Categoria

News Della Settimana

1 Radiatori
La scelta della pompa di circolazione per l'impianto di riscaldamento. Parte 2
2 Caldaie
Controllare la valvola nell'impianto di riscaldamento
3 Caldaie
Come collegare la batteria di riscaldamento in casa e appartamento
4 Carburante
Per non congelare nelle lunghe sere d'inverno: come piegare il forno olandese con le tue mani?
Principale / Caldaie

Quanto gas consuma una caldaia a gas al mese e all'ora - calcoliamo


I marketer stanno cercando di convincerci del consumo minimo di carburante di una caldaia a gas, riferendosi ad alcune soluzioni innovative e tecnologie speciali. Tuttavia, credere che il produttore fino alla fine del nostro tempo sia impossibile. Dopo tutto, il consumo effettivo del generatore di calore è molto più alto del passaporto. Considerare il consumo di carburante in termini di tre fattori che causano una sicurezza assoluta: la potenza del bruciatore, l'efficienza dell'impianto di generazione del calore e il potere calorifico del gas.

In primo luogo, dal suo potere. Più grande è, maggiore sarà il consumo di caldaie a gas. E per ridurre l'appetito del generatore di calore a causa dell'uso, fallirai. Se hai acquistato un focolare a gas da 20 kW, anche al minimo consumerà più di un dispositivo da 10 kilowatt al massimo. Pertanto, fare attenzione quando si sceglie la potenza dei dispositivi generatori di calore.

In secondo luogo, la temperatura "fuori bordo". In questo caso, il regolatore di potenza già menzionato entra in gioco. Dopotutto, a basse temperature in casa, proveremo a spremere il massimo numero di calorie dal riscaldamento ruotando la manopola del regolatore al massimo. E se in un clima relativamente caldo (per l'inverno) il regolatore si trova su "uno" o "due", quindi a 30 o 40 gradi si passa a "Pyaterochka" o addirittura "sette". E il numero di metri cubi di gas che sono passati attraverso gli ugelli nella camera di combustione è raddoppiato.

Il consumo di gas di una caldaia dipende da molti fattori.

In terzo luogo, sul gas calorico. Questo valore non è controllato dal consumatore. Pertanto, le compagnie di distribuzione del gas a volte giocano con la composizione del carburante "blu". Dopotutto, lo stesso azoto compresso pompato nella conduttura centrale costa 2,5-3 volte meno del gas naturale. Ora, tali schemi di frode, per nostra felicità, non vengono più praticati, ma gli addetti al gas possono facilmente fornire gas "non essiccato" ai tubi con un alto contenuto di vapore acqueo e altre impurità. E se il bollitore non bolle tra 2-3 minuti, ma tra 5-7, cosa può richiedere l'impianto di riscaldamento? Vieni alla caldaia e al massimo svita il regolatore di potenza, chiudendo gli occhi alla rotazione accelerata del disco del contatore del gas.

In quarto luogo, dalle condizioni tecniche dello scambiatore di calore. Il riscaldamento dell'acqua o del refrigerante negli apparecchi a gas avviene in uno scambiatore di calore, uno speciale tubo di rame situato nella camera di combustione o dietro le sue pareti. E se lo scambiatore di calore è ostruito da incrostazioni o residui della bilancia della batteria, allora sarà necessario aggiungere più potenza, compensando il trasferimento di calore caduto. Inoltre, lo scambiatore di calore intasato ruba metri cubi in modo molto più attivo rispetto agli evasori reali o mitici della compagnia di distribuzione del gas.

In quinto luogo, il numero di circuiti di riscaldamento. Quasi tutte le moderne caldaie a gas costano più di un circuito di riscaldamento. Dopotutto, tali dispositivi generatori di calore servono non solo il cablaggio dell'impianto di riscaldamento, ma anche la linea di acqua calda sanitaria. A tale scopo, un secondo circuito è montato nel design del focolare a gas e il volume degli ugelli aumenta, aumentando la potenza. E più potenza, maggiore e consumo.

Se analizziamo tutte le ragioni che inducono l'appetito del dispositivo generante calore, diventa chiaro che è la potenza che colpisce principalmente il consumo della caldaia. Un dissipatore di calore ostruito, gas a basso contenuto calorico, freddo estremo e circuito aggiuntivo ci costringono ad aumentare e aumentare la potenza della caldaia. Pertanto, prima di calcolare il flusso, dobbiamo determinare le esigenze del sistema di riscaldamento stesso.

E non è necessario entrare in formule matematiche serie, data l'inerzia termica delle batterie, la resistenza al calore di pareti, pavimenti e finestre. Per un risultato approssimativo, sarà sufficiente una proporzione semplice: 10 metri quadrati. m. = 1 kW. Bene, per le forti gelate, vale la pena di lanciare un altro 20 percento, adeguando la proporzione a 10 m 2 = 1,2 kW.

Come applicare questa proporzione nella pratica? Sì, molto semplice:

  1. 1. Fai un piano di una casa o di un appartamento e calcola l'area di tutte le stanze riscaldate (inclusi i corridoi caldi).
  2. 2. Dividere la somma di tutte le aree per 10 e moltiplicare per 1.2. Di conseguenza, si ottiene un numero che determina l'appetito massimo del circuito di riscaldamento.

Alla fine, arrotondare i kilowatt ricevuti alla potenza della caldaia standard più vicina (7, 10, 12 kW e così via) e ottenere l'esigenza desiderata, a partire dalla quale è possibile calcolare la quantità di gas che consuma il generatore termico.

Ad esempio, hai tre stanze di 18, 12 e 20 quadrati. Più una cucina di 12 m 2 e un corridoio di 6 m 2. Il totale è di 68 quadrati o 8, 16 kW. Giriamo intorno a questa cifra fino a 10 kW e otteniamo la potenza necessaria per l'installazione che genera calore. Ora dobbiamo calcolare solo il consumo di gas per generazione di 1 kW di potenza.

Per rispondere a questa domanda, dobbiamo affrontare un concetto come il potere calorifico del gas e l'efficienza della caldaia. Il primo termine si riferisce alla quantità di energia rilasciata quando un chilogrammo o un metro cubo di gas è completamente bruciato.

Per sapere quanto gas è necessario bruciare per generare 1 kW, è necessario conoscere l'efficienza della caldaia.

Secondo i libri di riferimento per la miscela principale standard fornita alla caldaia, il potere calorifico è di 9,3 kW / m 3.

Il secondo termine (efficienza) si riferisce alla capacità della centrale termica di trasferire l'energia del combustibile bruciato al refrigerante. In genere, le caldaie a gas possono fornire al refrigerante non più del 90 percento dell'energia del gas bruciato. Pertanto, quando si brucia un metro cubo di gas, il liquido di raffreddamento non riceverà più di 8,37 kW (9,3x90%).

Di conseguenza, circa 0,12 m 3 di gas (1 / 8,37) vengono utilizzati per generare 1 kW di potenza termica. Cioè, affinché il sistema di riscaldamento possa ricevere 1 chilowatt all'ora, la camera di combustione della caldaia deve ricevere e riciclare 0,12 m 3 di carburante. Sulla base di queste informazioni, possiamo calcolare le tariffe mensili, giornaliere e anche orarie di consumo della caldaia.

Se si desidera calcolare la portata oraria del gas nella caldaia, è sufficiente moltiplicare la propria capacità di 0,12 m 3 (questo è il numero di metri cubi che generano 1 kW). Ad esempio, per una caldaia da 10 kilowatt il consumo orario massimo sarà 1,2 m 3 (10х0,12). Ma per determinare la norma giornaliera, questa formula non è più adatta.

Nei calcoli giornalieri vengono utilizzati parametri leggermente diversi. Dopo tutto, il bruciatore del generatore di calore non funzionerà tutte le 24 ore al giorno. Da lei questo non è richiesto. Di solito il periodo di lavoro e di inattività è del 50%. Cioè, durante il giorno, l'unità generatrice di calore consuma carburante per solo 12 ore. Pertanto, il consumo giornaliero è calcolato dalla formula: il consumo giornaliero viene moltiplicato per 12. Ad esempio, la porzione massima giornaliera per una caldaia da 10 kilowatt sarà pari a 14,4 m 3 (10x0,12x12).

