nella testa dell'accenditore o il suo ugello intasato;

-La testina dell'accenditore non è installata correttamente.

3. Durante il funzionamento, la termocoppia potrebbe bruciare, deve essere sostituita.

Il dispositivo, il principio di funzionamento e i possibili malfunzionamenti delle valvole elettromagnetiche utilizzate su altre apparecchiature che utilizzano gas per uso domestico sono per molti aspetti simili al dispositivo, al principio di funzionamento e ai malfunzionamenti della valvola elettromagnetica AGV-80.

Gli automatismi per il tiraggio sono costituiti da un sensore di spinta installato sotto il cappuccio dell'AGV-80 e da un tubo che collega il sensore al raccordo a T dell'elettrovalvola.

Fig. 32. Sensore AGV-80

Il sensore di spinta (Fig. 32) è costituito da una piastra bimetallica, alla cui estremità si trova una valvola con una guarnizione e una staffa che è fissata al corpo dello scaldacqua. Una piastra bimetallica è fissata alla staffa superiore con due viti e dadi.

Nella staffa c'è un foro, in cui il raccordo entra dal basso, bloccato dall'alto con un dado per fissare la posizione.

L'ugello ha un'estremità rastremata, che trasforma il foro passante di 2,5 mm di diametro attraverso l'ugello nella sede della valvola. Un tubo con un dado di tensione, che è collegato al tubo che conduce all'elettrovalvola, è collegato al raccordo.

All'ugello dell'elettrovalvola, che alimenta il gas dell'accenditore, viene installato un raccordo a T, al quale è attaccato il tubo ai dadi del giunto, che alimentano il gas all'accenditore e al sensore di spinta installato sotto il tappo dell'AGV-80.

In assenza di spinta, i prodotti della combustione, che escono da sotto il cappuccio, riscaldano la piastra bimetallica, che è inattiva, e la valvola con la guarnizione si allontana dall'estremità conica della bobina. Il gas dal tubo che collega il sensore di spinta all'elettrovalvola inizia a essere scaricato. A causa del fatto che il diametro del foro nell'ugello supera il diametro del foro nella strozzatura installata nel tee, l'apporto di gas all'accenditore diminuirà drasticamente. Arresta il riscaldamento della termocoppia, che arresta la produzione di corrente e la valvola solenoide si chiude. L'alimentazione del gas al bruciatore principale e l'accenditore si arrestano.

Malfunzionamento: usura della guarnizione che non fornisce una sovrapposizione sigillata del raccordo del sensore. In questo caso, il gas verrà rilasciato e la luce pilota diminuirà. Allo stesso modo, le macchine automatiche funzionano in base alla "scarica di gas dall'accenditore", installata su altre apparecchiature che utilizzano gas per uso domestico.

Il termostato (Fig. 33) si trova lungo il flusso di gas sotto la valvola solenoide. Arresta il flusso di gas al bruciatore principale quando raggiunge la temperatura dell'acqua desiderata e riprende il flusso di gas dopo che è stato raffreddato.

Fig. 33. Termostato AGV-80

Il termostato è costituito da un corpo, un tubo di ottone con un'asta Invar che passa all'interno, un sistema di leve, una valvola con molla e un regolatore di regolazione. Un'estremità del tubo di ottone è avvitata nell'alloggiamento del termostato e l'asta Invar viene avvitata nell'estremità libera del tubo di ottone, posta nel serbatoio. La seconda estremità della barra poggia su una leva situata nell'alloggiamento del termostato. Il tubo di ottone è nel serbatoio e si riscalda e si raffredda con acqua.

Il sistema di leveraggio è costituito da due leve collegate e una molla. L'asta invar poggia su un'estremità del sistema e l'altra estremità del sistema a leva agisce sulla valvola. Il sistema di leva può essere in due posizioni: aperto e chiuso. La valvola viene sempre premuta sulla sede nell'alloggiamento del termostato con una molla, che tende a bloccare il passaggio del gas al bruciatore principale. La manopola di regolazione è costituita da una leva di serraggio con un morsetto che viene fissato all'asta di Invar. Usando una leva e un morsetto, l'asta può essere ruotata nella filettatura di un tubo di ottone, accorciando o estendendo la sua estremità libera. Quando la leva di impostazione viene ruotata in senso antiorario, la temperatura del termostato aumenta.

