Categoria

News Della Settimana

1 Pompe
Come risparmiare sul riscaldamento dell'appartamento: un'alternativa al riscaldamento centrale
2 Caminetti
Come realizzare un semplice riscaldatore a induzione per il riscaldamento
3 Carburante
Determinare l'altezza ottimale del camino
4 Radiatori
Scaldacqua solari e i loro prezzi su modelli popolari
Principale / Radiatori

Due caldaie in un sistema di riscaldamento


Il sistema di riscaldamento più razionale è quello in cui il liquido di raffreddamento si surriscalda a causa del funzionamento di due o tre caldaie. Tuttavia, potrebbero essere uguali in termini di potenza e tipo. Tale razionalità è spiegata dal fatto che un generatore di calore funziona a pieno regime solo per poche settimane all'anno. Altre volte, è necessario ridurre le sue prestazioni. E questo porta a un calo della sua efficienza e un aumento dei costi di riscaldamento.

Diverse caldaie combinate in un unico sistema di riscaldamento consentono un controllo più flessibile dell'operazione di rifilatura senza perdita di efficienza, poiché è sufficiente spegnere uno o due dispositivi. Inoltre, in caso di guasto di uno di questi, il sistema continua ad aumentare la temperatura nella casa.

Tipi di connessione di due o più caldaie

L'uso di caldaie più identiche richiede uno schema di connessione speciale. Puoi combinarli in un unico sistema:

  1. In parallelo.
  2. Cascata o in sequenza.
  3. Secondo lo schema degli anelli secondari primari.

Dispone di connessione parallela

Ci sono le seguenti caratteristiche:

  1. I contorni del supporto termico caldo di entrambe le caldaie sono collegati alla stessa linea. Su questi circuiti ci sono sempre gruppi di sicurezza e valvole. Quest'ultimo può sovrapporsi manualmente o automaticamente. Il secondo caso è possibile solo quando si usano automatismi e servi.
  2. I contorni del ritorno delle due caldaie di riscaldamento sono collegati ad un'altra linea. Questi circuiti hanno anche valvole che possono essere controllate dalla suddetta automazione.
  3. La pompa di circolazione si trova sulla linea di ritorno di fronte al luogo in cui sono combinati i tubi di ritorno delle due caldaie.
  4. Entrambe le autostrade si uniscono sempre agli idrocollettori. Ad uno dei collezionisti c'è il serbatoio di espansione. Allo stesso tempo, il tubo di alimentazione è collegato all'estremità del tubo a cui è collegato il serbatoio. Naturalmente, alla giunzione ci sono una valvola di ritegno e una valvola di intercettazione. Il primo non consente al liquido di raffreddamento caldo di entrare nel tubo di alimentazione.
  5. Dai collettori ci sono rami per radiatori, pavimenti riscaldati, una caldaia di riscaldamento indiretto. Ciascuno di essi è dotato di una propria pompa di circolazione e valvola di scarico del refrigerante.

L'utilizzo di un tale schema per l'organizzazione delle tubazioni senza automazione è molto problematico, poiché è necessario chiudere manualmente le valvole poste sui tubi di alimentazione e il ritorno di una caldaia. Se ciò non avviene, il liquido di raffreddamento si muoverà attraverso lo scambiatore di calore della caldaia. E si gira:

  1. resistenza idraulica addizionale nel circuito idraulico dell'apparato;
  2. un aumento dell '"appetito" delle pompe di circolazione (devono superare questa resistenza). Di conseguenza, i costi dell'elettricità sono in aumento;
  3. perdite di calore per il riscaldamento dello scambiatore di calore della caldaia.

Collegamento in cascata di caldaie

Il concetto di cascata della caldaia comporta la distribuzione del carico termico tra più unità che può funzionare indipendentemente e riscaldare il refrigerante nella misura richiesta dalla situazione.

È possibile collegare a cascata entrambe le caldaie con bruciatori a gas a gradini e modulabili. Quest'ultimo, a differenza del primo, consente di modificare agevolmente la potenza di riscaldamento. Va aggiunto che se le caldaie hanno più di due stadi di regolazione della fornitura di gas, allora il terzo e gli altri stadi riducono la loro produttività. Pertanto, è preferibile utilizzare unità con bruciatore modulato.

