Categoria

News Della Settimana

1 Radiatori
Fai da te - Come farlo da solo
2 Pompe
Comprendiamo come scegliere le caldaie a doppio circuito per il riscaldamento domestico
3 Caminetti
Più spazio per rilassarsi! Costruzione della fornace russa sulla strada con le proprie mani: uno schema e istruzioni
4 Carburante
Diciamo come realizzare un collettore solare per il riscaldamento con le tue mani.
Principale / Caminetti

mlynok


Nel corso del 2004, la nostra organizzazione ha ricevuto richieste per lo sviluppo di proposte tecniche per le caldaie per il riscaldamento di edifici residenziali e pubblici, in cui il carico sull'acqua calda era molto diverso (inferiore) rispetto a quelli precedentemente richiesti per consumatori identici. Questo è stato il motivo dell'analisi dei metodi per determinare i carichi sull'approvvigionamento di acqua calda (HWS), che sono indicati negli SNiP attuali, e possibili errori derivanti dal loro utilizzo nella pratica.
EO Sibirko

Allo stato attuale, la procedura per la determinazione dei carichi termici sull'ACS è regolata dal documento normativo SNiP 2.04.01-85 * "Approvvigionamento idrico interno e fognatura degli edifici".

Il metodo per determinare il consumo stimato di acqua calda (massimo secondo, massimo orario e media oraria) e il flusso di calore (potenza termica) per un'ora con consumo medio e massimo di acqua secondo la sezione 3 di SNiP 2.04.01-85 * si basa sul calcolo delle spese corrispondenti attraverso dispositivi di piegatura dell'acqua (o gruppi di dispositivi simili con media successiva) e determinazione della probabilità del loro uso simultaneo.

Tutte le tabelle di servizio con dati su varie percentuali di consumo specifiche, ecc., Fornite nello SNiP, sono utilizzate solo per calcolare il consumo attraverso singoli dispositivi e le probabilità della loro azione. Non sono applicabili alla determinazione dei costi in base al numero di consumatori, moltiplicando il numero di consumatori per il consumo specifico! Questo è l'errore principale commesso da molti pagatori nel determinare il carico di calore sull'ACS.

La presentazione del metodo di calcolo nella terza sezione di SNiP 2.04.01-85 * non è semplice. L'introduzione di numerosi indici latini con apice e pedice (derivati ​​dai termini corrispondenti in inglese) rende ancora più difficile comprendere il significato del calcolo. Non è chiaro il motivo per cui ciò è stato fatto nel Russian Snip, perché non tutti parlano inglese e associa facilmente l'indice "h" (dall'inglese hot-hot), l'indice "c" (dall'inglese cold-cold) e "tot" ( dal totale inglese - il risultato) con i corrispondenti concetti russi.

Per illustrare l'errore standard che si incontra nel calcolo della domanda di calore e carburante, darò un semplice esempio. È necessario determinare il carico di acqua calda per un condominio di 45 stanze con una popolazione di 114 persone. La temperatura dell'acqua nel tubo di acqua calda sanitaria è di 55 ° C e la temperatura dell'acqua fredda in inverno è di 5 ° C. Per chiarezza, assumiamo che ogni appartamento abbia due identici punti d'acqua (un lavandino in cucina e un lavandino in bagno).

La variante I del calcolo non è corretta (abbiamo riscontrato ripetutamente questo metodo di calcolo):

Secondo la tabella "Consumi di acqua dei consumatori" dell'allegato 3 SNiP 2.04.01-85 * obbligatorio, si definisce per "Edifici residenziali di tipo residenziale: con bagni da 1500 a 1700 mm di lunghezza, dotati di docce", il consumo di acqua calda per abitante per ora del consumo idrico più elevato è qhhr, u = 10 l / h Quindi, tutto sembrerebbe abbastanza semplice. Il consumo totale di acqua calda per casa all'ora di maggiore consumo di acqua in base al numero di abitanti 114 persone: 10. 114 = 1140 l / h.

Quindi, il consumo di calore nell'ora di maggiore consumo d'acqua sarà pari a:

dove U è il numero di abitanti nella casa; g - densità dell'acqua, 1 kg / l; c è la capacità termica dell'acqua, 1 kcal / (kg • ° С); th - temperatura dell'acqua calda, 55 ° C; tс - temperatura dell'acqua fredda, 5 ° С.

Il locale caldaia, costruito in realtà sulla base di questo calcolo, chiaramente non ha sopportato il carico di acqua calda nei momenti di picco smontaggio dell'acqua calda, come evidenziato dalle numerose lamentele dei residenti di questa casa. Dov'è l'errore qui? Sta nel fatto che se leggi attentamente la Sezione 3 di SNiP 2.04.01-85 *, si scopre che l'indicatore q hhr, u, indicato nell'appendice 3, viene utilizzato nel metodo di calcolo solo per determinare la probabilità degli apparecchi sanitari, e il massimo il consumo di tempo di acqua calda è determinato in modo abbastanza diverso.

Opzione di calcolo II - in stretta conformità con la metodologia di SNiP:

1. Determinare la probabilità del dispositivo.

dove qhhr, u = 10 l - secondo l'Appendice 3 per questo tipo di utenti dell'acqua; U = 114 persone - il numero di abitanti nella casa; qh0 = 0,2 l / s - in conformità con il punto 3.2 per gli edifici residenziali e pubblici, è consentito assumere tale valore in assenza delle caratteristiche tecniche degli strumenti; N - il numero di apparecchi sanitari con acqua calda, in base ai due punti d'acqua accettati in ciascun appartamento:

N = 45. 2 = 90 dispositivi.

Quindi, otteniamo:

P = (10 x 114) / (0,2 x 90 x 3600) = 0,017.

2. Ora determineremo la probabilità di utilizzare dispositivi sanitari (la capacità del dispositivo di fornire il consumo idrico orario normalizzato) durante l'ora stimata:

,
dove P è la probabilità del dispositivo, definita nel paragrafo precedente, - P = 0,017; qh0 = 0,2 l / s è il secondo consumo d'acqua attribuito a un dispositivo (era anche usato nel paragrafo precedente); qh0, hr è il flusso orario di acqua da parte del dispositivo, in conformità con il punto 3.6, in assenza delle caratteristiche tecniche di dispositivi specifici, è consentito assumere qh0, hr = 200 l / h, quindi:

3. Poiché Ph è inferiore a 0,1, applichiamo la seguente tabella. 2 dell'allegato 4, secondo cui definiamo:

4. Ora possiamo determinare il consumo orario massimo di acqua calda:

5. Infine, determiniamo il carico termico massimo della fornitura di acqua calda (flusso di calore durante il periodo di consumo massimo di acqua durante l'ora di massimo consumo):

dove Qht è la perdita di calore.

Prendiamo in considerazione la perdita di calore, prendendoli per il 5% del carico calcolato.

Abbiamo ottenuto il risultato più del doppio del risultato del primo calcolo! L'esperienza pratica mostra che questo risultato è molto più vicino ai reali bisogni di acqua calda per un condominio di 45 stanze.

Per confronto, può essere dato il risultato del calcolo secondo il vecchio metodo, che è dato nella maggior parte dei libri di riferimento.

Opzione III. Calcolo secondo il vecchio metodo. Il consumo orario massimo di calore per le esigenze di fornitura di acqua calda per edifici residenziali, alberghi e ospedali generali in base al numero di consumatori (in conformità con SNiP IIG.8-62) è stato determinato come segue:

dove coefficiente di irregolarità kch - orario del consumo di acqua calda, prelevato, ad esempio, dalla tabella. 1.14 manuale "Adeguamento e funzionamento delle reti di riscaldamento dell'acqua" (cfr. Tabella 1); n1 - numero stimato di consumatori; b - la percentuale di consumo di acqua calda per 1 consumatore viene presa secondo le tabelle corrispondenti di SNiPa IIG.8-62 e per condomini residenziali dotati di bagni da 1500 a 1700 mm di lunghezza, 110-130 l / giorno; 65 - temperatura di acqua calda, ° С; è la temperatura dell'acqua fredda, ° С, presa come tх = 5 ° С.

Pertanto, il massimo consumo orario di calore per l'acqua calda sarà pari a:

È facile vedere che questo risultato coincide quasi con il risultato ottenuto con il metodo corrente.

Applicazione del consumo di acqua calda per abitante all'ora di consumo idrico massimo (ad esempio, per "Case appartamenti con vasche da 1500 a 1700 mm di lunghezza" qhhr == 10 l / h), fornite nell'appendice 3 obbligatoria di SNiP 2.04.01-85 * "Approvvigionamento idrico interno e fognatura degli edifici", non è appropriato per determinare il consumo di calore per le esigenze di approvvigionamento di acqua calda moltiplicandolo per il numero di abitanti e la differenza di temperatura (entalpia) di acqua calda e fredda. Questa conclusione è confermata sia dall'esempio di calcolo citato che da un'indicazione diretta di ciò nella letteratura educativa. Ad esempio, nel libro di testo per le università "Heat", ed. AA Ionina (M.: Stroiizdat, 1982) a p. 14 leggi: "... Massimo consumo di acqua ogni ora Gch. max non deve essere miscelato con il consumo di acqua normalizzato all'ora del più alto consumo di acqua Gy.h. Quest'ultimo, come un certo limite, viene utilizzato per determinare la probabilità dell'azione dei dispositivi di piegatura dell'acqua e diventa uguale a Gч. max solo per un numero infinito di accessori per l'acqua. " Il calcolo secondo il vecchio metodo fornisce un risultato molto più accurato a condizione che le tariffe giornaliere di acqua calda siano applicate al limite inferiore degli intervalli indicati nelle tabelle corrispondenti del vecchio SNiP rispetto al calcolo "semplificato" che molti calcolatori eseguono utilizzando lo SNiP corrente.
I dati della tabella dell'appendice 3СНиП 2.04.01-85 * devono essere utilizzati per calcolare la probabilità dell'azione dei dispositivi di piegatura dell'acqua, come richiesto dalla metodologia descritta nella sezione 3 di questo SNiP, e quindi determinare bhr e calcolare il consumo di calore per le esigenze dell'ACS. Conformemente alla nota nella clausola 3.8 di SNiP 2.04.01-85 *, per gli edifici ausiliari delle imprese industriali, il valore qhr può essere determinato come la somma del consumo di acqua per uso doccia e fabbisogno di acqua potabile, accettato dall'allegato 3 obbligatorio dal numero di consumatori di acqua nel turno più numeroso.

Calcola il carico di acqua calda

Consumo medio giornaliero di calore per fornitura di acqua calda (HWS) di edifici residenziali e pubblici durante il periodo di riscaldamento

dove 1.2 è il coefficiente di consumo irregolare settimanale di calore per l'approvvigionamento di acqua calda per edifici residenziali e pubblici;

m è il numero di abitanti del distretto, m = 105.000 persone;

a - il tasso di consumo di acqua per l'approvvigionamento di acqua calda per persona che vive in un edificio residenziale con acqua calda, a = 107 kg / (giorno · persona);

b - il tasso di consumo di acqua per l'acqua calda consumata negli edifici pubblici, a persona, b = 25 kg / (giorno · persona);

tg -...
temperatura dell'acqua calda fornita al sistema ACS, tg = 55 ° C;

thz - temperatura dell'acqua fredda (rubinetto) durante il periodo di riscaldamento, thz = 5 ° С;

Carico medio di fornitura di acqua calda di edifici residenziali e pubblici durante il periodo di riscaldamento

Il consumo medio giornaliero di calore per l'acqua calda negli edifici residenziali e pubblici in estate

dove th.l - temperatura dell'acqua fredda (rubinetto) in estate, th.l = 15 ° С;

Kl - coefficiente che tiene conto della variazione del consumo di acqua per l'acqua calda nel periodo estivo in relazione al consumo di acqua nel periodo di riscaldamento, per il settore abitativo è portato al= 0,8;

Carico medio di edifici residenziali e pubblici GVS in estate

Carico massimo stimato di fornitura di acqua calda nel periodo di riscaldamento per edifici residenziali

dove χ è il coefficiente calcolato di disuniformità oraria, χ = 2.4;

1.4 Calcolo del carico termico totale

La tabella 2 riassume i risultati del calcolo dei carichi di riscaldamento degli edifici residenziali e pubblici, la ventilazione degli edifici pubblici, la fornitura di acqua calda e il totale, corrispondenti a tre temperature medie giornaliere tn aria esterna: +8 ° C, tn.o e tNV.Per determinare i valori mancanti dei carichi termici di riscaldamento e ventilazione (Qsu a +8 ° C e tNV; Qnel a +8 ° C) utilizzare la seguente formula per ricalcolare i carichi di calore:

Tabella 2 - Il valore dei carichi di calore in base alla temperatura esterna media giornaliera tn

Consumo di acqua per le esigenze di approvvigionamento di acqua calda, standard

CALCOLO DELL'OROLOGIO PORTATA MASSIMA DELLA CASA PRIVATA DELL'ACQUA CALDA

Il consumo di acqua per il fabbisogno di acqua calda deve essere determinato in base alle norme del consumo di acqua calda, tenendo conto della probabilità di utilizzare raccordi idraulici. Determina il carico sul sistema di acqua calda al massimo flusso di acqua calda e prendilo in considerazione quando scegli una fonte di calore. Ciao, cari amici! Siamo abituati a usare l'acqua calda ogni giorno e difficilmente possiamo immaginare una vita comoda se non si può fare un bagno caldo o lavare i piatti sotto il rubinetto da cui scorre un flusso freddo. L'acqua della temperatura desiderata e nella giusta quantità è ciò che il proprietario di ogni casa privata sogna. Oggi determineremo il consumo stimato di acqua e calore per la fornitura di acqua calda della nostra casa. Dovresti capire che in questa fase non è particolarmente importante per noi dove riceveremo questo calore. Forse ne terremo conto nella scelta della potenza della fonte di calore e riscalderemo l'acqua per le esigenze di acqua calda nella caldaia. Forse riscalderemo l'acqua in una caldaia elettrica separata o colonna di gas, e forse lo porteremo.

Bene, e se non ci sono possibilità tecniche per eseguire il sistema ACS a casa, allora andremo al nostro stabilimento balneare o al villaggio. I nostri genitori andavano soprattutto ai bagni della città, e ora - il bagno russo mobile suonò sotto la tua finestra. Certo, la vita non sta ferma e la presenza di un bagno e una doccia in casa oggi non è più un lusso, ma una semplice necessità. Pertanto, il sistema ACS in casa fornirà. La correttezza del calcolo della fornitura di acqua calda dipenderà dalla grandezza del carico sul sistema ACS a casa e, in definitiva, dalla scelta della fonte di calore. Pertanto, è necessario affrontare questo calcolo molto seriamente. Prima di scegliere lo schema e le attrezzature del sistema di acqua calda sanitaria, dobbiamo calcolare il parametro principale di qualsiasi sistema - il consumo massimo di acqua calda per ora di consumo massimo di acqua (QGV max, kg / h).

In pratica, utilizzando un cronometro e misurando la capacità, determiniamo il flusso di acqua calda, l / min durante il riempimento del bagno

Calcolo del consumo orario massimo di acqua calda per ora del suo consumo massimo di acqua

Per calcolare questo flusso, passiamo alle norme sul consumo di acqua calda (sotto la testa di SNiP 2-34-76), vedere la Tabella 1.

Tasso di flusso di acqua calda (secondo la testa di SNiP 2-34-76)

Tabella 1

- lavandini, lavandini e docce;

- bagni e docce sedentari;

- bagni di lunghezza da 1500 a 1700 mm e docce.

gIS - media per il periodo di riscaldamento, l / giorno;

ge - il più alto consumo di acqua, l / giorno;

gi.ch - il più alto consumo di acqua, l / h.

Cari amici, voglio avvertirvi di un errore comune. Molti sviluppatori e giovani designer inesperti eseguono il calcolo del consumo orario massimo di acqua calda utilizzando la formula

G max = gi.ch * U, kg / h

gi.ch - la portata del flusso di acqua calda, l / h, il più alto consumo di acqua, è ricavata dalla tabella 1; U - il numero di consumatori di acqua calda, U = 4 persone.