Per calcolare la quantità di gas che una caldaia consuma in un mese, è sufficiente moltiplicare il consumo giornaliero di 30 giorni. Ad esempio, il consumo massimo mensile di una caldaia da 10 kilowatt è di 432 m 3 (10x0,12x12x30). Questo è tutto. Ora conosci i tassi massimi di consumo e puoi provare la potenza della caldaia per il tuo budget. Tuttavia, ricorda che nella vita reale qualsiasi generatore di calore funziona al 50-75 percento della sua capacità, pertanto, il 25 percento può essere rigettato dalla proporzione calcolata usando la formula sopra riportata.

Riscaldamento a gas: consumo di gas con caldaia a gas

Il gas è considerato uno dei carburanti più economici grazie all'elevata efficienza ottenuta nel processo di combustione.

Schema di caldaia a gas a pavimento.

Inoltre, questo è il combustibile più rispettoso dell'ambiente, cioè, brucia, emette la quantità minima di sostanze nocive nell'atmosfera. Per questi motivi, l'uso del riscaldamento a gas è molto popolare.

Quando acquisti qualsiasi attrezzatura, dovresti essere guidato dall'efficienza del suo lavoro. Nessuna eccezione e caldaie a gas per riscaldamento autonomo. Quando si sceglie un'unità di riscaldamento, forse la prima domanda a cui i consumatori sono interessati è quanto gas consuma le apparecchiature di riscaldamento? Prima di tutto, il consumo di gas dipende dalla potenza della caldaia: più è potente l'attrezzatura a gas, più consuma gas. Ma ci sono altri fattori che determinano il consumo di carburante "blu":

  • l'area della stanza riscaldata;
  • numero di piani;
  • isolamento della stanza;
  • bozze di finestre e porte.

Quando si calcola il sistema di riscaldamento si tiene conto di tutti questi fattori che influiscono direttamente sul consumo di carburante. Come scoprire quanto gas viene consumato da una caldaia a gas e qual è il suo consumo di energia?

Calcolo del consumo di caldaie a gas

Schema di installazione della caldaia.

Calcolare correttamente il consumo di gas per il riscaldamento indipendente non è difficile, non richiede competenze particolari, è sufficiente conoscere i parametri di base. Per fare questo, abbiamo bisogno di conoscere la potenza dell'unità e l'area della stanza riscaldata. La stagione di riscaldamento per l'anno può essere fino a 250 giorni. Ma di regola, durante questo periodo non accendiamo sempre la caldaia a gas a piena capacità. Dopo tutto, gli inverni sono entrambi molto freddi e relativamente caldi, quindi, anche a carico massimo sull'impianto di riscaldamento, la caldaia funziona a pieno regime per meno di 100 giorni. Se supponiamo che la caldaia stia funzionando tutto il giorno per 30 giorni e moltiplica questi dati, otteniamo kilowatt-ore. Tuttavia, come detto prima, la caldaia non viene utilizzata in questa modalità, quindi questa cifra può essere tranquillamente divisa per 2, ottenendo così il consumo medio al mese. Lo moltiplichiamo per il numero di mesi della stagione di riscaldamento (di norma, di 7) e otteniamo il consumo di gas all'anno. Per quanto riguarda la potenza della caldaia, viene prelevata dalla contabilità di 1 kW per 10 m².

Considera come funziona in un esempio separato. Se l'area della vostra camera è di 100 m², allora è necessario scegliere una caldaia con una capacità di almeno 10 kW. Per calcolare il consumo di gas, moltiplichiamo la potenza della caldaia di 24 ore e 30 giorni, ne escono 7200, ci dividiamo a metà e otteniamo il consumo mensile di energia termica, che è pari a 3600 kW / ora. Per calcolare per l'intera stagione di riscaldamento, moltiplicare questa cifra per 7 (il numero di mesi di riscaldamento) e otteniamo il consumo annuale di energia della caldaia o il consumo annuale nella quantità di 25200 kW / ora.

La maggior parte di questa cifra non dice nulla, quindi il consumo può essere convertito in un equivalente in denaro. Per fare questo, è necessario conoscere il costo esatto del gas per 1 kW / ora. Ad esempio, sono 15 kopeck. Prendiamo i nostri dati calcolati 25200 kW / ora e moltiplichiamo per 0,15. Quindi, otteniamo i costi annuali di riscaldamento in contanti equivalenti a 3780, cioè il prezzo per il riscaldamento di una stanza di 100 m².

Lo schema della caldaia a gas camino.

Per rendere più chiara l'immagine, è possibile calcolare il consumo di gas per il riscaldamento in m 3. Sulla potenza termica media di 1 kW, la caldaia consuma 0,112 m 3. Abbiamo già scoperto che il consumo energetico della caldaia per 100 m² dovrebbe essere di 10 kW, moltiplicarlo per 0,112 e ottenere il consumo di gas all'ora 1,12 m 3. I dati ottenuti possono essere moltiplicati per 24 e ottenere il consumo di gas al giorno. La formula ha la seguente forma:

  • 1,12 * 24 = 26,88 (consumo al giorno);
  • 26,88 * 30 = 806,4 (consumo mensile);
  • 806,4 * 7 = 5644,8 (consumo per la stagione di riscaldamento).

Ora rimane da moltiplicare la cifra risultante dalla tariffa. Non ti sembra così tanto, ma le tariffe sempre crescenti ci costringono a cercare tutti i modi di risparmiare, e perché pagare di più se c'è un'opportunità per ridurre il consumo di carburante "blu". E quando si tratta di una casa di campagna con una superficie di 800 m²? Cercheremo di capire come ridurre la quantità di consumo di gas naturale per il riscaldamento.

I principali modi per risparmiare il consumo di gas da una caldaia di riscaldamento

Ci sono 3 modi principali per evitare un grande consumo di carburante "blu" dalla caldaia:

Schema di collegamento dei generatori a una bombola di gas liquefatto.

  1. Perdita di calore Quando si riscalda una stanza c'è una perdita di calore, questo non può sfuggire. Al fine di ottenere una minima dispersione di calore, è necessario tenere conto delle particolarità dell'ambiente durante il calcolo dell'impianto di riscaldamento. In media, 1 m² di spazio riscaldato con un'altezza standard del soffitto (2,5-3 m), l'energia termica dovrebbe essere di almeno 100 watt. Sono esclusi i possibili perdite di calore, correnti d'aria e spazi vuoti.
  2. Timer. Le caldaie più moderne sono dotate di un timer che aiuta a risparmiare il consumo di gas e regola la temperatura nella stanza. Quindi puoi impostare la temperatura dell'aria desiderata nella stanza durante il giorno, di notte o nei fine settimana, quando c'è sempre qualcuno a casa. Tale regolazione automatica ridurrà significativamente il consumo di gas naturale.
  3. Caldaie a condensazione. Questo tipo di caldaia, rispetto al tradizionale, utilizza il carburante "blu" è molto meno. Ciò è spiegato dal fatto che durante la condensazione del vapore acqueo dall'accensione del combustibile, l'energia termica viene rilasciata, che la caldaia consuma completamente, cioè, utilizza inoltre la temperatura del gas già esaurito. Il costo delle caldaie a condensazione è superiore a quello convenzionale, ma in generale si risparmiano fino al 20% del gas consumato, che paga completamente i costi aggiuntivi.

Inoltre, se stai per riscaldare una casa privata, puoi utilizzare il seguente tipo di caldaia.

Caldaie a gas per gas ridotto

Dovremmo anche menzionare il gas ridotto. Il gas ridotto ha diversi vantaggi. I principali includono: la conservazione dell'intensità energetica e l'assenza di impurità. Cos'è un gas ridotto?

Il principio di produzione di gas ridotto è la conversione del gas naturale in uno stato liquido. Per fare ciò, il gas naturale viene pulito prima dalle impurità e quindi raffreddato fino alla condensa. Questa tecnologia consente di ridurre il volume fino a 600 volte. Conservare il carburante ridotto in bombole direttamente collegate alla caldaia. Tale sistema di riscaldamento è ideale per le case private, in particolare una vasta area, ed è l'unica via d'uscita per le aree remote in cui è problematico eseguire un gasdotto. Pertanto, il gas ridotto è considerato un'eccellente alternativa ai combustibili tradizionali.

