Categoria

News Della Settimana

1 Carburante
Quale valvola di ritegno del radiatore è meglio scegliere - le opzioni della valvola
2 Radiatori
Stufa per la strada: semplice, stufa, piano cottura, con barbecue e affumicatoio, barbecue
3 Pompe
Riscaldare una casa privata con le proprie mani
4 Radiatori
Quali radiatori di riscaldamento sono meglio di alluminio o bimetallico?
Principale / Caldaie

Il metodo di calcolo del costo del riscaldamento di una casa con elettricità e gas


Quanto è difficile ottimizzare il consumo di energia per il riscaldamento? In effetti, alla fine, è il suo consumo che determina le prestazioni generali dell'intero sistema. Per fare questo, è necessario conoscere i costi corretti di riscaldamento della casa con elettricità e gas, il calcolo dipende in gran parte dal grado di isolamento della casa.

Calcolo della perdita di calore a casa

Qual è la caratteristica di qualsiasi sistema di riscaldamento? Il suo lavoro è progettato per mantenere una temperatura interna confortevole, compensando la perdita di calore dell'edificio. Determineranno in gran parte i costi futuri del riscaldamento di una casa di campagna.

Per calcolare questo parametro, è necessario conoscere il valore del coefficiente di resistenza al trasferimento di calore R (m² * C / W) per ciascun tipo di materiale da cui è costruito l'edificio. È il reciproco della conduttività termica λ- W / m * C. Viene calcolato utilizzando la seguente formula, dove d è lo spessore della parete:

R = d / λ

Il valore della conducibilità termica dei materiali da costruzione può essere ricavato dai dati della figura.

Questo metodo si basa su questi dati e dà una risposta alla domanda: quali sono i costi per il riscaldamento di una casa di legno in futuro durante il suo funzionamento. È importante tenere conto di tutti i tipi di materiali: pareti portanti, strutture delle finestre e isolamento termico.

Il prossimo passo è il calcolo dell'area dei muri e delle finestre esterne. Supponiamo che in una casa di 160 m², costruita con mattoni a due file e uno strato esterno di isolamento in polistirene espanso da 100 mm, l'area totale delle pareti sia di 360 m². I restanti 103 m² occupano strutture di finestre con R = 1,2. In questo caso, la perdita di calore media per 1 m² riducendo la temperatura di 1 ° C sarà:

  • 1 / (0,47 + 1,86) = 0,43 W / m² * С - per pareti;
  • 1 / 1,2 = 0,83 W / m² * С - per Windows.

Sulla base di questo, sarà possibile scoprire quali sono i costi di riscaldamento di una caldaia elettrica necessari per ottenere la quantità ottimale di energia termica. Per questo prendiamo come base il valore della temperatura ottimale nella stanza + 25 ° С, e all'aperto - 15 ° С. La differenza tra loro sarà di 40 ° C. In questo caso, la perdita di calore totale a casa sarà uguale a:

0,43 * 320 * 40 + 0,83 * 106 * 40 = 5504 + 3519 = 9023 W o 9,023 kW / h

Lo stesso principio viene utilizzato per calcolare le perdite di calore attraverso la soffitta e il pavimento. In questo caso, saranno circa pari a 3,92 kW / h per il pavimento e 1,83 kW / h per l'attico. Il valore totale per l'intero edificio sarà:

9.023 + 3.92 + 1.83 = 14.773 kW / h

Alla figura risultante è necessario aggiungere un fattore di correzione. È dovuto al fatto che il costo del riscaldamento con elettricità o gas aumenterà durante l'apertura delle porte d'ingresso, la ventilazione, ecc. È meglio moltiplicare il valore della perdita di calore di 1,1. Pertanto, è possibile aumentare la riserva di carica dell'impianto di riscaldamento a 14,773 * 1,1 = 16 kW / h.

Per il calcolo accurato del costo del riscaldamento a gas o elettrico, è possibile calcolare la perdita di calore utilizzando i calcolatori online. È necessario scegliere quelle versioni che prendono in considerazione non solo i parametri delle pareti, ma anche il pavimento con il soffitto.

Calcolo del costo della caldaia elettrica

Il tipo più costoso di energia è l'elettricità. Pertanto, il calcolo dei costi di riscaldamento per le caldaie di questo tipo richiede un approccio ponderato e accurato. Avendo scelto la potenza ottimale dell'apparecchiatura, è necessario distribuirla correttamente in tutte le stanze. Idealmente, il calcolo della perdita di calore è consigliato per ogni stanza. In questo caso, l'accuratezza dei calcoli è aumentata in modo significativo.

Il calcolo corretto del costo dell'energia elettrica per il riscaldamento deve essere effettuato tenendo conto dei seguenti fattori:

  • Diversi tipi di contabilità tariffaria. Attualmente, ci sono 3 di loro: uno, due e multi-tariffa;
  • Termostati installati su radiatori collegati a sensori di temperatura;
  • Possibilità di regolazione manuale e automatica della potenza della caldaia.

Come si può vedere dal tavolo, per ridurre al minimo il costo del riscaldamento di una casa di campagna è meglio attivare il sistema di notte. Tuttavia, per mantenere una temperatura confortevole, dovrebbe funzionare durante il giorno. Inoltre, è necessario installare un contatore a due tariffe, che è associato a determinate difficoltà: costi elevati, documenti burocratici alla registrazione.

La distribuzione ottimale del sistema di riscaldamento è la seguente:

  • Dal 60% all'80% - funzionamento notturno;
  • Dal 20% al 40% - ogni giorno.

Questo schema è pertinente se non ci sono inquilini in casa durante il giorno. Il tempo di funzionamento del sistema è di 16 ore al giorno, il che è abbastanza per mantenere una temperatura confortevole. Teniamo conto che è stata selezionata una caldaia con una potenza termica di 16 kW e un consumo effettivo di 16,7 kW. Questo indicatore dipende direttamente dall'efficienza. Quindi il costo stimato del riscaldamento elettrico per una casa calcolata sarà:

16,7 * 1,63 * 16 * 0,7 + 16,7 * 4,79 * 16 * 0,3 = 437 + 383 = 820 rubli / giorno

Date le tariffe sempre crescenti per l'elettricità, è necessario prevedere metodi di risparmio. Ad esempio, una parte considerevole del costo del riscaldamento di un telaio sarà ridotta da un buon isolamento delle pareti e dall'uso del legno come materiale da costruzione principale. Un fattore importante è la presenza di un sistema ausiliario. Questi includono pannelli solari, energia elettrica che produce mulini a vento o una linea di riscaldamento geotermica. In questo caso, la maggior parte del costo del riscaldamento della caldaia elettrica sarà compensato da fonti di calore indipendenti.

Il cablaggio elettrico in casa deve sopportare la potenza massima del lavoro di tutte le apparecchiature elettriche, compresa la caldaia. Prima di scegliere un particolare modello, è necessario verificare la sezione trasversale del cablaggio e, se necessario, sostituirlo con uno più affidabile.