G max = 10 * 4 = 40 kg / ho 0,67 l / min

QGV max = 40 * 1 * (55 - 5) = 2000 kcal / ho 2.326 kW

Calcolando il flusso dell'acqua in questo modo e scegliendo la potenza della fonte di calore per riscaldare questo flusso, ti sei calmato. Ma quando sei sotto la doccia, sarai sorpreso di scoprire che solo 3 gocce d'acqua al secondo gocciolano sul tuo punto calvo sporco e sudato. Né lavarsi le mani, né sciacquare i piatti, per non parlare di fare il bagno è fuori questione. Allora, qual è l'affare? E l'errore è che il massimo consumo orario di acqua al giorno del consumo massimo di acqua non è stato determinato correttamente. Si scopre che tutte le norme sul consumo di acqua calda nella Tabella 1 dovrebbero essere utilizzate solo per il calcolo della portata attraverso i singoli dispositivi e le probabilità di utilizzo della loro azione. Questi standard non sono applicabili alla determinazione dei costi in base al numero di consumatori, moltiplicando il numero di consumatori per il consumo specifico! Questo è l'errore principale commesso da molti contribuenti nel determinare il carico di calore sul sistema ACS.

Se è necessario determinare le prestazioni dei generatori di calore (caldaia) o dei riscaldatori in assenza di abbonati di serbatoi di acqua calda (il nostro caso), il carico calcolato sul sistema ACS dovrebbe essere determinato dal consumo orario massimo di acqua calda (calore) al giorno di consumo massimo di acqua utilizzando la formula

QGV max = G max * con * (tg.sr - tx) kcal / h

G max - il consumo orario massimo di acqua calda, kg / h. Il massimo consumo orario di acqua calda, G max, tenendo conto della probabilità di utilizzare dispositivi di raccordo dell'acqua, dovrebbe essere determinato dalla formula

g - la velocità del flusso di acqua calda, dispositivi di raccordo acqua l / s. Nel nostro caso: per il lavabo ga = 0,07 l / s; per il lavaggio gm = 0,14 l / s; per la doccia gd = 0,1 l / s; per il bagno gnel = 0,2 l / s. Scegli un valore più grande, cioè g = gnel = 0,2 l / s; Ke - Coefficiente di utilizzo adimensionale del dispositivo di piegatura dell'acqua per 1 ora del massimo consumo di acqua. Per un bagno con un flusso caratteristico (più grande) di acqua calda gx = 200 l / h, questo coefficiente sarà uguale a Ke = 0,28; αh - quantità adimensionale, determinata in base al numero totale N di dispositivi di piegatura dell'acqua e alla probabilità di utilizzarli Ph per 1 ora la maggior parte del consumo di acqua. A sua volta, la probabilità di utilizzare raccordi per l'acqua può essere determinata dalla formula

Ph = gi.ch * U / 3600 * Ke * g * N

gi.ch - la velocità del flusso di acqua calda nell'ora di massimo consumo di acqua, l / h. Viene preso secondo la tabella 1, gi.ch = 10 l / h; N - il numero totale di raccordi dell'acqua installati in casa, N = 4.

QGV max = 444 * 1 * (55 - 5) = 22200 kcal / ho 25,8 kW

No, né la temperatura desiderata, né il corretto flusso di acqua calda - disagio

Come puoi vedere, cari amici, il consumo di acqua e, di conseguenza, il calore è aumentato di circa 10 volte. Inoltre, il consumo di calore per l'acqua calda (25,8 kW) è 2 volte il consumo totale di calore per il riscaldamento e la ventilazione della casa (11,85 + 1,46 = 13,31 kW). Se questi dati vengono presentati al "Cliente", i suoi capelli si rizzano e lui chiederà che gli venga spiegato - qual è il problema? Quindi aiutiamolo. Le seguenti tabelle 2 e 3 ci aiuteranno in questo. Ora passiamo alla tabella 2 e calcoliamo il consumo orario massimo di acqua quando tutti gli utenti dell'acqua stanno caricando allo stesso tempo. Sommati tutti i costi tipici, otteniamo 530 l / h. Come potete vedere, il flusso caratteristico totale è risultato superiore al calcolato (444 l / h) a 86 l / h. E questo non è sorprendente, dal momento che la probabilità che tutti gli apparecchi di piegatura dell'acqua funzionino contemporaneamente è molto piccola. Abbiamo e quindi il valore di garantire la necessità di acqua calda dal massimo è dell'84%. In realtà, questo valore è ancora meno - circa il 50%. Proviamo a ottenere un valore reale, per questo usiamo la tabella 3. Non dimenticare che le norme sul consumo di acqua calda sono progettate per i consumatorig.sr = 55 o C, troveremo i costi nella tabella a tg.sr = 40 o C.

Il consumo totale minimo di acqua calda, quando la temperatura media dell'acqua è pari a t GV = 40 ° C e l'azione simultanea di tutti i dispositivi di presa d'acqua con la sicurezza di una determinata portata dell'84% sarà uguale a G min = [(5 * 1.5) + (20 * 5) + (30 * 6) + (120 * 10)] * 0,84 = 342,3 l / h (239,6 l / ha t GV = 55 ° C)

Il massimo consumo totale di acqua calda, con una temperatura media dell'acqua di 40 ° C e l'azione simultanea di tutti i dispositivi di immissione dell'acqua con una sicurezza di questa portata dell'84%, sarà pari a G max = [(15 * 3) + (30 * 5) + (90 * 6) + (200 * 15)] * 0,84 = 869,4 l / h (608,6 l / ha t GV = 55 ° C)

Portata media a t GV = 55 o C sarà uguale a G media = (G min + G max) / 2 = (239.6 + 608.6) / 2 = 424.1 l / h. Quindi abbiamo ottenuto ciò che stavamo cercando: 424,1 l / h invece di 444 l / h con calcolo.

La velocità di flusso dei raccordi dell'acqua calda (Capitolo SNiP 2-34-76)

2.1.3 Calcolo del carico di calore sull'acqua calda

QGVS = 1.2cpgu U (tz - tc) / T, W (3)

dove c è la capacità termica specifica dell'acqua, с = 4190 J / (kg · єС);

p è la densità dell'acqua, p = 1000 kg / mi;

gu è il consumo medio giornaliero di acqua calda per unità di misura del consumatore, mi / (unità giornaliere) preso secondo [1];

U è il numero di unità di consumo;

tz - temperatura dell'acqua calda al punto di smantellamento, єС;

tc è la temperatura dell'acqua fredda durante il periodo di riscaldamento, С;

T è il tempo del consumo di acqua calda durante il giorno, s / giorno.

Scuola QGVS = 1,2 · 4190 · 1000 · 0,008 · 700 (60 - 5) / 12 · 3600 = 35848 W

Palazzo della Cultura QGVS = 1.2 · 4190 · 1000 · 0.005 · 1200 (60 - 5) / 12 · 3600 = 38408 W

Edificio residenziale (4 piani) QГВС = 1,2 · 4190 · 1000 · 0,120 · 72 (60 - 5) / 24 · 3600 = 27654 W

Edificio residenziale (2 piani) QГВС = 1,2 · 4190 · 1000 · 0,120 · 456 (60 - 5) / 24 · 3600 = 175142 W

Edificio residenziale (2 piani) QGVS = 1.2 · 4190 · 1000 · 0.120 · 528 (60 - 5) / 24 · 3600 = 202796 O

Edificio residenziale privato QGVS = 1,2 · 4190 · 1000 · 0,120 · 48 (60 - 5) / 24 · 3600 = 18436 W

0,50 MW = 0,43 Gcal / ora

Nel periodo caldo dell'anno non è richiesta l'erogazione di acqua calda.

Massimo consumo orario di calore per acqua calda, W

dove in - il coefficiente di consumo irregolare orario di acqua calda.

Per il teleriscaldamento con edifici residenziali e pubblici secondo

Potenza termica del sistema di acqua calda

In conformità con [49], i flussi massimi di calore per l'approvvigionamento di acqua calda, così come i flussi di calore massimali per il riscaldamento e la ventilazione di edifici residenziali, pubblici e industriali, dovrebbero essere presi nella progettazione di reti di calore per i progetti pertinenti.

In assenza di progetti, è consentito determinare i flussi di calore sulla base di calcoli eseguiti ulteriormente.

Il flusso medio di calore per la fornitura di acqua calda degli edifici, secondo [49], dovrebbe essere determinato secondo le norme dell'acqua calda in conformità con SNiP 2.04.01-85 "Approvvigionamento idrico interno e fognatura degli edifici".

Per la maggior parte degli edifici residenziali, industriali e pubblici, la domanda totale di calore annuale per il riscaldamento dell'acqua è pari al 10-30% della domanda di energia per il riscaldamento. Tuttavia, in un certo numero di edifici (bagni, lavanderie, negozi per lavare parti, ecc.) La necessità di acqua calda è così grande che il suo riscaldamento consuma più energia termica rispetto al riscaldamento. La peculiarità della modalità operativa dei sistemi di alimentazione dell'acqua calda è che il consumo di acqua smontato dal sistema non è costante durante il giorno o il turno di lavoro. Varia molto e dipende dal numero e dalla durata dell'azione simultanea dei punti d'acqua.

La modalità di funzionamento non uniforme viene osservata non solo dall'ora del giorno, ma anche dai giorni della settimana. In particolare, negli edifici residenziali il consumo massimo di acqua calda e, di conseguenza, il maggior consumo orario di energia termica è stato registrato nelle ore mattutine e serali (Fig. 2.3, a). Durante le ore di massimo consumo d'acqua, il consumo di calore è parecchie volte superiore alla media oraria giornaliera e di notte (da 0 a 6 ore) il consumo è insignificante e ammonta a solo il 4% della media oraria. Studi condotti da A.V. Khludov ha dimostrato che il maggior consumo di acqua calda viene celebrato nei giorni precedenti la vacanza. Qui, il carico di punta è più di tre volte il carico orario medio e la sua durata è due volte più lunga di un giorno di riposo.

Nella progettazione di reti di calore, il consumo di calore stimato per il riscaldamento dell'acqua è massimo o orario. La scelta in questo caso è determinata dalla portata e dalla temperatura dell'acqua consumata per unità di tempo, dalla durata del picco di carico, nonché dai requisiti imposti sull'affidabilità e qualità della fornitura di calore dell'oggetto. Per far funzionare il sistema con un consumo minimo, sono necessarie apparecchiature più potenti, che, nelle ore di riduzione del carico di punta, funzionano con efficienza ridotta.

Quando si progetta la fornitura di calore dalle caldaie a tetto (vedi p.4.7), la capacità termica del sistema di erogazione dell'acqua calda è determinata non dal massimo, ma dal valore medio orario. Ciò è reso possibile dall'uso della modalità di regolazione associata, con

che in caso di passaggio del picco di acqua calda parte del calore del sistema di riscaldamento viene temporaneamente utilizzato per l'acqua calda. Questo si riferisce al fatto che la temperatura nell'edificio è pressoché invariata a causa dell'accumularsi della capacità di racchiudere strutture e sistemi. È anche possibile utilizzare serbatoi di stoccaggio per acqua calda.

Al fine di migliorare l'efficienza del sistema di fornitura di calore dei grandi consumatori che hanno una durata relativamente breve del picco di carico al giorno, prendono la tariffa oraria media per il consumo stimato. Allo stesso tempo, sono previsti dispositivi speciali nel sistema di alimentazione del calore che consentono, senza degradare la qualità della fornitura di acqua calda, di ridurre il flusso di progettazione e portarlo alla velocità oraria media. Ad esempio, quando si installano i serbatoi di stoccaggio, il carico di picco viene ridotto e, di conseguenza, diminuiscono la potenza dei generatori di calore, i diametri dei tubi e il capitale associato e i costi operativi. Capacità della batteria Gak installato presso il consumatore, è determinato dalla linea di alimentazione 1 e dalla curva integrale del flusso di acqua calda 2 (figura 2.3.6).

Nel determinare il consumo stimato di energia termica richiesta per il riscaldamento dell'acqua, vengono presi in considerazione i seguenti fattori: il consumo di acqua, le temperature iniziali e finali dell'acqua riscaldata, nonché la modalità di funzionamento del sistema di acqua calda durante il giorno o il turno di lavoro. Il tasso di consumo dell'acqua e la temperatura finale dell'acqua riscaldata sono stabiliti dai documenti normativi pertinenti o dai requisiti tecnologici dei processi di produzione. Pertanto, secondo SNiP 2.04.01-85 "Approvvigionamento di acqua calda e fredda", le norme per il consumo di acqua calda per le esigenze domestiche e la sua temperatura finale pari a 55 ° C sono previste per edifici di vari scopi. La temperatura dell'acqua nei luoghi di distribuzione dell'acqua dipende dal metodo di collegamento del sistema di acqua calda alle reti di riscaldamento: con sistemi di riscaldamento aperti (vedere § 3.1) - non inferiore a 60 ° C; quando chiuso - non inferiore a 50 ° C; per sistemi di acqua calda locali - non inferiore a 60 ° С. La temperatura massima non deve superare i 75 ° C. Temperatura dell'acqua fredda tx determinare per ciascun oggetto in base ai dati effettivi della fonte di approvvigionamento idrico. In assenza di tali dati, viene preso in base alla stagione: nel periodo freddo, ad es. durante la stagione di riscaldamento tx =

5 ° С, in caldo tx = 15 ° C.

Se la temperatura finale dell'acqua riscaldata è diversa da 55 ° C, quindi per determinare il tasso di consumo di acqua a qualsiasi temperatura, utilizzare la formula:

dove a55 - il tasso di consumo di acqua a una temperatura di 55 C per unità di consumo di acqua; tx.s e tr - rispettivamente, la temperatura iniziale e finale dell'acqua riscaldata per condizioni specifiche.

I costi di riscaldamento per il riscaldamento sono determinati dal consumo di acqua durante l'ora, il giorno o il turno di lavoro del consumo di acqua più elevato. In questo caso, ci sono consumatori con consumo uniforme e irregolare di acqua calda durante il giorno.

Per gli edifici con consumo di acqua non uniforme (edifici residenziali, alberghi, ospedali, ecc.) Viene calcolato o il consumo orario medio

o ora massima

dove c è il calore specifico dell'acqua riscaldata a una temperatura media; a - il tasso di consumo di acqua per unità di consumo di acqua (vedi tabella 2. 7); p è la densità dell'acqua ad una temperatura media; m è il numero di abitanti o unità di consumo di acqua; tD e txs - temperatura dell'acqua dietro e davanti al riscaldatore; tr - il numero di ore di funzionamento del sistema di acqua calda al giorno

o turno di lavoro; k - il coefficiente di irregolarità oraria, preso secondo le norme di progettazione dei sistemi di acqua calda, a seconda dello scopo degli edifici.

Tabella 2.6

Indicatori integrati del flusso di calore medio fornitura di acqua calda qh,

3.2 Calcolo del consumo di calore per la fornitura di acqua calda di una casa residenziale

Carico medio orario di calore della fornitura di acqua calda al consumatore di energia termica Qhm, Gcal / h, durante il periodo di riscaldamento è determinato dalla formula:

a = 100 l / giorno - il tasso di consumo di acqua per l'acqua calda;

N = 4: il numero di persone;

T = 24 h - la durata del funzionamento del sistema di acqua calda dell'abbonato al giorno, h;

tc- temperatura dell'acqua del rubinetto durante il periodo di riscaldamento, ° С; in assenza di informazioni affidabili,c= 5 ° С;

Qhm= 100 ∙ 4 ∙ (55-5) ∙ 10 -6 / 24 = 833,3 10 -6 Gcal / h = 969 W

3.3 Consumo di calore totale e consumo di gas

Per il design della caldaia è selezionato il doppio circuito. Nel calcolo della portata del gas, si tiene conto che la caldaia per il riscaldamento e la fornitura di acqua calda funziona separatamente, cioè quando il circuito ACS è acceso, il circuito di riscaldamento è spento. Quindi il consumo di calore totale sarà uguale al flusso massimo. In questo caso, il massimo consumo di calore per il riscaldamento.