Quando l'acqua nel serbatoio viene riscaldata, il tubo di ottone viene esteso e l'asta Invar praticamente non cambia la sua lunghezza (un coefficiente di espansione lineare molto piccolo). L'asta cessa di premere sul sistema di leve, che va in posizione chiusa e cessa di premere sulla valvola. La valvola sotto l'azione della molla chiude il passaggio di gas al bruciatore.

Dopo che l'acqua si è raffreddata, il tubo di ottone si accorcia, l'asta Invar preme sulla parte terminale del sistema di leva, che si sposta in posizione aperta. La valvola sotto l'azione della seconda estremità del sistema di leve apre il passaggio del gas al bruciatore, che si accende dall'accenditore.

Malfunzionamenti di un regolatore di temperatura AGV-80:

1. Il regolatore di temperatura non è configurato e non funziona:

- leva grande o piccola deformata;

- le leve sono spente;

- le superfici portanti delle leve sono consumate;

- la molla della leva è inclinata.

2. Il regolatore di temperatura funziona, ma non arresta il flusso di gas:

- la molla della valvola è debole;

- la sporcizia è arrivata sotto la valvola;

- lo stelo della valvola si infila nella boccola di guida.

Va notato che le valvole di molti termostati sono realizzate appositamente in modo tale che una volta chiusa, la valvola abbia consentito una porzione di gas al bruciatore, che deve funzionare anche in modalità "Bassa fiamma".

AOGV-23

L'unità di riscaldamento a gas con circuito idrico AOGV-23 è progettata per il riscaldamento degli ambienti con un'area di 140-200 m 2 (a seconda delle condizioni climatiche). AOGV-23 ha le seguenti caratteristiche tecniche:

- potenza termica - 23,2 kW;

- pressione nominale del gas - 130 mm e;

- capacità del serbatoio - 64 litri;

- impostazione della temperatura dell'acqua - 50-90 ° С.

Fig. 34. AOGV-23

Il dispositivo (figura 34) è realizzato sotto forma di un armadietto cilindrico, il cui lato anteriore è chiuso da una porta. La base di AOGV-23 è un serbatoio verticale (serbatoio) di acciaio, nel quale sono saldate tre sezioni per migliorare il trasferimento di calore. Nella parte inferiore del serbatoio c'è una camera di fuoco, c'è una finestra per l'accensione e l'osservazione della combustione. I prodotti della combustione passano attraverso il centro del serbatoio e rilasciano calore all'acqua, quindi entrano nel camino. Anche attraverso il serbatoio passa un tubo attraverso il quale il gas scorre verso l'unità di automazione.

Il bruciatore AOGV-23 è a iniezione, ha una forma rotonda ed è realizzato in ghisa. Un disco bruciatore è montato sull'ugello del bruciatore. Serve a regolare il flusso di aria primaria.

Gli automatismi AOGV-23 (figura 35) sono disposti in una singola unità, controlla la luce pilota, il tiraggio del camino e la temperatura dell'acqua.

L'elettrovalvola serve a spegnere completamente l'alimentazione del gas al bruciatore principale e alla luce pilota quando la luce pilota si spegne. Quando l'accenditore brucia e la sua fiamma riscalda l'estremità della termocoppia, la corrente della termocoppia scorre attraverso la bobina dell'elettromagnete. La forza di attrazione dell'elettromagnete è sufficiente per mantenere l'ancora nella posizione inferiore. Allo stesso tempo, la valvola superiore dell'unità di automazione è aperta, il gas scorre verso l'accenditore e verso il bruciatore principale. Se la spia pilota si spegne, la corrente della termocoppia scompare e l'elettromagnete rilascia l'armatura. Sotto l'azione della molla, la valvola superiore bloccherà l'accesso del gas all'accenditore e al bruciatore principale.

Se l'armatura non è trattenuta dall'elettromagnete con un accenditore acceso, il dispositivo non può essere utilizzato. In questo caso, è vietato tenere premuto il pulsante in qualsiasi modo, in quanto ciò porta alla disconnessione dell'unità di automazione.

Il termostato è progettato per il controllo automatico della temperatura dell'acqua. Nell'unità di automazione c'è un soffietto, che è collegato a una lampadina termica da un tubo capillare. Il bulbo è posto nel serbatoio. L'intero sistema "thermoball - bellows" è pieno di cherosene.