Calcolo del costo del riscaldamento a gas

È molto più efficiente utilizzare il gas naturale o liquefatto come vettore energetico: il suo costo sarà più economico. Tuttavia, oltre alle spese correnti, devono essere considerati i costi iniziali elevati. Il calcolo corretto del costo del riscaldamento a gas dovrebbe includere i seguenti elementi:

  • Registrazione di permessi, acquisto di attrezzature e preparazione per la sua installazione;
  • Il volume di gas consumato, la consegna di un palloncino o il riempimento di un serbatoio di gas per un gas liquefatto.

Il calcolo dei costi per il primo articolo è puramente individuale. Dopo il loro calcolo è necessario aggiungere al calcolo del costo del riscaldamento a gas la quantità risultante. Di solito è distribuito su diversi anni. Pertanto, è possibile ottenere un importo relativamente accurato, che include le spese iniziali correnti.

Gas principale

In contrasto con il calcolo del costo dell'energia elettrica per il riscaldamento, oltre al consumo di gas, è necessario tenere conto delle specifiche del funzionamento della caldaia. Tutti i modelli moderni devono essere collegati alla rete elettrica. E anche se il consumo di energia elettrica sarà ridotto, analizzando i costi stagionali, ne occuperà un po '.

Dopo aver calcolato la perdita di calore, la scelta è stata fatta su una caldaia da 16 kW. Per i modelli moderni, il consumo di gas naturale alla massima modalità operativa sarà di circa 1,72 m³ / ora (Navien Turbo). Considerando la tariffa media di 4,68 rubli / m³, è possibile calcolare il costo del riscaldamento durante il giorno:

1,72 * 16 * 4,68 = 128 rubli

Come potete vedere, questa cifra è molto inferiore rispetto a quando si pianifica il costo del riscaldamento con l'elettricità. Ciò ha tenuto conto della potenza massima della caldaia durante l'intero periodo di funzionamento. Per questa caldaia, il consumo di energia elettrica è di 150 W / h. ie il consumo totale sarà pari a:

128 + 0,15 * 1,63 * 16 * 0,7 + 0,15 * 4,79 * 16 * 0,3 = 128 + 3,9 + 3,44 = 135 rubli

Per ridurre i costi di riscaldamento utilizzando la caldaia elettrica, è possibile installare un sistema ibrido. Comprenderà una caldaia elettrica a bassa capacità e un impianto di gas funzionante con carburante liquefatto.

Non è consigliabile acquistare caldaie con una grande riserva di carica. Avranno un aumento del consumo di gas, che alla fine inciderà sui costi.

Gas liquefatto

Il metodo di calcolo per gas liquefatto (propano-butano) è più complicato. Ciò è dovuto alla pressione irregolare nei cilindri o nel serbatoio del gas. Per correggere i costi effettivi di riscaldamento di una casa di campagna, si consiglia di installare una stazione di pompaggio intermedia - un generatore di gas. Manterrà un livello ottimale di pressione nella linea.

Per questo schema, è possibile utilizzare due metodi di calcolo. Il semplice è che occorrono circa 0,12 litri per generare 1 kW di energia termica. (0,00012 m³) di gas. Per una caldaia con una capacità di 16 kW con funzionamento giornaliero di 16 ore, la portata al costo di 19 rubli / litas sarà:

16 * 0,12 * 16 * 19 = 583 sfregamento

Questo valore è per la potenza massima della caldaia. Se, tuttavia, si ricorre al metodo di contabilizzazione delle perdite di calore, la quantità stimata del costo del riscaldamento a gas sarà pari a 1,43 kg / ora (caldaia Navien Turbo):

1,43 * 18 * 19 = 489 rubli

Come puoi vedere, date le caratteristiche della caldaia, puoi ottenere una quantità di consumo più precisa. Ecco perché quando si calcola il costo del riscaldamento, una casa in mattoni o in legno deve avere familiarità con le caratteristiche tecniche dell'attrezzatura.

L'installazione di un serbatoio di gas nella fase di acquisto dell'apparecchiatura è molto più costosa del riscaldamento a palloncino. Ma è molto più comodo da usare.

Calcolo del costo del riscaldamento centralizzato

È possibile risparmiare sui costi durante il collegamento al superamento centrale? Il modo migliore è installare contatori di calore, installare bypass e termostati. Tuttavia, per la distribuzione verticale dei gasdotti questo compito è difficile, poiché in un appartamento possono esserci da 2 a 5 colonne montanti. E per ognuno è necessario impostare il contatore. La via d'uscita da questa situazione è l'allocatore di costi per il riscaldamento.

È installato davanti all'unità termica di distribuzione in un condominio. Inoltre, in ogni appartamento vengono installati sensori di temperatura aggiuntivi, segnalando il grado di riscaldamento nelle stanze. L'installazione degli allocatori di costi di riscaldamento presenta i seguenti vantaggi:

  • Regolazione automatica del flusso di refrigerante in funzione della temperatura esterna;
  • La capacità di impostare il volume di inquilini di acqua calda a casa. Ma questo deve essere coordinato con la società di gestione.

È importante che il dispositivo del ripartitore di costi per il riscaldamento e il suo lavoro non siano in contraddizione con la legislazione - Risoluzione del governo della Federazione Russa del 18.11.2013 N 1034. Questo dovrebbe essere controllato dalla società di gestione che fornisce calore alla casa.

L'installazione degli allocatori di costi per il riscaldamento può essere eseguita solo da società autorizzate. Questo problema è necessariamente coordinato con la società di gestione, che rilascia specifiche tecniche e controlla l'intero processo.

Cos'altro deve essere considerato quando si pianifica il costo del riscaldamento di una casa con elettricità e gas? Il calcolo dipende in gran parte dai dispositivi di controllo e regola il flusso del liquido di raffreddamento. Pertanto, è imperativo prevedere l'installazione di termostati, sensori di temperatura collegati alla caldaia nel sistema.

Il video mostra alcune raccomandazioni pratiche per ridurre i costi di riscaldamento:

Come calcolare il consumo di gas per il riscaldamento domestico

Il gas è ancora il tipo di carburante più economico, ma il costo della connessione a volte è molto alto perché molte persone vogliono valutare preventivamente quanto siano economicamente giustificate tali spese. Per fare questo, è necessario conoscere il consumo di gas per il riscaldamento, quindi è possibile stimare il costo totale e confrontarlo con altri tipi di carburante.

Metodo di calcolo per il gas naturale

Il consumo approssimativo di gas per il riscaldamento è considerato in base alla metà della potenza della caldaia installata. Il fatto è che quando si determina la potenza di una caldaia a gas si pone la temperatura più bassa. Questo è comprensibile - anche quando fuori fa molto freddo, la casa dovrebbe essere calda.

È possibile calcolare autonomamente il consumo di gas per il riscaldamento.

Ma contare il consumo di gas per il riscaldamento su questa cifra massima è completamente sbagliato - in generale, la temperatura è molto più alta, il che significa che il combustibile viene bruciato molto meno. Pertanto, si considera il consumo medio di combustibile per il riscaldamento, circa il 50% delle perdite di calore o la potenza della caldaia.

