Categoria

News Della Settimana

1 Radiatori
Riscaldamento domestico: quali sono gli impianti di riscaldamento e gli schemi elettrici
2 Caldaie
Mobili e arredi
3 Pompe
Impianti di riscaldamento solare di una casa privata: c'è qualche vantaggio?
4 Caminetti
Istruzioni per l'isolamento delle pareti dall'interno
Principale / Caldaie

Numero di kW di un segmento di radiatore in ghisa


Conoscendo la potenza della sezione batteria, è possibile calcolare il numero totale di sezioni del radiatore in ghisa necessario per riscaldare una determinata stanza.

Le dimensioni dei radiatori di riscaldamento, progettate per ambienti con la stessa area, possono essere diverse e il loro trasferimento di calore - lo stesso. I dispositivi di riscaldamento esteri sono più piccoli di quelli domestici, ma creano tanto calore quanto quelli domestici.

Qual è la differenza tra i radiatori stranieri da quelli domestici

I prodotti di entrambi i gruppi di produttori sono fatti quasi dello stesso ferro. La differenza sta nelle caratteristiche della superficie della ghisa.

Le opzioni estranee hanno una superficie interna liscia. La circolazione del liquido di raffreddamento scorre facilmente su di essa senza "sentire" una grande resistenza idraulica. Pertanto, sezioni più piccole di dispositivi di riscaldamento esterni sono in grado di saltare più acqua per unità di area interna e assorbire più calore. Di conseguenza, il loro potere cresce. Dovrebbero essere installati in stanze con una vasta area (30 metri quadrati o più).

Potenza dei classici radiatori

Le batterie MS-140 sono molto popolari. Ci sono due modifiche:

Le sezioni del primo modello del radiatore sono più piccole e sono in grado di produrre 0,106 kW.

La potenza dei segmenti del secondo modello è di 0,160 kW.

Sono grandi e pesanti. Il modello grande ha una sezione, la cui altezza e larghezza è di 0,588х0,121 m Il volume dello spazio interno di un segmento è di 1,5 litri.

Emissione di calore dei moderni dispositivi in ​​ghisa

I radiatori in ghisa ceca hanno un'efficienza molto elevata in termini di rilascio di calore. Questi dispositivi per il riscaldamento di case con aree diverse hanno una sezione che fornisce 0,14 kW. Questa potenza ha un dispositivo di riscaldamento Viadrus STYL 500. Il suo segmento è quasi due volte più leggero e più piccolo della sezione dei dispositivi di cui sopra. Una particella di un simile dispositivo in ghisa contiene 0,8 litri di refrigerante.

Le sezioni del radiatore di alcuni produttori russi hanno un volume simile. Sono in grado di fornire calore in 0,102 kW. Secondo questo indicatore, sono in ritardo rispetto ai prodotti cechi, ma migliori rispetto a MS-140.

Il calcolo più semplice della potenza della batteria

Per calcolare la potenza del dispositivo necessario per riscaldare una stanza di 25 m 2, è necessario:

  1. Determina il volume della stanza. Per fare questo, 25 m2 devono essere moltiplicati per l'altezza della stanza, ad esempio 2,5 m La cifra è 62,5 metri cubi.
  2. Il risultato deve essere moltiplicato per un coefficiente speciale. Dipende dal tipo di stanza. Se si tratta di un pannello, allora è 0,041 kW per 1 m 3: 62,5х0,041 = 2,562 kW - la potenza totale del dispositivo per una stanza di 25 m2.

Successivamente, è necessario dividere il trasferimento di calore totale per la potenza del segmento: 2.562 / 0.14 = 18.3 - il numero di sezioni di batteria necessarie per il riscaldamento dell'ambiente, la cui area è di 25 m2. La figura risultante dovrebbe essere arrotondata per eccesso. Hai bisogno di comprare una batteria con 19 sezioni. Puoi comprare due batterie con così tanti segmenti, che insieme daranno il numero 19.

Il coefficiente specificato nella seconda fase dipende dal tipo di casa. Questo indicatore può essere il seguente:

  • 0,034 kW / m - per case costruite in mattoni;
  • 0,02 kW / m - per le case, la cui costruzione è stata eseguita in conformità con gli standard moderni.

Modo più complicato

Prevede l'uso di due indicatori:

  1. Domanda di calore generale.
  2. Trasferimento di calore di una pinna del radiatore (questo valore può essere ottenuto dalla documentazione tecnica).

Nel determinare il primo indicatore dovrebbe essere considerato:

  1. L'area della stanza.
  2. Piano.
  3. Altezza del soffitto (superiore o uguale a 3 m).
  4. La presenza di aria condizionata, camino.
  5. Il numero e l'area di Windows.
  6. La presenza di isolamento di pareti, pavimento e soffitto.


La necessità della quantità di calore è determinata nella seguente sequenza:

  1. Calcola il volume della stanza (area moltiplicata per l'altezza).
  2. Il volume è moltiplicato per 41 W (secondo lo SNIP per 1 metro cubo, dovrebbero essere generati 41 W di calore).
  3. Correggere la figura risultante per vari fattori:
  • se il soffitto è inferiore a 3 m, l'altezza viene divisa per 3 e il risultato viene moltiplicato per la richiesta di calore calcolata. Se più, poi fai lo stesso;
  • se la stanza è angolare, la cifra risultante viene moltiplicata per 1,8;
  • se c'è una finestra grande o più finestre, il risultato viene nuovamente moltiplicato per 1,8. Nel caso di finestre di plastica, viene utilizzato un fattore di correzione di 0,8;
  • se viene effettuata una connessione della batteria inferiore, viene preso un fattore di correzione di 1.1;

Alla fine, la figura risultante viene divisa nella sezione di scambio termico e determina il numero di bordi.

Quanti kW in una sezione del radiatore in ghisa?

I vantaggi dei radiatori in ghisa

Le batterie in ghisa sono ampiamente utilizzate nell'installazione di impianti di riscaldamento a causa di una serie di vantaggi:

  • mantenere e dare calore a lungo;
  • differiscono nella capacità di passare grandi volumi del trasportatore di calore;
  • non necessitare di refrigerante pre-pulizia;
  • possedere alta resistenza all'usura, proprietà anticorrosive, sono affidabili e durevoli;
  • assemblato da moduli (sezioni), il cui numero è determinato calcolando la potenza richiesta;
  • fornisce il trasferimento di calore non solo a causa della convezione, ma anche a causa della radiazione infrarossa, ecc.

Il vantaggio principale è l'elevato trasferimento di calore dei radiatori in ghisa.

I produttori moderni offrono una varietà di modelli di batterie in ghisa. Pensa a come calcolare la potenza di un radiatore in ghisa.

Dimensioni standard del radiatore

Determinare la potenza del radiatore dalla ghisa

La potenza richiesta dei radiatori è determinata in base al volume della stanza riscaldata e alle sue caratteristiche individuali:

  • la presenza di pareti interne ed esterne;
  • posizione angolare;
  • numero di finestre e porte;
  • il materiale da cui provengono le pareti dell'edificio;
  • la qualità dell'isolamento della stanza, ecc.

La potenza media richiesta è determinata al tasso di 1 kW per 10 m² (se i massimali non superano i tre metri). Ad esempio, una stanza di 18 m² richiede l'installazione di un radiatore in ghisa da 1,8 kW.