La tabella seguente ti consentirà di confrontare la differenza nel consumo di gas e di mostrare la potenza della caldaia in relazione a quanto gas viene consumato:

Quanto gas consuma una caldaia a gas al mese

Come calcolare l'appetito # 187 caldaia a gas per la casa

Oggi, i sistemi individuali di riscaldamento e acqua calda basati sulle caldaie a gas hanno acquisito ampia popolarità. Quando si pianifica l'acquisto di una tale unità, è importante capire quanto sia redditizia tale installazione in termini di economia ed efficienza. Cioè, si tratta principalmente della quantità di gas consumata da una singola caldaia.

Tra la vasta gamma di riscaldatori di diverse marche, modelli e configurazioni, è necessario navigare correttamente e selezionare l'opzione più adatta specificatamente per il proprio appartamento e la propria abitazione, in modo che i risparmi siano davvero tangibili.

Cosa influenza il consumo

Prima di tutto, prestare attenzione all'indicatore della caldaia come il consumo di gas. Perché questo parametro influenza in modo significativo il costo di funzionamento del riscaldamento individuale, indipendentemente dal tipo di apparecchiatura o dal suo costo.

A causa delle specifiche, l'apparecchiatura di riscaldamento appartiene ai dispositivi di funzionamento a lungo termine, quindi a lungo termine, la caldaia più costosa con un basso consumo di carburante sarà significativamente più redditizia rispetto al suo compagno più economico ma vorace.

Il consumo totale di gas di una caldaia è determinato dal parametro della sua potenza, nonché dalla frequenza e dall'intensità del riscaldamento. E, più potente è la caldaia, maggiore è il consumo di carburante. Il consumo di gas della caldaia è misurato in metri cubi all'ora per gas naturale e chilogrammi all'ora per il gas liquefatto. Questi valori sono indicati nella scheda tecnica del dispositivo a gas e sono indicati per la modalità di funzionamento continuo della caldaia a piena potenza.

La frequenza di accensione del bruciatore da parte della caldaia e l'intensità del suo funzionamento dipenderanno direttamente dai seguenti fattori:

  • buon isolamento delle pareti e dei soffitti nelle stanze, tenuta delle porte, finestre. Una grande quantità di perdita di calore nelle case richiederà un riscaldamento più frequente e intenso.
  • progettazione e installazione competenti di tutti i componenti del sistema di riscaldamento
  • qualità e quantità di miscela gas-aria per un bruciatore di caldaie, per dirla semplicemente, buone condizioni e pulizia dei camini
  • la contaminazione dei circuiti interni e dei modelli della caldaia, la regolare pulizia dell'unità consentirà di mantenere il consumo di gas a un livello ottimale e avrà un impatto positivo sulla durata dell'intero sistema.

Per quanto riguarda il funzionamento delle caldaie a gas a doppio circuito, è ovvio che il consumo sarà un po 'più alto, poiché il gas viene anche consumato nel circuito di riscaldamento dell'acqua. E nella stagione calda, il carburante sarà anche necessario per l'acqua calda. Le eccezioni sono i sistemi con una caldaia elettrica aggiuntiva.

Tuttavia, il consumo di gas da parte di una caldaia a doppio circuito non sarà molto più alto di un circuito singolo, perché quando si attiva la modalità di riscaldamento dell'acqua calda, l'impianto di riscaldamento si spegne per un po '.

Ci sono caldaie con un tipo di flusso di riscaldamento dell'acqua calda. Il loro svantaggio è che l'acqua calda non appare immediatamente dal rubinetto, ci vuole del tempo per scaldarla. Per eliminare questo inconveniente, vengono utilizzati dispositivi con una caldaia addizionale riscaldata a gas. Anche il consumo di gas in tali sistemi sarà un po 'più elevato, questo dovrebbe essere preso in considerazione nei calcoli.

L'installazione di sistemi di riscaldamento basati su caldaie a gas a turbogetto o apparecchi a condensazione può ridurre il consumo di gas. D'altra parte, il costo di tali riscaldatori è più elevato a causa della complessità del loro design, che può negare la prevista riduzione del consumo di combustibili fossili.

Prendiamo una calcolatrice

Al fine di predeterminare il consumo medio del sistema futuro, è necessario calcolare l'area di riscaldamento prevista, poiché è da questo parametro che viene scelta la potenza della caldaia a gas. Che a sua volta, come già sappiamo, determina la spesa futura.

Si ritiene che per il riscaldamento di 10 metri quadrati di una stanza con soffitti di non più di 3 metri, è richiesto 1 kW di potenza del riscaldatore. Inoltre, ipotizziamo che siano spesi circa 0,112 metri cubi di gas per 1 kW di potenza della caldaia.

Ad esempio, prendi una casa di 100 metri quadrati. Per il riscaldamento è necessaria una caldaia a gas con una capacità di almeno 10 kW. È facile calcolare: 1.12 m3 di gas è richiesto all'ora.

Se l'impianto di riscaldamento della casa è progettato con competenza e professionalità e la casa è sufficientemente isolata e priva di inutili dispersioni di calore, nella stagione invernale fredda la caldaia a gas accenderà il bruciatore per circa 14 ore al giorno.

Sulla base dei calcoli precedenti, stabiliamo che la caldaia consumerà 14 x 1,12 = 15,68 metri cubi di gas naturale al giorno. Pertanto, al mese risulta: 15.68 x 30 circa 470 m3.

Conoscendo il prezzo del gas, è facile calcolare l'ammontare approssimativo del costo del calore in casa. Si noti che i calcoli di cui sopra sono piuttosto approssimativi e aiuteranno a presentare solo un livello approssimativo dei valori ricercati.

in totale

Indubbiamente, quando si installa un singolo sistema di riscaldamento, il calcolo professionale di tutti i parametri e la corretta selezione di una caldaia a gas individuale per la potenza e altri parametri sono molto importanti. Quando si acquista una tale unità, contare su operazioni a lungo termine e per risparmi a lungo termine, scegliere un'unità con un'elevata efficienza, anche se più costosa. Ciò consentirà di ottimizzare il consumo di gas e, di conseguenza, di risparmiare risorse materiali.

Quanto gas consuma una caldaia a gas?

Al momento dell'acquisto di qualsiasi attrezzatura, in primo luogo prestare attenzione all'efficienza del suo lavoro. Il criterio con cui vengono scelte le caldaie per il riscaldamento a gas è il consumo di gas. Il consumo di gas naturale dipende direttamente dalla capacità della caldaia, dalla sua efficienza, nonché dal carico imposto all'apparecchiatura della caldaia, ovvero dalle dimensioni delle aree riscaldate e dal volume di acqua calda consumata. Nella tabella qui sotto puoi vedere come il consumo di carburante delle caldaie a gas dipende dalla loro potenza.

Perdita di calore

Quando si calcola il progetto di riscaldamento e quando si sceglie la potenza delle apparecchiature a gas, è necessario tenere conto delle eventuali perdite di calore. Il consumo di gas nelle caldaie a gas dipende direttamente dalla perdita di calore. La formula per calcolare la potenza dell'unità di riscaldamento in relazione alla perdita di calore è estremamente semplice: per il riscaldamento 1kV. metro quadrato con un'altezza del soffitto di 3 metri deve presentare 100W di energia termica. Inoltre, è necessario escludere le bozze e le lacune evidenti dall'elenco delle perdite di calore.

Sistemi di automazione

Le moderne installazioni di caldaie sono dotate di un timer incorporato programmabile, che consente di regolare la temperatura dell'aria in casa durante il giorno e la settimana. Di notte, la temperatura può essere abbassata automaticamente, durante il giorno - aumentata. In quei giorni, quando le persone sono assenti in casa, anche il riscaldamento dell'aria diminuisce. Tale zelo consente di ridurre il consumo di carburante della caldaia a gas.