Considerare il consumo di gas per la perdita di calore

Se la caldaia non è ancora presente e si stima il costo del riscaldamento in modi diversi, è possibile prenderlo dalla perdita totale di calore dell'edificio. Probabilmente sono noti a voi. La tecnica qui è questa: prendi il 50% della perdita di calore totale, aggiungi il 10% per garantire l'acqua calda e il 10% per l'uscita di calore durante la ventilazione. Di conseguenza, otteniamo il consumo medio in kilowatt all'ora.

Quindi è possibile scoprire il consumo di carburante al giorno (moltiplicare per 24 ore), al mese (per 30 giorni), se lo si desidera - per l'intera stagione di riscaldamento (moltiplicare per il numero di mesi durante i quali il riscaldamento funziona). Tutte queste cifre possono essere convertite in metri cubi (conoscendo il calore specifico della combustione del gas), e quindi moltiplicare i metri cubici per il prezzo del gas e, quindi, scoprire il costo del riscaldamento.

Un esempio di calcolo per perdite di calore

Lasciare che la perdita di calore della casa sia di 16 kW / ora. Iniziamo a contare:

  • fabbisogno medio di calore all'ora - 8 kW / h + 1,6 kW / h + 1,6 kW / h = 11,2 kW / h;
  • al giorno - 11,2 kW * 24 ore = 268,8 kW;
  • al mese - 268,8 kW * 30 giorni = 8064 kW.

Il consumo effettivo di gas per il riscaldamento dipende ancora dal tipo di bruciatore - modulato il più economico

Traduciamo in metri cubi. Se utilizziamo il gas naturale, dividiamo il consumo di gas per riscaldamento all'ora: 11,2 kW / h / 9,3 kW = 1,2 m3 / h. Nei calcoli, la cifra di 9,3 kW è la capacità termica specifica della combustione di gas naturale (disponibile nella tabella).

A proposito, puoi anche calcolare la quantità richiesta di carburante di qualsiasi tipo - devi solo prendere la capacità di calore per il carburante richiesto.

Poiché la caldaia non ha un'efficienza del 100%, ma dell'88-92%, è necessario apportare ulteriori modifiche a questo - aggiungere circa il 10% della cifra ricevuta. Totale otteniamo il consumo di gas per il riscaldamento all'ora - 1,32 metri cubi all'ora. Inoltre è possibile calcolare:

  • consumo giornaliero: 1,32 m3 * 24 ore = 28,8 m3 / giorno
  • necessità al mese: 28,8 m3 / giorno * 30 giorni = 864 m3 / mese

Il consumo medio per la stagione di riscaldamento dipende dalla sua durata - moltiplicare per il numero di mesi durante la stagione di riscaldamento dura.

Questo calcolo è approssimativo. In alcuni mesi, il consumo di gas sarà molto inferiore, nel più freddo - di più, ma in media la cifra sarà più o meno la stessa.

Calcolo della potenza della caldaia

I calcoli saranno un po 'più semplici se vi è una capacità calcolata della caldaia - tutte le forniture necessarie sono già state prese in considerazione (per la fornitura di acqua calda e ventilazione). Pertanto, prendiamo semplicemente il 50% della capacità nominale e quindi contiamo il consumo al giorno, al mese, a stagione.

Ad esempio, la capacità di progetto della caldaia è di 24 kW. Per calcolare il consumo di gas per il riscaldamento, prendiamo la metà: 12 c / W. Questa sarà la richiesta di calore media all'ora. Per determinare il consumo di carburante all'ora, dividiamo per il potere calorifico, otteniamo 12 kW / h / 9,3 k / W = 1,3 m3. Inoltre, tutto è considerato come nell'esempio sopra:

  • al giorno: 12 kW / h * 24 ore = 288 kW in termini di quantità di gas - 1,3 m3 * 24 = 31,2 m3
  • al mese: 288 kW * 30 giorni = 8640 m3, il consumo in metri cubi è 31,2 m3 * 30 = 936 m3.

Calcolare il consumo di gas per il riscaldamento domestico può essere basato sulla capacità di progettazione della caldaia

Successivamente, aggiungere il 10% alla caldaia imperfetta, otteniamo che per questo caso il consumo sarà leggermente superiore a 1000 metri cubi al mese (1029,3 metri cubi). Come puoi vedere, in questo caso è ancora più semplice: meno numeri, ma il principio è lo stesso.

elevando al quadrato

Calcoli ancora più approssimativi possono essere ottenuti dalla quadratura della casa. Ci sono due modi:

  • È possibile calcolare con gli standard SNiPovskim - per il riscaldamento di un metro quadrato nella banda media della Russia, è necessaria una media di 80 W / m2. Questa cifra può essere utilizzata se la tua casa è costruita secondo tutti i requisiti e ha un buon isolamento.
  • Puoi stimare in media:
    • con un buon riscaldamento domestico occorrono 2,5-3 metri cubi / m2;
    • con un consumo medio di gas di riscaldamento di 4-5 metri cubi / m2.

    Migliore è l'isolamento della casa, minore è il consumo di gas per il riscaldamento

    Ogni proprietario può valutare il grado di isolamento della propria casa, rispettivamente, è possibile capire quale sarà il consumo di gas in questo caso. Ad esempio, per una casa di 100 metri quadrati. con una resistenza agli agenti atmosferici media saranno necessari 400-500 metri cubi di gas per il riscaldamento, una casa di 150 piazze prenderà 600-750 metri cubi al mese, e una casa di 200 m2 avrà bisogno di 800-100 metri cubi di combustibile blu per il riscaldamento. Tutto questo è molto approssimativo, ma le cifre derivano da molti dati reali.

    Calcolo del consumo di gas liquefatto

    Molte caldaie possono funzionare con gas liquefatto. Quanto è redditizio? Quale sarà il consumo di gas liquefatto per il riscaldamento? Tutto ciò può anche essere contato. La tecnica è la stessa: è necessario conoscere o perdere calore o la potenza della caldaia. Successivamente, traduciamo la quantità richiesta in litri (unità di misura del gas liquefatto) e, se lo si desidera, contiamo il numero di cilindri richiesti.

    Diamo un'occhiata al calcolo con l'esempio. Lasciare alla caldaia la potenza di 18 kW, rispettivamente, la richiesta di calore media - 9 kW / ora. Quando bruciamo 1 litro di gas liquefatto, otteniamo 12,5 kW di calore. Quindi, per ottenere 9 kW, occorrono 0,72 litri (9 kW / 12,5 kW = 0,72 litri).

    • al giorno: 0,72 l * 24 ore = 17,28 l;
    • al mese 17,28 l * 30 giorni = 518,4 l.

    Aggiungere una modifica all'efficienza della caldaia. È necessario cercare in ogni caso, ma prendere il 90%, cioè aggiungere un altro 10%, si scopre che in un mese il consumo sarà di 570.24 litri.

    Il gas GPL è una delle opzioni di riscaldamento

    Per calcolare il numero di cilindri, dividiamo questa cifra di 42 litri (questo è esattamente il gas medio in una bottiglia da 50 litri). In totale sono necessari 14 bombole di GPL (13.57) per questa caldaia. E considera il costo tu stesso - i prezzi nelle regioni differiscono. Ma non dimenticare il costo del trasporto. A proposito, possono essere ridotti se si crea un contenitore di gas: un contenitore ermetico per la conservazione di gas liquefatto, che può essere ricaricato una volta al mese o meno, dipende dal volume di stoccaggio e dalla domanda.