Radiatori in ghisa retrò

Se la stanza si trova alla fine dell'edificio o all'angolo, la quantità di potenza richiesta viene calcolata utilizzando un fattore di 1,2 (aumentare il numero di sezioni 1,2 volte e arrotondare).

Se l'altezza dei soffitti è superiore a tre metri, la potenza richiesta viene calcolata come prodotto dell'area della stanza, l'altezza del soffitto e un fattore di 40.

Se la stanza ha due finestre e due muri alla fine dell'edificio, la potenza viene aumentata del 30%, se la finestra dell'orientamento nord o nord-est è aumentata del 10%, se il radiatore è coperto da un pannello, aumentare del 15%. C'è una massa di modifiche che dovrebbero essere considerate nel calcolo del numero di sezioni.

Il calcolo della potenza dovrebbe tenere conto di un valore come la temperatura del liquido di raffreddamento. Indicatori standard - 70 ° С e 60 ° С.

Calcolando la potenza richiesta per mantenere una temperatura normale nella stanza e conoscendo quanti kilowatt in una sezione del radiatore in ghisa, è possibile determinare il numero di sezioni del radiatore che devono essere installate.

Come aggiungere sezioni in ghisa a un gruppo batteria in ghisa

Sezione di potenza MS 140

La sezione di potenza del radiatore in ghisa sarà diversa a seconda del modello del prodotto. Differenti qualità differiscono nella tecnologia e qualità della fusione, lo spessore del metallo nelle pareti della sezione in ghisa, altezza, larghezza e profondità, il numero di ponti, l'area totale di trasferimento del calore, ecc.

Ricordiamo come viene determinata la potenza del radiatore in ghisa MS 140: il valore medio di trasferimento di calore di una sezione viene preso come base, che viene moltiplicato per il numero di sezioni.

La sezione del radiatore del marchio classico MC 140 ha una larghezza di una sezione 140 mm, altezza 500 mm. La potenza di una sezione del radiatore in ghisa MS è di 140-175 W di energia termica erogata nella stanza. Questo valore è aumentato in questa modifica MS 140, che ha ponticelli all'interno della sezione, consentendo di dare più calore. Di conseguenza, la potenza della sezione del radiatore in ghisa MS 140 con alette è di circa 195 kW.

Supponiamo di dover fornire uno spazio abitativo caldo di 18 m². Per questo abbiamo bisogno di 10 sezioni dello standard MS 140.

Se un radiatore MS 140 in ghisa è installato in una stanza di 36 m² (1 sezione è 175 W), saranno necessarie da venti a ventuno sezioni del modello, che dovrebbero essere distribuite uniformemente nella stanza (ad esempio, sette sezioni sotto le tre finestre di questa stanza).

Se la stanza ha le sue caratteristiche, vengono sempre utilizzati fattori aggiuntivi, fornendo la potenza necessaria "con un margine".

Calcolo dell'energia termica

Sezione di potenza dei moderni modelli di ghisa

Capiremo quanti kW in 1 sezione del radiatore in ghisa del modello moderno.

Il potere di una sezione del Viadrus STYL 500 (prodotto nella Repubblica Ceca) è di 137,5 watt.

L'azienda russa "Exemet" offre radiatori in ghisa dal design originale.

Il trasferimento di calore di una sezione del radiatore in ghisa del modello moderno 3-745 / 600 è di 102 W ad una temperatura media del vettore di calore 70 ° С.

Il modello Rokoko 950/790 ha una potenza di 144 watt.

Parte di potenza del radiatore in ghisa Classic 80 500 (prodotto da Seagull, Cina) - 150 watt.

Decidendo di utilizzare il modernissimo modello Mirabella 770/600 - un moderno radiatore in ghisa (capacità di 1 sezione pari a 222 W), è possibile determinare il numero richiesto di sezioni decorate con fusioni ricci e riproducendo gli arredi delle lussuose camere della metà del XIX secolo.

Il nostro appartamento o locale industriale fornirà radiatori in ferro affidabili. La potenza di 1 sezione può variare da 100 a 220 W, quindi prima di installare l'impianto di riscaldamento, vengono effettuati calcoli accurati del numero richiesto di sezioni, che garantiscono un microclima confortevole.

Aggiungi sezioni al radiatore in ghisa per aumentare il trasferimento di calore

Funzionalità aggiuntive

Il fatto che l'appartamento o l'altro locale siano stati forniti in modo affidabile con il calore in una stagione fredda, è possibile installare il pulsatore di circolazione. Aumenta la pressione nel sistema di riscaldamento e fornisce la circolazione forzata del liquido di raffreddamento. Una pompa muove una certa quantità di calore per unità di tempo: è così che viene determinata la sua prestazione.

In case di campagna e appartamenti situati ai piani superiori di edifici a più piani, viene normalmente installata una pompa di circolazione NTS 32/4 (potenza 72 W). Tale dispositivo garantirà calore e comfort anche nel freddo estremo della Russia centrale.

La quantità corretta di potenza del radiatore in ghisa e il numero di sezioni garantiscono una temperatura dell'aria normale e condizioni di soggiorno confortevoli in locali residenziali o industriali di qualsiasi tipo. Pertanto, i calcoli devono essere effettuati con molta attenzione, tenendo conto delle varie caratteristiche della camera e di altri emendamenti.

Potenza 1 sezione del radiatore in ghisa

Un altro articolo nella rubrica - "consumo dell'appartamento". Quindi, dato che la stagione di riscaldamento è già iniziata, molte persone sono interessate alla potenza delle loro batterie. Dopo tutto, il calore dipende dalla potenza nella stanza e nell'intero appartamento (è necessario saperlo quando si calcolano i radiatori di riscaldamento a livello di progetto dell'impianto di riscaldamento). Oggi parlerò della potenza di 1 sezione del radiatore in ghisa...

I radiatori in ghisa sono disponibili in vari gradi, ma non ce ne sono così tanti e possono essere elencati sulle dita. Tutto il resto è solo una variazione di loro. Oggi il più basilare.

MS 140

Il radiatore classico e più comune, installato in molti appartamenti del nostro paese, così come in molti paesi dell'ex Unione Sovietica. Larghezza della sezione 140 mm, altezza (tra i tubi di alimentazione) 500 mm. Marcatura aggiuntiva MC 140 - 500. La potenza di 1 sezione di questo radiatore è di 175 W di energia termica.

Tuttavia, ci sono molte varianti di questo radiatore.

MS 140 - 500 con pinne (raccoglitore)

La versione più efficiente dal punto di vista energetico del radiatore MS 140. Il fatto è che tra le sezioni sono installate costole di ferro aggiuntive, che forniscono anche un ulteriore riscaldamento alla stanza. La potenza di un tale radiatore è di 195 W di energia termica (che è 20W in più rispetto al classico MS 140). Tuttavia, tali radiatori hanno uno svantaggio significativo, è necessario monitorare la frequenza di questi bordi, se si intasano (polvere per esempio), quindi l'efficienza termica scende di 30-40 W!

MC 140 - 300

Come suggerisce il nome, questo radiatore ha una larghezza dello stesso 140 mm, ma l'altezza è di soli 300 mm. Questo è un tipo compatto di radiatore. La potenza di una sezione è di soli 120 W di energia termica.

MC 90 - 500

Radiatore meno comune, ma più economico rispetto al campione precedente. La larghezza di una sezione è di 90 mm (più compatta), l'altezza è la stessa di 500 mm, da cui il nome. Meno efficiente della MS 140, la potenza di una sezione di tale radiatore è di circa 140 W di energia termica.