Quando la temperatura dell'acqua nel serbatoio aumenta, il cherosene inizia ad espandersi e i soffietti dei soffietti divergono.

Fig. 35. Unità di automazione AOGV-23

L'asta si solleva e con l'aiuto di una leva porta la valvola inferiore più vicino al sedile, riducendo il passaggio di gas al bruciatore principale. Con un ulteriore aumento della temperatura, la valvola si solleva fino alla fine, mettendo il bruciatore nella modalità "piccola fiamma". Mentre l'acqua si raffredda, il cherosene diminuisce di volume, il soffietto si restringe. L'asta e la leva scendono, aprendo la valvola inferiore. L'alimentazione del gas al bruciatore principale aumenta.

La posizione determinata del bordo superiore del dado corrisponde alla temperatura specifica sull'impostazione della scala. Più alto è il dado avvitato, più il soffietto è sollevato e con esso la valvola. Di conseguenza, il gas passa meno e l'impostazione della temperatura è inferiore.

È vietato svitare il dado sotto la linea che indica 90 ° C. Ciò porta allo spegnimento dell'automazione e al riscaldamento dell'acqua oltre la temperatura consentita. È vietato avvitare il dado per convertire dalla temperatura disponibile a quella inferiore con acqua fredda nel serbatoio. Se la temperatura impostata era 80 ° C e occorre impostare 60 ° C, è necessario attendere fino al raffreddamento dell'acqua. Il tentativo di comprimere il soffietto quando l'acqua non si raffredda può causarne la rottura.

L'automazione sul tiraggio consiste in un sensore e un filo che collega il sensore con un elettromagnete. Il sensore di spinta è installato sotto il cofano del dispositivo. È una piastra bimetallica, che a freddo preme il contatto e chiude il circuito dell'elettromagnete. In caso di violazione della canna fumaria nel camino, i prodotti della combustione riscaldano il platino bimetallico, si appiattisce e apre il circuito dell'elettromagnete. L'elettrovalvola chiude e chiude il passaggio di gas verso l'accenditore e il bruciatore principale. Il tempo di risposta del sistema di controllo automatico è di 10-60 secondi.

malfunzionamenti

1. L'ancoraggio dell'elettromagnete non è trattenuto dal nucleo quando la luce pilota è accesa:

- ossidazione della termocoppia e contatti elettromagnetici, sensore di spinta - pulire i contatti con tela smeriglio;

- contaminazione dei poli del nucleo e la superficie dell'armatura dell'elettromagnete: pulire le superfici con un panno ruvido

- Termocoppia bruciata - sostituire;

- la fiamma di accensione non tocca la termocoppia - regola la posizione relativa dell'accenditore e della termocoppia.

2. Il riscaldamento dell'acqua è superiore a più di 5-6 ° rispetto alla temperatura impostata dal dado di regolazione del termostato:

- il termostato non è regolato;

- il cherosene fuoriesce dal sistema "a soffietto termico" a causa di una violazione della sua tenuta - sostituire il gruppo termico a soffietto-pallone con uno funzionante.

3. Il tempo di risposta degli automatismi è inferiore a 10 secondi:

-sensore di spinta non regolato - regolare muovendo il raccordo del sensore di spinta verso la piastra bimetallica.

4. Il tempo di risposta dell'automazione sul carico di oltre 60 secondi:

-sensore di spinta non regolato - regolare rimuovendo il raccordo del sensore di spinta dalla piastra bimetallica.

AOGV-17.5

Gli apparecchi di riscaldamento per il riscaldamento dell'acqua a gas AOGV-17.5 sono progettati per il riscaldamento di edifici residenziali e pubblici con una superficie fino a 150 m 2.

AOGV-17,5 ha le seguenti caratteristiche tecniche:

- potenza termica - 17,5 kW (15 000 kcal / h);

-la temperatura dell'acqua è 40-90 ° C.

-pressione nominale del gas naturale - 130 mm.vd.st.

Fig. 36. AOGV-17.5

Il dispositivo è destinato al riscaldamento dell'acqua di edifici residenziali e pubblici. AOGV-17,5 ha una forma rettangolare formata dalle pareti laterali e dallo sportello anteriore (Fig. 36).

Lo scambiatore di calore AOGV-17,5 - saldato a stampo, assemblato da sezioni. Sezioni serrate con tacchetti. Sotto lo scambiatore di calore è il bruciatore principale - cast sezione, realizzato in lega di alluminio.