1. ΣQ = QOMAX= 6109 kcal / h

2. Determiniamo il flusso di gas secondo la formula:

dove Qn p = 34 MJ / m 3 = 8126 kcal / m 3 - il più basso potere calorifico del gas;

V = 6109 / (0,91 / 8126) = 0,83 m 3 / h

Per il cottage scegli

1. Una caldaia a doppio circuito AOGV-8, potenza termica Q = 8 kW, consumo di gas V = 0,8 m 3 / h, pressione di ingresso nominale del gas naturale Pnom = 1274-1764 Pa;

2. Fornello a gas, 4 fuochi, GP 400 MS-2p, consumo di gas V = 1,25 m 3

Consumo totale di gas per casa:

Vg = N ∙ (Vpr ∙ Ko + caldaia V2 ∙ Kun gatto), (3.5)

dove Ko = 0,7 è il coefficiente di simultaneità per un fornello a gas preso in base alla tabella in base al numero di appartamenti;

Kun gatto= 1 - il coefficiente di simultaneità per la caldaia secondo la tabella 5 [4];

Vh = 1,25 ∙ 1 + 0,8 0,85 = 1,93 m 3 / h

Vh = 67 (1,25 ∙ 0,2179 + 0,8 0,85) = 63,08 m 3 / h

3.4 Progettare carichi termici scolastici

Calcolo dei carichi sul riscaldamento

Il carico orario stimato di riscaldamento di un edificio separato è determinato da indicatori integrati:

dove  è il fattore di correzione, tenendo conto della differenza tra la temperatura esterna calcolata per il progetto di riscaldamentooda to= -30 ° С, a cui viene determinato il valore corrispondente, viene prelevato secondo l'appendice 3 [2], α = 0,94;

Volume di costruzione V mediante misurazione esterna, V = 2361 m 3;

qo- caratteristiche di riscaldamento specifiche dell'edificioo= -30 °, accettareo= 0,523 W / (m 3 ∙ ◦С)

tn- progettare la temperatura dell'aria in un edificio riscaldato, presa a 16 ° C

tsu- progettazione della temperatura ambiente per la progettazione del riscaldamento (tsu= -34◦С)

Ki.r - il tasso di infiltrazione stimato dovuto al calore e alla pressione del vento, cioè il rapporto tra la perdita di calore di un edificio con infiltrazione e trasferimento di calore attraverso recinzioni esterne a una temperatura esterna calcolata per la progettazione del riscaldamento. Calcolato dalla formula:

dove g è l'accelerazione di gravità, m / s 2;

Si presuppone che l'altezza libera da L dell'edificio sia di 5 m;

ω è la velocità del vento calcolata per l'area durante il periodo di riscaldamento, ω = 3 m / s

Qo= 0,91 0,94 2361 ∙ (16 + 34) (1 + 0,044) ∙ 0,39 ∙ 10 -6 = 49622,647 10 -6 W.

Calcolo dei carichi sulla ventilazione

In assenza della brutta copia dell'edificio ventilato, il consumo stimato delle zattere per la ventilazione, W [kcal / h], è determinato dalla formula per i calcoli integrati:

dove v n - il volume dell'edificio per misura esterna, m 3;

qv - la caratteristica specifica di ventilazione dell'edificio, W / (m 3 · ° С) [kcal / (h · m 3 · ° С)], è presa mediante calcolo; in assenza di dati sul tavolo. 6 per edifici pubblici [2];

tj, - temperatura media dell'aria interna nei locali dell'edificio ventilato, 16 ° С;

tsu, - progettare la temperatura esterna per la progettazione del riscaldamento, -34 ° C,

Calcolo del carico termico sull'edificio

Nella stagione fredda nel nostro paese, il riscaldamento di edifici e strutture costituisce una delle principali voci di spesa di qualsiasi impresa. E qui non importa se si tratta di locali residenziali, produzione o stoccaggio. Ovunque sia necessario mantenere una temperatura positiva costante in modo che le persone non congelino, le apparecchiature non si rompano o i prodotti oi materiali non si deteriorino. In alcuni casi, è necessario calcolare il carico termico sul riscaldamento di un edificio o dell'intera azienda nel suo complesso.

In quali casi calcolare il carico di calore

  • ottimizzare i costi di riscaldamento;
  • ridurre il carico di calore calcolato;
  • nel caso in cui la composizione delle apparecchiature che consumano calore sia cambiata (dispositivi di riscaldamento, sistemi di ventilazione, ecc.);
  • per confermare il limite stimato per il calore consumato;
  • in caso di progettazione del proprio impianto di riscaldamento o di fornitura di calore;
  • se ci sono sub-sottoscrittori che consumano energia termica per la sua corretta distribuzione;
  • Nel caso di collegamento al sistema di riscaldamento di nuovi edifici, strutture, complessi industriali;
  • rivedere o concludere un nuovo contratto con un'organizzazione che fornisce energia termica;
  • se l'organizzazione ha ricevuto una notifica in cui è richiesto di chiarire i carichi di calore in locali non residenziali;
  • se l'organizzazione ha la capacità di installare dispositivi di misurazione del calore;
  • in caso di aumento del consumo di calore per ragioni sconosciute.

Su quale base può essere ricalcolato il carico termico sul riscaldamento dell'edificio?

L'Ordine del Ministero dello Sviluppo Regionale n. 610 del 28 dicembre 2009 "Approvazione delle regole per la determinazione e il cambiamento (revisione) dei carichi termici" (Download) sancisce il diritto dei consumatori di energia termica di calcolare e ricalcolare i carichi termici. Inoltre, tale articolo è solitamente presente in ogni contratto con un'organizzazione di fornitura di calore. Se non esiste tale articolo, discutere con i propri avvocati la questione della sua inclusione nel contratto.

Tuttavia, al fine di rivedere i valori contrattuali dell'energia termica consumata, dovrebbe essere fornito un rapporto tecnico con il calcolo dei nuovi carichi termici sul riscaldamento dell'edificio, in cui dovrebbero essere fornite le giustificazioni per la riduzione del consumo di calore. Inoltre, il ricalcolo dei carichi termici deve essere effettuato dopo attività come:

  • importanti riparazioni dell'edificio;
  • ricostruzione di reti di ingegneria interna;
  • aumentare la protezione termica dell'oggetto;
  • altre misure di risparmio energetico.

Metodo di calcolo

Per calcolare o ricalcolare il carico termico sul riscaldamento di edifici già in uso o ricollegati all'impianto di riscaldamento, viene eseguito il seguente lavoro:

  1. Raccogli dati di riferimento sull'oggetto.
  2. Condurre un sondaggio energetico dell'edificio.
  3. Sulla base delle informazioni ottenute dopo il rilevamento, viene calcolato il carico termico sul riscaldamento, sulla fornitura di acqua calda e sulla ventilazione.
  4. Stesura di un rapporto tecnico.
  5. Coordinamento del rapporto nell'organizzazione che fornisce calore.
  6. Firma di un nuovo contratto o modifica delle condizioni del vecchio.

Raccolta di dati di origine sul carico di calore dell'oggetto

Quali dati devono essere raccolti o ottenuti:

  1. Il contratto (copia) per l'approvvigionamento di calore con tutte le applicazioni.
  2. Aiuto rilasciato su carta intestata della società sul numero effettivo di dipendenti (nel caso di edifici industriali) o residenti (nel caso di una casa residenziale).
  3. Pianificare BTI (copia).
  4. Dati sull'impianto di riscaldamento: un tubo o due tubi.
  5. Versamento dall'alto o dal basso del trasportatore di calore.

Tutti questi dati sono obbligatori, perché sulla loro base, verrà eseguito il calcolo del carico termico, poiché tutte le informazioni saranno incluse nella relazione finale. I dati di base, inoltre, aiuteranno a determinare i tempi e il volume del lavoro. Il costo del calcolo è sempre individuale e può dipendere da fattori quali:

  • l'area dei locali riscaldati;
  • tipo di sistema di riscaldamento;
  • disponibilità di acqua calda e ventilazione.

Rilevamento energetico dell'edificio

L'audit energetico comporta la partenza di specialisti direttamente sul sito. Questo è necessario per condurre un'ispezione completa dell'impianto di riscaldamento, verificare la qualità del suo isolamento. Inoltre, al momento della partenza, vengono raccolti i dati mancanti sull'oggetto, che non possono essere ottenuti se non attraverso l'ispezione visiva. Vengono determinati i tipi di radiatori usati, la loro posizione e il loro numero. Disegna un diagramma e foto allegate. Le tubazioni di alimentazione devono essere ispezionate, il loro diametro è misurato, il materiale con cui vengono fabbricati viene determinato, il modo in cui questi tubi vengono posati, dove sono posizionati i riser, ecc.

A seguito di tale audit energetico (audit energetico), il cliente riceverà una relazione tecnica dettagliata e, sulla base di questo rapporto, il calcolo dei carichi termici sul riscaldamento dell'edificio sarà già effettuato.

Relazione tecnica

Il rapporto tecnico sul calcolo del carico termico dovrebbe essere costituito dalle seguenti sezioni:

  1. Informazioni di base sull'oggetto.
  2. La disposizione dei radiatori.
  3. Punti di conclusione di GVS.
  4. Il calcolo stesso.
  5. Conclusione sui risultati dell'audit energetico, che dovrebbe includere una tabella comparativa dei carichi termici massimi attuali e di quelli contrattuali.
  6. Applicazione.
    1. Certificato di appartenenza al revisore dei conti SRO.
    2. Pianta del palazzo.
    3. Spiegazione.
    4. Tutte le domande al contratto per la fornitura di energia.

Dopo la stesura, la relazione tecnica deve necessariamente essere coordinata con l'organizzazione di fornitura di calore, dopo la quale vengono apportate modifiche al contratto corrente o ne viene concluso uno nuovo.

Un esempio del calcolo dei carichi termici di una struttura commerciale

Questa camera si trova al primo piano di un edificio di 4 piani. Posizione - Mosca.

Dati sorgente sull'oggetto

Il trasferimento di calore calcolato dei radiatori installati, tenendo conto di tutte le perdite, era di 0,007457 Gcal / ora.

Il consumo massimo di energia termica per il riscaldamento dell'ambiente era 0,001501 Gcal / h.

Il consumo massimo totale è 0,008958 Gcal / ora o 23 Gcal / anno.

Di conseguenza, prevediamo risparmi annuali sul riscaldamento di questa stanza: 47,67-23 = 24,67 Gcal / anno. In questo modo è possibile ridurre il costo del calore quasi raddoppiato. E se consideriamo che l'attuale costo medio di Gcal a Mosca è di 1,7 migliaia di rubli, allora il risparmio annuale in termini monetari sarà di 42 mila rubli.

La formula del calcolo in Gcal

Il calcolo del carico termico sul riscaldamento dell'edificio in assenza di contatori di misurazione del calore viene effettuato secondo la formula Q = V * (T1 - T2) / 1000, dove:

  • V è il volume di buoi consumati dall'impianto di riscaldamento, misurato in tonnellate o metri cubi,
  • T1 - temperatura dell'acqua calda. Viene misurato in C (gradi Celsius) e la temperatura corrispondente a una certa pressione nel sistema viene presa per i calcoli. Questo indicatore ha il suo nome - entalpia. Se non è possibile determinare con precisione la temperatura, utilizzare gli indicatori medi 60-65 C.
  • T2 - temperatura dell'acqua fredda. Spesso, è quasi impossibile misurarlo e in questo caso usano indicatori permanenti che dipendono dalla regione. Ad esempio, in una delle regioni, nella stagione fredda, l'indicatore sarà pari a 5, nella stagione calda - 15.
  • 1.000 è il coefficiente per ottenere il risultato del calcolo in Gcal.

Per un sistema di riscaldamento a circuito chiuso, il carico termico (Gcal / ora) viene calcolato in un altro modo: Qot = α * qо * V * (tв - tн.р) * (1 + Kн.р) * 0,000001, dove:

  • coefficiente α progettato per regolare le condizioni climatiche. Viene preso in considerazione se la temperatura esterna differisce da -30 ° C;
  • V è il volume della struttura secondo le misure esterne;
  • qо - indicatore di riscaldamento specifico della struttura ad un dato tn.r = -30 C, misurato in Kcal / metro cubo * C;
  • TV - la temperatura interna stimata nell'edificio;
  • tн.р - temperatura esterna calcolata per la stesura del sistema di riscaldamento;
  • KN.R - il tasso di infiltrazione. A causa del rapporto tra le perdite di calore dell'edificio calcolato con infiltrazione e trasferimento di calore attraverso elementi strutturali esterni a temperatura stradale, che è specificato nella struttura del progetto.

Calcolo dei radiatori di riscaldamento nell'area

Calcolo aggregato

Se per 1 mq l'area richiede 100 watt di energia termica, quindi una stanza di 20 mq. dovrebbe ottenere 2.000 watt. Un tipico radiatore a otto sezioni emette circa 150 watt di calore. Dividiamo 2.000 per 150, otteniamo 13 sezioni. Ma questo è abbastanza un calcolo su larga scala del carico di calore.

Calcolo esatto

Il calcolo esatto viene eseguito secondo la seguente formula: QT = 100 W / sq.m. × S (camere) sq. M. × q1 × q2 × q3 × q4 × q5 × q6 × q7, dove:

  • q1 - tipo di vetratura: normale = 1.27; double = 1,0; tripla = 0,85;
  • q2 - isolamento delle pareti: debole, o assente = 1,27; un muro rivestito in 2 mattoni = 1.0, moderno, alto = 0,85;
  • q3 - il rapporto tra l'area totale delle aperture delle finestre e l'area del pavimento: 40% = 1,2; 30% = 1,1; 20% - 0,9; 10% = 0,8;
  • q4 - la temperatura minima esterna: -35 C = 1,5; -25 C = 1,3; -20 C = 1,1; -15 C = 0,9; -10 C = 0,7;
  • q5 - il numero di pareti esterne nella stanza: tutte e quattro = 1,4, tre = 1,3, stanza d'angolo = 1,2, una = 1,2;
  • q6 - tipo di stanza di insediamento sopra la stanza di insediamento: attico freddo = 1.0, sottotetto caldo = 0,9, ambiente residenziale riscaldato = 0,8;
  • q7 - altezza del soffitto: 4,5 m = 1,2; 4,0 m = 1,15; 3,5 m = 1,1; 3,0 m = 1,05; 2,5 m = 1,3.

primteplo.ru

FORUM DI PRIMORSKY KRAI SULL'ENERGIA E LA CONSERVAZIONE DELLE RISORSE

  • Indice del consiglio
  • Cambia la dimensione del carattere
  • Stampa la versione
  • FAQ
  • registrazione
  • Accedi

Come calcolare il carico termico massimo del MCD ACS?

Come calcolare il carico termico massimo del MCD ACS?

Numero del messaggio: # 1 majka »10 maggio 2017, 05:43

Come calcolare il carico termico massimo del MCD ACS?

Numero del messaggio: # 2 AGL »10 maggio 2017, 06:05

Come calcolare il carico termico massimo del MCD ACS?

Numero del messaggio: # 3 majka »10 maggio 2017, 06:29

Come calcolare il carico termico massimo del MCD ACS?

Numero del messaggio: # 4 AGL »11 maggio 2017, 02:12

Come calcolare il carico termico massimo del MCD ACS?

Numero del messaggio: # 5 majka »11 maggio 2017, 06:13

Come calcolare il carico termico massimo del MCD ACS?

Numero del messaggio: # 6 AGL »11 maggio 2017, 15:09

Come calcolare il carico termico massimo del MCD ACS?

Numero del messaggio: # 7 AGL »14 maggio 2017, 03:11

Alla domanda di max. consumo

Numero del messaggio: # 8 AGL »14 maggio 2017, 04:19

Come calcolare il carico termico massimo del MCD ACS?

Numero del messaggio: # 9 AGL »14 maggio 2017, 04:56

Come calcolare il carico termico massimo del MCD ACS?

Numero del messaggio: # 10 AGL »14 maggio 2017, 05:27

Calcolo del carico termico sul riscaldamento dell'edificio

Determinazione dei carichi orari stimati di riscaldamento, ventilazione in ingresso e fornitura di acqua calda, carichi termici calcolati

1.1. Il carico di calore orario stimato per il riscaldamento deve essere preso in base a progetti di costruzione standard o individuali.

Nel caso in cui la differenza tra il valore di progetto della temperatura esterna calcolata per il progetto di riscaldamento rispetto al valore standard corrente per un'area particolare sia calcolata, è necessario ricalcolare il carico di calore orario calcolato dell'edificio riscaldato indicato nel progetto secondo la formula:

dove Qo max è il carico di calore orario calcolato dell'edificio, Gcal / h;

Qo max pr - lo stesso, in base al progetto standard o individuale, Gcal / h;

tj - temperatura dell'aria di progetto in un edificio riscaldato, ° С; adottato in conformità con la tabella 1;

a - progettare la temperatura dell'aria esterna per la progettazione del riscaldamento nell'area in cui si trova l'edificio, secondo SNiP 23-01-99 [1], ° С;

to.pr è lo stesso, in base a un progetto standard o individuale, ° C.