MS 110 - 500

Radiatore in ghisa di 110 mm di larghezza e 500 mm di altezza tra i tubi. Relativamente raro non è spesso messo. Potenza di una sezione, circa - 150 W

MS 100 - 500

Sviluppo relativamente nuovo, forma modificata sledka. Il radiatore ha una larghezza della sezione di 100 mm e un'altezza (tra i tubi di alimentazione di 500 mm). Potenza termica di una sezione - 135 - 140 W.

Nuovi radiatori in ghisa

Non è raro vedere i moderni radiatori in ghisa, prodotti da entrambe le società di importazione e dai nostri domestici. Sembra un radiatore in alluminio. La sezione di potenza 1 di un tale radiatore va da 150 a 220 watt, molto dipende dalla dimensione del radiatore.

E questo è tutto, penso di averti dato il layout dei soliti radiatori in ghisa. Ovviamente, la potenza potrebbe passare leggermente dal produttore al produttore, ma approssimativamente la potenza viene mantenuta entro questi limiti.

A proposito, come puoi leggere - come decorare una batteria in ghisa sotto il "Retro", risulta molto bello ed economico

Radiatori in ghisa e calcolo del loro potere per la stanza

I radiatori in ghisa sono radiatori che sono arrivati ​​fino ai nostri giorni dai lontani anni '70 del millennio passato. Oggi sono più moderni, è quasi impossibile distinguerli dai radiatori bimetallici o in alluminio rivestiti con smalto. I radiatori in ghisa sono in grado di funzionare con una temperatura del liquido di raffreddamento fino a 110 0 С.

Abbastanza di grandi dimensioni e peso impressionante è compensato dall'inerzia che consente di regolare la temperatura. Sono ideali per qualsiasi stanza, affidabili e durevoli, possono essere utilizzati con qualsiasi caldaie e portatori di calore. Molti sono interessati alla domanda: quanti kilowatt in una sezione del radiatore in ghisa? Troverete la risposta a questa domanda di seguito.

Radiatore di riscaldamento in ghisa

Tipi principali

Radiatori in ghisa M-140

I radiatori M-140 hanno un design abbastanza semplice e sono facili da mantenere. Il materiale utilizzato nella loro fabbricazione è in ghisa. Ha un'elevata resistenza ai processi corrosivi e può essere utilizzato con qualsiasi refrigerante. Il basso livello di pressione idraulica consente l'utilizzo di radiatori, sia per gravità che per circolazione forzata del liquido di raffreddamento. L'elevata soglia di contrazione degli shock idraulici consente di farli funzionare sia in edifici a due piani che in edifici di nove piani. I vantaggi dell'M-140 sono la facilità di manutenzione, l'affidabilità, la lunga durata e il basso costo.

Radiatori in ghisa MS-140-500

Sono ampiamente utilizzati per il riscaldamento di edifici con refrigerante t entro 130 0 С e pressione 0,9 MPa. La capacità di una cavità è 1,45 l, il volume dell'area riscaldata è di 0,244 metri quadrati. Il materiale utilizzato per la produzione di sezioni - SCh-10 (ghisa grigia).

Radiatori in ghisa MS-140-300

Radiatori utilizzati per il riscaldamento di locali con davanzali bassi e una pressione di 0,9 MPa. La capacità della cavità - 1,11 l. Il peso della cavità, tenendo conto dei componenti, è di 5700 G. La forza del flusso di calore calcolato è di 0,120 kW.

Radiatori in ghisa MC-140M-500-09

I radiatori di questo modello sono utilizzati per ambienti diversi con temperatura del liquido di raffreddamento t fino a 130 0 С e pressione di 0,9 MPa. La massa di una cavità è di 7100 g Il materiale utilizzato per la fabbricazione è la ghisa grigia. S riscaldando una cavità - 0,244m 2.

È importante! Quando si sceglie un radiatore per l'alloggiamento, assicurarsi di prestare attenzione alle sue caratteristiche e fare tutti i tipi di calcoli in anticipo, in quanto sarà quasi impossibile scambiare i beni acquistati.

Pro e contro dell'utilizzo di radiatori in ghisa

Radiatore in ghisa stilizzato

Qualsiasi sistema di riscaldamento esistente oggi ha sia vantaggi che svantaggi, consideriamoli.

La potenza termica nominale di ogni sezione è di 160W. Circa il 65% del flusso di calore emesso riscalda l'aria che si accumula nella parte superiore della stanza e il restante 35% riscalda la parte inferiore della stanza.

  1. Il lungo periodo di utilizzo che è nei limiti di 15 50 anni.
  2. Alto livello di resistenza ai processi corrosivi.
  3. Possibilità di utilizzo in impianti di riscaldamento con circolazione gravitazionale del liquido di raffreddamento.
  1. Bassa efficienza della correzione dell'indicatore del trasferimento di calore;
  2. Alto livello di manodopera durante l'installazione;

È importante! Per non affrontare un problema durante l'installazione, assicurarsi di considerare i pro ei contro dei radiatori in ghisa. La loro installazione non è economica e l'installazione ripetuta richiederà molte risorse finanziarie.

Calcolo delle sezioni (cavità) dei radiatori

E quindi quanti kW in 1 parte del radiatore in ghisa? Per calcolare il numero di sezioni e la loro potenza, è necessario determinare la stanza V, che verrà successivamente visualizzata nei calcoli. Quindi, selezionare il valore dell'energia termica. I suoi significati sono i seguenti:

  1. riscaldamento di 1 m 3 della casa dai pannelli - 0,041 kW.
  2. riscaldamento di 1 m 3 case di mattoni con finestre con doppi vetri e pareti coibentate - 0,034 kW.
  3. riscaldamento di 1 m 3 di locali costruiti secondo le moderne norme edilizie - 0,034 kW.

Il flusso di calore di una cavità MS 140-500 è 0,160 kW.

Inoltre, vengono eseguite le seguenti operazioni matematiche: il volume della stanza viene moltiplicato per il flusso di calore. Il valore risultante viene diviso per la quantità di calore rilasciata da una singola cavità. Il risultato viene arrotondato e otteniamo il numero desiderato di sezioni.

Quanti kilowatt nella sezione della ghisa? Ogni tipo di radiatore ha un valore diverso, che il produttore calcola durante la fabbricazione e lo indica nella documentazione di accompagnamento.

Facciamo un calcolo approssimativo dei dati disponibili.

La stanza ha i seguenti dati: tipo di stanza - una casa di pannelli, lunghezza - altezza - larghezza - 5x6x2.7 m, rispettivamente.

  1. Calcola il volume della stanza V:

V = 5 x 6 x 2,7 = 81 m 3

Q = 81 * 0,041 = 3,332 kW

  1. Sulla base di questo, il numero di sezioni del radiatore è il seguente:

n = 3,321 / 0,16 = 20,76

dove 0.16 è la potenza termica di una sezione. Indicato dal produttore

  1. Valore arrotondato in grande, in base al quale il numero di sezioni richieste è pari a 21 pezzi.

È importante! Arrotonda sempre il valore risultante in grande stile. Sarà caldo - puoi aria, farà freddo - non lo riscalderai.

Parte di potenza del radiatore in ghisa

I radiatori in ghisa sono ancora uno dei mezzi di riscaldamento più diffusi negli appartamenti domestici. Possono meritatamente essere chiamati veterani del fronte di riscaldamento - dopo tutto, questo tipo di dispositivo di riscaldamento è stato inventato nel 1857 dallo scienziato francese Franz San Galli. Da allora, sono ampiamente utilizzati per il riscaldamento degli ambienti e rimangono comunque rilevanti.