A AOGV-17.5 è installato l'automatismo Arbat, che controlla la presenza di una fiamma sull'accenditore e il tiraggio nel camino, e regola anche la temperatura del riscaldamento dell'acqua nello scambiatore di calore.

L'automazione "Arbat" svolge le seguenti funzioni:

1) alimentazione del gas al bruciatore principale e luce pilota tramite controllo manuale;

2) spegnimento manuale dell'alimentazione del gas al bruciatore principale quando la luce pilota è accesa;

3) spegnimento automatico dell'alimentazione del gas quando la luce pilota si spegne o se vi è una violazione del tiraggio nel camino;

4) spegnimento istantaneo dell'alimentazione del gas premendo il pulsante di spegnimento;

5) mantenere la temperatura dell'acqua entro i limiti specificati controllando automaticamente il flusso di gas al bruciatore principale;

6) trasferimento del bruciatore principale in modalità "Bassa fiamma" al raggiungimento della temperatura impostata;

7) spegnimento automatico del bruciatore principale in modalità "Bassa fiamma" quando la temperatura dell'acqua supera quella impostata.

Il gas attraverso la pipeline entra nell'automazione, che è controllata dai pulsanti di avvio e arresto, nonché dalla manopola del termostato. Le automatiche Arbat (figura 37) sono costituite da un'elettrovalvola che funziona a spese della corrente prodotta da una termocoppia e da una valvola termostatica controllata da un soffietto.

L'automazione funziona come segue. Prima di iniziare l'operazione, la manopola del termostato deve essere trasferita sul segno "O", che porterà alla chiusura della valvola termostatica. Quando viene premuto il pulsante di avvio, la valvola di blocco si chiude per prima e, premendo ulteriormente, si apre la valvola solenoide. Attraverso la strozzatura il gas entra nella camera di distribuzione, quindi nell'accenditore, dove viene acceso il gas. Dopo aver tenuto premuto il pulsante di avvio per 10-60 secondi, la termocoppia si scalda e la corrente generata da esso diventa sufficiente per mantenere l'elettrovalvola in posizione aperta. Quando si rilascia il pulsante di rilascio, la valvola di blocco si apre con esso, aprendo l'alimentazione del gas alla valvola termostatica e al bruciatore principale.

Per aprire la valvola termostatica, la manopola del termostato è posizionata su una delle cifre contro il segno del corpo, che raggiunge un certo grado di apertura della valvola - lo spazio tra il sedile e la tenuta della valvola.

Fig.37.Armat apparecchiature automatiche

Quando il bulbo termico viene riscaldato, il fluido termostatico si espande e fluisce attraverso il capillare nel soffietto, che si espande e si sposta verso il basso l'asta caricata a molla, che interagisce con la leva. Il movimento del soffietto aumentato per mezzo di una leva fa chiudere il movimento della valvola termostatica - l'erogazione di gas al bruciatore principale diminuisce. Se la valvola si chiude completamente, il bruciatore funzionerà in modalità "fiamma bassa". Se in questa modalità di funzionamento la temperatura dell'acqua continua a salire oltre il valore impostato, un ulteriore impatto sullo stelo caricato a molla dal lato a soffietto provoca il funzionamento della valvola di bypass, che porta alla completa cessazione dell'operazione del bruciatore principale.

Quando la luce pilota si spegne, la termocoppia si raffredda, l'elettrovalvola viene attivata e l'alimentazione del gas si arresta.

In caso di violazione della spinta, il disco bimetallico del sensore di spinta si riscalda dal calore dei prodotti di combustione, si piega e apre un ugello che scarica gas dalla camera di distribuzione, che porta all'accensione dell'accenditore e alla chiusura dell'elettrovalvola.

Quando si preme il pulsante di spegnimento, vi è una cessazione istantanea dell'alimentazione di gas al bruciatore principale e all'accenditore.

"Ministero dell'URSS dell'industria del gas Impianto di impianti a gas di Rostov Riscaldatore d'acqua a GAS AUTOMATICO AGV-80 GOST 11032-69 h. _ Su gas naturale con gas liquefatto. "

Ministero dell'industria del gas

Apparecchiature a gas dell'impianto di Rostov

GAS AUTOMATICO

RISCALDATORE DELL'ACQUA

h. ___________________ sul gas naturale

su gas liquefatto

Passaporto e istruzioni per l'installazione, il funzionamento e la conservazione

Centro intersettoriale per informazioni scientifiche e tecniche

1. Prima di utilizzare lo scaldabagno, leggere attentamente questo manuale.

La violazione delle regole di funzionamento specificate in questo manuale può causare incidenti e disabilitare lo scaldacqua.