Tabella 1. Temperatura dell'aria stimata negli edifici riscaldati

Progettare la temperatura dell'aria nell'edificio tj, ° С

Hotel, ostello, edificio amministrativo

Kindergarten, nursery, clinica, ambulatorio, clinica, ospedale

Istituto di istruzione speciale superiore, secondario, scuola, collegio, ristorazione, club

Teatro, negozio, caserma dei pompieri

Nelle aree con una temperatura ambiente di progettazione per la progettazione di riscaldamento di -31 ° С e inferiore, il valore della temperatura dell'aria di progetto all'interno degli edifici residenziali riscaldati dovrebbe essere preso secondo la testa di SNiP 2.08.01-85 [9] pari a 20 ° С.

1.2. In assenza di informazioni progettuali, il carico orario stimato di riscaldamento di un edificio separato può essere determinato mediante indicatori aggregati:

dove  è un fattore di correzione che tiene conto della differenza tra la temperatura dell'aria esterna calcolata per il progetto di riscaldamento da a -30 ° С, a cui viene determinato il corrispondente valore di qo; accettato secondo la tabella 2;

V - volume dell'edificio per misura esterna, m3;

qo è la specifica caratteristica di riscaldamento dell'edificio a = -30 ° С, kcal / m3 h ° С; preso sotto le tabelle 3 e 4;

Ki.r - tasso di infiltrazione stimato a causa del calore e della pressione del vento, ad es. il rapporto tra la perdita di calore di un edificio con infiltrazione e trasferimento di calore attraverso recinzioni esterne a una temperatura esterna calcolata per la progettazione del riscaldamento.

Tabella 2. Fattore di correzione  per edifici residenziali

Progettare la temperatura dell'aria esterna a, ° C

Tabella 3. Caratteristiche specifiche di riscaldamento degli edifici residenziali

Volume dell'edificio esterno V, m3

Caratteristica di riscaldamento specifica qo, kcal / m3 h ° С

costruzione prima del 1958

costruzione dopo il 1958

Tabella 3a. Caratteristiche specifiche di riscaldamento degli edifici costruiti prima del 1930

Costruire il volume con misure esterne, m3

Caratteristiche di riscaldamento specifiche dell'edificio, kcal / m3 h ° С, per le aree con una temperatura esterna stimata per il progetto di riscaldamento a, ° C

Tabella 4. Caratteristiche termiche specifiche degli edifici amministrativi, medici, culturali ed educativi, strutture per l'infanzia

Volume degli edifici V, m3

Caratteristiche termiche specifiche

per il riscaldamento qo, kcal / m3 h ° С

per ventilazione qv, kcal / m3 h ° С

Edifici amministrativi, uffici

Asili e asili nido

Scuole e istituti di istruzione superiore

Catering, ristorazione, cucina-fabbriche

Il valore di V, m3, dovrebbe essere preso in base al tipo o alle singole informazioni di progetto di un edificio o di un ufficio tecnico dell'inventario (ITV).

Se l'edificio ha un piano sottotetto, il valore V, m3, è definito come il prodotto dell'area della sezione orizzontale dell'edificio a livello del suo I piano (sopra il piano seminterrato) e l'altezza libera dell'edificio - dal livello del pavimento pulito del piano I al piano superiore dello strato isolante sottotetto, combinato con piani attici, - per l'altezza media del tetto. I dettagli architettonici e le nicchie nelle pareti dell'edificio, così come le logge non riscaldate, che sporgono oltre la superficie delle pareti, non vengono prese in considerazione quando si determina il carico orario stimato per il riscaldamento.

In presenza di un seminterrato riscaldato in un edificio, è necessario aggiungere il 40% del volume di questo seminterrato al volume dell'edificio riscaldato. Il volume di costruzione della parte sotterranea dell'edificio (seminterrato, piano terra) è definito come il prodotto della sezione orizzontale dell'edificio a livello del suo I piano e l'altezza del seminterrato (piano terra).

Il coefficiente di infiltrazione stimato Ki e.r è determinato dalla formula:

dove g è l'accelerazione di gravità, m / s2;

L - altezza libera dell'edificio, m;

w0 è la velocità stimata del vento per una determinata area durante il periodo di riscaldamento, m / s; adottato secondo SNiP 23-01-99 [1].

Il calcolo del carico di calore orario stimato per il riscaldamento dell'edificio non richiede una cosiddetta correzione per l'effetto del vento, dal momento che Questo valore è già preso in considerazione nella formula (3.3).

Nelle aree in cui il valore di progetto della temperatura esterna per la progettazione del riscaldamento a 40 -40 ° C, per gli edifici con scantinati non riscaldati, si deve tenere conto della perdita di calore aggiuntiva attraverso i pavimenti non riscaldati del primo piano del 5% [11].

Per gli edifici, la costruzione completata, il carico orario stimato di riscaldamento dovrebbe essere aumentato per il primo periodo di riscaldamento per gli edifici in pietra costruiti:

- in maggio-giugno - del 12%;

- in luglio-agosto - del 20%;

- a settembre - del 25%;

- nel periodo di riscaldamento - del 30%.

1.3. La caratteristica di riscaldamento specifica dell'edificio qo, kcal / m3 h ° С, in assenza del valore di qo nella tabella 3 e 4 corrispondente al suo volume di costruzione, può essere determinata dalla formula:

dove a = 1,6 kcal / m 2,83 h ° C; n = 6 - per edifici fino al 1958;

a = 1,3 kcal / m 2,875 h ° C; n = 8 - per gli edifici dopo il 1958

1.4. Se una parte di un edificio residenziale è occupata da un'istituzione pubblica (ufficio, negozio, farmacia, centro di lavanderia, ecc.), Il carico di calore orario calcolato per il riscaldamento deve essere determinato in base al progetto. Se il carico orario calcolato nel progetto è indicato solo per l'edificio nel suo insieme, o determinato da indicatori aggregati, il carico termico dei singoli ambienti può essere determinato dalla superficie di scambio termico dei dispositivi di riscaldamento installati utilizzando l'equazione generale che descrive il loro trasferimento di calore:

dove k è il coefficiente di trasmissione del calore del dispositivo di riscaldamento, kcal / m3 h ° С;

F è la superficie di scambio termico del dispositivo di riscaldamento, m2;

t è la testa di temperatura del dispositivo di riscaldamento, ° С, definita come la differenza tra la temperatura media del dispositivo di riscaldamento dell'azione radiante convettiva e la temperatura dell'aria in un edificio riscaldato.

Il metodo per determinare il carico orario stimato di riscaldamento sulla superficie dei riscaldatori installati degli impianti di riscaldamento è indicato in [10].

1.5. Quando i portasciugamani riscaldati sono collegati al sistema di riscaldamento, il carico orario stimato di questi riscaldatori può essere definito come il trasferimento di calore dei tubi non isolati nella stanza con la temperatura stimata dell'aria tj = 25 ° С secondo la procedura indicata in [10].

1.6. In assenza di dati di progetto e determinazione del carico orario stimato di calore di edifici industriali, pubblici, agricoli e non standard (garage, passaggi sotterranei riscaldati, piscine, negozi, chioschi, farmacie, ecc.) Secondo gli indicatori aggregati, i valori di questo carico dovrebbero essere specificati sulla superficie degli scambiatori di calore installati dispositivi di riscaldamento dei sistemi di riscaldamento secondo la metodologia indicata in [10]. Le informazioni iniziali per i calcoli sono rivelate dal rappresentante dell'organizzazione di fornitura di calore in presenza del rappresentante dell'abbonato con la preparazione dell'atto pertinente.

1.7. Il consumo di calore per le esigenze tecnologiche di serre e serre, Gcal / h, è determinato dall'espressione:

dove Qcxi è il consumo di calore per le operazioni tecnologiche i-e, Gcal / h;

n è il numero di operazioni tecnologiche.

Qcxi = 1,05 (Qtp + Qb) + Qfel + Qprop, (3,7)

dove QTP e QB - perdite di calore attraverso le strutture di contenimento e durante lo scambio d'aria, Gcal / h;

Q floor + Q prop - consumo di energia termica per il riscaldamento dell'acqua di irrigazione e la cottura a vapore del terreno, Gcal / h;

1,05 - coefficiente tenendo conto del consumo di energia termica per il riscaldamento dei locali domestici.

1.7.1. La perdita di calore attraverso strutture di chiusura, Gcal / h, può essere determinata dalla formula:

Qpr = FK (tj - to) 10-6, (3.8)

dove F è la superficie della struttura che racchiude, m2;

K è il coefficiente di trasmissione del calore della struttura di chiusura, kcal / m2 h ° С; per vetratura singola si può utilizzare K = 5.5, schermatura a film monostrato K = 7,0 kcal / m2 h ° C;

tj e to è la temperatura di processo nella stanza e l'aria esterna calcolata per la progettazione dell'oggetto agricolo corrispondente, ° C.

1.7.2. Le perdite di calore durante lo scambio d'aria per serre con rivestimenti in vetro, Gcal / h, sono determinate dalla formula:

Q = 22.8 Fin S (tj - to) 10-6, (3.9)

dove Finv è l'area di inventario della serra, m2;

S è il coefficiente di volume, che è il rapporto tra il volume della serra e la sua area di inventario, m; può essere preso nell'intervallo da 0,24 a 0,5 per piccole serre e 3 o più m - per hangar.

Le perdite di calore durante lo scambio d'aria per serre rivestite con film, Gcal / h, sono determinate dalla formula:

Qin = 11.4 Finv S (tj - to) 10-6. (3.9a)

1.7.3. Il consumo di energia termica per il riscaldamento dell'acqua di irrigazione, Gcal / h, è determinato dall'espressione:

dove F crawl è l'area effettiva della serra, m2;

n - la durata di irrigazione, h.

1.7.4. Il consumo di energia termica per la cottura a vapore del terreno, Gcal / h, è determinato dall'espressione:

2. Fornire aria

2.1. Se si dispone di un progetto di costruzione tipico o individuale e l'apparecchiatura installata dell'impianto di ventilazione è conforme al progetto, il carico di calore orario stimato della ventilazione può essere preso in base al progetto, tenendo conto della differenza dei valori della temperatura esterna calcolata per il progetto di ventilazione adottato nel progetto e il valore standard corrente l'edificio.

Il ricalcolo è fatto secondo una formula simile alla formula (3.1):

dove Qв.р è il carico orario calcolato di ventilazione, Gcal / h;

Qv.pr - lo stesso, secondo il progetto, Gcal / h;

tv.pr - progettare la temperatura esterna alla quale viene determinato il carico termico della ventilazione nel progetto, ° C;

tv è la temperatura esterna calcolata per la progettazione della ventilazione dell'aria fresca nella zona in cui si trova l'edificio, ° C; adottato sulle istruzioni di SNiP 23-01-99 [1].

2.2. In assenza di progetti o di non conformità delle apparecchiature installate con il progetto, il carico orario stimato di calore della ventilazione in ingresso deve essere determinato in base alle caratteristiche dell'apparecchiatura installata nella realtà, in conformità con la formula generale che descrive il trasferimento di calore dai riscaldatori:

Q = Lc (2 + 1) 10-6, (3.12)

dove L è la portata volumetrica dell'aria riscaldata, m3 / h;

 - densità dell'aria riscaldata, kg / m3;

c è la capacità termica dell'aria riscaldata, kcal / kg;

2 e 1 sono i valori calcolati della temperatura dell'aria all'ingresso e all'uscita del riscaldatore ad aria, ° C.

Il metodo per determinare il carico orario stimato di calore dei riscaldatori ad aria compressa è descritto in [10].

È consentito determinare il carico orario stimato di calore della ventilazione di aria fresca degli edifici pubblici secondo gli indicatori aggregati secondo la formula:

Qv = Vqv (tj - tv) 10-6, (3.2a)

dove qv è la specifica caratteristica di ventilazione termica dell'edificio, a seconda dello scopo e del volume di costruzione dell'edificio ventilato, kcal / m3 h ° С; può essere preso secondo la tabella 4.

3. Rifornimento di acqua calda

3.1. Il carico termico medio orario di fornitura di acqua calda al consumatore di energia termica Qhm, Gcal / h, durante il periodo di riscaldamento è determinato dalla formula:

dove a è il tasso di consumo di acqua per l'approvvigionamento di acqua calda dell'abbonato, l / unità. misurazioni al giorno; Deve essere approvato dal governo locale; in assenza di standard approvati, è adottato secondo la tabella dell'appendice 3 (obbligatorio) di SNiP 2.04.01-85 [3];

N - il numero di unità di misura, riferito a giorni, - il numero di residenti che studiano nelle scuole, ecc.;

tc è la temperatura dell'acqua di rubinetto durante il periodo di riscaldamento, ° С; in assenza di informazioni attendibili, tc = 5 ° С;

T è la durata del funzionamento del sistema di acqua calda dell'abbonato al giorno, h;

Qt.p - perdite di calore nel sistema locale di fornitura di acqua calda, nelle condotte di alimentazione e di circolazione della rete di alimentazione di acqua calda esterna, Gcal / h.

3.2. Il carico di calore orario medio della fornitura di acqua calda in un periodo di non riscaldamento, Gcal, può essere determinato dall'espressione:

dove Qhm è il carico orario medio di calore dell'acqua calda durante il periodo di riscaldamento, Gcal / h;

 - coefficiente che tiene conto della diminuzione del carico orario medio della fornitura di acqua calda in un periodo di non riscaldamento rispetto al carico nel periodo di riscaldamento; se il valore di  non è approvato dal governo locale, si presume che  sia 0.8 per il settore abitativo e comunale delle città nella Russia centrale, 1.2-1.5 per località, città meridionali e insediamenti, per le imprese - 1.0;

ths, th è la temperatura dell'acqua calda nel periodo di non riscaldamento e riscaldamento, ° С;

tcs, tc è la temperatura dell'acqua di rubinetto durante il periodo di riscaldamento e riscaldamento, ° C; in assenza di informazioni attendibili, tcs = 15 ° С, tc = 5 ° С.

3.3. Le perdite di calore per condotte di un sistema di approvvigionamento di acqua calda possono essere determinate dalla formula:

dove Ki è il coefficiente di trasmissione del calore della sezione della tubazione non isolata, kcal / m2 h ° С; puoi prendere Ki = 10 kcal / m2 h ° C;

di e li - diametro della condotta nel sito e lunghezza, m;

tn e tk - temperatura dell'acqua calda all'inizio e alla fine della sezione stimata della conduttura, ° С;

tкр - temperatura ambiente, ° С; prendere in considerazione la posa dei gasdotti:

- nei solchi, canali verticali, miniere di comunicazione santekhkabin tкр = 23 ° С;

- nei bagni tкр = 25 ° С;

- in cucine e bagni tкр = 21 ° С;

- sulle celle delle scale tкр = 16 ° С;

- nei canali della posa interrata della rete esterna di acqua calda tcr = tgr;

- nelle gallerie tamb = 40 ° C;

- negli scantinati non riscaldati tкр = 5 ° С;

- in soffitte tкр = -9 ° С (con la temperatura media esterna del mese più freddo del periodo di riscaldamento tн = -11. -20 ° С);

 - coefficiente di efficienza dell'isolamento termico delle condotte; accettato per condotte con diametro fino a 32 mm  = 0,6; 40-70 mm  = 0,74; 80-200 mm  = 0,81.

Tabella 5. Perdite di calore specifiche delle condotte dei sistemi di approvvigionamento di acqua calda (in base al luogo e al metodo di installazione)

Luogo e metodo di installazione

Perdite termiche della tubazione, kcal / chm, con diametro nominale, mm

Alimentatore principale in strato o albero di comunicazione, isolato

Riser senza portasciugamani riscaldato, isolato, nella miniera di cabine di ingegneria sanitaria, solco o miniera di comunicazione

Lo stesso con portasciugamani

Il riser non è isolato nelle cabine dei sanitari di miniera, solco o miniera di comunicazione o aperto in bagno, cucina

Condotte di distribuzione isolate (fornitura):

nel seminterrato, sulle scale

nella soffitta fredda

in un attico caldo

Condotte di circolazione isolate:

in un attico caldo

nella soffitta fredda

Condotte di circolazione non isolate:

sulle scale

Riser circolanti nell'impianto idraulico o in bagno:

Nota. Nel numeratore - le perdite di calore specifiche delle condutture dei sistemi di approvvigionamento di acqua calda senza smantellamento diretto nei sistemi di fornitura di calore, al denominatore - con smantellamento diretto.

Tabella 6. Perdite di calore specifiche delle condotte dei sistemi di approvvigionamento di acqua calda (per differenza di temperatura)

Caduta di temperatura, ° С

Perdita di calore della tubazione, kcal / h m, con un diametro nominale, mm

Nota. Quando la differenza di temperatura dell'acqua calda, diversa dai suoi valori, la perdita di calore specifica deve essere determinata per interpolazione.