Questa popolarità delle batterie in ghisa è spiegata molto semplicemente: sono convenienti, efficaci e il loro costo è basso.

Consideriamo più in dettaglio i loro vantaggi rispetto ad altri tipi di apparecchi di riscaldamento:

  1. Elevato trasferimento di calore: emettono molto efficacemente il calore, riscaldando la stanza;
  2. Durata: prodotti di questo tipo possono servire fino a 100 anni;
  3. Senza pretese per le condizioni operative;
  4. Senza pretese per la qualità del liquido di raffreddamento;
  5. Bassa resistenza idraulica: la superficie interna non crea attrito eccessivo quando il fluido si muove. Pertanto, non c'è bisogno di circolazione forzata;
  6. Resistenza alla corrosione.

Tuttavia, i radiatori in ghisa presentano diversi svantaggi:

  1. Fragilità molto elevata, che complica il loro trasporto e installazione. Basta un colpo per provocare una crepa;
  2. Una massa molto grande - la ghisa è un materiale molto pesante, che crea difficoltà durante il trasporto dei prodotti e la loro installazione. È necessario calcolare la resistenza della parete in cui è montato il dispositivo: se è in grado di sopportare il carico, è necessario progettare supporti aggiuntivi per pavimenti;
  3. Aspetto estetico: di regola, i prodotti per uso domestico appaiono molto poco attraenti, le coste hanno una superficie granulosa ed è difficile inserirle in modo organico in un interno ben progettato;
  4. L'inconveniente della cura: una configurazione complessa provoca accumuli di polvere in punti difficili da raggiungere dai quali è difficile da rimuovere.

Va notato che i radiatori in ghisa sono riscaldati non solo per convezione, ma anche per il metodo radiale, mediante dispositivi di riscaldamento vicini a se stessi, che a loro volta riscaldano lo spazio circostante.

Il principio di funzionamento dei radiatori in ghisa

Il principio di funzionamento di prodotti di questo tipo è abbastanza semplice. Il dispositivo è costituito da parti separate con canali interni - sono interconnessi con nipples e guarnizioni in gomma o paronite. Le sezioni sono disposte verticalmente per aumentare il trasferimento di calore.

Il radiatore è collegato all'impianto di riscaldamento, nel quale circola un trasportatore di calore caldo - più spesso acqua. Il liquido di raffreddamento, che circola attraverso i canali all'interno del radiatore, lo riscalda. Un radiatore a sua volta riscalda la stanza in cui è installato.

Tali prodotti sono molto inerti - si riscaldano estremamente lentamente, il che costituisce un notevole inconveniente. Tuttavia, a causa della stessa inerzia, si raffreddano molto lentamente, il che è un vantaggio innegabile. Pertanto, non ha senso installarvi regolatori di temperatura - saranno semplicemente inutili.

Come accennato in precedenza, la ghisa è poco impegnativa per la qualità del liquido di raffreddamento - questo è molto importante nelle nostre condizioni, dove il fluido nel sistema può trasportare pietre, pezzi di scala, ruggine e altri piccoli oggetti estranei. Tutto ciò non influisce sulla durata della batteria: la superficie interna potrebbe consumarsi un po ', ma questo è completamente insignificante.

Calcolo della potenza dei radiatori in ghisa

L'indicatore più importante dell'efficienza di una batteria di riscaldamento è la potenza o il flusso di calore: caratterizza la capacità del dispositivo di riscaldare una stanza di un determinato volume.

Affinché la potenza nominale del prodotto corrisponda a quella reale, è necessario fare una differenza tra la temperatura del fluido di riscaldamento nella linea principale e la temperatura della stanza riscaldata non superiore a 50 gradi Celsius. Alcuni indicano energia per differenze di temperatura di 70 gradi Celsius, ma questo non è corretto, in quanto non è sempre possibile fare una tale differenza.

La potenza dei radiatori in ghisa è misurata in kilowatt (kW) e dipende dalle loro dimensioni. Il design delle batterie in ghisa consiste in sezioni separate, quindi la definizione di potenza dipende dalle sue dimensioni per una sezione.

A seconda della marca della batteria, la dimensione di una sezione può variare, rispettivamente, la velocità del flusso di calore può anche essere diversa. La tabella seguente fornisce alcune informazioni sulle caratteristiche di una sezione per diverse marche di batterie di riscaldamento in ghisa.

Confronto delle caratteristiche di una sezione per diversi marchi di radiatori in ghisa

Nella tabella sopra, vediamo che il flusso di calore della sezione di batterie in ghisa può variare da 0,12 kW a 0,16 kW.

Conoscendo questo valore, possiamo calcolare quante sezioni occorrerà per un radiatore di riscaldamento per riscaldare una stanza di un dato volume.

  1. Per prima cosa devi calcolare il volume della stanza - per questo moltiplichiamo la sua lunghezza per la larghezza e l'altezza;
  2. È necessario decidere la capacità richiesta per il riscaldamento di 1 m 3 dei nostri locali. Ci sono le portate di calore per gli edifici di un determinato tipo:
  • Per edifici di tipo pannello: 0,041 kW per m 3;
  • Per case in mattoni con isolamento termico di pareti e finestre con doppi vetri su finestre - 0,034 kW per m 3;
  • Per edifici costruiti secondo i requisiti moderni - 0,020 034 kW per m 3.
  1. Moltiplicare la quantità di flusso di calore necessaria per riscaldare un metro cubo in base al volume dei nostri locali. Il valore trovato sarà la potenza richiesta per riscaldare l'intera stanza;
  2. Determinare il tipo di riscaldamento della batteria e, facendo riferimento alla tabella, scopriamo l'entità del flusso di calore di una delle sue sezioni;
  3. Il valore della potenza richiesta per riscaldare una data stanza, si divide per la potenza di una sezione. Il valore risultante sarà il numero di sezioni del radiatore in ghisa, che è necessario per riscaldare una stanza di un dato tipo e volume.

Quando si installano le batterie in ghisa nella propria abitazione, è necessario calcolare la potenza richiesta con la massima precisione e, in base a ciò, selezionare il numero richiesto di sezioni. Se i calcoli vengono trascurati, c'è il rischio che il riscaldamento degli alloggi non sia sufficientemente efficace. Questo riduce significativamente il livello di comfort in casa, che, vedi, è piuttosto spiacevole. È meglio spendere tempo ed energie per garantire che il calore e il comfort siano regnati in casa.

Quanti kW in 1 parte del radiatore in ghisa?

Il miglior dispositivo di riscaldamento per locali residenziali è un radiatore in ghisa. Ciò è dovuto alla sua inerzia termica. Non c'è dubbio che ci vuole più tempo per riscaldare una batteria fatta di questo metallo rispetto ad altri materiali, ma mantiene anche il calore molto più a lungo.

Potenze nominali standard

Di norma, se una batteria è composta da sezioni separate, la sua capacità totale viene aumentata aggiungendole. Ecco perché quando si sceglie un radiatore in ghisa è sempre necessario concentrarsi sulle singole sezioni. E la potenza dipende direttamente dalla capacità del prodotto: maggiore è il volume di refrigerante, maggiore sarà il kW prodotto dal dispositivo.