    E non dovresti dimenticare che questa è solo una cifra approssimativa. Nei mesi freddi, il consumo di gas per il riscaldamento sarà più, nel caldo - molto meno.

    Consumo di gas per riscaldamento domestico 100 m²

    Il consumo nominale di gas per il riscaldamento di una casa di 100 m², per un mese o per l'intero periodo di riscaldamento, se il sistema è già installato e utilizzato per un lungo periodo, è abbastanza semplice da calcolare: sarà sufficiente leggere il contatore all'inizio e alla fine del mese durante l'anno, riepilogarli e quindi calcolare parametro medio aritmetico. Un'altra cosa è che devi conoscere questi dati nella fase di progettazione di una casa per poter scegliere tra un vettore di energia economico ed efficiente e un'adeguata attrezzatura per il riscaldamento.

    Consumo di gas per riscaldamento domestico 100 m²

    Pertanto, la questione di come determinare correttamente il consumo medio ponderato di gas per il riscaldamento della struttura di una data area è così importante. Ci sono diverse opzioni per eseguire tali calcoli.

    Procedura di calcolo per il riscaldamento con alimentazione di gas di rete

    Il gas naturale fornito ai consumatori attraverso le utenze è di gran lunga il vettore energetico ottimale per l'organizzazione di un sistema di riscaldamento per abitazioni private. Ciò è dovuto al basso prezzo del carburante, alla mancanza di necessità di creare riserve e alla relativamente alta efficienza delle moderne attrezzature a gas.

    Naturalmente, quando si sceglie una caldaia a gas per il riscaldamento di una casa, è necessario concentrarsi sulla sua capacità, poiché non solo l'efficienza dell'intero sistema di riscaldamento, ma anche il consumo del vettore energetico dipenderà da esso. Tuttavia, il consumo di gas è influenzato non solo, ma anche non tanto dalla potenza della caldaia, come molti altri fattori che dovrebbero essere presi in considerazione. Questi includono le condizioni climatiche della regione di residenza, le caratteristiche progettuali dell'edificio stesso, l'area e l'altezza dei soffitti dei locali riscaldati, la qualità dell'isolamento delle strutture edili, il numero e il tipo di finestre e altri parametri importanti.

    La potenza richiesta dall'impianto di riscaldamento dipende, oltre allo spazio del pavimento, da una serie di altri fattori.

    Va inteso che il rating della caldaia mostra la sua capacità massima, che, ovviamente, deve essere superiore alle caratteristiche richieste. Ad esempio, dopo aver eseguito i calcoli nella potenza termica richiesta per il riscaldamento domestico, il modello ottimale del dispositivo di riscaldamento viene sempre selezionato con tassi più elevati. Ad esempio, se a seguito di calcoli si riceve che il sistema di riscaldamento richiede 12-13 kW, il proprietario, di sicuro, selezionerà una caldaia con una capacità di circa 15-16 kW.

    Tutto ciò viene ora chiarito per chiarire: sarebbe errato basarsi solo sulle caratteristiche specificate nella documentazione tecnica della caldaia quando si calcola il consumo di gas per il riscaldamento e i costi pianificati. L'elenco dei parametri del prodotto di solito mostra il consumo di gas (m³ / h), ma questo, ancora una volta, per raggiungere la potenza dichiarata dal produttore. Se prendiamo questi indicatori come base, i risultati totali possono sembrare scoraggianti!

    Ma calcolare correttamente almeno un consumo approssimativo di gas è necessario non solo per assicurarsi che sia il combustibile più economico, ma anche per determinare quali misure possono essere adottate per ridurre i consumi e, quindi, ridurre i pagamenti regolari per esso.

    L'indicatore principale da cui partire per i calcoli è, piuttosto, non la potenza dichiarata del dispositivo di riscaldamento, che è ancora improbabile da utilizzare "al massimo", ma la potenza termica necessaria per il riscaldamento di alta qualità della casa e compensare le sue perdite di calore.

    Molto spesso, un rapporto di 1 kW di energia termica per 10 m² di spazio riscaldato viene preso come base per tali calcoli di ingegneria del calore. Questo approccio è certamente molto conveniente per i calcoli, ma è ancora lontano dal riflettere pienamente le condizioni reali di una particolare casa e regione di residenza.

    È meglio effettuare un calcolo più approfondito, tenendo conto dei principali fattori che influiscono sulla potenza termica richiesta. È piuttosto semplice farcela se utilizzare una tecnica, preposizionale sul nostro portale.

    Come calcolare autonomamente la potenza termica richiesta?

    Il metodo di auto-calcolo disponibile è indicato nella pubblicazione del portale dedicato alle caldaie per il riscaldamento elettrico.

    Lascia che il lettore non sia confuso dal fatto che l'articolo raccomandato sia dedicato alle caldaie elettriche - l'algoritmo per il calcolo della potenza non cambia affatto.

    Il valore ottenuto come risultato dei calcoli diventerà il "punto di partenza" per determinare il consumo medio di gas per il riscaldamento.

    Per ulteriori calcoli, abbiamo bisogno di una formula che tenga conto del potenziale energetico incorporato nel "carburante blu", cioè della quantità di calore che viene rilasciata durante la combustione di un metro cubo di gas.

    V = Q / (Ciao × ηi)

    • V è il valore desiderato, ovvero la portata del gas per ottenere una certa quantità di energia termica, m³ / h.
    • Q è la potenza termica richiesta, W / h, per garantire condizioni confortevoli nelle stanze.

    Come calcolarlo - hanno già deciso. Ma ancora una volta è necessario fare un'osservazione importante. Come si può vedere dalle condizioni di calcolo, il valore risultante sarà il massimo calcolato per le condizioni più sfavorevoli del decennio più freddo dell'anno. In realtà, non ci saranno così tanti periodi durante l'intera stagione di riscaldamento, e la caldaia con un sistema di riscaldamento correttamente programmato non funzionerà mai tutto il tempo. E poiché il nostro obiettivo è determinare la media e non il consumo di picco del gas, non sarà un grosso errore accettare il valore medio della potenza generata del 50% di quello calcolato. Ancora una volta, non confondere con la potenza del riscaldamento della caldaia.

    • Ciao è il potere calorifico netto specifico del gas. Questo è un valore tabulare calcolato corrispondente agli standard esistenti. Quindi, per il gas di rete, si presume che sia:

    Qual è il consumo di energia elettrica per il riscaldamento di una casa 100m2: caldaia, elettricità, pavimento caldo, termoconvettore

    Questo articolo è stato creato per informare i consumatori di elettricità su come calcolare il costo del riscaldamento di una casa privata di 100m2, con l'aiuto di apparecchiature di caldaia.

    Inoltre, saprai quale caldaia installare in casa è meglio scegliere, quali sono le loro caratteristiche.

    Permetteteci di dirvi come ridurre al minimo i costi finanziari del riscaldamento degli alloggi privati.

    Riscaldamento della casa con l'elettricità

    Ai nostri giorni, il riscaldamento domestico con l'elettricità sta diventando sempre più popolare. Molto spesso, questo metodo viene utilizzato in luoghi in cui non esiste un gasdotto centrale.