3.4. In assenza delle informazioni iniziali necessarie per calcolare le perdite di calore per condotte di acqua calda, le perdite di calore, Gcal / h, possono essere determinate utilizzando un coefficiente speciale Kt.p che tiene conto delle perdite di calore di queste condotte, mediante l'espressione:

Qt.p = Qhm Kt.p. (3.15)

Il flusso di calore alla fornitura di acqua calda, tenendo conto delle perdite di calore, può essere determinato dall'espressione:

Qg = Qhm (1 + Kt.p). (3.16)

Per determinare i valori del coefficiente Kt.p puoi usare la tabella 7.

Tabella 7. Coefficiente che tiene conto delle perdite di calore per condotte di sistemi di approvvigionamento di acqua calda

Sistema di acqua calda

Coefficiente che tiene conto delle dispersioni di calore delle condutture dei sistemi di approvvigionamento di acqua calda

con rete di acqua calda all'aperto

senza rete di acqua calda all'aperto

con riser isolati

con riser non isolati

Come calcolare il carico di calore sull'edificio

Nelle case che sono state commissionate negli ultimi anni, queste regole vengono solitamente implementate, pertanto la potenza di riscaldamento dell'apparecchiatura viene calcolata sulla base di coefficienti standard. Un calcolo individuale può essere effettuato su iniziativa del proprietario di un'abitazione o di una struttura comunale impegnata nella fornitura di calore. Questo accade quando una sostituzione spontanea di radiatori, finestre e altri parametri.

Leggi anche: Come calcolare la potenza della caldaia di riscaldamento per l'area della casa

Calcolo degli standard per il riscaldamento nell'appartamento

In un appartamento servito da una società di servizi pubblici, il calcolo del carico di calore può essere effettuato solo al momento del trasferimento della casa al fine di tracciare i parametri SNIP nei locali che vengono ricevuti per il saldo. In caso contrario, il proprietario dell'appartamento lo fa per calcolare le perdite di calore durante la stagione fredda ed eliminare gli svantaggi dell'isolamento: utilizzare intonaco termoisolante, isolante per colla, installare la penalità sui soffitti e installare finestre in plastica con un profilo a cinque camere.

Il calcolo delle perdite di calore per i servizi pubblici per aprire una controversia, di norma, non produce risultati. Il motivo è che esistono standard per la perdita di calore. Se la casa viene commissionata, i requisiti sono soddisfatti. In questo caso, i dispositivi di riscaldamento sono conformi ai requisiti di SNIP. Sostituire le batterie e portare via più calore è proibito, poiché i radiatori sono installati secondo gli standard di costruzione approvati.

Il metodo di calcolo degli standard per il riscaldamento in una casa privata

Le case private sono riscaldate con sistemi autonomi, che in questo caso vengono eseguiti con il calcolo del carico per soddisfare i requisiti di SNIP, e la correzione della potenza di riscaldamento viene eseguita insieme al lavoro per ridurre la perdita di calore.

I calcoli possono essere fatti manualmente utilizzando una semplice formula o calcolatrice sul sito. Il programma aiuta a calcolare la potenza richiesta per il sistema di riscaldamento e le caratteristiche di dispersione termica del periodo invernale. I calcoli sono effettuati per una cintura termica specifica.

Principi di base

La tecnica include una serie di indicatori, che insieme ci permettono di stimare il livello di isolamento della casa, la conformità con gli standard SNIP, nonché la potenza della caldaia di riscaldamento. Come funziona:

  • A seconda dei parametri delle pareti, delle finestre, dell'isolamento del soffitto e della fondazione, si calcola la perdita di calore. Ad esempio, il muro è costituito da un singolo strato di mattoni di clinker e un telaio con isolamento, a seconda dello spessore delle pareti, insieme hanno una certa conduttività termica e impediscono la dispersione di calore in inverno. Il tuo compito è di garantire che questo parametro non sia inferiore a quello raccomandato nello SNIP. Lo stesso vale per fondazioni, soffitti e finestre;
  • scoprire dove il calore è perso, portare i parametri a standard;
  • calcolare la capacità della caldaia in base al volume totale delle stanze - per ogni 1 cu. m della stanza richiede 41 watt di calore (ad esempio, un corridoio di 10 m² con un'altezza del soffitto di 2,7 m richiede 1107 watt di riscaldamento, sono necessarie due batterie da 600 watt ciascuna);
  • Puoi calcolare dal retro, cioè dal numero di batterie. Ogni sezione della batteria di alluminio fornisce 170 W di calore e riscalda 2-2,5 m della stanza. Se la tua casa richiede 30 sezioni di batterie, quindi la caldaia, che può riscaldare, la stanza dovrebbe essere di almeno 6 kW.

Più la casa è isolata, maggiore è il consumo di calore dell'impianto di riscaldamento

L'oggetto viene eseguito calcolo individuale o medio. Il punto principale di questo sondaggio è che con un buon isolamento e una piccola perdita di calore nel periodo invernale, è possibile utilizzare 3 kW. In un edificio della stessa area, ma senza isolamento, a basse temperature invernali il consumo energetico sarà fino a 12 kW. Pertanto, la potenza termica e il carico sono stimati non solo per area, ma anche per perdita di calore.

La principale perdita di calore di una casa privata:

  • windows - 10-55%;
  • pareti - 20-25%;
  • camino - fino al 25%;
  • tetto e soffitto - fino al 30%;
  • piani bassi - 7-10%;
  • ponte termico agli angoli - fino al 10%

Queste cifre possono variare nel bene e nel male. Vengono valutati in base ai tipi di finestre installate, allo spessore delle pareti e dei materiali e al grado di isolamento del soffitto. Ad esempio, in edifici scarsamente isolati, la perdita di calore attraverso le pareti può raggiungere il 45% percento, nel qual caso l'espressione "anneghiamo la strada" si applica al sistema di riscaldamento. La metodologia e il calcolatore aiuteranno a valutare i valori nominali e calcolati.

Specifiche del calcolo

Questa tecnica può ancora essere trovata sotto il nome di "calcolo dell'ingegneria termica". La formula semplificata è la seguente:

Qt = V × ΔT × K / 860, dove

Qt - carico termico sul volume della stanza;

V - volume della stanza, m³;

ΔT è la differenza massima nella stanza e fuori dalla stanza, ° С;

K - coefficiente stimato di perdita di calore;

860 - fattore di conversione in kW / h.

Il coefficiente di dispersione termica K dipende dalla struttura dell'edificio, dallo spessore e dalla conduttività termica delle pareti. Per i calcoli semplificati, è possibile utilizzare i seguenti parametri:

  • K = 3,0-4,0 - senza isolamento termico (telaio non isolato o struttura metallica);
  • K = 2.0-2.9 - basso isolamento termico (posa in un mattone);
  • K = 1,0-1,9 - l'isolamento medio (muratura in due mattoni);
  • K = 0.6-0.9 - buon isolamento termico secondo lo standard.

Questi coefficienti sono mediati e non consentono di stimare la perdita di calore e il carico di calore sulla stanza, quindi si consiglia di utilizzare il calcolatore online.

Calcolo del carico termico sul riscaldamento di un edificio: formula, esempi

Quando si progetta un sistema di riscaldamento, che si tratti di un edificio industriale o di un edificio residenziale, è necessario eseguire calcoli competenti e tracciare un contorno del circuito del sistema di riscaldamento. Attenzione speciale in questa fase, gli esperti raccomandano di pagare sul calcolo del possibile carico di calore sul circuito di riscaldamento, nonché sulla quantità di combustibile consumato e il calore generato.

Carico di calore: che cos'è?

Sotto questo termine, capiscono la quantità di calore emessa dai dispositivi di riscaldamento. Un calcolo preliminare del carico di calore ha permesso di evitare costi inutili per l'acquisto di componenti del sistema di riscaldamento e la loro installazione. Inoltre, questo calcolo aiuterà a distribuire correttamente la quantità di calore rilasciata in modo economico e uniforme in tutto l'edificio.

Ci sono molte sfumature in questi calcoli. Ad esempio, il materiale da cui l'edificio è costruito, l'isolamento, la regione, ecc. Gli specialisti stanno cercando di prendere in considerazione il maggior numero di fattori e caratteristiche possibili per ottenere un risultato più accurato.

Il calcolo del carico termico con errori e imprecisioni porta a un funzionamento inefficiente dell'impianto di riscaldamento. Succede anche che tu debba rifare parti di una struttura già funzionante, il che porta inevitabilmente a spese non pianificate. Sì, e le organizzazioni di housing e utilities stanno calcolando il costo dei servizi su un database di carico termico.

Un sistema di riscaldamento perfettamente progettato e progettato dovrebbe mantenere la temperatura ambiente desiderata e compensare la conseguente perdita di calore. Quando si calcola l'indicatore del carico termico sull'impianto di riscaldamento in un edificio, è necessario prendere in considerazione:

- Lo scopo dell'edificio: residenziale o industriale.

- Caratteristiche degli elementi strutturali della struttura. Questi sono finestre, pareti, porte, tetto e sistema di ventilazione.

- La dimensione della casa. Più è grande, più potente deve essere il sistema di riscaldamento. È necessario prendere in considerazione l'area delle aperture delle finestre, porte, pareti esterne e il volume di ogni interno.

- La presenza di stanze per scopi speciali (bagno, sauna, ecc.).

- Il grado di equipaggiamento con dispositivi tecnici. Cioè, la presenza di acqua calda, sistemi di ventilazione, aria condizionata e il tipo di sistema di riscaldamento.

- Condizioni di temperatura per una singola stanza. Ad esempio, in stanze destinate alla conservazione, non è necessario mantenere una temperatura confortevole per una persona.

- Il numero di punti con acqua calda. Il più di loro, il più pesantemente caricato il sistema.

- L'area delle superfici vetrate. Le camere con finestre francesi perdono una quantità significativa di calore.

- Termini aggiuntivi. Negli edifici residenziali può essere un numero di stanze, balconi e logge e bagni. In industriale: il numero di giorni lavorativi in ​​un anno solare, i turni, la catena tecnologica del processo di produzione, ecc.

- Condizioni climatiche della regione. Nel calcolo delle perdite di calore, vengono prese in considerazione le temperature stradali. Se le gocce sono insignificanti, una piccola quantità di energia andrà alla compensazione. Mentre a -40 ° C fuori dalla finestra richiederà costi significativi.

Caratteristiche delle tecniche esistenti

I parametri inclusi nel calcolo del carico di calore sono in SNiP e GOST. Hanno anche coefficienti di trasferimento di calore speciali. Dai passaporti delle apparecchiature incluse nel sistema di riscaldamento, vengono prese le caratteristiche digitali relative a un particolare radiatore di riscaldamento, caldaia, ecc. E anche tradizionalmente:

- consumo di calore, portato al massimo in un'ora dall'impianto di riscaldamento,

- massimo flusso di calore da un radiatore,

- il costo totale del calore in un determinato periodo (più spesso - la stagione); Se è richiesto un calcolo orario del carico sulla rete di calore, il calcolo dovrebbe essere effettuato tenendo conto della differenza di temperatura durante il giorno.

I calcoli vengono confrontati con l'area di efficienza termica dell'intero sistema. L'indicatore è abbastanza preciso. Alcune deviazioni accadono Ad esempio, per gli edifici industriali sarà necessario tenere conto della riduzione del consumo di energia termica nei fine settimana e nei giorni festivi, e negli edifici residenziali - di notte.

I metodi per calcolare i sistemi di riscaldamento hanno diversi gradi di precisione. Per ridurre al minimo l'errore, è necessario utilizzare calcoli piuttosto complessi. Schemi meno accurati vengono utilizzati se l'obiettivo non è quello di ottimizzare i costi del sistema di riscaldamento.

Metodi di calcolo di base

Ad oggi, il calcolo del carico termico sul riscaldamento di un edificio può essere effettuato in uno dei seguenti modi.

  • Per il calcolo preso indicatori aggregati.
  • Per la base preso indicatori di elementi strutturali dell'edificio. Qui sarà importante calcolare la perdita di calore per riscaldare il volume interno dell'aria.
  • Tutti gli oggetti che entrano nel sistema di riscaldamento sono calcolati e sommati.

C'è una quarta opzione. Ha un errore sufficientemente grande, perché gli indicatori sono presi in media o non sono sufficienti. Questa formula è Qot = q0 * a * VH * (tEN - tНРО), dove:

  • q0 è la caratteristica termica specifica dell'edificio (più spesso determinata dal periodo più freddo),
  • a - fattore di correzione (dipende dalla regione e viene ricavato da tabelle già pronte),
  • VH è il volume calcolato da piani esterni.

Esempio di calcolo semplice

Per un edificio con parametri standard (altezza del soffitto, dimensioni della stanza e buone caratteristiche di isolamento termico), può essere applicato un semplice rapporto di parametri, corretto da un coefficiente dipendente dalla regione.

Supponiamo che una casa residenziale si trovi nella regione di Arkhangelsk e che la sua area sia di 170 metri quadrati. Il carico termico sarà pari a 17 * 1,6 = 27,2 kW / h.

Una tale definizione di carichi di calore non tiene conto di molti fattori importanti. Ad esempio, le caratteristiche progettuali della struttura, la temperatura, il numero di pareti, il rapporto tra l'area delle pareti e le aperture delle finestre, ecc. Pertanto, tali calcoli non sono adatti per i progetti seri del sistema di riscaldamento.

Calcolo del radiatore di riscaldamento per area

Dipende dal materiale da cui sono fatti. Il più spesso usato oggi bimetallici, alluminio, acciaio, molto meno radiatori in ghisa. Ognuno di essi ha una propria velocità di trasferimento del calore (potenza termica). Radiatori bimetallici con una distanza tra gli assi di 500 mm, una media di 180 - 190 watt. I radiatori in alluminio hanno quasi le stesse prestazioni.

Il trasferimento di calore dei radiatori descritti viene calcolato per una sezione. La piastra in acciaio del radiatore non è separabile. Pertanto, il loro trasferimento di calore è determinato in base alle dimensioni dell'intero dispositivo. Ad esempio, la potenza termica di un radiatore a due file con una larghezza di 1.100 mm e un'altezza di 200 mm sarà di 1.010 W, e un radiatore a pannello in acciaio con una larghezza di 500 mm e un'altezza di 220 mm sarà 1 644 W.

Il calcolo del radiatore di riscaldamento per area include i seguenti parametri di base:

- altezza del soffitto (standard - 2,7 m),

- potenza termica (per metro quadrato - 100 W),

- un muro esterno.

Questi calcoli mostrano che per ogni 10 metri quadrati. m bisogno di 1.000 watt di calore. Questo risultato è diviso per il ritorno termico di una sezione. La risposta è il numero richiesto di sezioni del radiatore.

Per le regioni meridionali del nostro paese, così come per quelle settentrionali, sono stati sviluppati i fattori di riduzione e innalzamento.

Calcolo medio e preciso

Considerando i fattori descritti, il calcolo medio viene eseguito secondo lo schema seguente. Se su 1 quadrato. m richiede 100 watt di flusso di calore, quindi una stanza di 20 metri quadrati. m dovrebbe ricevere 2 000 watt. Il radiatore (popolare bimetallico o alluminio) di otto sezioni alloca circa 150 watt. Dividiamo 2.000 per 150, otteniamo 13 sezioni. Ma questo è abbastanza un calcolo su larga scala del carico di calore.

Esatto sembra un po 'intimidatorio. In realtà niente di complicato. Ecco la formula:

Qt = 100 W / m2 × S (stanze) m2 × q1 × q2 × q3 × q4 × q5 × q6 × q7, dove:

  • q1 - tipo di vetratura (normale = 1.27, doppio = 1.0, triplo = 0.85);
  • q2 - isolamento delle pareti (debole, o assente = 1,27, una parete rivestita in 2 mattoni = 1,0, moderna, alta = 0,85);
  • q3 è il rapporto tra l'area totale delle aperture delle finestre e l'area del pavimento (40% = 1,2, 30% = 1,1, 20% - 0,9, 10% = 0,8);
  • q4 è la temperatura esterna (il valore minimo è preso: -35 ° C = 1,5, -25 ° C = 1,3, -20 ° C = 1,1, -15 ° C = 0,9, -10 ° C = 0,7);
  • q5 è il numero di muri esterni nella stanza (tutti e quattro = 1,4, tre = 1,3, sala d'angolo = 1,2, uno = 1,2);
  • q6 - tipo di stanza di insediamento al di sopra della stanza di insediamento (sottotetto freddo = 1.0, sottotetto caldo = 0,9, ambiente residenziale riscaldato = 0,8);
  • q7 è l'altezza del soffitto (4,5 m = 1,2, 4,0 m = 1,15, 3,5 m = 1,1, 3,0 m = 1,05, 2,5 m = 1,3).