Oggi i produttori producono radiatori con sezioni di sezione diverse, pertanto la potenza può variare da 0,075 a 0,30 kW. I più comuni sono prodotti da 150 watt.

Ma il dispositivo produrrà tale indicatore solo se si osserverà la differenza di temperatura tra la stanza e il trasportatore di calore. La discrepanza nei valori deve essere compresa tra 50 ° C - se la stanza è di 18-20 ° C, la temperatura dell'acqua nell'impianto di riscaldamento non deve essere inferiore a 70 ° C.

In media, per riscaldare una stanza di 15 m², è necessario un radiatore in ghisa, il cui progetto consiste in 10 sezioni con una capacità di 0,15 kW.

Quando si installano i radiatori in ghisa, è necessario tenere presente che, entro l'80% del trasferimento di calore, vengono eseguiti utilizzando il metodo convettivo e circa il 20% utilizzando la radiazione infrarossa. Questo determina la loro posizione - vicino alla finestra o sotto di essa. A causa dell'aumento della circolazione dell'aria, il trasferimento di calore sarà notevolmente migliorato.

Varietà e vantaggi

Oggi nel mercato delle apparecchiature di riscaldamento ci sono radiatori di vario tipo:

  • canale singolo;
  • doppio canale;
  • tre canali;
  • con sezioni rettangolari;
  • con un look retrò.

Inoltre, i prodotti possono essere di produzione nazionale ed estera, le cui principali differenze sono:

  • la potenza termica è la stessa, ma il volume delle sezioni nei modelli importati è inferiore;
  • costo - i dispositivi domestici sono molto più economici;
  • superficie: i dispositivi esterni hanno una superficie più liscia, che riduce la resistenza idraulica.

I radiatori in ghisa hanno una minore dissipazione di calore rispetto ai dispositivi in ​​alluminio, ma questo svantaggio viene livellato dal loro raffreddamento più lento, nonché dall'affidabilità e dalla lunga durata. I dispositivi bimetallici sono caratterizzati da un simile trasferimento di calore, ma la loro resistenza alla corrosione lascia molto a desiderare.

Quanti kW nel radiatore: calcoli, numero di pinne, capacità termica delle batterie in ghisa, alluminio e prodotti bimetallici

Affinché il riscaldamento della casa sia efficace, si dovrebbero acquistare i suoi elementi di qualità. Prima di questo - per eseguire il calcolo corretto del loro potere.

Nel calcolo dovrebbe tener conto della perdita di calore degli alloggi.

I calcoli sono fatti tenendo conto:

  • l'area della stanza;
  • l'altezza del suo soffitto;
  • il numero di finestre
  • la lunghezza della stanza;
  • caratteristiche climatiche nella regione.

Puoi calcolare tu stesso le prestazioni dei dispositivi. Per fare questo, è necessario sapere quanti kW in 1 sezione di radiatore in alluminio o ghisa, acciaio, controparte bimetallica.

Scelta giusta

  1. Le prestazioni dei dispositivi di riscaldamento dovrebbero corrispondere al 10% dell'area della stanza se l'altezza del soffitto è inferiore a 3 m.
  2. Se è più alto, aggiungi il 30%.
  3. Per la stanza di fine è necessario aggiungere un altro 30%.

Calcoli stimati

Un esempio di prodotti in alluminio a trasferimento termico.

Dopo aver determinato la perdita di calore, è necessario determinare le prestazioni del dispositivo (quanti kW in un radiatore in acciaio o altri dispositivi dovrebbero essere).

  1. Ad esempio, è necessario riscaldare una stanza con un'area di 15 m² e un'altezza del soffitto di 3 metri.
  2. Troviamo il suo volume: 15 ∙ 3 = 45 m³.
  3. L'istruzione dice che per il riscaldamento di 1 m³ nelle condizioni della Russia centrale è necessario avere 41 W di prestazione termica.
  4. Ciò significa che moltiplichiamo il volume della stanza per questo numero: 45 ∙ 41 = 1845 W. Questa potenza dovrebbe avere un radiatore.

Fai attenzione!
Se l'abitazione si trova in una regione con inverni rigidi, la cifra risultante dovrebbe essere moltiplicata per 1,2 (coefficiente di perdita di calore).
La cifra totale sarà di 2214 watt.

Numero di costole

Successivamente, è necessario calcolare il numero di sezioni nella batteria. Le istruzioni per i prodotti indicano il parametro di ciascun bordo.

Da esso imparerai quanti kW in una sezione di un radiatore bimetallico e una controparte in alluminio è 150-200 watt. Prendi il parametro massimo e suddividilo nella potenza totale richiesta nel nostro esempio: 2214: 200 = 11.07. Quindi, per riscaldare la stanza serve una batteria di 11 sezioni.

Potenza termica

La foto mostra il trasferimento approssimativo di calore della ghisa.

Nella stanza, i dispositivi di riscaldamento sono posizionati contro la parete esterna sotto l'apertura della finestra. Di conseguenza, il calore irradiato dal dispositivo viene distribuito in modo ottimale. L'aria fredda proveniente dalle finestre è bloccata da un flusso riscaldato che sale dal radiatore.

Batterie in ghisa

Gli analoghi su ghisa presentano tali vantaggi:

  • possedere una lunga risorsa operativa;
  • avere un alto livello di forza;
  • sono resistenti alla corrosione;
  • Eccellente per l'uso in sistemi di utilità che funzionano con refrigerante di bassa qualità.
  • Ora i produttori producono batterie in ghisa (il loro prezzo è superiore alle controparti convenzionali), con un aspetto migliore, grazie all'utilizzo della nuova tecnologia di colata per i loro edifici.

Svantaggi dei prodotti: una grande massa e inerzia termica.

Il tavolo inferiore emette quanti kW in un radiatore in ghisa, in base al modello.

Fai attenzione!
Per riscaldare una stanza con una superficie di 15 m², la potenza, ovvero kW di un radiatore in ghisa, deve essere di almeno 1,5. In altre parole, la batteria dovrebbe essere composta da 10-12 sezioni.

Radiatori in alluminio

Ecco come cambia la produzione di calore dei prodotti in alluminio.

I prodotti in alluminio hanno una maggiore capacità termica rispetto agli analoghi della ghisa. Alla domanda su quanti kW in una sezione del radiatore in alluminio, gli esperti rispondono che raggiunge 0,185-0,2 kW. Di conseguenza, 9-10 sezioni di sezioni in alluminio saranno sufficienti per un livello di riscaldamento standard di una stanza di quindici metri.

I vantaggi di tali dispositivi:

  • peso leggero;
  • design estetico;
  • alta velocità di trasferimento del calore;
  • La temperatura può essere controllata con l'aiuto di valvole termostatiche.

Ma i prodotti in alluminio non hanno la stessa robustezza degli analoghi della ghisa, ad esempio un radiatore dell'olio da 2 kW. Pertanto, sono sensibili alle sovratensioni della pressione di esercizio nel sistema, agli shock idraulici, alla temperatura eccessivamente elevata del vettore di calore.

Fai attenzione!
Quando il livello del pH dell'acqua (acidità) è alto, l'alluminio emette molto idrogeno.
Questo influisce negativamente sulla nostra salute.
Su questa base, è desiderabile utilizzare tali dispositivi in ​​un sistema di riscaldamento in cui il refrigerante abbia un'acidità neutra.

Prodotti bimetallici

La struttura del prodotto bimetallico.