    Proviamo a calcolare il consumo di elettricità per riscaldare una casa di 100 m² utilizzando un esempio specifico.

    Prima di installare il riscaldamento

    La pratica dimostra che una tale fonte alternativa di riscaldamento domestico è il futuro.

    Prima di installare un tale sistema di riscaldamento in casa, è necessario decidere:

    • quale metodo è meglio per te,
    • quanti soldi sei disposto a spendere per questa impresa, quindi per essere in grado di salvare,
    • quanto è potente una fonte di elettricità nell'edificio.

    Sono questi i fattori che dovrebbero influenzare la scelta del sistema di riscaldamento domestico.

    Esempio pratico

    Diamo un esempio pratico del consumo di elettricità per il riscaldamento di una casa di 100 m².

    1. L'efficienza di una caldaia elettrica è fondamentalmente al 100%. 1,03 kW di elettricità sono spesi per 1 kW di energia termica.
    2. Prendiamo ad esempio la tariffa elettrica per il riscaldamento domestico 4 rubli.
    3. Il coefficiente di consumo di calore per il riscaldamento di 10 m² è 1 kW, per questo esempio 10 kW di calore per un'area di 100 m².
    4. Il consumo medio giornaliero di energia 1 kW / h, che implica: 10 kW x 24 ore = 240 kW.
    5. Prendiamo come base il funzionamento ininterrotto della caldaia, ovvero consideriamo il massimo per il mese: 240 x 30 = 7200 kW.

    Calcolo mensile totale: 7.200 kW x 4 rubli = 28,800 rubli.

    Questi sono i calcoli massimi tenendo conto del lavoro costante della caldaia, che in pratica non avviene. Dopo aver riscaldato la casa fino a un certo punto, si spegne e non funziona, rispettivamente, il consumo di energia non va. Pertanto, il valore ottenuto può essere tranquillamente diviso per 2 = 14.400 rubli / mese.

    Tipi di caldaie

    Per il riscaldamento di una casa privata il più delle volte si usano caldaie monofase e trifase. La loro scelta è una questione responsabile, poiché le spese per l'elettricità dipendono da questo.

    Dopo aver installato l'apparecchiatura della caldaia, il carico sulle linee elettriche aumenta in modo significativo. Pertanto, prima di tutto, è necessario contattare l'azienda che è impegnata nella fornitura di energia elettrica nella propria zona e trovare il massimo amperaggio.

    Nel calcolare i kilowatt di energia, tenere conto della presenza di apparecchi elettrici funzionanti in casa.

    Caldaia elettrica monofase per riscaldamento domestico

    Le caratteristiche di una caldaia monofase sono le seguenti:

    • funziona come qualsiasi semplice apparecchio elettrico;
    • Richiesta rete 220V;
    • installazione senza permessi.

    Caldaia elettrica trifase per il riscaldamento di una casa privata.

    Tale caldaia ha più potenza di una singola fase, quindi può essere installata in case di oltre 100 m².

    Per il funzionamento della caldaia è necessaria una rete a 380 V. Caratteristiche di una caldaia trifase:

    • il potere. Per 10 m² è necessario 1 kW + 10-20% (come riserva);
    • funzionamento da tre fasi 380 V, è richiesto un aumento dell'alimentazione elettrica della corrente nella stanza;
    • Per installare, è necessario prendere un permesso per l'approvvigionamento energetico al fine di aumentare la potenza utilizzata e l'installazione della caldaia.

    Il costo dell'elettricità per il riscaldamento di una casa di 100 m²

    È noto che per l'elettricità in una casa privata devi pagare molto. Sopra, abbiamo già fornito calcoli per il riscaldamento di una casa di 100 m². Vale la pena ricordare che è necessario tener conto delle condizioni climatiche in Russia.

    Le gelate protratte non superano una o due settimane, ma ci sono eccezioni, quando l'inverno è particolarmente grave. Durante tali periodi, la caldaia elettrica funziona a piena potenza. Nel resto del tempo, quando la temperatura dell'aria è di -15 - 20º С, è solo la metà, quindi, i costi di riscaldamento sono ridotti.

    Fondamentalmente, gli europei mantengono la temperatura della casa a un livello in cui sembrerà al nostro uomo che la casa è molto fresca.

    In effetti, in questo modo, pagano di meno. Lo stesso vale per le tariffe idriche. Forse dovremmo adottare la loro pratica e non il pompiere nelle case al massimo. Quindi non dovrai lamentarti del fatto che è costoso riscaldare una casa privata.

    È importante! Riassumendo, si conclude che il consumo totale per il riscaldamento della casa, ha fornito un buon isolamento termico, con un'area totale di 100 m² nelle regioni centrali della Russia e negli Urali sarà di circa 50-60 mila rubli per l'intera stagione di riscaldamento.

    Fattori che influenzano il consumo di elettricità

    Per calcolare correttamente il consumo di elettricità per il riscaldamento della casa e decidere l'installazione della caldaia, è necessario prestare attenzione a tali sfumature:

    1. spazio per il riscaldamento;
    2. tipo di caldaia;
    3. valore corrente;
    4. tensione di linea;
    5. sezione trasversale del cavo di alimentazione;
    6. potenza della caldaia per riscaldare un'abitazione;
    7. capacità della caldaia;
    8. la durata del periodo di funzionamento del riscaldamento e della caldaia;
    9. costo di 1 kW / ora;
    10. tempo di lavoro giornaliero al massimo carico.

    L'installazione di una caldaia elettrica per il riscaldamento di una casa privata è l'opzione più redditizia. Per installarlo, non è necessario selezionare una stanza per esso, inoltre, non avrete bisogno di un camino. L'indice di efficienza è al 100% e rimane a questo livello per l'intero periodo di attività.

    Nota. Il periodo della stagione di riscaldamento è di 7 mesi.

    Altre fonti di calore

    A questo punto, il consumo di energia è minimo e il prezzo di pagamento è inferiore a quello durante il giorno. La tariffa flessibile consente ai consumatori di risparmiare circa un terzo dei costi in contanti. Il carico massimo sulla rete si verifica durante i periodi dalle 08:00 alle 11:00 e dalle 20:00 alle 22:00.

    Per raggiungere la massima efficienza dell'impianto di riscaldamento, è necessario fornire l'attrezzatura per lo scarico di circolazione.

    La pompa è collegata alla rete di ritorno, riducendo così il tempo di contatto delle pareti della caldaia con un vettore di calore caldo. Questo metodo aumenta la vita dell'apparecchiatura per un lungo periodo.

    Ricorda inoltre che un buon isolamento della casa durante la costruzione aiuta a ridurre gli sprechi, non l'elettricità e il riscaldamento. Posizionare pannelli solari sul tetto di una casa o installare turbine eoliche per generare elettricità è un metodo di risparmio efficace.

    Costi di riscaldamento: come risparmiare e non congelare

    Man mano che le risorse energetiche diventano più costose, la questione dell'economia è sempre più in primo piano. I moderni sistemi di riscaldamento sono progettati con l'aspettativa di un uso razionale dell'energia, per il quale sono già state sviluppate molte tecnologie.