Le caratteristiche di questa connessione sono le seguenti:

  1. L'eyeliner e i controller sono progettati in modo che in ciascuna unità sia possibile controllare la circolazione del liquido di raffreddamento. Ciò consente di interrompere il flusso di acqua nelle caldaie disabili e di evitare perdite di calore attraverso i loro scambiatori di calore o involucri.
  2. Collegamento delle linee di approvvigionamento idrico di tutte le caldaie a un tubo e ritorno delle linee del vettore di calore al secondo. Infatti, il collegamento delle caldaie alla rete avviene in parallelo. Grazie a questo approccio, il liquido di raffreddamento all'ingresso di ogni unità ha la stessa temperatura. Evita anche il movimento del fluido riscaldato tra i circuiti scollegati.

Il vantaggio della connessione parallela è il preriscaldamento dello scambiatore di calore prima di accendere il bruciatore. Tuttavia, questo vantaggio si verifica quando si utilizzano bruciatori che accendono il gas con un ritardo dopo l'accensione della pompa. Tale riscaldamento minimizza la caduta di temperatura nella caldaia ed evita la formazione di condensa sulle pareti dello scambiatore di calore. Questo vale per una situazione in cui una o due caldaie sono state spente per un lungo periodo e ha avuto il tempo di raffreddarsi. Se sono stati recentemente disattivati, il movimento del liquido di raffreddamento prima di accendere il bruciatore consente di assorbire il calore residuo, che viene conservato nel forno.

Combinazione di caldaie con collegamento a cascata

Il suo schema è il seguente:

  1. 2-3 paia di tubi che vanno da 2-3 caldaie.
  2. Pompe di circolazione, controllare e controllare le valvole. Sono su quei tubi che sono progettati per riportare il liquido di raffreddamento alla caldaia. Le pompe non possono essere utilizzate se il design dell'unità le include.
  3. Valvole di intercettazione sui tubi dell'acqua calda.
  4. 2 tubi spessi. Uno è progettato per fornire refrigerante alla rete, l'altro - per tornare. Sono collegati al tubo corrispondente, in partenza dai dispositivi della caldaia.
  5. Gruppo di sicurezza sulla linea di alimentazione del refrigerante. Consiste di un termometro, un manicotto di calibrazione del termometro, un termostato con sblocco manuale, un manometro, un pressostato con sblocco manuale, una spina di riserva.
  6. Separatore idraulico a bassa pressione. Grazie a lui, le pompe possono creare una corretta circolazione del liquido di raffreddamento attraverso gli scambiatori di calore delle loro caldaie, indipendentemente da quale sia la portata del sistema di riscaldamento.
  7. I contorni della rete di riscaldamento con valvole e pompa su ciascuno di essi.
  8. Controller a cascata multistadio. Il suo compito è misurare i parametri del refrigerante all'uscita della cascata (spesso i sensori termici si trovano nella zona del gruppo di sicurezza). Sulla base delle informazioni ricevute, il controllore determina se è necessario attivare / disattivare e come dovrebbero funzionare le caldaie combinate in uno schema a cascata.

Senza collegare un controller di questo tipo alla reggiatura, il funzionamento delle caldaie nella cascata è impossibile, perché devono funzionare nel suo complesso.

Caratteristiche dello schema degli anelli secondari primari

Questo schema prevede l'organizzazione dell'anello primario, che deve costantemente far circolare il liquido di raffreddamento. Le caldaie per i circuiti di riscaldamento e riscaldamento sono collegate a questo anello. Ogni circuito e ogni caldaia è un anello secondario.

Un'altra caratteristica di questo schema è la presenza di una pompa di circolazione in ciascun anello. Il funzionamento di una pompa separata crea una certa pressione nell'anello in cui è installata. Inoltre, il nodo ha un certo effetto sulla pressione nell'anello primario. Quindi, quando si accende, l'acqua esce dal tubo di alimentazione dell'acqua, cadendo nel cerchio primario e cambiando l'idrosensibilità in esso. Di conseguenza, una barriera particolare appare nel percorso del refrigerante.

Poiché il tubo di ritorno viene prima collegato al cerchio e dopo di esso il tubo di alimentazione, il refrigerante, dopo aver ricevuto una notevole resistenza dal tubo di alimentazione, inizia a fluire nel tubo di ritorno. Se la pompa viene spenta, la resistenza idraulica nell'anello primario diventa molto piccola e il refrigerante non può nuotare nello scambiatore di calore della caldaia. L'imbracatura continua a funzionare come se l'unità scollegata non fosse affatto lì.

Per questo motivo, non è necessario utilizzare una sofisticata automazione per spegnere la caldaia. L'unica cosa necessaria è installare una valvola di ritegno tra la pompa e il tubo di ritorno dell'acqua. Una situazione simile con i circuiti di riscaldamento. Solo le linee di alimentazione e di ritorno sono collegate al circuito primario nell'ordine inverso: prima il primo, poi il secondo.