Per uno qualsiasi dei metodi descritti, è possibile calcolare il carico termico di un condominio.

Le condizioni sono le seguenti. La temperatura minima nella stagione fredda è -20 ° C. Camera di 25 metri quadrati. m con tripli vetri, doppie finestre, altezza del soffitto di 3,0 m, pareti in due mattoni e una soffitta non riscaldata. Il calcolo sarà il seguente:

Q = 100 W / m2 × 25 m2 × 0,85 × 1 × 0,8 (12%) × 1,1 × 1,2 × 1 × 1,05.

Il risultato, 2 356.20, lo dividiamo per 150. Come risultato, si scopre che nella stanza con i parametri specificati è necessario installare 16 sezioni.

Se è necessario il calcolo in gigacalorie

In assenza di un contatore di calore su un circuito di riscaldamento aperto, il calcolo del carico termico sul riscaldamento di un edificio viene calcolato secondo la formula Q = V * (T1 - T2) / 1000, dove:

  • V è la quantità di acqua consumata dall'impianto di riscaldamento, calcolata in tonnellate o m3,
  • T1 - un numero che indica la temperatura dell'acqua calda, viene misurato in ° C e la temperatura corrispondente a una certa pressione nel sistema viene presa per i calcoli. Questo indicatore ha il suo nome - entalpia. Se il modo pratico per rimuovere gli indicatori di temperatura non è possibile, ricorrere all'indicatore medio. È entro 60-65 ° C.
  • T2 - temperatura dell'acqua fredda. È piuttosto difficile misurarlo nel sistema, pertanto sono stati sviluppati indicatori costanti a seconda delle condizioni di temperatura esterne. Ad esempio, in una delle regioni, nella stagione fredda, si presume che questa cifra sia 5, in estate - 15.
  • 1.000 è il coefficiente per ottenere il risultato immediatamente in calorie gig.

Nel caso di un circuito chiuso, il carico termico (gcal / h) viene calcolato in un modo diverso:

Qot = α * qo * V * (tv - tn.r) * (1 + Kn.r) * 0,000001, dove

  • coefficiente α progettato per regolare le condizioni climatiche. Viene preso in considerazione se la temperatura esterna differisce da -30 ° C;
  • V è il volume della struttura secondo le misure esterne;
  • qо - indicatore di riscaldamento specifico della struttura ad un dato tn.r = -30 ° C, misurato in kcal / m3 * C;
  • TV - la temperatura interna stimata nell'edificio;
  • tн.р - temperatura esterna calcolata per la stesura del sistema di riscaldamento;
  • KN.R - il tasso di infiltrazione. A causa del rapporto tra le perdite di calore dell'edificio calcolato con infiltrazione e trasferimento di calore attraverso elementi strutturali esterni a temperatura stradale, che è specificato nella struttura del progetto.

Il calcolo del carico termico si ottiene in dimensioni un po 'più grandi, ma è questa formula che viene data nella letteratura tecnica.

Sempre più spesso, al fine di migliorare l'efficienza del sistema di riscaldamento, ricorrono a ispezioni di imaging termico dell'edificio.

Questi lavori sono eseguiti al buio. Per un risultato più accurato, è necessario osservare la differenza di temperatura tra la stanza e la strada: deve essere di almeno 15 gradi. Le lampade fluorescenti e ad incandescenza sono spente. Si consiglia di rimuovere i tappeti e mobili al massimo, abbattere il dispositivo, dando qualche errore.

Il sondaggio è lento, i dati sono registrati con attenzione. Lo schema è semplice.

La prima fase del lavoro si svolge all'interno. Il dispositivo si sta gradualmente spostando da una porta all'altra, prestando particolare attenzione agli angoli e alle altre articolazioni.

Il secondo stadio è l'ispezione delle pareti esterne dell'edificio con una termocamera. I giunti sono ancora oggetto di un'attenta ricerca, in particolare la connessione al tetto.

La terza fase è l'elaborazione dei dati. Innanzitutto, il dispositivo esegue questa operazione, quindi le letture vengono trasferite sul computer, dove i programmi corrispondenti terminano l'elaborazione e forniscono il risultato.

Se il sondaggio è stato condotto da un'organizzazione autorizzata, emetterà un rapporto con raccomandazioni obbligatorie in base ai risultati del lavoro. Se il lavoro è stato svolto personalmente, è necessario fare affidamento sulle proprie conoscenze e, possibilmente, sull'aiuto di Internet.

Calcolo del carico termico sul riscaldamento: come eseguire correttamente?

La prima e più importante fase del difficile processo di organizzazione del riscaldamento di qualsiasi oggetto immobiliare (che si tratti di una casa di campagna o di un impianto industriale) è l'esecuzione competente di progettazione e calcolo. In particolare, è necessario calcolare il carico di calore sull'impianto di riscaldamento, nonché la quantità di calore e il consumo di carburante.

L'implementazione di calcoli preliminari è necessaria non solo per ottenere l'intera gamma di documentazione per l'organizzazione del riscaldamento della proprietà, ma anche per comprendere la quantità di combustibile e di calore, la selezione di un particolare tipo di generatori di calore.

Cariche termiche dell'impianto di riscaldamento: caratteristiche, definizioni

Sotto la definizione di "carico termico su riscaldamento" dovrebbe essere intesa la quantità di calore, che in totale è data da dispositivi di riscaldamento installati in casa o su un altro oggetto. Va notato che prima di installare tutte le apparecchiature, questo calcolo è fatto per eliminare eventuali problemi, costi finanziari non necessari e lavoro.

Il calcolo dei carichi termici sul riscaldamento aiuterà a organizzare il funzionamento ininterrotto ed efficiente del sistema di riscaldamento della proprietà. Grazie a questo calcolo, è possibile eseguire rapidamente tutte le attività di fornitura del calore, per garantire la conformità alle norme e ai requisiti di SNiP.

Complesso di strumenti per eseguire calcoli

Il costo di un errore nel calcolo può essere piuttosto significativo. Il fatto è che, a seconda dei dati calcolati, nel reparto alloggi e servizi pubblici della città, verranno assegnati i parametri di spesa massimi, i limiti e le altre caratteristiche sono stabiliti e vengono respinti nel calcolo del costo dei servizi.

Il carico termico totale su un sistema di riscaldamento moderno è costituito da diversi parametri di carico di base:

  • Su un sistema di riscaldamento centrale comune;
  • Sul sistema di riscaldamento a pavimento (se disponibile in casa) - pavimento riscaldato;
  • Sistema di ventilazione (naturale e forzato);
  • Sistema di acqua calda;
  • Per tutti i tipi di esigenze tecnologiche: piscine, bagni e altre strutture simili.

Calcolo e componenti dei sistemi termici a casa

Le principali caratteristiche dell'oggetto, che sono importanti da considerare nel calcolo del carico termico

Il carico di calore calcolato correttamente e in modo competente sul riscaldamento sarà determinato solo quando tutto, anche i più piccoli dettagli e parametri, saranno presi in considerazione.

Questo elenco è abbastanza grande e puoi includere:

  • Tipo e scopo del settore immobiliare. Un edificio residenziale o non residenziale, un appartamento o una struttura amministrativa - tutto questo è molto importante per ottenere dati affidabili di calcolo termico.

Inoltre, la velocità del carico determinata dalle società di fornitura di calore e, di conseguenza, il costo del riscaldamento dipende dal tipo di edificio;

  • La parte architettonica. Le dimensioni di tutti i tipi di recinzione esterna (pareti, pavimenti, tetti), le dimensioni delle aperture (balconi, logge, porte e finestre) sono prese in considerazione. Il numero di piani dell'edificio, la presenza di scantinati, solai e le loro caratteristiche sono importanti;
  • Requisiti di temperatura per ciascuno dei locali dell'edificio. Sotto questo parametro, è necessario comprendere i regimi di temperatura per ogni stanza di una casa di abitazione o di una zona di costruzione amministrativa;
  • Il design e le caratteristiche delle recinzioni esterne, incluso il tipo di materiali, lo spessore, la presenza di strati isolanti;

Indicatori fisici di raffreddamento della stanza - dati per il calcolo del carico di calore

  • La natura dei locali di destinazione. Di norma, è inerente agli edifici industriali, dove per un'officina o una trama è necessario creare alcune condizioni e regimi termici specifici;
  • Disponibilità e parametri di stanze speciali. La presenza degli stessi bagni, piscine e altre strutture simili;
  • Il grado di manutenzione - la presenza di acqua calda, tipo di riscaldamento centralizzato, sistemi di ventilazione e di climatizzazione;
  • Il numero totale di punti da cui viene prelevata l'acqua calda. È su questa caratteristica che occorre prestare particolare attenzione, perché maggiore è il numero di punti, maggiore sarà il carico termico sull'intero sistema di riscaldamento;
  • Il numero di persone che vivono nella casa o nella struttura. I requisiti relativi all'umidità e alla temperatura dipendono da questo: fattori inclusi nella formula per il calcolo del carico termico;

Attrezzature che possono influire sui carichi di calore

  • Altri dati Per una struttura industriale, tali fattori, ad esempio, includono il numero di turni, il numero di lavoratori in un turno, nonché i giorni lavorativi all'anno.

Per quanto riguarda la casa privata, è necessario tenere in considerazione il numero di persone che vivono, il numero di bagni, stanze, ecc.

Calcolo dei carichi termici: cosa è incluso nel processo

Lo stesso calcolo del carico di riscaldamento con le proprie mani viene effettuato nella fase di progettazione di un cottage di campagna o di un altro oggetto immobiliare - ciò è dovuto alla semplicità e all'assenza di costi aggiuntivi in ​​contanti. Questo tiene conto dei requisiti di varie norme e standard, TCH, SNB e GOST.

I seguenti fattori sono obbligatori da determinare durante il calcolo della potenza termica:

  • Perdita di calore al di fuori della scherma. Include i regimi di temperatura desiderati in ciascuna delle stanze;
  • La potenza necessaria per riscaldare l'acqua nella stanza;
  • La quantità di calore necessaria per preriscaldare la ventilazione dell'aria (nel caso in cui sia richiesta una ventilazione forzata forzata);
  • Il calore necessario per riscaldare l'acqua nella piscina o nel bagno;

Gcal / ora - un'unità di misura dei carichi termici di oggetti

  • Possibile sviluppo della continua esistenza del sistema di riscaldamento. Implica la possibilità di riscaldare la produzione in soffitta, nel seminterrato, oltre a tutti i tipi di edifici e di ampliamenti;

Perdita di calore in un edificio residenziale standard

Consiglio. Con il "magazzino" calcolare il carico di calore è necessario al fine di eliminare la possibilità di costi finanziari inutili. Particolarmente importante per una casa di campagna, dove il collegamento aggiuntivo di elementi riscaldanti senza studio e preparazione preliminare sarà proibitivo.

Caratteristiche del calcolo del carico termico

Come discusso in precedenza, i parametri calcolati dell'aria interna sono selezionati dalla letteratura pertinente. Allo stesso tempo, gli stessi coefficienti di trasferimento del calore vengono selezionati da queste fonti (vengono presi in considerazione anche i dati del passaporto delle unità di riscaldamento).

Il calcolo tradizionale dei carichi di calore per il riscaldamento richiede una determinazione costante del flusso di calore massimo dai dispositivi di riscaldamento (tutte le batterie di riscaldamento effettivamente situate nell'edificio), il massimo consumo orario di calore, nonché il costo totale della potenza termica in un determinato periodo, ad esempio la stagione di riscaldamento.

Distribuzione del flusso di calore da diversi tipi di riscaldatori

Le istruzioni di cui sopra per il calcolo dei carichi di calore, tenendo conto della superficie dello scambio di calore possono essere applicate a vari oggetti immobiliari. Va notato che questo metodo consente di sviluppare in modo competente e più corretto una motivazione per l'uso del riscaldamento efficiente, nonché un'indagine energetica di case ed edifici.

Il modo ideale per calcolare il riscaldamento di un impianto industriale, quando si intende ridurre le temperature durante le ore di chiusura (anche le festività ei fine settimana sono presi in considerazione).

Metodi per determinare i carichi di calore

Attualmente, i carichi termici sono calcolati in diversi modi principali:

  1. Calcolo della perdita di calore attraverso indicatori aggregati;
  2. Determinazione dei parametri attraverso i vari elementi delle strutture di contenimento, perdite addizionali per il riscaldamento dell'aria;
  3. Calcolo del trasferimento di calore per tutte le apparecchiature di riscaldamento e ventilazione installate nell'edificio.

Metodo integrato per calcolare il carico sul riscaldamento

Un altro metodo per calcolare il carico sull'impianto di riscaldamento è il cosiddetto metodo allargato. Di norma, uno schema analogo viene utilizzato nel caso in cui non ci siano informazioni su progetti o dati simili che non corrispondono a caratteristiche reali.

Esempi di carichi di calore per condomini residenziali e la loro dipendenza dal numero di persone viventi e area

Per il calcolo ingrandito del carico termico di riscaldamento si utilizza una formula piuttosto semplice e lineare:

Qmax da. = Α * V * q0 * (tв-tn.r.) * 10-6

La formula utilizza i seguenti coefficienti: α è un fattore di correzione che tiene conto delle condizioni climatiche nella regione in cui è costruito l'edificio (si applica quando la temperatura calcolata è diversa da -30 ° C); q0 è la specifica caratteristica di riscaldamento selezionata in base alla temperatura della settimana più fredda dell'anno (i cosiddetti "cinque giorni"); V è il volume esterno della struttura.

Tipi di carichi di calore da prendere in considerazione

Nel corso dei calcoli (così come nella scelta delle attrezzature) viene preso in considerazione un gran numero di carichi termici molto diversi:

  1. Carichi stagionali Di norma, le seguenti funzionalità sono inerenti a loro:
  • Durante tutto l'anno, c'è un cambiamento nei carichi di calore a seconda della temperatura dell'aria all'esterno della stanza;
  • Consumo annuale di calore, determinato dalle caratteristiche meteorologiche della regione in cui si trova l'oggetto, per il quale vengono calcolati i carichi termici;

Regolatore di carico termico per apparecchiature della caldaia

  • Modifica del carico sull'impianto di riscaldamento in base all'ora del giorno. A causa della resistenza al calore delle recinzioni esterne dell'edificio, tali valori sono considerati trascurabili;
  • Spese di energia termica del sistema di ventilazione ogni ora.
  1. Carichi termici durante tutto l'anno. Va notato che per i sistemi di riscaldamento e di approvvigionamento di acqua calda, la maggior parte delle strutture domestiche ha un consumo di calore durante tutto l'anno, che varia un po '. Così, ad esempio, in estate, il costo dell'energia termica si riduce di quasi il 30-35% rispetto all'inverno;
  2. Calore secco - trasferimento di calore per convezione e radiazione termica da altri dispositivi simili. Determinato dalla temperatura del termometro a secco.

Questo fattore dipende dalla massa di parametri, tra cui tutti i tipi di finestre e porte, attrezzature, sistemi di ventilazione e persino lo scambio d'aria attraverso le crepe nelle pareti e nei pavimenti. Anche il numero di persone che possono essere nella stanza è preso in considerazione;

  1. Calore nascosto - evaporazione e condensa. Si basa sulla temperatura del termometro bagnato. Il volume del calore latente dell'umidità e delle sue fonti nella stanza è determinato.

Casa di campagna per la perdita di calore

In ogni stanza, l'umidità è influenzata da:

  • Le persone e il loro numero, che sono contemporaneamente nella stanza;
  • Attrezzature tecnologiche e di altro tipo;
  • Flussi d'aria che attraversano fessure e crepe nelle strutture dell'edificio.

Regolatori di carichi termici, come la capacità di uscire da situazioni difficili

Come potete vedere in molte foto e video delle moderne caldaie per il riscaldamento industriale e domestico e altre apparecchiature per caldaie, nel pacchetto sono inclusi speciali regolatori di carichi termici. L'equipaggiamento di questa categoria è progettato per fornire supporto per un certo livello di carichi, per eliminare tutti i tipi di salti e tuffi.

Va notato che gli RTN consentono risparmi significativi nei costi di riscaldamento, poiché in molti casi (e in particolare per le imprese industriali) sono fissati alcuni limiti che non possono essere superati. Altrimenti, se si registrano salti e eccessi di carichi termici, sono possibili multe e sanzioni similari.