    Man mano che le risorse energetiche diventano più costose, la questione dell'economia è sempre più in primo piano. I moderni sistemi di riscaldamento sono progettati con l'aspettativa di un uso razionale dell'energia, per il quale molte tecnologie sono già state sviluppate oggi: sia per l'isolamento che per l'ottimizzazione del funzionamento dei dispositivi di riscaldamento.

    Concetti termici di base

    Quelle volte in cui il riscaldamento degli alloggi è stato raggiunto a qualsiasi costo, senza riguardo al consumo di risorse sono sprofondati nel dimenticatoio molto tempo fa. Le riserve energetiche sul pianeta stanno diventando sempre più scarse, motivo per cui l'umanità è costretta a cercare modi per ridurre il costo delle tecnologie di condizionamento dell'aria per il clima interno. Tuttavia, è impossibile realizzare tali piani senza possedere concetti almeno elementari su come il calore appare nelle nostre case e sul motivo per cui deve essere rifornito periodicamente.

    Guardando al futuro, notiamo un fatto curioso: oggi ci sono case in cui la perdita di calore è di soli 15-20 W da un metro quadrato all'ora.

    È necessario capire che stiamo parlando di oggetti abbastanza ordinari: al momento lo sviluppo del ramo della struttura di case passive è un'industria completamente sviluppata.

    Per una maggiore efficienza, notiamo che il corpo umano emette circa 100-120 W di energia termica anche a riposo. Quindi, in un'abitazione di tipo passivo, una persona è in grado di mantenere una temperatura confortevole solo per il fatto della sua esistenza.

    Naturalmente, a condizione che le dimensioni della stanza siano limitate a 5-7 m 2, ma aggiungete a queste fonti di calore molto più potenti che non siamo abituati a notare: un frigorifero, un personal computer, una stufa.

    Come si ottiene un bilancio energetico così indicativo?

    Tutto è molto semplice: invece di versare innumerevoli porzioni di energia, c'è una lotta per ridurre le perdite di calore dall'edificio.

    A prima vista, l'isolamento del calore su una scala di questo tipo può sembrare irrealistico, ma mezzo secolo fa, in alcune unità di refrigerazione, è stato dimostrato il grado di limitazione delle perdite di calore di circa 3-5 W per metro quadrato di strutture che possono davvero essere definite un risultato impressionante.

    Oggi questi progressi tecnologici vengono sempre più introdotti nella pratica dell'ingegneria civile.

    Ma passiamo al tema della nostra discussione: come possiamo garantire un risparmio nel riscaldamento degli edifici? In realtà, ci sono solo due modi per raggiungere questo obiettivo:

    • assicurati che la maggior quantità possibile di energia venga convertita in calore utile;
    • limitare la perdita di calore dallo spazio chiuso.

    A prima vista, tutto è semplice, ma sarete sorpresi di quanto siano vari i trucchi che una persona potrebbe mettere in pratica per raggiungere condizioni confortevoli nell'ambiente del suo soggiorno.

    I principali metodi per ridurre i costi di riscaldamento

    L'elettricità può essere definita una fonte di energia ideale per il riscaldamento, perché si trasforma in calore quasi completamente, cioè l'efficienza con questa conversione tende al 100%.

    Tuttavia, ci sono fonti di energia più economiche, come gas, carbone o bricchette di combustibile, ma non si rendono conto del loro pieno potenziale durante la combustione, perché parte del calore viene eliminato con i prodotti della combustione.

    I dispositivi che possono raccogliere questo calore e trasferirlo all'interno di un edificio sono chiamati economizzatori. A causa del loro lavoro, è possibile aumentare significativamente l'efficienza, mentre si utilizza carburante più economico.

    Naturalmente, non dobbiamo perdere l'opportunità di ridurre la necessità di riscaldamento nell'edificio. Perdite di calore attraverso le strutture che racchiudono - pareti, pavimento, tetto - possono essere ridotte in modo significativo eseguendo correttamente il loro isolamento.

    I materiali moderni per l'isolamento termico superano significativamente i materiali da costruzione in conduttività termica, ad esempio uno strato di 100 mm di polistirolo espanso equivale a un muro di mattoni alto un metro. In questo caso, la capacità termica dell'isolamento è inferiore di un ordine di grandezza e non deve essere preriscaldata a temperatura ambiente.

    Perdite di calore si verificano anche nel processo di scambio d'aria tra l'edificio e l'atmosfera esterna. Ad esempio, quando la porta d'ingresso viene aperta, fino a 2-2,5 m 3 di aria fredda penetra nella stanza, cosa che può essere evitata installando una serratura d'ingresso, cioè un vestibolo.

    Ma in volumi molto più grandi il calore lascia le nostre case attraverso il sistema di ventilazione. E questo problema può anche essere risolto con il controllo totale sul volume di alimentazione e aria di scarico.

    I dispositivi, chiamati recuperatori, facilitano il trasferimento di calore dallo scarico all'afflusso, riscaldando così l'aria che entra nell'edificio. Inoltre, l'afflusso può essere riscaldato quando passa attraverso uno scambiatore di calore installato nel camino.

    Non dovremmo dimenticare le fonti naturali di energia termica. Uno dei modi più significativi per risparmiare sul riscaldamento è di organizzare correttamente l'illuminazione naturale.

    Con questo si intende un aumento del flusso luminoso dal lato sud dell'edificio, il dispositivo di ampie aperture nel tetto mansardato, o la formazione di un tetto a cascata.

    Si può giustamente notare che un aumento della quota di vetrate nelle strutture che racchiudono porta ad un aumento della perdita di calore. Naturalmente, in tutto ciò che è necessario conoscere la misura, ma è possibile ridurre la perdita di calore attraverso le finestre, ad esempio installando le tapparelle o sostituendo le finestre con doppi vetri con quelle migliori.

    Bilancio energetico e sistemi di isolamento

    Il tema della protezione termica degli edifici è il più ampio e merita una discussione dettagliata. I sistemi di isolamento sono i più facili da considerare dal punto di vista del bilancio energetico - un concetto che prevede la valutazione di tutte le fonti di calore in una casa, nonché tutti i modi di dispersione del calore.

    Da questo punto di vista, diventa chiaro che l'isolamento di alta qualità dovrebbe essere continuo lungo tutto il perimetro dell'edificio, includendo anche la zona di contatto con il suolo e i piani adiacenti di diverse strutture di costruzione l'uno con l'altro.

    Si possono prendere in considerazione due tipi di sistemi di isolamento termico: quelli che possono essere montati durante il funzionamento dell'edificio e quelli che devono essere previsti nel progetto di costruzione.

    Come esempio grafico, possiamo citare il pavimento e l'isolamento delle fondamenta, queste parti dell'edificio possono essere dotate di protezione termica solo se vi è un accesso aperto ad esse, cioè tale lavoro può essere fatto almeno durante la fase di costruzione. Bene, progetti come una stufa svedese (finlandese) riscaldata sono completamente impossibili da implementare con le fondamenta già pronte dell'edificio.