2. Lo scaldabagno a gas automatico AGV-80 può essere utilizzato con gas naturale o liquefatto, con l'installazione di ugelli appropriati.

3. Un riscaldatore di acqua montato può essere autorizzato a funzionare solo dopo che è stato ricevuto dall'istruttore "Gorgaz" e il rivestimento è stato inserito nel passaporto.

4. L'istruzione del proprietario dello scaldabagno e della messa in funzione viene eseguita solo dal dipendente di Gorgaz.

5. L'ispezione e la pulizia della canna fumaria, la riparazione e il monitoraggio del sistema di riscaldamento dell'acqua vengono eseguiti dal proprietario o dal responsabile della casa.

6. La manutenzione preventiva, la risoluzione dei problemi, la riparazione di AGV-80 e dei gasdotti sono effettuati dalla fiducia dell'ufficio di Gorgaz, che deve essere affrontato quando vengono rilevati dei guasti.

7. I ricambi per l'AGV-80 forniscono la gestione del gas regionale, distrettuale e municipale.

Editor S.I. Aslamyan __________________________________________________________

È stato consegnato al 19 dicembre 1972. Firmato in stampa 22 1. 73. Formato carta 60x84 -16 Volume 1.25 forno. l. Numero d'ordine 217. Circolazione 125000-5 impianto 25000.

Tipografia loro. MI Kalinina Rostov Dipartimento regionale dell'editoria, della stampa e del commercio librario.

APPUNTAMENTO Lo scaldabagno a gas automatico AGV-80 è destinato al riscaldamento locale dell'acqua di locali residenziali con una superficie fino a 60 m2 e per l'erogazione di acqua calda ad un appartamento (bagno, lavabo, cucina).

SPECIFICHE TECNICHE

Fornitura di acqua nel serbatoio, l 80 Potenza termica nominale bruciatore, kcal / ora 6000 Consumo bruciatore a gas (con un potere calorifico di 8000-9000 kcal / nm3 e un peso specifico di 0,73 kg / nm3), nm3 / ora 0,7 Consumo di un bruciatore a gas liquefatto (con un potere calorifico di 21000-22000 kkall / nm3 0,28 Pressione nominale del gas davanti allo scaldacqua, mm acqua S. 130 Pressione massima dell'acqua nel sistema di alimentazione idrica, kgf / cm2 6

Fig. 1. Schema di scaldabagno a gas agv-80: 1 - interruttore di spinta; 2 - frizione termometro; 3 - stabilizzatore; 4 - filtro; 5 - valvola solenoide; 6 - termostato; 7 - valvola gas; 8 - accenditore; 9 - termocoppia: 10 - sfiato aria; ii - bruciatore a gas; 12 - raccordo per acqua fredda; 13 - serbatoio; 14 - isolamento termico; 15 - involucro; 16 - uscita acqua calda al cablaggio dell'appartamento; 17 - valvola di sicurezza

Fig. 2. Schema di funzionamento del termostato: 1 - leva a levetta;

2 - molla della valvola; 3 - vetro; 4 - guarnizione; 5 - manicotto della valvola;

6 - valvola; 7 posti valvola; 8 - Asta Invar: 9 - boccola;

10 - tubo; 11 - noce; 12 - guarnizione; 13 - molla, 14 - rondella;

15 - anello di tenuta; 16 - corpo; 17 - figura della leva; 18 - primavera di rimessa.

Il termostato ha una scala speciale e una maniglia puntatore, muovendosi che è possibile regolare il termostato ad una temperatura di 40 a 90 ° C. Questo cambiamento di temperatura è causato da una variazione della lunghezza dell'estremità libera dell'asta quando viene avvitata nel manicotto del tubo di ottone (Fig. 2).

Se lo scaldabagno è impostato su una temperatura di riscaldamento dell'acqua di 90 ° C - una maniglia puntatore contro la scala "MONTAGGIO". Per ridurre le impostazioni della temperatura, è necessario spostare il puntatore nella posizione estrema contro "HOL".