Selezione dei dispositivi di condensazione

In caso di condensa, incluso il consumo di gas della caldaia montato a parete è inferiore a quello di un'unità tradizionale. Il fatto è che le caldaie a condensazione sfruttano appieno l'energia termica che viene rilasciata durante la condensazione del vapore acqueo prodotto nei prodotti di combustione del combustibile. Nei gas di scarico, la temperatura è piuttosto alta. E il design delle caldaie a condensazione consente di utilizzarlo ulteriormente. L'acqua fornita alla caldaia viene prima riscaldata con gas di scarico, quindi con un bruciatore a gas. Il costo di tali dispositivi è più elevato a causa di design e funzionalità più complessi. Ma durante l'operazione delle caldaie a condensazione, la percentuale di risparmio di gas varia dal 15 al 17%, che alla fine pagherà tutti i costi aggiuntivi.

Calcolo del consumo di gas per il riscaldamento o quanto è la "luce blu"

Il gas è usato oggi, quasi in ogni casa. Con il suo aiuto, l'acqua per scopi domestici viene riscaldata, il cibo viene preparato e la casa viene riscaldata. L'approvvigionamento di gas consente di rendere la vita confortevole e le faccende domestiche - meno onerose. Ma qual è il prezzo del problema? Questo è particolarmente vero per il riscaldamento dell'edificio. Dopo tutto, il costo del gas per il riscaldamento domestico rappresenta la parte del leone nella struttura dei costi totale. È impossibile chiamare questo tipo di carburante il più costoso, ma non è mai stato un omaggio. Pertanto, è auspicabile calcolare il consumo di gas nella fase di progettazione dell'impianto di riscaldamento.

Il vantaggio del gas come combustibile

Dato il prezzo al consumo stabilito, si può affermare che il gas è di gran lunga il tipo più economico di carburante per la maggior parte delle regioni del paese. La sua composizione è caratterizzata da un contenuto trascurabile di componenti di zolfo, che determina in gran parte l'efficienza del carburante blu. Durante la combustione, pochissimi inquinanti vengono rilasciati nell'atmosfera, il che suggerisce la sua compatibilità ambientale.

Il carburante blu è caratterizzato da un altro fattore positivo: non provoca la corrosione delle parti metalliche della caldaia quando l'acqua viene riscaldata. Per quanto riguarda la fuliggine e la fuliggine, non ha eguali rispetto ad altri tipi di risorse energetiche (ad eccezione dell'elettricità). Di conseguenza, non è necessario pulire il camino. Il quadro generale è integrato organicamente dal funzionamento durevole di tutti i tipi di riscaldatori a gas.

Esempio di calcolo del consumo di gas

Secondo i dati normativi ottenuti come risultato dell'uso pratico dei sistemi di riscaldamento, nel nostro paese sono necessari circa 1 chilowatt di energia per riscaldare 10 metri quadrati di spazio vitale. Sulla base di questo, i locali di 150 metri quadrati. può riscaldare una caldaia da 15 kW.

Il prossimo è il calcolo del consumo di gas per il riscaldamento al mese:

15 kW * 30 giorni * 24 ore al giorno. Risulta 10 800 kW / ora. Questa cifra non è assoluta. Ad esempio, la caldaia non funziona continuamente a piena capacità. Inoltre, quando la temperatura sale fuori dalla finestra, a volte è addirittura necessario spegnere il riscaldamento. Il valore medio in questo caso può essere considerato accettabile.

Cioè 10 800/2 = 5 400 kW / ora. Questo è il tasso di consumo di gas per il riscaldamento, che è sufficiente per garantire una temperatura confortevole in casa per un mese. Tenendo conto del fatto che la stagione di riscaldamento dura circa 7 mesi, la quantità di gas richiesta è calcolata per la stagione di riscaldamento:

7 * 5400 = 37 800 kW / ora. Considerando che un metro cubo di gas produce 10 kW / ora di energia termica, otteniamo - 37 800/10 = 3 780 metri cubi. gas.

Per confronto, è possibile ottenere 10 kW / ora (secondo le statistiche) dalla combustione di 2,5 kg di legno di quercia con un contenuto di umidità non superiore al 20%. Il tasso di consumo di legna da ardere nell'esempio sopra sarà 37.800 / 10 * 2.5 = 9.450 kg. E pino ha bisogno di più.

Modi per risparmiare gas

Metodo di risparmio del gas modalità economica della caldaia

I dati nell'esempio sono dati per calcolare visivamente il riscaldamento della casa. Ma non tengono conto delle esigenze di riscaldamento dell'acqua per le necessità domestiche e in cucina. In ogni caso, l'adeguamento necessario del risultato. Il suo valore dipende dal numero di abitanti delle abitazioni e dai loro bisogni individuali.

È possibile risparmiare sul riscaldamento, che consuma la parte del leone del gas, nei seguenti modi:

Il modo più semplice e più realizzabile per tutti è quello di ridurre la temperatura di comfort nella stanza. Uno o due gradi per il corpo umano non sono molto evidenti, ma in base ai risultati della stagione di riscaldamento, una figura molto decente si rivelerà.

Come calcolare il flusso di gas nella caldaia a gas

La tecnologia del gas ha guadagnato popolarità grazie all'elevata efficienza, che viene prodotta nel processo di combustione del carburante. Inoltre, i gas di scarico contengono una quantità minima di sostanze nocive. Al momento dell'acquisto di apparecchiature di riscaldamento, vogliamo ottenere un dispositivo efficace ed economico. Pertanto, è importante calcolare in anticipo il consumo effettivo di gas nella caldaia.

Quali fattori influenzano il consumo di carburante

Anni di utilizzo di diversi tipi di carburante hanno dimostrato che il gas costa il 30% in meno rispetto al diesel e all'elettricità. La maggior parte degli utenti si connette alla linea principale, come quando si utilizza il gas in bombole, i soldi vengono spesi alla consegna.

Fattori da considerare quando si sceglie una caldaia per evitare un consumo elevato di carburante:

  • Perdita di calore Il consumo della caldaia a gas dipende direttamente dalla perdita di calore attraverso pareti, finestre, porte, tetto. Pertanto, vengono eseguiti i calcoli preliminari della potenza dell'apparecchiatura. L'area della stanza, la qualità dell'isolamento, l'appuntamento delle stanze adiacenti sono prese in considerazione
  • Impostazioni di sistema. L'installazione automatica include sensori che registrano la temperatura ambiente e regolano il funzionamento dell'unità nella modalità ottimale. Ciò consente di risparmiare sul consumo.
  • Tipo di tecnologia. Quando si utilizza un'unità di condensazione, il consumo di gas è ridotto del 15-20%. A differenza del tipo convezione convenzionale, il condensatore contiene uno scambiatore di calore separato per dirigere l'energia dei prodotti della combustione verso l'impianto di riscaldamento. Ciò aumenta il coefficiente di prestazione (COP) al 100%.

Anche la presenza di uno o due circuiti è importante. Il dispositivo a circuito singolo funziona solo per il riscaldamento. Considerando che doppio circuito - per l'approvvigionamento di acqua calda (HWS) e riscaldamento. Di conseguenza, il suo consumo sarà più.

Le unità con una camera di combustione chiusa consumano meno carburante rispetto a una camera aperta. Colpisce anche la durata della stagione di riscaldamento. Dopotutto, in inverno, la caldaia funziona al massimo, mentre in estate - come minimo, solo per il riscaldamento dell'acqua calda.

Perché la tecnica consuma molto gas? Tutto a causa di un cattivo isolamento degli edifici, depositi di calcare.

La tabella mostra un esempio del consumo massimo per 210 giorni.

Sapendo quanti cubi vengono spesi all'ora, calcoli il tasso al giorno e al mese.

Come calcolare il consumo di carburante

Per il riscaldamento di una casa o di un appartamento privati, vengono utilizzati i calcoli basati su due parametri: la potenza delle apparecchiature di riscaldamento e la superficie del pavimento. Viene calcolato un calcolo medio: 1 kW per 10 m².

Molti articoli sono stati scritti su questo argomento, ma pochissime persone chiariscono che l'unità di misura dei kilowatt è la potenza termica, non quella elettrica. Questo è fuorviante per molti utenti.

Più logico misurare le prestazioni di gas naturale in metri cubi (m³ all'ora) e liquefatti - in chilogrammi (kg / h).

In media, 1 kilowatt di potenza termica richiede 0,112 metri cubi all'ora di gas principale.