Prima di scoprire quanti kW in 1 sezione di un radiatore bimetallico, si dovrebbe tenere conto che tali batterie hanno parametri operativi simili con analoghi in alluminio. Tuttavia, non hanno svantaggi specifici per loro.

Questa circostanza ha determinato il design dei dispositivi.

  1. Sono costituiti da tubi di rame o acciaio attraverso i quali scorre il refrigerante.
  2. I tubi sono nascosti in un alloggiamento della piastra di alluminio. Di conseguenza, l'acqua che circola all'interno non interagisce con l'alluminio della cassa.
  3. Su questa base, le caratteristiche acide e meccaniche del trasportatore di calore non influenzano in alcun modo il funzionamento e le condizioni del dispositivo.

Sono tubi in acciaio che forniscono prodotti bimetallici con eccellenti caratteristiche tecniche.

Grazie ai tubi in acciaio, l'apparecchio ha un'elevata resistenza. Il maggiore trasferimento di calore è fornito da bordi esterni in alluminio. Cercando di scoprire quanti kW in un radiatore in acciaio, si noti che il bimetallo ha il più alto trasferimento di calore - circa 0,2 kW per bordo.

conclusione

Scoprendo quanti kW in 1 sezione di un radiatore in acciaio o equivalente da un altro metallo, è possibile calcolare il trasferimento di calore dei prodotti acquistati. Questo ti permetterà di equipaggiare un efficiente sistema di riscaldamento nella tua casa.

Il video in questo articolo continua a informarti visivamente sull'argomento.

Quanti kW effettivi di calore in una sezione del radiatore

Quanti kW in 1 parte di radiatori in ghisa, bimetallico, alluminio o acciaio? Il vero numero di kilowatt che i produttori scrivono non è vero. E questo è molto importante! Utilizzando dati gonfiati non è possibile calcolare il numero di sezioni.

Esistono quattro tipi di radiatori sul mercato: ghisa, bimetallo, alluminio e acciaio. Differiscono per design, dimensioni e costi. Ma prima di tutto è importante che tu conosca la loro potenza termica, dipende da quanto bene riscalderanno la stanza.

Cosa devi sapere sul potere dei radiatori?

Il radiatore di trasferimento del calore dipende dalla temperatura del liquido di raffreddamento e dall'aria nella stanza. Maggiore è questa differenza, meglio emana energia termica.

I produttori affermano spesso specifiche gonfiate. Mostrano potenza per differenze di temperatura di 65-70 ° C. Ma in realtà, la differenza di temperatura è 35-50 gradi.

Pertanto, se si vede nelle istruzioni la potenza termica della sezione a 200 W a ΔТ = 70, in realtà è 150-160 W (ΔТ significa differenza di temperatura).

Conoscendo il valore della potenza reale, è possibile calcolare il numero richiesto di sezioni nel calcolatore online.

Quanti kW in una sezione del radiatore in alluminio

La capacità termica della sezione del radiatore in alluminio dipende dal volume di acqua in esso contenuto. I volumi standard sono 0,35 e 0,5 l.

Le batterie di alluminio emettono calore del 50-60% a causa delle radiazioni e del 40-50% sotto forma di convezione. La fresa ad aria aumenta la convezione del 20-25%, il che aumenta il trasferimento di calore.

A una temperatura dell'aria di 20-24 ° C e acqua nel circuito di 65-70 ° C, la potenza termica di una sezione di alluminio è:

  • Il volume di 0,35 l., Senza interruzione - 0,1-0,12 kilowatt;
  • Il volume di 0,35 l., Con un cut-off - 0,12-0,13 kilowatt;
  • Il volume di 0,5 litri., Senza taglierina: 0,155-0,170 kilowatt;
  • Volume 0,5 l., Con un cut-off - 0.170-0.200 kilowatt.

L'esatta quantità di trasferimento di calore è difficile da nominare, dipende dalle caratteristiche del progetto, dal diametro del tubo, dallo spessore delle nervature. Le prestazioni sono influenzate dal tipo di collegamento della batteria, dalla velocità di pompaggio dell'acqua e dalla contaminazione delle superfici interne.

Radiatore in alluminio senza interruzioni d'aria.

Quanti kW in una sezione del radiatore in ghisa

La potenza termica di un radiatore in ghisa dipende dal volume dell'acqua, dallo spessore della parete, dalla presenza di alette, dall'altezza e dalla larghezza della sezione. Esistono diversi modelli standard di batterie in ghisa, il cui trasferimento di calore dichiarato di una sezione è:

  • MS-140 - 175 W;
  • MS 140-500 - 195 W;
  • MS 140-300 - 120 W;
  • MS 110-500 - 150 W;
  • MS 100-500 - 135 W;
  • MS 90-500 - 140 watt.

Nella classificazione, il primo numero indica la larghezza del condotto verticale in ghisa, il secondo - la sua altezza.

Radiatore in ghisa standard a 6 sezioni MS-140-500

Le moderne batterie in ghisa si differenziano dai prodotti standard del marchio MC. Possono avere altre dimensioni e design, ci sono modelli con cut-off d'aria. I produttori rivendicano le prestazioni di una sezione nell'intervallo da 150 a 220 watt.

Se gli indicatori di potenza termica sono indicati per la differenza di temperature ΔТ a 60-70 gradi, essi differiscono da quelli reali.

Per batterie con una temperatura dell'acqua di 55-60 ° C, la capacità effettiva sarà del 75-85%, per batterie con una temperatura dell'acqua di 65-70 ° C - circa l'85-90% delle specifiche del produttore.

Quanti kilowatt in una sezione di un radiatore bimetallico

I radiatori bimetallici in apparenza sono difficili da distinguere dall'alluminio. Possono anche essere dotati di prese d'aria e il livello di trasferimento del calore dipende principalmente dall'altezza.

Come nel caso dell'alluminio, i dati nelle specifiche del produttore differiscono da quelli reali. Pertanto, forniamo informazioni per la temperatura dell'acqua nel circuito di 65-70 gradi.

Potenza termica della sezione bimetallica del radiatore del riscaldamento senza interruzioni d'aria:

  • 200 mm - 0,5-0,6 kW;
  • 350 mm - 0,1-0,11 kW;
  • 500 mm - 0,14-0,155 kW.

Quanti kW di una sezione di un radiatore bimetallico con interruzioni d'aria:

  • 200 mm - 0,6-0,7 kW;
  • 350 mm - 0,115-0,125 kW;
  • 500 mm - 0,17-0,19 kW.

Radiatore in acciaio: quanti kilowatt in 1 sezione

I radiatori in acciaio sono fondamentalmente diversi da ghisa, alluminio e bimetallico. Non sono fabbricati in sezioni separate, ma come un dispositivo di riscaldamento integrale.

La prestazione termica di un radiatore in acciaio dipende dalla sua altezza, larghezza, numero di convettori. Esistono tre tipi di radiatori:

  • Tipo 11: un convettore;
  • Tipo 22 - due convettori;
  • Tipo 33: tre convettori.

Per comodità, diamo una tabella di potenza termica dei radiatori in acciaio (i valori sono espressi in W).

Tavola di trasferimento del calore dei radiatori in acciaio.

Come nel caso precedente, i valori di cui sopra sono nominali. Per il vettore di calore con una temperatura di 55-60 ° С, il trasferimento di calore reale sarà del 75-85%, per 65-70 ° С - 85-90%.

Nell'articolo presentiamo i valori reali di quanti kilowatt di calore possono produrre una sezione di radiatore. Sono meno dei numeri dati dai produttori, ma non inganniamo i nostri lettori.