Esempio di carico termico totale per un'area specifica di una città

Consiglio. Il carico sui sistemi di riscaldamento, ventilazione e climatizzazione è un momento importante nel design della casa. Se è impossibile eseguire il lavoro di progettazione da solo, è meglio affidarlo agli specialisti. Allo stesso tempo, tutte le formule sono semplici e dirette e quindi non è così difficile calcolare tutti i parametri da soli.

Carichi su ventilazione e acqua calda - uno dei fattori di sistemi di calore

I carichi termici sul riscaldamento, di regola, sono calcolati nel complesso anche con ventilazione. Questo è un carico stagionale, è progettato per sostituire l'aria di scarico da pulire e il suo riscaldamento alla temperatura impostata.

Il consumo orario di calore per i sistemi di ventilazione viene calcolato in base a una formula specifica:

Misura della perdita di calore in modo pratico

Tranne, infatti, la ventilazione calcola il carico di calore sul sistema di acqua calda. Le ragioni per eseguire tali calcoli sono simili alla ventilazione e la formula è in qualche modo simile:

r, in, tg., tx. - la temperatura stimata dell'acqua calda e fredda, la densità dell'acqua, nonché il coefficiente che tiene conto dei valori del carico massimo di acqua calda al valore medio impostato da GOST;

Calcolo completo dei carichi termici

Oltre a, di fatto, le questioni teoriche di calcolo, viene svolto anche un lavoro pratico. Ad esempio, le complesse ispezioni di termotecnica includono la termografia obbligatoria di tutte le strutture: pareti, pavimenti, porte e finestre. Va notato che tali lavori consentono di determinare e fissare i fattori che hanno un impatto significativo sulla perdita di calore della struttura.

Il dispositivo per eseguire calcoli e audit energetico

La diagnostica per immagini termiche mostrerà quale sarà la differenza di temperatura effettiva quando si passa una determinata quantità di calore strettamente definita attraverso 1 m2 di strutture che racchiudono. Inoltre, aiuterà a conoscere il consumo di calore a una certa differenza di temperatura.

Le misurazioni pratiche sono una componente indispensabile di vari lavori di progettazione. Insieme, tali processi contribuiranno ad ottenere i dati più affidabili su carichi di calore e perdite di calore, che saranno osservati in una particolare struttura per un certo periodo di tempo. Il calcolo pratico aiuterà a raggiungere ciò che la teoria non mostra, vale a dire i luoghi "stretti" di ciascuna struttura.

conclusione

Il calcolo dei carichi di calore, così come il calcolo idraulico dell'impianto di riscaldamento, è un fattore importante, che deve essere calcolato prima che inizi l'organizzazione del sistema di riscaldamento. Se esegui tutto il lavoro correttamente e approcci il procedimento con saggezza, puoi garantire il funzionamento senza problemi del riscaldamento, oltre a risparmiare denaro per surriscaldamento e altri costi aggiuntivi.

Pagina 2

Uno dei componenti principali di un alloggio confortevole è la presenza di un sistema di riscaldamento ben congegnato. La scelta del tipo di riscaldamento e delle attrezzature richieste è una delle principali domande a cui è necessario rispondere in fase di progettazione della casa. Un calcolo oggettivo della potenza della caldaia di riscaldamento sull'area determinerà infine un sistema di riscaldamento completamente efficiente.

Vi parleremo della corretta condotta di questo lavoro. In questo caso, consideriamo le caratteristiche inerenti ai diversi tipi di riscaldamento. Dopotutto, devono essere presi in considerazione durante i calcoli e la successiva decisione di installare questo o quel tipo di riscaldamento.

Regole di calcolo di base

All'inizio della nostra storia su come calcolare la potenza della caldaia, consideriamo i valori usati nei calcoli:

  • l'area della stanza (S);
  • potenza specifica del riscaldatore per 10m² di area riscaldata - (battiti W). Questo valore è determinato tenendo conto delle condizioni climatiche di una particolare regione.

Questo valore (W beats) è:

  • per la regione di Mosca - da 1,2 kW a 1,5 kW;
  • per le regioni meridionali del paese - da 0,7 kW a 0,9 kW;
  • per le regioni settentrionali del paese - da 1,5 kW a 2,0 kW.

Il calcolo della potenza viene eseguito come segue:

Suggerimento: Per semplicità, è possibile utilizzare una versione semplificata di questo calcolo. In esso, Wud. = 1. Pertanto, la potenza termica della caldaia è definita come 10 kW per 100 m² di area riscaldata. Ma con tali calcoli, il valore risultante deve anche essere aggiunto almeno al 15% per ottenere una cifra più obiettiva.

Come potete vedere, l'istruzione per eseguire il calcolo dell'intensità del trasferimento di calore è semplice. Ma, tuttavia, lo accompagneremo con un esempio concreto.

Le condizioni saranno le seguenti. L'area dei locali riscaldati nella casa è di 100m ². La potenza specifica per la regione di Mosca è di 1,2 kW. Sostituendo i valori disponibili nella formula, otteniamo quanto segue:

W caldaia = (100x1,2) / 10 = 12 kilowatt.

Calcolo per diversi tipi di caldaie di riscaldamento

Il grado di efficienza del sistema di riscaldamento dipende principalmente dalla scelta corretta del suo tipo. E, naturalmente, sulla precisione del calcolo effettuato dalle prestazioni richieste della caldaia di riscaldamento. Se il calcolo della capacità di riscaldamento dell'impianto di riscaldamento non è stato eseguito con precisione, si avranno inevitabilmente conseguenze negative.

Quando la potenza calorifica della caldaia è inferiore a quella richiesta, sarà freddo nelle camere in inverno. In caso di eccessiva produttività ci sarà una spesa eccessiva di energia e, di conseguenza, i soldi spesi per il riscaldamento dell'edificio.

Sistema di riscaldamento domestico

Per evitare questi e altri problemi, non è sufficiente sapere come calcolare la potenza della caldaia.

È inoltre necessario tenere conto delle peculiarità peculiari dei sistemi che utilizzano diversi tipi di riscaldatori (è possibile vedere la foto di ciascuno di essi ulteriormente nel testo):

  • combustibile solido;
  • elettrico;
  • carburante liquido;
  • gas.

La scelta di un tipo o dell'altro dipende in gran parte dalla regione di residenza e dal livello di sviluppo dell'infrastruttura. È anche importante avere la possibilità di acquisire un certo tipo di carburante. E, ovviamente, il suo valore.

Caldaie a combustibile solido

Il calcolo della potenza di una caldaia a combustibile solido deve essere effettuato tenendo conto delle caratteristiche caratterizzate dalle seguenti caratteristiche di tali riscaldatori:

  • bassa popolarità;
  • disponibilità relativa;
  • la possibilità di lavoro autonomo - è fornita in un certo numero di modelli moderni di questi dispositivi;
  • redditività durante il funzionamento;
  • la necessità di spazio di archiviazione aggiuntivo per il carburante.

Un'altra caratteristica che dovrebbe essere presa in considerazione quando si calcola la potenza di riscaldamento di una caldaia a combustibile solido è la natura ciclica della temperatura risultante. Cioè, in locali riscaldati con esso, la temperatura giornaliera fluttuerà entro 5ºС.

Pertanto, un tale sistema non è il migliore. E se possibile, dovresti abbandonarlo. Ma, se questo non è possibile, ci sono due modi per appianare i difetti:

  1. Utilizzare la lampadina necessaria per regolare l'alimentazione dell'aria. Ciò aumenterà il tempo di combustione e ridurrà il numero di focolari;
  2. L'uso di accumulatori di calore per acqua con una capacità da 2 a 10 m². Sono inclusi nel sistema di riscaldamento, consentendo di ridurre i costi energetici e, quindi, di risparmiare carburante.

Tutto ciò ridurrà le prestazioni richieste di una caldaia a combustibile solido per il riscaldamento di una casa privata. Di conseguenza, l'effetto dell'applicazione di queste misure deve essere considerato nel calcolo della potenza del sistema di riscaldamento.

Caldaie elettriche

Le caldaie elettriche per il riscaldamento domestico sono caratterizzate dalle seguenti caratteristiche:

  • alto costo del carburante - elettricità;
  • possibili problemi dovuti a interruzioni di rete;
  • cordialità ambientale;
  • facilità di gestione;
  • compattezza.

Tutti questi parametri dovrebbero essere presi in considerazione quando si calcola la potenza di una caldaia elettrica. Dopotutto, è acquistato non per un anno.

Caldaie a gasolio

Hanno le seguenti caratteristiche:

  • peeling ecologico;
  • comodo da usare;
  • richiedono spazio di archiviazione aggiuntivo per il carburante;
  • avere un aumentato rischio di incendio;
  • utilizzare carburante, il cui prezzo è piuttosto alto.

Caldaie a gas

Nella maggior parte dei casi, sono l'opzione migliore per l'organizzazione di un sistema di riscaldamento. Le caldaie a gas per uso domestico hanno le seguenti caratteristiche, che devono essere prese in considerazione quando si calcola la potenza della caldaia di riscaldamento:

  • facilità d'uso;
  • non richiedono spazio per la conservazione del combustibile;
  • sicuro da usare;
  • basso costo del carburante;
  • economia.

Calcolo per radiatori di riscaldamento

Supponiamo che tu decida di installare un radiatore con le tue mani. Ma prima devi averlo. E scegli quello che è adatto al potere.

Calcolarlo è abbastanza facile. Considera questo sull'esempio di una stanza con un'altezza di 3 metri e un'area di 14 m².

  • In primo luogo, determinare il volume della stanza. Per fare questo, moltiplica l'area della stanza per la sua altezza. Il risultato è 42 m³.
  • Successivamente, dovresti sapere che il riscaldamento di 1 m³ di spazio nella Russia centrale richiede 41 watt. Pertanto, per scoprire le prestazioni desiderate del radiatore, moltiplichiamo questa cifra (41 W) per il volume della stanza. Di conseguenza, otteniamo 1722 W.
  • Ora calcoliamo quante sezioni dovrebbe avere il nostro radiatore. Rendi tutto facile. Ogni elemento di un trasferimento di calore del radiatore bimetallico o in alluminio è 150W.
  • Pertanto, dividiamo le nostre prestazioni (1722 W) per 150. Otteniamo 11.48. Arrotondare fino a 11.
  • Ora è necessario aggiungere un altro 15% alla figura risultante. Ciò contribuirà a facilitare la crescita del trasferimento di calore richiesto negli inverni più rigidi. Il 15% di 11 è 1,68. Arrotondare fino a 2.
  • Come risultato, aggiungiamo un altro 2 alla figura esistente (11). Otteniamo 13. Quindi, per riscaldare una stanza con un'area di 14 m², abbiamo bisogno di un radiatore 1722W con 13 sezioni.

Ora sai come calcolare le prestazioni desiderate della caldaia, così come il radiatore del riscaldamento. Approfittate del nostro consiglio e assicuratevi di avere un sistema di riscaldamento efficiente e allo stesso tempo non dispendioso. Se hai bisogno di informazioni più dettagliate, puoi facilmente trovarlo nel video corrispondente sul nostro sito web.

Pagina 3

Tutto questo equipaggiamento, infatti, richiede un atteggiamento molto rispettoso, prudente, per se stesso - gli errori portano non solo a perdite finanziarie, ma a perdite di salute e attitudine alla vita.

Quando decidiamo di costruire la nostra casa privata, siamo principalmente guidati da criteri in gran parte emotive: vogliamo avere una nostra abitazione separata, indipendente dalle utility della città, di dimensioni molto maggiori e costruita secondo le nostre idee. Ma da qualche parte nell'anima, ovviamente, c'è una comprensione che dovrai contare molto. I calcoli non sono tanto legati alla componente finanziaria di tutte le opere, ma a quella tecnica. Uno dei principali tipi di calcolo sarà il calcolo del sistema di riscaldamento obbligatorio, senza il quale non c'è modo di aggirare.

In primo luogo, naturalmente, è necessario prendere i calcoli: una calcolatrice, un foglio di carta e una penna saranno i primi strumenti

In primo luogo, decidere ciò che è chiamato, in linea di principio, i metodi di riscaldamento della vostra casa. Dopo tutto, hai molte delle seguenti possibilità per fornire calore:

  • Dispositivi elettrici di riscaldamento autonomi. Forse tali dispositivi sono buoni, e persino popolari, come mezzi ausiliari di riscaldamento, ma non possono essere considerati essenziali.
  • Pavimenti riscaldanti elettrici Ma questo metodo di riscaldamento potrebbe essere usato come il principale per un singolo soggiorno. Ma il discorso non va a fornire tali piani a tutte le stanze della casa.
  • Riscaldamento caminetti Un'opzione brillante, non solo scalda l'aria nella stanza, ma anche l'anima, crea un'atmosfera indimenticabile di comfort. Ma ancora, nessuno considera i caminetti come un mezzo per fornire calore in tutta la casa - solo nel soggiorno, solo nella camera da letto, e nient'altro.
  • Riscaldamento centralizzato dell'acqua Avendo "strappato" te stesso da un grattacielo, tu, tuttavia, puoi portare il suo "spirito" nella tua casa collegandoti a un sistema di riscaldamento centralizzato. Ne vale la pena !? Ne vale la pena di correre di nuovo "fuori dal fuoco, sì nel fuoco". Non vale la pena farlo, anche se esiste un'opportunità del genere.
  • Riscaldamento autonomo dell'acqua Ma questo metodo di fornitura di calore - il più efficace, che può essere definito il principale per le case private.

Non fare a meno di un piano dettagliato della casa con la disposizione delle apparecchiature e il cablaggio di tutte le comunicazioni

Dopo aver risolto il problema in linea di principio

Quando la questione fondamentale su come fornire calore in casa con un sistema idrico autonomo è stata risolta, è necessario andare avanti e capire che sarà incompleto se non si pensa a

  • Installazione di sistemi di finestre affidabili che non solo "abbasseranno" tutto il tuo successo di riscaldamento verso l'esterno;
  • Weatherization supplementare di entrambe le pareti esterne ed interne della casa. Il compito è molto importante e richiede un approccio serio separato, sebbene non sia direttamente correlato alla futura installazione del sistema di riscaldamento effettivo;
  • Installare un caminetto Recentemente, questo metodo di riscaldamento ausiliario è stato sempre più utilizzato. Non può sostituire il riscaldamento generale, ma è un supporto così eccellente che in ogni caso aiuta a ridurre significativamente il costo del riscaldamento.

Il prossimo passo è quello di creare uno schema molto accurato del tuo edificio con l'introduzione di tutti gli elementi del sistema di riscaldamento in esso. Il calcolo e l'installazione di sistemi di riscaldamento senza tale schema è impossibile. Gli elementi di questo schema saranno:

  • Caldaia di riscaldamento, come elemento principale dell'intero sistema;
  • Pompa di circolazione, che fornisce la corrente del refrigerante nel sistema;
  • Condotte, come una sorta di "vasi sanguigni" dell'intero sistema;
  • Le batterie di riscaldamento sono quei dispositivi che da lungo tempo sono noti a tutti e che sono gli elementi terminali del sistema e sono responsabili ai nostri occhi della qualità del suo lavoro;
  • Dispositivi per monitorare lo stato del sistema. Un calcolo esatto del volume del sistema di riscaldamento è inconcepibile senza la presenza di tali dispositivi, che forniscono informazioni sulla temperatura reale nel sistema e sul volume del mezzo di trasferimento del calore che attraversa;
  • Blocco e regolazione dei dispositivi. Senza questi dispositivi, il lavoro sarà inadeguato, saranno loro a consentire di regolare il funzionamento del sistema e di regolarlo in base alle letture dei dispositivi di monitoraggio;
  • Vari sistemi di montaggio. Questi sistemi potrebbero essere attribuiti alle condotte, ma il loro impatto sul buon funzionamento dell'intero sistema è tale che raccordi e connettori sono separati in un gruppo separato di elementi per la progettazione e il calcolo dei sistemi di riscaldamento. Alcuni esperti chiamano l'elettronica: la scienza dei contatti. È possibile, senza timore di essere particolarmente in errore, nominare il sistema di riscaldamento - per molti aspetti, la scienza della qualità delle connessioni che gli elementi di questo gruppo forniscono.