Ad esempio, prendi l'aggregato "AOGV" con una capacità di 17,4 kW. I dati del passaporto mostrano il consumo del combustibile principale 1,87 metri cubi, gas liquefatto - 1,3 kg / ora. Questi valori sono validi per il funzionamento continuo, ma se il dispositivo funziona costantemente per usura, le parti si guasteranno rapidamente. Quando si sceglie, lanciare più il 20% alla potenza specificata.

"AOGV" nel nostro esempio verrà installato in una stanza di 140 m². Ora dai un'occhiata alle tariffe (circa):

  • Combustibile naturale: per metro cubo di 3,9 rubli.
  • Sul gas in bottiglia, il calcolo viene dal volume del serbatoio. Per 50 litri - 600 rubli. Il palloncino non è completamente pieno di propano, circa l'80% (21 kg). Ciò significa: 600/21 = 28,6 rubli. Qui puoi aggiungere il costo di spedizione.

Il calcolo giornaliero per la connessione principale sarà il seguente:

Il giorno (24 ore) x 1.87 (m 3 / h) / 2 = 22,4 metri cubi. Per scoprire il costo: 22,4 x 3,9 (tariffa) = 87,5 rubli.

22,4 (consumo giornaliero) x 30 (numero di giorni) = 672 m³.

All'anno (sette mesi - stagione di riscaldamento):

7 x 672 (norma mensile) = 4.704 m³.

Quando si lavora su propano al giorno:

24 (ore) x 1,3 (kg / h) / 2 = 15,6 kg. Per scoprire il costo minimo: 15,6 x 28,6 (tariffa) = 446 rubli.

Per un mese (30 giorni):

15,6 (al giorno) x 30 = 468 kg. Si scopre che in un mese si usano 22.3 serbatoi con propano.

Per l'anno (sette mesi):

7 x 468 (al mese) = 3 276 kg o 156 cilindri.

Non dimenticare che questi calcoli sono forniti per un solo modello. Ogni marchio ha valori diversi, è necessario consultare la documentazione. Vedi le tabelle qui sotto:

E anche per il gas in bottiglia:

Il consumo è influenzato dalla posizione del dispositivo: pavimento o parete. Il materiale di fabbricazione dello scambiatore di calore, il tipo di bruciatore a gas, il numero di giorni lavorativi.

Come ridurre i costi

Se nella sfera della famiglia aderisci ai nostri consigli, puoi risparmiare sull'uso della caldaia:

  • Inizia scegliendo una tecnica. La più economica è la caldaia a condensazione. Risparmia fino al 25% di carburante e l'efficienza raggiunge il 100-110%. Certo, il suo costo è molto più alto, ma, secondo gli esperti, sarà presto ripagato. Prestare attenzione alle recensioni dei consumatori al momento dell'acquisto. La caldaia a doppio circuito consuma il 20-25% in più di energia termica. Pertanto, se la stanza ha bisogno solo di riscaldamento, dare la preferenza a un'installazione a circuito singolo.
  • Prenditi cura dell'isolamento delle pareti, installa finestre di plastica. La perdita di calore attraverso il tetto è facile da determinare grazie all'accumulo di ghiaccioli. Più calore va, più ghiaccioli. In questo caso, spegnere il tetto, utilizzare materiali speciali per l'isolamento.
  • Scegli la tecnologia moderna sugli automatismi. I produttori non invano installare sensori, termostati e regolatori. Questo sistema funziona come un singolo organismo, regolando e regolando automaticamente il lavoro dell'attrezzatura alle condizioni nella stanza. I timer e le modalità speciali consentono di mantenere i valori minimi durante le vacanze o nei fine settimana. E puoi anche scegliere la modalità "Inverno - Estate".
  • Una volta all'anno eseguire lavori di manutenzione. Assicurati di chiamare uno specialista per l'ispezione tecnica. Pulire le parti dai blocchi. Accumuli di scala sullo scambiatore di calore aiutano ad aumentare l'uso di energia termica. Rimuovere la fuliggine e la fuliggine dagli ugelli del bruciatore, pulire il camino in modo tempestivo.
  • Installare un accumulatore di calore (TA). Questa capacità tampone accumula refrigerante e trattiene il calore per un lungo periodo (secondo il principio di un thermos). Anche quando la caldaia è spenta, TA fornirà il fluido ai radiatori. L'uso di un tale buffer consente di risparmiare il 20-30% di carburante.
  • Non selezionare la temperatura massima. Impostare indicatori confortevoli, perché sullo sfondo del consumo medio mensile, anche 1-2 gradi contano.

Ecco come viene calcolato il costo del riscaldamento dello spazio abitativo. Se non si è sicuri della precisione dei calcoli, contattare uno specialista. Prenderà in considerazione tutte le sfumature e ti aiuterà nella scelta di attrezzature economiche.

Come calcolare quanto gas consuma una caldaia a gas

Affinché il consumo di carburante di una caldaia sia razionale, e il denaro non "scorre via" alla velocità della luce, quando si sceglie un'unità, vale la pena prestare attenzione a diversi punti. I principali sono la potenza della caldaia di riscaldamento, l'entità del carico posto sull'unità, (ovvero il volume del consumo di acqua calda, la dimensione dell'area di riscaldamento) e il coefficiente di efficienza.

I costi del gas sono un elemento significativo delle spese del bilancio familiare.

Quindi, prestare attenzione:

  1. Innanzitutto, analizza il luogo in cui verrà posizionata la caldaia. Cos'è questa struttura? Ad esempio, se si tratta di una dacia, non sarà proficuo installare apparecchiature che funzionano a combustibile liquido. Il riscaldamento con combustibile solido sarà una buona soluzione per un terreno di circa 60 m², dove i residenti sono solo nella stagione fredda. Torba, carbone e legna da ardere sono materie prime poco costose che possono essere stoccate.
  2. Quindi pensa a quale tipo di carburante sarà il più facile da ottenere nelle tue condizioni. Ad esempio, una conduttura del gas può passare vicino a casa tua, quindi sarebbe logico posare tubi sul sito. Potrai risparmiare e non spendere un sacco di soldi.
  3. Naturalmente, è possibile acquistare un'unità elettrica. Queste unità funzionano silenziosamente e sono facili da mantenere. Anche l'installazione non è difficile. Gli svantaggi includono l'alto costo dell'elettricità.
  4. Anche le caldaie per il riscaldamento di combustibili liquidi (diesel) non sono meno apprezzate. Tuttavia, il gasolio è più costoso del gas, ma ha quasi le stesse prestazioni.
  5. Caldaia a gas - di solito l'unità più economica, il cui combustibile è più economico di tutti gli altri.

Come potete vedere, ci sono molte opzioni per il riscaldamento domestico, ma la soluzione più economica sarebbe installare una caldaia a gas. Il carburante per esso è il gas naturale. L'unità fornirà all'ambiente calore e acqua calda, oltre a risparmiare sulle bollette.

Quando si sceglie una caldaia a gas, prestare attenzione alle caratteristiche di potenza. Conti da 1 kW per 10 m² di spazio.

Fattori che influenzano il consumo di gas

Questo consumo di gas da parte della caldaia di riscaldamento sarà impreciso, se non si tiene conto di alcune sfumature importanti.

Perdita di calore Quando si calcola il progetto di riscaldamento e si sceglie la potenza del gruppo gas, è necessario tenere conto della perdita di calore che si può verificare, poiché il consumo di gas dipende fortemente da questi.

La potenza della caldaia di riscaldamento con tutte le possibili perdite di calore può essere calcolata utilizzando una formula speciale.

La formula per calcolare la potenza della caldaia a gas

Q = k x V x ΔT 1 kW / h = 860 kcal / h

dove Q è la possibile perdita di calore, (kcal / h);
V è il volume della stanza (lunghezza x larghezza x altezza), m³;
ΔT è la differenza massima tra la temperatura dell'aria dall'esterno e all'interno della stanza durante la stagione fredda, ° C;
k è un indicatore generalizzato del trasferimento di calore a un edificio:
k = 3... 4 - se la stanza è fatta di tavole;
k = 2... 3 - se i muri sono in mattoni e in uno strato;
k = 1... 2 - posa normale (doppio strato di mattoni);
k = 0,6... 1 - camera perfettamente isolata.

La superficie di 1 m² con un'altezza del soffitto di 3 m è ben riscaldata a un costo di energia termica di 100 watt.

Ricorda che le perdite di calore sono anche influenzate da fessure, correnti d'aria, crepe.