Non dimenticare di condividere la pubblicazione sui social network!

Quanti kW nel radiatore: calcoli, numero di pinne, capacità termica delle batterie in ghisa, alluminio e prodotti bimetallici

Affinché il riscaldamento della casa sia efficace, si dovrebbero acquistare i suoi elementi di qualità. Prima di questo - per eseguire il calcolo corretto del loro potere.

Nel calcolo dovrebbe tener conto della perdita di calore degli alloggi.

I calcoli sono fatti tenendo conto:

  • l'area della stanza;
  • l'altezza del suo soffitto;
  • il numero di finestre
  • la lunghezza della stanza;
  • caratteristiche climatiche nella regione.

Puoi calcolare tu stesso le prestazioni dei dispositivi. Per fare questo, è necessario sapere quanti kW in 1 sezione di radiatore in alluminio o ghisa, acciaio, controparte bimetallica.

Scelta giusta

  1. Le prestazioni dei dispositivi di riscaldamento dovrebbero corrispondere al 10% dell'area della stanza se l'altezza del soffitto è inferiore a 3 m.
  2. Se è più alto, aggiungi il 30%.
  3. Per la stanza di fine è necessario aggiungere un altro 30%.

Calcoli stimati

Un esempio di prodotti in alluminio a trasferimento termico.

Dopo aver determinato la perdita di calore, è necessario determinare le prestazioni del dispositivo (quanti kW in un radiatore in acciaio o altri dispositivi dovrebbero essere).

  1. Ad esempio, è necessario riscaldare una stanza con un'area di 15 m² e un'altezza del soffitto di 3 metri.
  2. Troviamo il suo volume: 15 ∙ 3 = 45 m³.
  3. L'istruzione dice che per il riscaldamento di 1 m³ nelle condizioni della Russia centrale è necessario avere 41 W di prestazione termica.
  4. Ciò significa che moltiplichiamo il volume della stanza per questo numero: 45 ∙ 41 = 1845 W. Questa potenza dovrebbe avere un radiatore.

Fai attenzione!
Se l'abitazione si trova in una regione con inverni rigidi, la cifra risultante dovrebbe essere moltiplicata per 1,2 (coefficiente di perdita di calore).
La cifra totale sarà di 2214 watt.

Numero di costole

Successivamente, è necessario calcolare il numero di sezioni nella batteria. Le istruzioni per i prodotti indicano il parametro di ciascun bordo.

Da esso imparerai quanti kW in una sezione di un radiatore bimetallico e una controparte in alluminio è 150-200 watt. Prendi il parametro massimo e suddividilo nella potenza totale richiesta nel nostro esempio: 2214: 200 = 11.07. Quindi, per riscaldare la stanza serve una batteria di 11 sezioni.

Potenza termica

La foto mostra il trasferimento approssimativo di calore della ghisa.

Nella stanza, i dispositivi di riscaldamento sono posizionati contro la parete esterna sotto l'apertura della finestra. Di conseguenza, il calore irradiato dal dispositivo viene distribuito in modo ottimale. L'aria fredda proveniente dalle finestre è bloccata da un flusso riscaldato che sale dal radiatore.

Batterie in ghisa

Gli analoghi su ghisa presentano tali vantaggi:

  • possedere una lunga risorsa operativa;
  • avere un alto livello di forza;
  • sono resistenti alla corrosione;
  • Eccellente per l'uso in sistemi di utilità che funzionano con refrigerante di bassa qualità.
  • Ora i produttori producono batterie in ghisa (il loro prezzo è superiore alle controparti convenzionali), con un aspetto migliore, grazie all'utilizzo della nuova tecnologia di colata per i loro edifici.

Svantaggi dei prodotti: una grande massa e inerzia termica.

Il tavolo inferiore emette quanti kW in un radiatore in ghisa, in base al modello.

Fai attenzione!
Per riscaldare una stanza con una superficie di 15 m², la potenza, ovvero kW di un radiatore in ghisa, deve essere di almeno 1,5. In altre parole, la batteria dovrebbe essere composta da 10-12 sezioni.

Radiatori in alluminio

Ecco come cambia la produzione di calore dei prodotti in alluminio.

I prodotti in alluminio hanno una maggiore capacità termica rispetto agli analoghi della ghisa. Alla domanda su quanti kW in una sezione del radiatore in alluminio, gli esperti rispondono che raggiunge 0,185-0,2 kW. Di conseguenza, 9-10 sezioni di sezioni in alluminio saranno sufficienti per un livello di riscaldamento standard di una stanza di quindici metri.

I vantaggi di tali dispositivi:

  • peso leggero;
  • design estetico;
  • alta velocità di trasferimento del calore;
  • La temperatura può essere controllata con l'aiuto di valvole termostatiche.

Ma i prodotti in alluminio non hanno la stessa robustezza degli analoghi della ghisa, ad esempio un radiatore dell'olio da 2 kW. Pertanto, sono sensibili alle sovratensioni della pressione di esercizio nel sistema, agli shock idraulici, alla temperatura eccessivamente elevata del vettore di calore.

Fai attenzione!
Quando il livello del pH dell'acqua (acidità) è alto, l'alluminio emette molto idrogeno.
Questo influisce negativamente sulla nostra salute.
Su questa base, è desiderabile utilizzare tali dispositivi in ​​un sistema di riscaldamento in cui il refrigerante abbia un'acidità neutra.

Prodotti bimetallici

La struttura del prodotto bimetallico.

Prima di scoprire quanti kW in 1 sezione di un radiatore bimetallico, si dovrebbe tenere conto che tali batterie hanno parametri operativi simili con analoghi in alluminio. Tuttavia, non hanno svantaggi specifici per loro.

Questa circostanza ha determinato il design dei dispositivi.

  1. Sono costituiti da tubi di rame o acciaio attraverso i quali scorre il refrigerante.
  2. I tubi sono nascosti in un alloggiamento della piastra di alluminio. Di conseguenza, l'acqua che circola all'interno non interagisce con l'alluminio della cassa.
  3. Su questa base, le caratteristiche acide e meccaniche del trasportatore di calore non influenzano in alcun modo il funzionamento e le condizioni del dispositivo.

Sono tubi in acciaio che forniscono prodotti bimetallici con eccellenti caratteristiche tecniche.

Grazie ai tubi in acciaio, l'apparecchio ha un'elevata resistenza. Il maggiore trasferimento di calore è fornito da bordi esterni in alluminio. Cercando di scoprire quanti kW in un radiatore in acciaio, si noti che il bimetallo ha il più alto trasferimento di calore - circa 0,2 kW per bordo.

conclusione

Scoprendo quanti kW in 1 sezione di un radiatore in acciaio o equivalente da un altro metallo, è possibile calcolare il trasferimento di calore dei prodotti acquistati. Questo ti permetterà di equipaggiare un efficiente sistema di riscaldamento nella tua casa.

Il video in questo articolo continua a informarti visivamente sull'argomento.

Quanto pesa una sezione di una batteria in ghisa?

Nonostante il continuo sviluppo di tecnologie nel campo dei sistemi di riscaldamento, le batterie in ghisa sono ancora un dispositivo di riscaldamento comune.

I radiatori in ghisa presentano molti vantaggi rispetto ai concorrenti moderni in acciaio e alluminio, e quindi rimangono popolari per quasi duecento anni.