Per alzare (abbassare) la temperatura dell'acqua nel serbatoio, è necessario svitare la vite che collega il puntatore con l'asta usando un cacciavite e spostarlo nella posizione più bassa (superiore); fissa nuovamente il puntatore con la vite e spostalo nella posizione superiore (inferiore).

La regolazione sopra i 90 ° non è consentita!

La termocoppia tipo TXK è progettata per creare una corrente elettrica derivante dal riscaldamento dell'estremità libera del telaio con una fiamma pilota.

L'accenditore è progettato per riscaldare la termocoppia e accendere il bruciatore. La fiamma di accensione non si spegne finché il gas non viene spento (Fig. 3).

Fig. 3. Schema della termocoppia, accenditore e collegamento all'elettrovalvola: 1 - bruciatore; 2 - accenditore; 3 - rondella della termocoppia di contatto; 4 - rondella di contatto della valvola magnetica; 5 - pulsante.

Fig. 4 Schema di una valvola del gas magnetica. 5. Schema di una valvola del gas magnetico: 1 - fili; 2,6 - piastre valvole; 3,4 - valvole; 5 - primavera; 7 - magazzino; 8 - il caso; 9 - membrana; 10 - cap; 11 - core; 12 - ancora.

L'elettrovalvola - il dispositivo di automazione di sicurezza - serve per arrestare completamente l'alimentazione di gas al bruciatore e l'accenditore quando quest'ultimo si spegne.

Il suo principio di funzionamento si basa sul fatto che l'avvolgimento del nucleo, ricevendo una certa corrente elettrica da una termocoppia riscaldata, magnetizza il nucleo, che attrae l'armatura. L'ancoraggio è collegato attraverso l'asta e lo stelo con valvole che sono mantenute in una posizione intermedia, aprendo il passaggio di gas dalla rete al bruciatore e all'accenditore (Fig. 4).

Quando la valvola magnetica viene attivata, la valvola superiore viene premuta contro la sella (Fig. 5). Il gas va al dispositivo di accensione.

In posizione OFF, la valvola inferiore viene premuta contro la sede inferiore sotto l'azione di una molla e chiude l'accesso del gas al pilota e al bruciatore (figura B).

Fig. 6. Schema di una valvola del gas magnetica: 1 - dado di accoppiamento; 2 - rondelle di contatto; 3 ingorghi; 4 uova; 5- rondella conica; 6 - la base del nucleo; 7 - pulsante.

Nota. E 'severamente vietato sostituire la membrana di fabbrica autocostruita, così come mettere una spina sulla valvola di sicurezza al fine di evitare un incidente.

Fig. 7. Schema della valvola di sicurezza: 1 - anello intermedio; 2 - membrana; 3 - rondella; 4 tubi; 5 - serbatoio; 6 - involucro; 7 - coperchio superiore; 8 - copertura del corpo; 9 - corpo; 10 - posa.

REGOLE DI INSTALLAZIONE E FUNZIONAMENTO

INSTALLAZIONE E INSTALLAZIONE

Per essere installati presso i consumatori, sono ammessi apparecchi fabbricati in fabbrica con un passaporto.

Prima di installare il riscaldatore con un esame esterno, controllare la completezza e la sicurezza di tutte le parti. La valvola del gas dovrebbe avere una corsa regolare e deviare dallo sforzo leggero della mano.

Quando si installa l'AGV-80, devono essere soddisfatte tutte le condizioni per garantire il funzionamento normale e sicuro del dispositivo.

Queste condizioni sono:

- spazio appropriato per l'installazione di uno scaldabagno;

- Collegamento corretto dello scaldacqua al camino, gasdotto.

L'installazione di scaldacqua negli edifici residenziali è consentita solo se c'è un camino con gas di scarico di AGV-80.

Gli scaldacqua a gas possono essere installati nei bagni e nelle cucine di un edificio residenziale.

La temperatura delle stanze in cui sono installati gli scaldabagni non deve essere inferiore a 0 ° C.

Requisiti per locali, vedi "Norme di sicurezza nel settore del gas" Gosgortekhnadzor.

Quando si collega l'apparecchio alla canna fumaria, i requisiti di sicurezza antincendio devono essere soddisfatti in conformità con SNiP III-G, II-62 del Comitato di costruzione dello Stato dell'URSS.

L'area della sezione trasversale del camino non deve essere inferiore a quella del tubo del gas che si collega al camino.