Sistema di automazione Molte nuove caldaie a gas dispongono di un sistema di automazione integrato e di un timer per il controllo delle temperature e l'impostazione dei programmi. La programmazione può essere effettuata per diversi periodi: per un giorno, per una settimana. Il sistema di automazione garantisce un utilizzo confortevole dell'impianto di riscaldamento, influisce anche sull'indicatore del consumo di gas e consente di risparmiare il budget.

Caldaia a condensazione Se si decide di acquistare una caldaia a condensazione invece di una caldaia a gas standard, è necessario sapere che il consumo di gas di questa unità sarà inferiore. Il design a condensazione può sfruttare completamente il calore, che è il risultato del processo di condensazione del vapore acqueo formato nei prodotti di combustione del gas. Nello sviluppo del gas, gli indicatori di temperatura sono relativamente alti e la progettazione di unità di condensazione consente di utilizzare questa caratteristica in modo più razionale.

Il liquido fornito alla caldaia viene prima sottoposto al processo di riscaldamento con un ritorno di gas, e quindi ulteriormente riscaldato da un bruciatore a gas. Naturalmente, una caldaia a condensazione è più costosa di una normale unità a gas, ma come risultato si può osservare un'alta percentuale di risparmio di carburante del 15-20%. Questo finirà per ripagare l'investimento fatto all'inizio.

La caldaia a gas a condensazione riduce i consumi e consente di risparmiare circa il 15-20% di gas.

Calcolo delle spese

Quanto una caldaia a gas consuma non è difficile da calcolare. Questo non richiede abilità e abilità aggiuntive, la cosa principale è conoscere i parametri principali: la potenza delle apparecchiature della caldaia e l'area della stanza.

La stagione di riscaldamento per l'anno può essere di circa 250 giorni, ma, si vede, l'unità non funzionerà sempre a piena capacità. L'inverno potrebbe non essere troppo freddo e persino caldo.

Supponiamo che la caldaia funzioni con piena efficienza per circa 100 giorni. Giorni interi durante il mese (30 giorni). Moltiplicare tutti i dati. Di conseguenza, otteniamo kilowatt-ore. Ovviamente, l'apparecchiatura della caldaia non viene utilizzata in questa modalità, quindi la figura risultante può essere facilmente divisa in due. Così, abbiamo imparato quanto gas consuma una caldaia a gas al mese. Per scoprire il consumo per anno, è necessario moltiplicare il consumo medio mensile per il numero di mesi della stagione di riscaldamento (in genere sette).

Analizzando il livello di consumo di gas naturale

Considera un esempio.

Supponiamo che la casa sia di 100 m². Quindi l'unità necessita di una potenza di almeno 10 kW. Per scoprire il consumo di gas combustibile, è necessario moltiplicare la potenza di 24 ore e 30 giorni. Il risultato è 7200. Lo dividiamo per due e otteniamo il consumo di calore al mese pari a 3600 kW / ora.

Per calcolare la stagione di riscaldamento completa, moltiplicare la cifra risultante per sette (mesi di riscaldamento). Ora conosci la potenza richiesta e la quantità di gas che una caldaia a gas consuma ogni anno (25.200 kW / h).

Se lo si desidera, è possibile trascorrere il flusso del consumo di gas della caldaia a gas all'ora, al giorno, ecc.

In media vengono spesi circa 0,112 m³ di gas per 1 kW di potenza della caldaia.

Se si decide di acquistare o di aver già acquistato una caldaia a gas, alimentata dall'elettricità, sarà logico calcolare la quantità di elettricità consumata. La quantità di elettricità consumata dipenderà dai seguenti indicatori.

  • portata della pompa di circolazione;
  • costi per l'accensione automatica;
  • ventola per camera di combustione chiusa;
  • sistema normativo.
Calcolo del volume del consumo di gas naturale È necessario moltiplicare la potenza della caldaia per il consumo di gas di 1 kW di potenza e per il numero di ore di funzionamento.
Ad esempio, 20 kW * 0,112 m³ * 15 ore = 33,6 m³.
In un mese il consumo di gas sarà di 33,6 m³ * 30 giorni = 1008 m³.

Il consumo di elettricità dipende direttamente dalla complessità dell'automazione, dal numero di nodi aggiuntivi, dispositivi, ecc. Naturalmente, la pompa di circolazione aumenterà i costi, poiché è il prodotto che consuma più energia nella struttura di riscaldamento. Gli elementi rimanenti sono meno potenti.

Come ridurre il consumo

È possibile, e anche necessario, cercare di ridurre il consumo di gas di una caldaia. Dopotutto, il budget del proprietario dipende direttamente dalla quantità di carburante consumata dall'unità. Pertanto, è necessario essere interessati a vari modi per ridurre il consumo di gas.

Raramente in ambienti urbani installare caldaie a gas. Ciò è dovuto alla complessità delle apparecchiature di installazione. Tuttavia, succede. Tutto ciò che un cittadino può fare per ridurre il consumo di gas è:

  • riscaldare la facciata della stanza (specialmente se l'appartamento è angolare);
  • comprare una caldaia più economica;
  • installare finestre in PVC ad alta efficienza energetica con doppi vetri.

Un buon isolamento può aiutare a risparmiare sul riscaldamento fino al 50-60%.

Più spesso viene acquistata una caldaia a gas per case estive e case private. A differenza della città, dove il gas è utilizzato principalmente per cucinare, in queste condizioni l'unità del gas può essere utilizzata per il riscaldamento, il riscaldamento della piscina, l'acqua calda sanitaria, ecc.

Impostazione della modalità ottimale di funzionamento della caldaia a gas

Per ridurre il consumo di gas di una caldaia, è possibile eseguire le seguenti azioni:

  • Imposta il contatore. Per controllare il consumo di gas, è possibile installare un contatore o semplicemente monitorare i costi. Compra un notebook e lascialo vicino al contatore. In esso tu prenderai appunti di tanto in tanto. Ovviamente, in pratica il consumo di gas dipenderà dalle condizioni meteorologiche, ei dati saranno condizionali, ma dopo un anno sarete in grado di trarre conclusioni sul tentativo di salvare con elevata precisione.
  • Per eseguire lavori sull'isolamento. Il risparmio di gas può essere maggiore se si lavora seriamente nell'isolamento della casa, vale a dire tetti, soffitta, locali tecnici, cantina, facciata, ad es. tutte le superfici che perdono il calore. Inoltre, con l'isolamento, riceverai l'isolamento acustico. Questo è particolarmente importante se l'edificio si trova vicino alle strade. E così che l'isolamento non ti svuoti la tasca, chiedi consiglio a uno specialista in questo campo. Farà il miglior piano di lavoro.
  • Stabilire la giusta caldaia, che è direttamente responsabile di un microclima favorevole in casa, e il consumo di gas dipende dalla sua efficienza ed efficienza.

Una delle opzioni razionali per il collegamento della caldaia in una casa privata è la seguente:

  1. Caldaia a gas con scambiatore di calore in ghisa dalle corrette caratteristiche di potenza.
  2. Installazione della caldaia di riscaldamento indiretto per la quantità di fluido richiesta.
  3. Installazione del termostato e del programmatore, che consente di controllare l'apparecchiatura della caldaia in base all'ora e al programma impostato.

Per quanto riguarda lo scambiatore di calore in ghisa - tali disegni sono molto resistenti. La loro vita media è di 20 anni. A causa del fatto che ci sono meno parti funzionanti nelle caldaie a pavimento che nei modelli con due circuiti, la manutenzione sarà più economica. Le unità di by-pass sono spesso sottili per il riscaldamento di oltre 100 m².

La potenza della caldaia dell'unità di riscaldamento deve corrispondere al design o a quello calcolato dall'utente.

Consumo di gas nelle caldaie a gas

Riscaldamento a gas: consumo di gas con caldaia a gas

  • Calcolo del consumo di caldaie a gas
  • I principali modi per risparmiare il consumo di gas da una caldaia di riscaldamento
    • Caldaie a gas per gas ridotto

Il gas è considerato uno dei carburanti più economici grazie all'elevata efficienza ottenuta nel processo di combustione.

Schema di caldaia a gas a pavimento.