    Andando oltre, ci troviamo di fronte all'isolamento del piano interrato e delle pareti. Questi elementi di protezione termica possono essere installati anche dopo la costruzione dell'edificio, sebbene con alcune riserve. Ad esempio, per garantire un isolamento continuo del basamento e della fondazione, le trincee tecnologiche attorno alla fondazione non dovrebbero essere ricaricate. Di conseguenza, prima che il muro sia isolato, non ha senso eseguire lavori di finitura.

    Ma con il sistema di riscaldamento il tetto è ancora più interessante. Da un lato, il completamento dei lavori sul dispositivo di protezione termica può essere posticipato per diversi anni, dall'altro lato, le possibilità per questo devono essere fornite dal design del sistema di truss e dalla piastra di potenza. Di conseguenza, quando viene garantita la continuità dell'intero sistema di isolamento, è possibile calcolare le dimensioni specifiche delle perdite di calore e prevedere il bilancio energetico dell'edificio.

    Come ridurre il costo del riscaldamento elettrico

    I casi sono diffusi quando l'uso dell'elettricità per il riscaldamento degli edifici non offre ulteriori opportunità per tale riscaldamento. In prima approssimazione, l'elettricità è una delle fonti energetiche più costose per uso civile.

    Tuttavia, dopo un attento esame risulta che in questo modo è possibile risparmiare in modo significativo sul riscaldamento. Per capire come ciò sia possibile, dovresti familiarizzare con la modalità operativa del sistema di alimentazione centrale.

    È abbastanza difficile prevedere il cambio di carico durante il giorno, allo stesso tempo, la regolazione in linea della potenza di uscita sembra ancora più difficile. A questo proposito, vi è una tendenza a stimolare il consumo di elettricità in quelle ore in cui il carico totale sulla rete diminuisce. Un chilowatt di elettricità nella zona tariffaria notturna è 2,5-3 volte più economico rispetto ai carichi di punta e di semi-picco, il che lo rende un'ottima opportunità per ridurre i costi di riscaldamento.

    L'idea di un consumo giornaliero multi-tariffario implica l'accumulo di calore generato nell'arco di otto ore della zona notte, con il suo uso successivo durante i tempi di fermo delle apparecchiature di riscaldamento.

    Negli edifici costruiti con materiali da costruzione densi con isolamento termico esterno, la funzione di accumulo di calore viene assunta dalle strutture dell'edificio stesse e dagli oggetti interni.

    Questo non è sempre conveniente, perché durante il sonno, la temperatura ottimale per una persona è inferiore di 3-5 ° C rispetto alla veglia, e non tutte le case sono in grado di trattenere il calore per così tanto tempo.

    Un'alternativa a questo metodo di accumulo di calore è l'installazione di un accumulatore di calore liquido. Di notte, il serbatoio coibentato con acqua da 2-3 m 3 viene riscaldato alla massima temperatura possibile, mentre il calore nei soggiorni viene fornito in volume sufficiente.

    Dopo il termine della tariffa notturna, il refrigerante attraverso lo scambiatore di calore secondario prende calore dalla batteria e la distribuisce intorno all'edificio. Il funzionamento del sistema è semplificato dal fatto che tra le 8 e le 16 la maggior parte degli edifici residenziali sono disabitati e non devono necessariamente mantenere una temperatura ottimale.

    Razionalizzazione della combustione del carburante

    Valutare l'efficienza della combustione del carburante è un altro modo per aumentare l'efficienza del riscaldamento. Questa valutazione può essere eseguita analizzando i prodotti della combustione. Il test si svolge in due fasi: lo studio della composizione chimica dei gas di combustione e il monitoraggio della loro temperatura.

    La composizione chimica viene stabilita utilizzando analizzatori di gas portatili. Le organizzazioni di servizi speciali dispongono di questo tipo di attrezzature, pertanto i servizi non saranno ricevuti gratuitamente, mentre i risultati dell'analisi potrebbero stabilire il fatto di una combustione incompleta del carburante.

    Un controllo preliminare include una stima della concentrazione di monossido di carbonio, ma i dati di tali misurazioni spesso non riflettono il quadro reale.

    Per le caldaie a gas e diesel, è necessario monitorare la presenza e la concentrazione di idrogeno e metano e di combustibile solido - anche diossido di zolfo e una vasta gamma di idrocarburi.

    L'identificazione di questi composti nei prodotti di combustione indica la necessità di regolare la modalità di combustione o di fornire una pressurizzazione forzata.

    L'analisi termica dei prodotti di combustione viene effettuata principalmente utilizzando strumenti pirometrici. Le misurazioni solo all'uscita del camino non danno i risultati desiderati, perché è necessario monitorare il gradiente di temperatura lungo l'intera lunghezza del canale. Se allo stesso tempo viene rilevato un grande valore di perdite di calore parassite, è necessario ridurre l'intensità della combustione o dotare il complesso di apparecchiature di una caldaia con un economizzatore.

    Energia del futuro

    Il complesso di misure volte a ridurre il costo del riscaldamento degli edifici non si limita al loro riscaldamento e alla razionalizzazione della fonte di calore. Le moderne tecnologie offrono molte soluzioni efficienti per l'ottenimento di energia da fonti alternative: calore di bassa qualità dell'aria, geotermico e solare.

    È necessario comprendere l'inevitabilità della transizione finale a tali fonti nel prossimo futuro. Naturalmente, non si può dire che le moderne apparecchiature di energia alternativa possano diventare una vera e propria sostituzione per gli impianti di riscaldamento esistenti, che hanno una classe di potenza molto più alta. Tuttavia, con la dovuta attenzione, tali fondi sono in grado di coprire almeno parte del fabbisogno di calore e acqua calda, il che non è male.

    La prima fase di tali misure è considerata per ridurre la perdita di calore dell'edificio, il secondo è di aumentare l'efficienza dell'utilizzo delle risorse energetiche. E solo quando queste azioni saranno di natura generale possiamo parlare dell'introduzione diffusa di pompe di calore e collettori solari progettati per fornire all'economia umana energia praticamente gratuita, anche se in quantità limitata. pubblicato da econet.ru

    Se hai domande su questo argomento, chiedi loro agli esperti e ai lettori del nostro progetto qui.

    Quali sono le tue spese per il riscaldamento della casa?

    Iniziando la costruzione della sua casa, tutti si domandano: con quale fonte di energia lo riscalderà? La scelta è piuttosto ampia, l'ammontare dei costi finanziari è molto diverso. In generale, c'è qualcosa a cui pensare e persino confondersi. Pertanto, in questo articolo parleremo dei costi di riscaldamento della casa su diversi tipi di carburante.

    A proposito di scegliere una fonte di calore

    Bene, se sei fortunato e c'è gas sul sito. E se no, allora cosa fare? È possibile utilizzare gas propano liquefatto, seppellire il serbatoio del gas, senza dimenticare di mantenerlo periodicamente e riempirlo nel tempo.

    È possibile utilizzare una caldaia elettrica, se, ovviamente, c'è un limite di energia sufficiente per l'elettricità, è possibile avere una caldaia a combustibile solido, a legna, a pallet, oppure è possibile utilizzare una caldaia alimentata a diesel o, che sta guadagnando popolarità, una pompa di calore. La cosa principale per sapere il costo del riscaldamento della casa.