L'installazione di AGV-80, sistemi di riscaldamento o di produzione di acqua calda deve essere effettuata secondo un progetto sviluppato dal consumatore (secondo le norme e le disposizioni vigenti), approvato dal locale Gorgaz.

INIZIO E REGOLAMENTAZIONE

Prima di iniziare, controllare il riempimento dello scaldabagno e dell'impianto di riscaldamento con acqua, che è controllato dall'aspetto dell'acqua proveniente dalla tubazione del segnale. Quindi chiudere la valvola nella rete idrica e iniziare dopo il controllo.

1. All'accensione dello scaldabagno è necessario:

a) aprire la valvola del gas sul gasdotto;

b) aprire la porta del forno e con la mano sinistra tenere acceso il fiammifero alla luce pilota;

c) spingere il pulsante della valvola del gas magnetico in avaria e allo stesso tempo accendere l'accenditore.

Il pulsante deve essere premuto per errore per un minuto, NON; allentando la pressione su di lei;

d) dopo un minuto, rilasciare il pulsante della valvola del gas magnetico e aprire lentamente la valvola del bruciatore a gas. Se il bruciatore non si accende e la luce pilota si spegne, la riaccensione può essere effettuata non prima di due minuti e solo dopo la ventilazione del focolare;

e) all'avvio del riscaldatore, verificare la presenza di trazione nel camino.

In condizioni normali, la fiamma di una partita portata al cappuccio dell'interruttore verrà tirata sotto il cappuccio. Se non c'è trazione e la fiamma è fuori dal focolare, non è possibile utilizzare lo scaldabagno.

2. Quando l'acqua viene riscaldata alla temperatura richiesta, l'alimentazione del gas si arresta automaticamente e il bruciatore si spegne. Quando la temperatura dell'acqua nello scaldabagno diminuisce (come risultato dell'estrazione dell'acqua e del reintegro con acqua fredda o perdita di calore durante il riscaldamento), il termostato riprende l'alimentazione del gas al bruciatore e si accende dalla fiamma di accensione.

REGOLE DI UTILIZZO

Al fine di evitare incidenti e incidenti è severamente vietato:

1. Persone che non hanno familiarità con le regole di utilizzo del riscaldatore, per avviarlo al lavoro.

2. Per eliminare in modo indipendente i malfunzionamenti nel funzionamento dello scaldacqua e regolarlo.

3. Effettuare riparazioni o apportare modifiche strutturali allo scaldacqua, al gasdotto o all'impianto di riscaldamento;

4. Sospendere tutti gli articoli sulle tubature del gas o dell'acqua.

In caso di malfunzionamenti dello scaldacqua, chiudere i rubinetti del gas sullo scaldacqua e sul muro di fronte allo scaldabagno e quindi chiamare un rappresentante del trust Gorgaz.

Segnala immediatamente:

su cattiva canna fumaria nel camino e sul malfunzionamento del sistema di riscaldamento - direttore di casa;

Fig. 8. Schema di riscaldamento di AGV-80: 1 - scaldacqua; 2 - expander; 3 - radiatore; 4 - termometro; 5 - tubo di scarico;

8 - riser acqua; 7 - valvola di ritegno; 8 - rifornimento idrico di make-up; 9 - tubo di ritorno; 10 - il riser principale.

Nota. Il tubo di distribuzione dell'acqua calda è posto sotto il soffitto, il tubo di ritorno è sopra il pavimento della stanza.

sull'odore del gas - al servizio di emergenza del Gorgaz Trust;

sul malfunzionamento dello scaldabagno o sulla fornitura di gas - alla fiducia "Gorgaz".

Durante il funzionamento di AGV-80 per il riscaldamento (vedere Fig. 8), è necessario installare nel sistema un serbatoio di espansione dotato di un tubo di segnale.

Quando si lavora AGV-80 per acqua calda è necessario;

1. Tenere la valvola di uscita dell'acqua calda sempre aperta.

2. La valvola di alimentazione dell'acqua, lo scaldacqua di alimentazione, deve essere chiusa non appena il serbatoio viene riempito e l'acqua appare da un rubinetto caldo.

3. Per raccogliere l'acqua riscaldata, aprire leggermente il rubinetto in modo che l'acqua calda fuoriesca dal rubinetto caldo senza pressione. Quando l'acqua calda è finita, il rubinetto dell'acqua deve essere chiuso.