Inoltre, questo è il combustibile più rispettoso dell'ambiente, cioè, brucia, emette la quantità minima di sostanze nocive nell'atmosfera. Per questi motivi, l'uso del riscaldamento a gas è molto popolare.

Quando acquisti qualsiasi attrezzatura, dovresti essere guidato dall'efficienza del suo lavoro. Nessuna eccezione e caldaie a gas per riscaldamento autonomo. Quando si sceglie un'unità di riscaldamento, forse la prima domanda a cui i consumatori sono interessati è quanto gas consuma le apparecchiature di riscaldamento? Prima di tutto, il consumo di gas dipende dalla potenza della caldaia: più è potente l'attrezzatura a gas, più consuma gas. Ma ci sono altri fattori che determinano il consumo di carburante "blu":

  • l'area della stanza riscaldata;
  • numero di piani;
  • isolamento della stanza;
  • bozze di finestre e porte.

Quando si calcola il sistema di riscaldamento si tiene conto di tutti questi fattori che influiscono direttamente sul consumo di carburante. Come scoprire quanto gas viene consumato da una caldaia a gas e qual è il suo consumo di energia?

Calcolo del consumo di caldaie a gas

Schema di installazione della caldaia.

Calcolare correttamente il consumo di gas per il riscaldamento indipendente non è difficile, non richiede competenze particolari, è sufficiente conoscere i parametri di base. Per fare questo, abbiamo bisogno di conoscere la potenza dell'unità e l'area della stanza riscaldata. La stagione di riscaldamento per l'anno può essere fino a 250 giorni. Ma di regola, durante questo periodo non accendiamo sempre la caldaia a gas a piena capacità. Dopo tutto, gli inverni sono entrambi molto freddi e relativamente caldi, quindi, anche a carico massimo sull'impianto di riscaldamento, la caldaia funziona a pieno regime per meno di 100 giorni. Se supponiamo che la caldaia stia funzionando tutto il giorno per 30 giorni e moltiplica questi dati, otteniamo kilowatt-ore. Tuttavia, come detto prima, la caldaia non viene utilizzata in questa modalità, quindi questa cifra può essere tranquillamente divisa per 2, ottenendo così il consumo medio al mese. Lo moltiplichiamo per il numero di mesi della stagione di riscaldamento (di norma, di 7) e otteniamo il consumo di gas all'anno. Per quanto riguarda la potenza della caldaia, viene prelevata dalla contabilità di 1 kW per 10 m².

Considera come funziona in un esempio separato. Se l'area della vostra camera è di 100 m², allora è necessario scegliere una caldaia con una capacità di almeno 10 kW. Per calcolare il consumo di gas, moltiplichiamo la potenza della caldaia di 24 ore e 30 giorni, ne escono 7200, ci dividiamo a metà e otteniamo il consumo mensile di energia termica, che è pari a 3600 kW / ora. Per calcolare per l'intera stagione di riscaldamento, moltiplicare questa cifra per 7 (il numero di mesi di riscaldamento) e otteniamo il consumo annuale di energia della caldaia o il consumo annuale nella quantità di 25200 kW / ora.

La maggior parte di questa cifra non dice nulla, quindi il consumo può essere convertito in un equivalente in denaro. Per fare questo, è necessario conoscere il costo esatto del gas per 1 kW / ora. Ad esempio, sono 15 kopeck. Prendiamo i nostri dati calcolati 25200 kW / ora e moltiplichiamo per 0,15. Quindi, otteniamo i costi annuali di riscaldamento in contanti equivalenti a 3780, cioè il prezzo per il riscaldamento di una stanza di 100 m².

Lo schema della caldaia a gas camino.

Per rendere più chiara l'immagine, è possibile calcolare il consumo di gas per il riscaldamento in m3. Sulla potenza termica media di 1 kW, la caldaia consuma 0,112 m3. Abbiamo già scoperto che il consumo energetico della caldaia per 100 m² dovrebbe essere di 10 kW, moltiplicarlo per 0,112 e ottenere il consumo di gas all'ora 1,12 m3. I dati ottenuti possono essere moltiplicati per 24 e ottenere il consumo di gas al giorno. La formula ha la seguente forma:

  • 1,12 * 24 = 26,88 (consumo al giorno);
  • 26,88 * 30 = 806,4 (consumo mensile);
  • 806,4 * 7 = 5644,8 (consumo per la stagione di riscaldamento).

Ora rimane da moltiplicare la cifra risultante dalla tariffa. Non ti sembra così tanto, ma le tariffe sempre crescenti ci costringono a cercare tutti i modi di risparmiare, e perché pagare di più se c'è un'opportunità per ridurre il consumo di carburante "blu". E quando si tratta di una casa di campagna con una superficie di 800 m²? Cercheremo di capire come ridurre la quantità di consumo di gas naturale per il riscaldamento.

Torna al sommario

Ci sono 3 modi principali per evitare un grande consumo di carburante "blu" dalla caldaia:

Schema di collegamento dei generatori a una bombola di gas liquefatto.

  1. Perdita di calore Quando si riscalda una stanza c'è una perdita di calore, questo non può sfuggire. Al fine di ottenere una minima dispersione di calore, è necessario tenere conto delle particolarità dell'ambiente durante il calcolo dell'impianto di riscaldamento. In media, 1 m² di spazio riscaldato con un'altezza standard del soffitto (2,5-3 m), l'energia termica dovrebbe essere di almeno 100 watt. Sono esclusi i possibili perdite di calore, correnti d'aria e spazi vuoti.
  2. Timer. Le caldaie più moderne sono dotate di un timer che aiuta a risparmiare il consumo di gas e regola la temperatura nella stanza. Quindi puoi impostare la temperatura dell'aria desiderata nella stanza durante il giorno, di notte o nei fine settimana, quando c'è sempre qualcuno a casa. Tale regolazione automatica ridurrà significativamente il consumo di gas naturale.
  3. Caldaie a condensazione. Questo tipo di caldaia, rispetto al tradizionale, utilizza il carburante "blu" è molto meno. Ciò è spiegato dal fatto che durante la condensazione del vapore acqueo dall'accensione del combustibile, l'energia termica viene rilasciata, che la caldaia consuma completamente, cioè, utilizza inoltre la temperatura del gas già esaurito. Il costo delle caldaie a condensazione è superiore a quello convenzionale, ma in generale si risparmiano fino al 20% del gas consumato, che paga completamente i costi aggiuntivi.

Inoltre, se stai per riscaldare una casa privata, puoi utilizzare il seguente tipo di caldaia.

Torna al sommario

Dovremmo anche menzionare il gas ridotto. Il gas ridotto ha diversi vantaggi. I principali includono: la conservazione dell'intensità energetica e l'assenza di impurità. Cos'è un gas ridotto?

Il principio di produzione di gas ridotto è la conversione del gas naturale in uno stato liquido. Per fare ciò, il gas naturale viene pulito prima dalle impurità e quindi raffreddato fino alla condensa. Questa tecnologia consente di ridurre il volume fino a 600 volte. Conservare il carburante ridotto in bombole direttamente collegate alla caldaia. Tale sistema di riscaldamento è ideale per le case private, in particolare una vasta area, ed è l'unica via d'uscita per le aree remote in cui è problematico eseguire un gasdotto. Pertanto, il gas ridotto è considerato un'eccellente alternativa ai combustibili tradizionali.

La tabella seguente ti consentirà di confrontare la differenza nel consumo di gas e di mostrare la potenza della caldaia in relazione a quanto gas viene consumato:

Teplius

Una caldaia che utilizza gas naturale o liquefatto è considerata l'apparecchiatura più efficiente, ecologica, relativamente economica e ragionevolmente conveniente per il riscaldamento autonomo di appartamenti e case di campagna. Naturalmente, tutti i potenziali proprietari di caldaie a gas vogliono sapere quali costi finanziari sono necessari per prepararsi, se l'opzione scelta sarà economicamente vantaggiosa rispetto ad altri sistemi di riscaldamento.

Cosa misurare il consumo

Sfortunatamente, nella maggior parte degli articoli pubblicati su Internet, esempi di calcolo non forniscono una risposta chiara a questa domanda e ancor più confondono il consumatore ordinario.

La ragione di ciò è il fatto che tali calcoli sono basati sul valore della potenza della caldaia a gas, che produce per un certo periodo di tempo.