Il cuore dell'intero sistema di riscaldamento dell'acqua è la caldaia di riscaldamento. Caldaie moderne: interi sistemi per fornire all'intero sistema un trasportatore di calore caldo

Buon consiglio! Quando si parla di riscaldamento, la parola "refrigerante" appare spesso nella conversazione. Con una certa approssimazione si può considerare la consueta "acqua" per l'ambiente, che è progettata per il movimento attraverso tubi e radiatori dell'impianto di riscaldamento. Ma ci sono alcune sfumature che sono associate al metodo di fornitura di acqua al sistema. Ci sono due modi: interno ed esterno. Esterno - dall'erogazione di acqua fredda esterna. In questa situazione, infatti, il liquido di raffreddamento sarà acqua semplice, con tutti i suoi difetti. In primo luogo, in generale, la presenza e, in secondo luogo, la purezza. Consigliamo vivamente che quando si sceglie un metodo per introdurre l'acqua dall'impianto di riscaldamento, inserire un filtro nell'ingresso, altrimenti è impossibile evitare una grave contaminazione del sistema in una sola stagione di funzionamento. Se si è scelto un versamento completamente autonomo nell'impianto di riscaldamento dell'acqua, non dimenticare di "aromatizzarlo" con tutti i tipi di additivi contro la polimerizzazione e la corrosione. È acqua con tali additivi che è già chiamata portatore di calore.

Tipi di caldaie di riscaldamento

Tra le caldaie per il riscaldamento disponibili per la tua scelta sono le seguenti:

  • Il combustibile solido può essere molto buono nelle aree remote, in montagna, nell'estremo nord, dove ci sono problemi con le comunicazioni esterne. Ma se l'accesso a tali comunicazioni non è difficile, le caldaie a combustibile solido non vengono utilizzate, perdono la comodità di lavorare con loro, se è ancora necessario mantenere un livello di calore in casa;
  • Elettrico - e dove ora senza elettricità. Ma devi capire che il costo di questo tipo di energia nella tua casa quando usi le caldaie per il riscaldamento elettrico sarà così grande che la soluzione della domanda "come calcolare il sistema di riscaldamento" nella tua casa perderà qualsiasi significato - tutto andrà ai cavi elettrici;
  • Carburante liquido Tali caldaie su benzina, solarium, si suggeriscono, ma loro, in virtù della loro ecologia, sono molto sgraditi da molti, e giusti;
  • Caldaie per riscaldamento domestico a gas - i tipi più comuni di caldaie, molto semplici da utilizzare e non richiedono carburante. L'efficienza di tali caldaie - il massimo di tutte disponibili sul mercato e raggiunge il 95%.

Prestare particolare attenzione alla qualità di tutti i materiali utilizzati, non ci sono costi per risparmiare, la qualità di ogni componente del sistema, compresi i tubi, dovrebbe essere perfetta.

Calcolo della caldaia

Quando parlano del calcolo del sistema di riscaldamento autonomo, intendono prima di tutto il calcolo della caldaia a gas di riscaldamento. Qualsiasi esempio del calcolo del sistema di riscaldamento include la seguente formula per il calcolo della potenza della caldaia:

  • S è l'area totale della stanza riscaldata in metri quadrati;
  • Potenza specifica del legno della caldaia per 10 mq. i locali

La potenza specifica della caldaia è impostata in base alle condizioni climatiche della regione di utilizzo:

  • per la banda centrale è da 1,2 a 1,5 kW;
  • per aree del livello di Pskov e superiori - da 1,5 a 2,0 kW;
  • per Volgograd e inferiore - da 0,7 a 0.9 kW.

Ma, dopo tutto, il nostro clima del 21 ° secolo è diventato così imprevedibile che, nel complesso, l'unico criterio nella scelta di una caldaia è la vostra conoscenza con l'esperienza di altri sistemi di riscaldamento. Forse, comprendendo questa imprevedibilità, per semplicità, è stato a lungo accettato in questa formula che la densità di potenza viene sempre considerata come un'unità. Anche se non dimenticare i valori raccomandati.

Calcolo e progettazione di sistemi di riscaldamento, in gran parte - il calcolo di tutti i punti delle articolazioni, qui aiuterà gli ultimi sistemi di connessione, che sono sul mercato una quantità enorme

Buon consiglio! Questo desiderio di familiarizzare con sistemi di riscaldamento autonomi già funzionanti sarà molto importante. Se decidi di istituire un tale sistema a casa e anche con le tue mani, assicurati di familiarizzare con i metodi di riscaldamento usati dai tuoi vicini. Ottenere una "calcolatrice per calcolare il sistema di riscaldamento" in prima persona sarà molto importante. Ucciderai due piccioni con una fava: guadagnerai un buon consigliere, e forse in futuro un buon vicino, e persino un amico, ed eviterà gli errori che il tuo prossimo potrebbe aver commesso in quel momento.

Pompa di circolazione

Il metodo di erogazione del refrigerante al sistema, naturale o forzato, dipende dall'area riscaldata. Naturale non richiede alcuna attrezzatura aggiuntiva e comporta il movimento del liquido di raffreddamento attraverso il sistema a causa dei principi di gravità e trasferimento di calore. Un simile sistema di riscaldamento può anche essere definito passivo.

Molto più diffusi sono i sistemi di riscaldamento attivi, in cui viene utilizzata una pompa di circolazione per spostare il liquido di raffreddamento. Tali pompe sono spesso costruite per l'installazione sulla linea dai radiatori alla caldaia, quando la temperatura dell'acqua si è già abbassata e non sarà in grado di influire negativamente sul funzionamento della pompa.

Ci sono determinati requisiti per le pompe:

  • dovrebbero essere tranquilli, perché lavorano costantemente;
  • devono consumare poco, ancora a causa del loro lavoro regolare;
  • devono essere molto affidabili e questo è il requisito più importante per le pompe nell'impianto di riscaldamento.

Tubazioni e radiatori

Il componente più importante dell'intero sistema di riscaldamento, che è costantemente affrontato da qualsiasi utente, è costituito da tubi e radiatori.

Quando si tratta di tubi, abbiamo tre tipi di tubi:

Acciaio - i patriarchi dei sistemi di riscaldamento utilizzati da tempo immemorabile. Ora i tubi d'acciaio stanno gradualmente uscendo dal palco, sono scomodi da usare e, inoltre, richiedono la saldatura e sono soggetti a corrosione.

Rame: tubi molto popolari, specialmente se eseguiti con cavi nascosti. Tali tubi sono estremamente resistenti alle influenze esterne, ma, sfortunatamente, sono molto costosi, il che costituisce il principale freno al loro uso diffuso.

Polimero - come soluzione ai problemi dei tubi di rame. Sono tubi in polimero che colpiscono i moderni sistemi di riscaldamento. Elevata affidabilità, resistenza agli influssi esterni, una vasta gamma di apparecchiature ausiliarie aggiuntive specifiche per l'utilizzo in impianti di riscaldamento con tubi in plastica.

Il riscaldamento della casa è in gran parte garantito dalla scelta esatta del sistema di tubazioni e posa dei tubi.

Calcolo dei radiatori

Il calcolo dell'ingegneria termica dell'impianto di riscaldamento comprende necessariamente il calcolo di un elemento di rete indispensabile come un radiatore.

Lo scopo del calcolo del radiatore è di ottenere il numero delle sue sezioni per il riscaldamento di una determinata area.

Pertanto, la formula per calcolare il numero di sezioni nel radiatore è:

  • S è l'area della stanza riscaldata in metri quadrati (si riscalda, ovviamente, non l'area, ma il volume, ma l'altezza standard della stanza è di 2,7 m);
  • W - potenza termica di una sezione in watt, caratteristica del radiatore;
  • K: il numero di sezioni nel radiatore.

Fornire calore in una casa è la soluzione di un intero complesso di compiti, spesso non correlati tra loro, ma che servono allo stesso scopo. L'installazione di un caminetto può essere uno di questi compiti autonomi.

Oltre al calcolo, i radiatori richiedono anche la conformità con determinati requisiti durante la loro installazione:

  • l'installazione deve essere eseguita rigorosamente sotto le finestre, al centro, una regola di vecchia data e generalmente accettata, ma alcuni riescono a romperla (questa installazione impedisce il movimento di aria fredda dalla finestra);
  • È necessario allineare verticalmente i "bordi" del radiatore, ma questo requisito, nessuno in particolare pretende di violare, è ovvio;
  • un altro non è ovvio - se ci sono diversi radiatori in una stanza, dovrebbero trovarsi allo stesso livello;
  • è necessario garantire non meno di 5 cm di spazi tra la parte superiore e la soglia e dal fondo al pavimento del radiatore, la praticità del servizio svolge un ruolo importante qui.

Il posizionamento abile e preciso dei radiatori garantisce il successo dell'intero risultato finale: non è possibile fare a meno di circuiti e modellazione del layout a seconda delle dimensioni dei radiatori stessi.

Calcolo dell'acqua nel sistema

Il calcolo del volume d'acqua nell'impianto di riscaldamento dipende dai seguenti fattori:

  • volume della caldaia - questa caratteristica è nota;
  • prestazioni della pompa - questa caratteristica è anche nota, ma deve comunque fornire la velocità di movimento consigliata del refrigerante attraverso il sistema a 1 m / s;
  • il volume dell'intero sistema di condotte - è già necessario calcolare il fatto dopo l'installazione del sistema;
  • volume totale del radiatore.

Quindi, il compito "come calcolare il volume di acqua nel sistema di riscaldamento" è ridotto al calcolo della somma dei tre volumi dati.

L'ideale, ovviamente, è nascondere tutte le comunicazioni dietro una parete in cartongesso, ma ciò non è sempre possibile e solleva questioni dal punto di vista della convenienza della futura manutenzione del sistema.

Buon consiglio! Non è immediatamente possibile calcolare con precisione matematica la quantità d'acqua richiesta nel sistema. Pertanto, agisci in modo un po 'diverso. Innanzitutto, riempire il sistema, presumibilmente al 90% del volume e controllarne le prestazioni. Mentre lavori, rilascia l'aria in eccesso e continua a riempire. Da qui la necessità di un ulteriore serbatoio con refrigerante nel sistema. Quando il sistema funziona, una perdita naturale del liquido di raffreddamento si verifica a causa dei processi di evaporazione e convezione, quindi il calcolo dell'alimentazione del sistema di riscaldamento consiste nel tenere traccia della perdita di acqua dal serbatoio aggiuntivo.

Certo, ci rivolgiamo agli esperti

Puoi, naturalmente, fare molte riparazioni a casa da solo. Ma costruire un sistema di riscaldamento richiede troppe conoscenze e abilità. Pertanto, pur avendo studiato tutte le foto e i materiali video sul nostro sito web, pur avendo familiarizzato con tali attributi indispensabili di ogni elemento del sistema come "istruzioni", ti consigliamo comunque di rivolgerti ai professionisti per installare l'impianto di riscaldamento.

Come il pinnacolo dell'intero sistema di riscaldamento - la creazione di pavimenti riscaldati caldi. Ma la fattibilità di installare tali piani dovrebbe essere calcolata con molta attenzione

Il costo degli errori durante l'installazione di un sistema di riscaldamento autonomo è molto alto. Non vale il rischio in questa situazione. L'unica cosa che rimane per te è la manutenzione intelligente dell'intero sistema e la chiamata dei master per la sua manutenzione.

Pagina 4

I calcoli fatti con competenza dell'impianto di riscaldamento per qualsiasi edificio - una casa di abitazione, un laboratorio, un ufficio, un negozio, ecc., Garantiranno il suo funzionamento stabile, corretto, affidabile e silenzioso. Inoltre, eviterete malintesi con i dipendenti di alloggi e servizi comunali, costi finanziari non necessari e perdite di energia. È possibile calcolare il riscaldamento in più fasi.

Nel calcolare il riscaldamento bisogna tener conto di molti fattori.

Fasi di calcoli

  • Innanzitutto è necessario conoscere la perdita di calore dell'edificio. È necessario determinare la potenza della caldaia e di ciascuno dei radiatori. Le perdite di calore sono calcolate per ogni stanza con una parete esterna.

Fai attenzione! Successivamente, sarà necessario controllare i dati. I numeri risultanti sono divisi nel quadrato della stanza. Pertanto, si riceverà una perdita di calore specifica (W / m²). Di regola, è 50/150 W / m². Se i dati ottenuti sono molto diversi da quelli specificati, allora hai fatto un errore. Pertanto, il costo del montaggio dell'impianto di riscaldamento sarà troppo alto.

  • Successivamente è necessario scegliere la temperatura. Si consiglia di prendere i seguenti parametri per i calcoli: 75-65-20 ° (caldaia-radiatori-camera). Tale regime di temperatura, quando viene calcolato il calore, corrisponde allo standard europeo di riscaldamento EN 442.
  • Quindi è necessario scegliere la potenza dei radiatori, in base ai dati sulla perdita di calore nelle stanze.
  • Dopo di ciò, viene eseguito il calcolo idraulico: il riscaldamento senza di esso non sarà efficace. È necessario determinare il diametro dei tubi e le proprietà tecniche della pompa di circolazione. Se la casa è privata, la sezione trasversale del tubo può essere selezionata secondo la tabella seguente.
  • Successivamente è necessario decidere sulla caldaia di riscaldamento (domestica o industriale).
  • Poi c'è il volume del sistema di riscaldamento. È necessario conoscere la sua capacità di scegliere un serbatoio di espansione o assicurarsi che il volume del serbatoio dell'acqua già integrato nel generatore di calore sia sufficiente. Qualsiasi calcolatore online ti aiuterà a ottenere i dati di cui hai bisogno.

Calcolo termico

Per implementare la fase di progettazione dell'ingegneria termica dell'impianto di riscaldamento, saranno necessari i dati grezzi.

Cosa ti serve per iniziare

  1. La prima cosa di cui hai bisogno è un progetto di costruzione. Dovrebbe indicare le dimensioni esterne ed interne di ciascuna stanza, oltre a finestre e porte esterne.
  2. Successivamente, trova informazioni sulla posizione dell'edificio in relazione ai punti cardinali e alle condizioni climatiche della tua zona.
  3. Raccogli informazioni sull'altezza e sulla composizione delle pareti esterne.
  4. Avrai bisogno di conoscere i parametri dei materiali del pavimento (dalla stanza al terreno), così come il soffitto (dalle camere alla strada).

Dopo aver raccolto tutti i dati, è possibile iniziare a calcolare il consumo di calore per il riscaldamento. Come risultato del lavoro, raccoglierai informazioni sulla base delle quali potrai eseguire calcoli idraulici.

La formula desiderata

Il calcolo dei carichi termici sul sistema dovrebbe determinare la perdita di calore e la potenza della caldaia. In quest'ultimo caso, la formula per il calcolo del riscaldamento è la seguente:

  • MC - potenza del generatore di calore, in kW;
  • TP - perdita di calore dell'edificio;
  • 1,2 è un margine pari al 20%.

Fai attenzione! Questo fattore di sicurezza tiene conto della possibilità di una caduta di pressione nel sistema del gasdotto in inverno, oltre a ciò, perdite di calore imprevedibili. Ad esempio, come mostra la foto, a causa di una finestra rotta, un cattivo isolamento delle porte e forti gelate. Questo stock consente inoltre di regolare ampiamente il regime di temperatura.

Va notato che quando viene calcolata la quantità di energia termica, le sue perdite nell'edificio non sono distribuite uniformemente, in media le cifre sono le seguenti:

  • le pareti esterne perdono circa il 40% della cifra totale;
  • attraverso le finestre lascia il 20%;
  • i piani danno circa il 10%;
  • Il 10% evapora attraverso il tetto;
  • Il 20% passa attraverso la ventilazione e le porte.

Fattori materiali

Coefficienti di trasmissione del calore di alcuni materiali.

Inoltre, il metodo di calcolo dell'energia termica per il riscaldamento tiene conto dei materiali della casa. Influenzano direttamente il livello di perdita di calore. Nel calcolo, per tenere conto di tutti i fattori, vengono applicati i seguenti coefficienti:

  • K1 - tipo di finestre;
  • K2 - isolamento delle pareti;
  • K3 - indica il rapporto tra l'area di finestre e piani;
  • K4 - la temperatura minima esterna;
  • K5 - il numero di pareti esterne dell'edificio;
  • K6: il numero di piani dell'edificio;
  • K7 - l'altezza della stanza.

Per quanto riguarda le finestre, i loro coefficienti di perdita di calore sono uguali:

  • vetri tradizionali - 1,27;
  • finestre con doppi vetri a due camere - 1;
  • analoghi a tre camere - 0.85.

Maggiore è il volume delle finestre rispetto ai piani, maggiore è la quantità di calore che l'edificio perde.

Top