Caratteristiche speciali

Nella sezione di produzione della batteria è realizzato in ghisa e forma un disegno utilizzando nipples. I giunti sono sigillati con guarnizioni in gomma o paronite. I canali riempiti con acqua calda possono essere rotondi o ellittici.

I radiatori in ghisa possono variare in larghezza e altezza. La larghezza dipende dal numero di sezioni, che a sua volta è determinato dall'area della stanza riscaldata. L'altezza varia solitamente da 35 centimetri a un metro e mezzo. Le batterie possono variare in profondità. Molto spesso, questo indicatore ha valori compresi tra 50 e 140 centimetri ed è selezionato in base al design interno della stanza.

vantaggi

Tra i vantaggi delle batterie in ghisa sono i seguenti:

  • durata: la vita utile specificata dal produttore è di 50 anni, ma con la cura adeguata può durare molto più a lungo;
  • resistenza a pressione 9-12 atmosfere, che fornisce protezione contro il colpo d'ariete (pertanto i radiatori in ghisa sono comunemente usati nei grattacieli con riscaldamento centralizzato);
  • temperatura di resistenza da 100 a 130 gradi;
  • possibilità di produrre una sezione di potenza fino a 160 kW;
  • resistenza agli ambienti corrosivi;
  • nessuna necessità di pulizia frequente;
  • la capacità di distribuire il calore ad altri oggetti a causa della radiazione infrarossa;
  • semplice modifica;
  • la capacità di installare la batteria richiesta energia;
  • costo accessibile.

carenze

Nell'uso dei radiatori in ghisa ci sono anche degli svantaggi:

  • grande peso, che complica il trasporto e l'installazione;
  • complessità di installazione che richiede competenze professionali;
  • lungo tempo di riscaldamento a causa del grande volume d'acqua;
  • carico elevato sulla pompa, che è costretto a pompare una quantità significativa di acqua in un ciclo di riscaldamento.

Gli svantaggi dei radiatori in ghisa possono anche essere attribuiti all'uniformità del progettista, tuttavia questo indicatore sta attualmente progredendo e sviluppandosi.

Ovviamente, un elegante design in ghisa non si risolve, ma ora i produttori producono batterie con un bellissimo motivo sulla superficie. Tali dispositivi si adattano bene all'interno, anche se sono molto più costosi di semplici apparecchiature.

La questione di quanto pesa una sezione in ghisa interessa tutti coloro che hanno deciso di acquistare i radiatori. Il peso medio di una batteria standard da 6 a 10 costole è di 50-58 kg. In una classica batteria componibile, il peso di 1 cella è di 7,5 kg.

Un indicatore più specifico dipende dall'altezza, dalla configurazione e dallo spessore della parete.

Attualmente i produttori offrono versioni leggere di batterie in ghisa grigia, ma i radiatori vecchio stile sono ancora ampiamente utilizzati.

Ci sono moderne installazioni pesanti, ad esempio, i radiatori in ghisa d'epoca sono particolarmente popolari ora. I modelli sono dispositivi a pavimento realizzati con tecnologia art casting: il peso di un link può raggiungere i 12 kg.

Le batterie di ghisa del vecchio campione sono senza pretese nel funzionamento. Possono essere riconosciuti dal nome: la designazione "MS" è un "satellite" indispensabile dei nomi dei vecchi modelli, quindi ci sono numeri attraverso il trattino, il primo dei quali indica la profondità delle sezioni, e il secondo la distanza tra loro.

Modelli popolari di vecchio stile

Signora 90

Il radiatore MS-90 può sembrare un design a quattro o sette sezioni. Queste batterie sono ideali per le reti di riscaldamento russe. Può essere installato in locali industriali e residenziali.

specifiche tecniche:

  • potenza termica - da 130 W;
  • larghezza di una sezione - da 7,1 a 9 cm;
  • altezza - da 58 a 58,1 cm;
  • profondità - da 9 cm;
  • volume - da 1,15 a 1,45 l;
  • peso di 1 sezione - da 5,48 a 6,5 ​​kg;
  • distanza tra gli assi - da 50 cm;
  • temperatura - fino a 130 gradi;
  • pressione di esercizio - 9 - 12 atm.

MS 140

Radiatori sezionali MS 140 è l'unico modello che è "sopravvissuto" ai giorni nostri dai tempi sovietici. È considerato uno dei più popolari. È usato in stanze con soglia bassa.

specifiche tecniche:

  • potenza termica - da 130 a 160 W;
  • larghezza di una sezione - da 9.3 - 6.65 cm;
  • altezza - da 38.8 a 58 cm;
  • profondità - da 14 cm;
  • volume - da 1,11 a 1,45 l;
  • il peso di una sezione è compreso tra 5,4 e 6,65 kg;
  • distanza tra gli assi - da 30 a 50 cm;
  • temperatura - fino a 130 ° C;
  • pressione di esercizio - 9 - 12 atm.

Tra i vantaggi dei radiatori vecchio stile vale la pena notare:

  • praticità;
  • elevata resistenza alla corrosione;
  • la possibilità di utilizzare qualsiasi refrigerante;
  • alta inerzia.

Gli svantaggi sono ancora l'aspetto pesante e impresentabile.

Modelli moderni

In Russia, la produzione di batterie in ghisa è iniziata non molto tempo fa, in precedenza venivano forniti radiatori dall'Europa e dalla Cina. Tuttavia, le costruzioni ancora importate sono considerate di qualità superiore, tuttavia, e sono molto più costose.

Il peso delle sezioni di batterie estranee dipende dal produttore. Ad esempio, il peso di un collegamento del popolare modello ceco Viadrus STYL 500 è di 3,8 kg e il peso delle sezioni di modelli dell'azienda cinese Konner varia da 3,5 a 4,75 kg (a seconda del trasferimento di calore individuale).

Un noto marchio russo è EXEMET, che produce batterie MODERN, un "dente" di cui pesa 3,3 kg.

I modelli moderni sembrano molto più attraenti: possono avere un pannello frontale piatto e una superficie piatta. Alcune unità sono completamente operative, mentre altre richiedono la verniciatura.

Consigli

Come calcolare il potere?

Prima di installare i radiatori, è necessario calcolare la potenza richiesta nella stanza desiderata. Tenendo conto del fatto che, in base ai codici di costruzione, un metro quadrato di spazio con soffitti standard di 2,7 metri imposta 100 watt di energia termica, otteniamo la formula:

K = (S stanza x 100 W) / P, dove K è il numero di sezioni, S è l'area della stanza, P è la sezione di potenza.

Va ricordato che nella sala d'angolo il numero di sezioni dovrebbe essere aumentato del 25% e, in presenza di finestre con doppi vetri, il consumo energetico è ridotto del 10%.

Suggerimenti per l'installazione

Il consiglio più utile per installare le batterie in ghisa è cercare un aiuto professionale. Ma se sei ancora sicuro delle tue capacità e intendi installare tu stesso l'attrezzatura, dovresti rispettare i seguenti suggerimenti:

  • determinare il centro dell'apertura della finestra, mettere da parte le distanze su entrambi i lati per i dispositivi di fissaggio;
  • posizionare il radiatore ad una distanza di 8-14 cm dal pavimento - questo faciliterà il processo di assemblaggio ed eviterà la formazione di zone fredde;
  • in modo che la convezione non venga disturbata e la potenza termica non venga ridotta, è necessario lasciare 10-12 cm tra la soglia e la batteria;
  • la distanza tra il muro e l'installazione è di 3-5 cm.
Top