La potenza è misurata in kilowatt (kW / h).

Allo stesso tempo, non tutti gli autori degli articoli chiariscono che in questo caso la potenza termica, piuttosto che elettrica, è intesa, quindi, molti utenti valutano in kW / h causa un'associazione con il consumo di energia.

Metodi di calcolo con un chiaro esempio

Caldaia Zhukovsky AOGV

La quantità di gas speso per il riscaldamento di una casa dipende principalmente dalle caratteristiche della caldaia a gas e dalle condizioni del suo funzionamento.

Pertanto, per i calcoli dovrai scoprire:

  • parametri tecnici della caldaia;
  • la sua potenza ed efficienza;
  • portata del gas specificata nella scheda tecnica;
  • spazio

Nel nostro esempio, parteciperà la caldaia a gas AOGV-17.4-3 (Zhukovsky JSC) con una capacità di 17,4 kW con un'efficienza dell'88%.

Consumo di gas naturale - 1,87 metri cubi / ora, gas liquefatto - 1,3 kg / h.

La caldaia si riscalda fino a 140 metri quadrati. metri di spazio totale.

Va tenuto presente che i valori indicati nel passaporto corrispondono al funzionamento continuo della caldaia a piena potenza, e infatti la caldaia lavora 12-14 ore al giorno, quindi suddivideremo i valori calcolati in due.

Tariffe e prezzi del carburante

Accettare condizionalmente il costo della tariffa per il gas naturale - 3.9 rubli. per 1 metro cubo.

Il costo di riempire una bottiglia standard da 50 litri con gas liquefatto è di 600 rubli. Un tale cilindro viene solitamente riempito all'80% (42,5 litri), che è circa 21 kg di miscela propano-butano.

Di conseguenza, il prezzo di 1 chilogrammo di gas liquefatto sarà pari a 600/21 = 28,6 rubli (escluso il costo di trasporto del cilindro alla stazione di servizio e ritorno).

Secondo i dati del passaporto del dispositivo

Questo è il metodo di calcolo più semplice e approssimativo.

Per il consumo di gas naturale è 1,87 metri cubi / h, quindi:

- il consumo giornaliero è di 24 * 1.87 / 2 = 22.4 metri cubi al costo di 22.4 * 3.9 = 87.5 rubli.

- al mese (30 giorni): 22,4 * 30 = 672 metri cubi. al costo di 672 * 3,9 = 2,621 rubli.

- per l'anno (7 mesi della stagione di riscaldamento): 7 * 672 = 4704 metri cubi al costo di 4704 * 3,9 = 18,345 rubli.

Per il gas liquefatto, il consumo della caldaia è di 1,3 kg / h, quindi:

- il consumo giornaliero è 24 * 1,3 / 2 = 15,6 kg ad un costo di 15,6 * 28,6 = 446 rubli.

- al mese (30 giorni): 15,6 * 30 = 468 kg (22,3 bombole di gas) al costo di 468 * 28,6 = 13,385 rubli.

- per l'anno (7 mesi della stagione di riscaldamento): 7 * 468 = 3276 kg (156 bombole di gas) al costo di 3276 * 28,6 = 93 694 rubli.

Secondo il calore specifico della combustione del gas

Il calore specifico di combustione (potere calorifico) di un gas dipende dal tipo di combustibile fossile e dalla composizione qualitativa della miscela. Questo valore può essere trovato nei libri di riferimento sull'ingegneria termica.

Per il gas naturale, il valore di calore specifico più basso è 34,02 MJ / metro cubo o 9,45 kW / h di energia termica. Quando l'efficienza del dispositivo è dell'88%, questo indicatore sarà regolato su 9,5 * 0,88 = 8,3 kW / h.

Quanto consuma una caldaia a gas?

- 1 / 8,3 = 0,12 metri cubi di gas vengono consumati all'ora (per 1 kW di potenza della caldaia) e il consumo totale di gas nella caldaia di riscaldamento è 17,4 * 0,12 = 2,09 metri cubi.

- 24 * 2,09 / 2 = 25,1 metri cubi al giorno, al costo di 25,1 * 3,9 = 97,9 rubli.

- al mese (30 giorni) risulta 25.1 * 30 = 753 metri cubi, al costo di 753 * 3.9 = 2.937 rubli.

- per anno (7 mesi della stagione di riscaldamento) i costi saranno 7 * 753 = 5271 metri cubi, al costo di 5271 * 3,9 = 20,557 rubli.

Per il gas liquefatto, il calore specifico della combustione è 50,38 MJ / kg o 13,99 kW / h. Con un'efficienza dell'88%, questo indicatore sarà regolato su 13,99 * 0,88 = 12,3 kW / h.

Consumo di caldaie per gas liquefatto:

- 1 / 12,3 * 17,4 = 1,39 kg vengono consumati all'ora.

- 24 * 1,39 / 2 = 16,7 kg al giorno al costo di 16,7 * 28,6 = 477,6 rubli.

- al mese (30 giorni): 16,7 * 30 = 501 kg (22,9 bombole di gas) al costo di 501 * 28,6 = 14,329 rubli.

- per anno (7 mesi della stagione di riscaldamento): 7 * 501 = 3507 kg (167 bombole di gas) al costo di 3507 * 28,6 = 100,300 rubli.

Il consumo di gas in una caldaia a doppio circuito è del 20-25% in più (aggiungere questa differenza alla quantità finale).

Confrontando i risultati, è evidente che se consideriamo il calore specifico della combustione del gas, i costi e il costo del riscaldamento sono più alti. Questo perché viene preso il valore minimo del calore specifico di combustione, che può essere effettivamente più alto.

Allo stesso tempo, la disponibilità della possibilità stessa di collegarsi al gasdotto e il costo di tale connessione, che è una quantità piuttosto significativa, dovrebbero essere presi in considerazione.

Vale anche la pena notare che tali calcoli sono molto approssimativi e approssimativi, dal momento che non tengono conto di una serie di circostanze che possono influenzare in modo significativo l'ammontare finale delle spese. In questo caso, il valore dei calcoli può cambiare significativamente verso l'alto o verso il basso.

È meglio affidare il calcolo esatto, tenendo conto di tutte le circostanze, agli specialisti dell'ingegneria del riscaldamento.

Come ridurre i costi

Ulteriori fattori che influiscono sul consumo di gas per il riscaldamento di una casa includono:

  • qualità del carburante;
  • utilizzo del circuito secondario della caldaia per il riscaldamento dell'acqua nell'impianto sanitario (il consumo di gas con uso intensivo di acqua calda aumenta del 20-25%);
  • temperatura esterna;
  • caratteristiche di progettazione e installazione del sistema di riscaldamento;
  • lo stato dei singoli elementi del sistema di riscaldamento durante il funzionamento.

Oltre alla perdita totale di calore a casa, a seconda del grado di isolamento delle pareti, del pavimento e del soffitto, del numero di finestre e porte nei locali, delle loro dimensioni e condizioni, della presenza e del design del sistema di ventilazione e di altre aperture tecnologiche con accesso all'esterno.

Come ridurre il consumo di gas e ridurre il costo del riscaldamento:

  1. acquistare una caldaia con la massima efficienza possibile (il costo più elevato di un tale dispositivo si ripaga nel corso del suo funzionamento a lungo termine);
  2. utilizzare moderne caldaie a turbocompressione o a condensazione;
  3. cercare di ridurre la perdita di calore a casa grazie al suo isolamento di alta qualità;
  4. utilizzare automazioni moderne (termostati, sensori, termostati) per mantenere e regolare il livello di temperatura richiesto nelle stanze;
  5. installare un accumulatore di calore che riduca il tempo di funzionamento del bruciatore a gas;
  6. manutenzione tempestiva degli elementi dell'impianto di riscaldamento (pulizia camini, aria di spurgo dai radiatori, ecc.);
  7. una leggera diminuzione della temperatura nelle stanze (di 1-2 gradi), che non è quasi percepibile per una persona, in sintesi ridurrà significativamente i costi per l'intera stagione di riscaldamento.

Queste misure possono ridurre il consumo di gas fino al 25-30% o più, il che influenzerà significativamente le spese finanziarie nella direzione più piccola.

Top