Circuito combinato universale

Questo sistema ha un tale legame:

  1. Due collezionisti o idrocollettori comuni. Le linee di alimentazione della caldaia sono collegate al primo. Per il secondo - la linea di ritorno. Tutte le linee sono valvole. I tubi di ritorno del liquido di raffreddamento sono pompe di circolazione.
  2. Il serbatoio del diaframma è collegato a un grande collettore di ritorno.
  3. La caldaia di riscaldamento indiretta è un collegamento tra due collettori. Sul tubo che collega la caldaia al collettore di alimentazione, vi è una pompa di circolazione e una valvola di intercettazione. Sul tubo che collega la caldaia al collettore di ritorno, è presente anche una valvola.
  4. Il gruppo di sicurezza è installato sul collettore di alimentazione del refrigerante.
  5. Un tubo di alimentazione è collegato a un collettore situato sulla linea di alimentazione dell'acqua calda. Per evitare la perdita del liquido di raffreddamento caldo attraverso questo tubo, su di esso viene posizionata una valvola di ritegno.
  6. Un certo numero di piccoli collezionisti (ce ne possono essere due, tre o più). Ciascuno di essi è collegato ai collezionisti comuni sopra menzionati. Questi idrocollettori e grandi serbatoi formano anelli primari. Il numero di tali anelli è uguale al numero di piccoli idrocollettori.
  7. I contorni del riscaldamento partono dai piccoli collettori. Ogni circuito ha un miscelatore in miniatura e una pompa di circolazione.

Come collegare due caldaie in un sistema in parallelo

Come collegare due caldaie insieme?

Come collegare due caldaie a gas in parallelo

Come collegare due caldaie - gas e combustibile solido?

Come combinare caldaie a gas e petrolio

I vantaggi di installare più caldaie in una rete

Calcolo della potenza e della temperatura di un pavimento di acqua calda

Calcolatore di potenza della caldaia di riscaldamento

Calcolatrice per il calcolo del numero di sezioni di radiatori

Calcolatore per il calcolo del filmato di un tubo di un pavimento di acqua calda

Calcolo della perdita di calore e delle prestazioni della caldaia

Calcolo del costo del riscaldamento in base al tipo di carburante

Calcolatrice per volume del serbatoio di espansione

Calcolatore per il calcolo del PLEN di riscaldamento e della caldaia elettrica

Il costo del riscaldamento della caldaia e della pompa di calore

Sistema di riscaldamento di due caldaie - la migliore alternativa per il riscaldamento continuo dell'edificio

Per risparmiare, viene spesso utilizzato per collegare due caldaie a un sistema di riscaldamento. Quando acquisti diversi dispositivi termici, devi sapere in anticipo quali sono i metodi di connessione esistenti tra loro.

Metodi di collegamento di caldaie a legna e gas in un unico sistema

Poiché la caldaia a legna funziona in un sistema aperto, non è facile combinarla con un dispositivo di riscaldamento a gas dotato di un sistema chiuso. Con una reggia di tipo aperto, l'acqua viene riscaldata ad una temperatura di cento gradi e più con il più alto tasso di alta pressione. Per proteggere il liquido dal surriscaldamento, viene posizionato un serbatoio di espansione.

Attraverso serbatoi di tipo aperto, una parte dell'acqua calda viene scaricata, il che aiuta a ridurre la pressione nel sistema. Ma l'uso di tali serbatoi di rilascio a volte diventa la ragione per l'ingresso di particelle di ossigeno nel refrigerante.

Esistono due modi per collegare due caldaie in un unico sistema:

  • collegamento in parallelo di caldaia a gas e combustibile solido con dispositivi di sicurezza;
  • collegamento seriale di due caldaie di diverso tipo mediante accumulatore di calore.

Applicazione di stoccaggio di calore

L'impianto di riscaldamento con due caldaie ha la seguente struttura:

  • accumulatore di calore e caldaia a gas sono combinati con dispositivi di riscaldamento in un circuito chiuso;
  • Dal dispositivo di riscaldamento a legna al flusso di accumulo di calore dei flussi di energia, che vengono trasmessi a un sistema chiuso.

Con l'aiuto di un accumulatore di calore, il sistema può essere azionato contemporaneamente da due caldaie o solo da un'unità di riscaldamento a gas e legna.

Circuito chiuso in parallelo

Per la combinazione di sistemi di caldaie a legna e a gas vengono utilizzati tali dispositivi:

  • valvola di sicurezza;
  • serbatoio del diaframma;
  • manometro;
  • valvola per sfiato.