4. La temperatura dell'acqua fornita dall'apparecchio per l'acqua calda non deve superare i 70 ° C.

STOCCAGGIO E CURA

Nel corso del funzionamento, al fine di mantenere le prestazioni dell'AGV-80, è necessaria una cura sistematica: per mantenere lo scaldabagno e l'impianto di riscaldamento puliti e in buone condizioni, per proteggerlo dagli urti, per garantire che non vi sia umidità sulla valvola solenoide.

In estate, l'impianto di riscaldamento è pieno d'acqua e prima dell'inizio della stagione di riscaldamento viene accuratamente risciacquato con doppio riempimento e scarico.

Una volta alla settimana controllare il riempimento dell'impianto di riscaldamento con acqua.

L'AGV-80 non identificato deve essere conservato imballato in magazzini chiusi e asciutti.

GARANZIA L'impianto garantisce, entro 3,5 anni dalla data di spedizione al consumatore, il corretto funzionamento del riscaldatore dell'AGV-80 e sostituisce i singoli componenti e parti difettosi, nel rispetto delle regole di trasporto, installazione, funzionamento e stoccaggio da parte del consumatore in conformità alle istruzioni applicabili.

La garanzia di fabbrica sui termometri tonici non è coperta.

Listino prezzi 24-17 Prezzo all'ingrosso 53-00 Extra. listino prezzi 112-01 / 20 Prezzo di vendita 78-00.

POSSIBILI MALFUNZIONAMENTI NEL RISCALDATORE DELL'ACQUA

AGV-80, LORO RAGIONI E METODI DI ELIMINAZIONE

Note. Quando si utilizza l'AGV-80, possono verificarsi alcuni fenomeni:

1. Nella fase iniziale di avvio dello scaldabagno AGV-80, possono comparire gocce d'acqua da sotto il fondo del serbatoio, cadendo sul piatto. Questo è il risultato della condensazione del vapore acqueo a causa delle differenze di temperatura. Quando l'acqua viene riscaldata a una temperatura di 25-30 ° C, la condensa si arresta.

2. L'aspetto del rumore (gorgoglio) all'interno del serbatoio durante il riscaldamento è spiegato dal movimento di particelle di acqua riscaldata verso l'alto e da quelle fredde - verso il basso.

Inoltre, durante il funzionamento a lungo termine, i corpi estranei vengono introdotti nel serbatoio AGV-80 con acqua attraverso il sistema idraulico.

forma di rimorchio, scaglie e sedimenti di acqua sporca. Pertanto, è necessario lavare a fondo l'intero sistema di riscaldamento 2-3 volte e il serbatoio AGV-YO e n attraverso il raccordo 12 (figura 1) con un gancio di metallo (nella forma di un poker) per rimuovere corpi estranei dal serbatoio.

Dopo aver lavato e pulito il serbatoio, il rumore si fermerà.

I lavori di cui sopra possono essere eseguiti solo da dipendenti di Gorgaz, che conoscono il dispositivo dello scaldabagno, e non sono ammesse persone a caso che non hanno conoscenze specifiche.

PASSAPORTO ACQUA RISCALDATORE AGV-80 Tempo di prova del serbatoio con pressione idraulica 9 kgf / cm2 10 min.

Durata della pressione del pulsante della valvola del gas magnetico quando la luce pilota è accesa

Il bruciatore e l'accenditore sono stati testati per bruciare gas liquido a una pressione di 300 mm di acqua. Art.

Riempito da un rappresentante dell'ufficio distrettuale del trust "Gorgaz" al lancio del gas

CONTRIBUTO AL PASSAPORTO

1. Tempo di installazione dello scaldabagno AGV-80 ___________________________________________________

2. Indirizzo di installazione __________________________________

3. Gestione della casa telefonica ___________________________

4. Numero dell'ufficio di servizio del trust "Gore-gas"

5. Chi ha realizzato l'installazione (organizzazione, il nome del sovrintendente) ___________________________________________________

6. Chi ha effettuato (nel sito di installazione) la regolazione e la regolazione del riscaldatore _______________________________

7. Data di partenza gas ____________________________________

8. Chi ha effettuato l'avviamento del gas e le istruzioni per l'uso dello scaldabagno _______________________________

9. Istruire. Termini di utilizzo dello scaldabagno controllati _________________________________

Top