    Possiamo stimare quanto costa l'attrezzatura, la sua installazione può essere fatta in modo abbastanza accurato chiamando gli uffici del profilo, ma non tutti chiederanno quanto pagherà mensilmente per il consumo di energia. Anche se ci pensi, è improbabile che trovi le risposte.

    Capiremo ora quanti costi di riscaldamento della casa, più precisamente, quanto costa 1 kW di calore, a seconda della scelta della fonte di energia?

    Il costo del riscaldamento di una casa con gas liquefatto

    Cominciamo a parlare del costo del riscaldamento della casa con una caldaia a gas liquefatto. Omettiamo tutti gli aspetti tecnici della scelta del gasometro, il luogo sul sito per la sua installazione, il servizio periodico, il riempimento tempestivo. Parliamo del carburante stesso.

    Il potere calorifico di 1 litro di propano è di 6,76 kW / h. Questo valore si ottiene moltiplicando il potere calorifico di 1 kg di GPL 12.992 kW / h x densità di GPL (0,52 kg / l).

    Successivamente, specifichiamo l'efficienza della caldaia a gas, è pari a 0,92. Specifichiamo anche il costo di 1 litro di gas liquefatto nella vostra regione, ad esempio 16,5 rubli.

    Chiariremo subito che in tutti i calcoli, i prezzi vengono presi per la regione di Mosca, quindi se vivi in ​​una regione diversa, potrebbero essere leggermente diversi.

    Quindi eseguiamo il calcolo più semplice del costo del riscaldamento di una casa: il costo di 1 litro di GPL / (potere calorifico di 1 litro di SUHKPD)

    Sostituendo tutti i dati, troviamo che il costo di 1 kW / h di calore dalla caldaia su gas liquefatto è di 2,65 rubli.

    Costi di riscaldamento con caldaia diesel

    Successivamente, si consideri un locale caldaia diesel. Allo stesso modo, calcoliamo la capacità termica di 1 litro di gasolio, utilizzando i seguenti indicatori:

    • Capacità di riscaldamento di 1 kg di gasolio - 11,860 kW / h;
    • La densità del gasolio: 0,86 kg / l;
    • Potere calorico di 1 l di gasolio - 10,20 kW / h;
    • L'efficienza della caldaia diesel è 0.9.
    • L'efficienza della caldaia diesel è leggermente inferiore, è circa del 90%.
    • Il costo di 1 litro di gasolio per Mosca è in media 36,8 rubli.

    Tutti i dati iniziali sono sostituiti nella formula:

    e troviamo che il costo di 1 kW / h di calore dal gasolio è di 4,01 rubli.

    Caldaia dei pallet

    Consideriamo i costi di riscaldamento di una casa con un locale caldaia con una caldaia su pallet. Il potere calorifico del pallet da 1 kg è di 4,8 kW / h.

    Caldaia pallet efficienza - 0,87, cioè circa 87%. Il costo di 1 kg di pallet leggeri per Mosca è di circa 7,80 rubli.

    Calcoliamo, rispettivamente, il costo di 1 kW / h di calore dalla caldaia pallet - 1,87 rubli.

    Caldaia a combustibile solido su legno di betulla

    Quindi smontiamo la caldaia a combustibile solido su legno di betulla. Il potere calorifico di 1 kg di legna da ardere è di 4,2 kW / h.

    L'efficienza della caldaia a combustibile solido - 0.7. Questo indicatore del 70% è la più bassa di tutte le possibili fonti di calore, che sono considerate nell'articolo.

    Il costo di 1 kg di legna da ardere è di circa 3,33 rubli. Otteniamo che il costo di 1 kW / h di calore da una caldaia a combustibile solido è 1,13 rubli.

    Costi di caldaia elettrica

    Considerare ora le possibilità delle caldaie elettriche. In questo caso, devi capire se hai abbastanza del limite di potenza assegnato? In secondo luogo, la misurazione dell'energia elettrica a due tariffe viene effettuata quasi universalmente.

    Consideriamo due opzioni: una tariffa e due tariffe.

    Opzione a tariffa unica

    Nell'unica opzione tariffaria, il costo del riscaldamento della casa e si scopre che il costo di 1 kW / h di energia elettrica nella regione di Mosca nel 2017 è 4,04 rubli. In questo caso, l'efficienza della caldaia elettrica è 1.

    Di conseguenza, il costo di 1 kW / h di calore da una caldaia elettrica è 4,04 rubli. In questo caso, è possibile ottenere risparmi utilizzando l'automazione per non riempire eccessivamente la stanza.

    Opzione a due tariffe

    Nella versione a due tariffe, insieme alla caldaia elettrica, viene installata una capacità cumulativa del volume corrispondente. In questo caso, la caldaia funziona principalmente di notte, alla massima potenza, al tasso di notte.

    Riscalda la stanza e il calore in eccesso va al serbatoio di stoccaggio. Quindi durante il giorno la stanza viene riscaldata a causa del calore accumulato durante la notte alla tariffa notturna.

    A volte questo calore non è sufficiente e la caldaia non riscalda la casa, a volte questo calore è ottenuto in abbondanza, quindi prendiamo in considerazione che il riscaldamento si verifica solo a tassi notturni.

    Il costo di 1 kW / h di elettricità nella regione di Mosca per il 2017 (al tasso notturno) è di 1,26 rubli.

    L'efficienza di una caldaia elettrica è 1. In questo caso, il costo di 1 kW / h di calore da una caldaia elettrica è 1,26 rubli.

    Cioè, il costo sarà la stessa cifra del costo dell'elettricità al tasso di notte e sarà pari a 1,26 rubli.

    Spese con pompa di calore

    Considerare ora il costo del riscaldamento di una casa con una pompa di calore. Questo è un argomento nuovo e complesso. Questa è una direzione molto promettente, ma solo nel caso in cui l'attrezzatura sarà più economica e ci saranno più specialisti. Abbasseremo la parte tecnica, sapremo il costo di 1 kW.

    In questo caso, teniamo conto del costo di 1 kW / h di elettricità nella regione di Mosca per il 2017 - 4,04 rubli. Prendiamo esattamente questo valore tariffario massimo.

    L'efficienza di una pompa di calore (fattore di conversione o coefficiente termico di COP) è 3,61. Questo coefficiente significa che per ogni 1 kW di elettricità consumata otterremo 3,61 kW di calore. Su questa base, il costo di 1 kW / h di calore dalla pompa di calore è di 1,12 rubli.

    Calcolare il costo di 1 kW di calore dalla caldaia a gas. Potere calorifico 1 cu. m di gas naturale - 10,11kW / h.

    • Il costo di 1 kW / h di elettricità nella regione di Mosca - 4,04 rubli.
    • L'efficienza della caldaia a gas è 0,92.
    • Il costo di 1 kW / h di calore dalla caldaia a gas naturale è di 0,43 rubli.

    Tabella delle spese per il riscaldamento domestico

    Quindi, ecco una tabella riassuntiva. Oltre al costo di 1 kW è stato aggiunto il costo stimato dell'apparecchiatura senza installazione.

    Tipo di carburante

    kWh, rubli

    Costi dell'apparecchiatura, 20kW, rubli

Top