Innanzitutto, le valvole di intercettazione sono montate sui tubi di due caldaie. Una valvola di sicurezza, un dispositivo per lo scarico dell'aria e un manometro installato vicino all'unità di legno.

Sulla ramificazione dalla caldaia a combustibile solido per il funzionamento di un piccolo interruttore di giro del cerchio. Fissarlo a una distanza di un metro dal dispositivo di riscaldamento a legna. Una valvola di non ritorno viene aggiunta al ponte, bloccando l'accesso dell'acqua a una parte del circuito dell'unità pompata su combustibile solido.

Il flusso con tubo di ritorno è collegato ai radiatori. Il flusso di ritorno è diviso in due tubi. Uno è collegato tramite una valvola a tre vie al ponticello. Prima di diramare questi tubi, vengono montati un serbatoio e una pompa.

In un sistema di riscaldamento parallelo, è possibile utilizzare l'accumulatore di calore. Lo schema di installazione del dispositivo con tale connessione consiste nel collegarvi le tubazioni di ritorno e di alimentazione, di mandata e di ritorno all'impianto di riscaldamento. Per il funzionamento congiunto o separato delle caldaie, i rubinetti sono posizionati su tutti i nodi del sistema, che bloccano il flusso del liquido di raffreddamento.

Collegamento a un sistema di due caldaie

È possibile combinare due dispositivi di riscaldamento con l'aiuto del controllo manuale e automatico.

Connessione manuale

L'accensione e lo spegnimento delle caldaie avvengono manualmente utilizzando due rubinetti sul liquido di raffreddamento. Il legame viene eseguito mediante valvole di intercettazione.

In entrambi i rame vengono installati i serbatoi di espansione che vengono utilizzati contemporaneamente. Gli esperti raccomandano di non interrompere completamente le caldaie dal sistema, ma semplicemente collegarle contemporaneamente al serbatoio di espansione, bloccando il movimento dell'acqua.

Connessione automatica

Per la regolazione automatica di due caldaie, è installata una valvola di non ritorno. Protegge la disconnessione dell'unità di riscaldamento da flussi dannosi. Per quanto riguarda il resto, il metodo di circolazione del liquido di raffreddamento nel sistema non è diverso dal controllo manuale.

In un sistema automatico, tutte le linee principali non devono essere bloccate. La pompa della caldaia funzionante aziona il liquido di raffreddamento attraverso l'unità non funzionante. L'acqua si muove in un piccolo cerchio dal punto in cui le caldaie sono collegate al sistema di riscaldamento attraverso una caldaia a vuoto.

Al fine di non consumare la maggior parte del liquido di raffreddamento per una caldaia non utilizzata, sono installate valvole di ritegno. Il loro lavoro deve essere diretto l'uno verso l'altro, in modo che l'acqua proveniente dai due apparecchi di riscaldamento sia diretta verso l'impianto di riscaldamento. Le valvole possono essere messe in flusso inverso. Inoltre, con il controllo automatico, è necessario un termostato per regolare la pompa.

Il controllo automatico e manuale viene utilizzato quando si combinano diversi tipi di riscaldatori:

  • gas e combustibili solidi;
  • elettrico e legno;
  • gas ed elettrico.

È inoltre possibile collegare due caldaie a gas o elettriche a un sistema di riscaldamento. L'installazione di più di due unità di riscaldamento accoppiate determina una diminuzione dell'efficienza del sistema. Pertanto, più di tre caldaie non si connettono.

Vantaggi di un sistema a doppia caldaia

Il principale punto di forza dell'installazione di due caldaie in un sistema di riscaldamento è il continuo supporto del calore nella stanza. La caldaia a gas è conveniente perché non necessita di manutenzione costante. Ma in caso di spegnimento di emergenza o al fine di risparmiare caldaia a legna diventerà un supplemento di riscaldamento indispensabile.

Il sistema di riscaldamento delle due caldaie può aumentare significativamente il livello di comfort. I vantaggi dei dispositivi termici duali includono:

  • la scelta del tipo principale di carburante;
  • la capacità di controllare l'intero sistema di riscaldamento;
  • aumentare il tempo di funzionamento dell'apparecchiatura.

Collegare due caldaie a un sistema di riscaldamento è la soluzione migliore per il riscaldamento di edifici di qualsiasi dimensione. Tale soluzione ti consentirà di mantenere il calore in casa per molti anni.

Schema di collegamento di due caldaie in un sistema di riscaldamento

Due caldaie in un sistema di riscaldamento

Il sistema di riscaldamento più razionale è quello in cui il liquido di raffreddamento si surriscalda a causa del funzionamento di due o tre caldaie. Tuttavia, potrebbero essere uguali in termini di potenza e tipo. Tale razionalità è spiegata dal fatto che un generatore di calore funziona a pieno regime solo per poche settimane all'anno. Altre volte, è necessario ridurre le sue prestazioni. E questo porta a un calo della sua efficienza e un aumento dei costi di riscaldamento.

Diverse caldaie combinate in un unico sistema di riscaldamento consentono un controllo più flessibile dell'operazione di rifilatura senza perdita di efficienza, poiché è sufficiente spegnere uno o due dispositivi. Inoltre, in caso di guasto di uno di questi, il sistema continua ad aumentare la temperatura nella casa.

Tipi di connessione di due o più caldaie

L'uso di caldaie più identiche richiede uno schema di connessione speciale. Puoi combinarli in un unico sistema:

  1. In parallelo.
  2. Cascata o in sequenza.
  3. Secondo lo schema degli anelli secondari primari.

Dispone di connessione parallela

Ci sono le seguenti caratteristiche:

  1. I contorni del supporto termico caldo di entrambe le caldaie sono collegati alla stessa linea. Su questi circuiti ci sono sempre gruppi di sicurezza e valvole. Quest'ultimo può sovrapporsi manualmente o automaticamente. Il secondo caso è possibile solo quando si usano automatismi e servi.
  2. I contorni del ritorno delle due caldaie di riscaldamento sono collegati ad un'altra linea. Questi circuiti hanno anche valvole che possono essere controllate dalla suddetta automazione.
  3. La pompa di circolazione si trova sulla linea di ritorno di fronte al luogo in cui sono combinati i tubi di ritorno delle due caldaie.
  4. Entrambe le autostrade si uniscono sempre agli idrocollettori. Ad uno dei collezionisti c'è il serbatoio di espansione. Allo stesso tempo, il tubo di alimentazione è collegato all'estremità del tubo a cui è collegato il serbatoio. Naturalmente, alla giunzione ci sono una valvola di ritegno e una valvola di intercettazione. Il primo non consente al liquido di raffreddamento caldo di entrare nel tubo di alimentazione.
  5. Dai collettori ci sono rami per radiatori, pavimenti riscaldati, una caldaia di riscaldamento indiretto. Ciascuno di essi è dotato di una propria pompa di circolazione e valvola di scarico del refrigerante.

L'utilizzo di un tale schema per l'organizzazione delle tubazioni senza automazione è molto problematico, poiché è necessario chiudere manualmente le valvole poste sui tubi di alimentazione e il ritorno di una caldaia. Se ciò non avviene, il liquido di raffreddamento si muoverà attraverso lo scambiatore di calore della caldaia. E si gira:

  1. resistenza idraulica addizionale nel circuito idraulico dell'apparato;
  2. un aumento dell '"appetito" delle pompe di circolazione (devono superare questa resistenza). Di conseguenza, i costi dell'elettricità sono in aumento;
  3. perdite di calore per il riscaldamento dello scambiatore di calore della caldaia.

Pertanto, è necessario installare l'apparecchiatura automatica, che taglierà l'unità dall'impianto di riscaldamento.

Collegamento in cascata di caldaie

Il concetto di cascata della caldaia comporta la distribuzione del carico termico tra più unità che può funzionare indipendentemente e riscaldare il refrigerante nella misura richiesta dalla situazione.

È possibile collegare a cascata entrambe le caldaie con bruciatori a gas a gradini e modulabili. Quest'ultimo, a differenza del primo, consente di modificare agevolmente la potenza di riscaldamento. Va aggiunto che se le caldaie hanno più di due stadi di regolazione della fornitura di gas, allora il terzo e gli altri stadi riducono la loro produttività. Pertanto, è preferibile utilizzare unità con bruciatore modulato.

In caso di cascata, il carico principale cade su una delle due o tre caldaie. Altri due o tre dispositivi sono inclusi solo quando necessario.

Le caratteristiche di questa connessione sono le seguenti:

  1. L'eyeliner e i controller sono progettati in modo che in ciascuna unità sia possibile controllare la circolazione del liquido di raffreddamento. Ciò consente di interrompere il flusso di acqua nelle caldaie disabili e di evitare perdite di calore attraverso i loro scambiatori di calore o involucri.
  2. Collegamento delle linee di approvvigionamento idrico di tutte le caldaie a un tubo e ritorno delle linee del vettore di calore al secondo. Infatti, il collegamento delle caldaie alla rete avviene in parallelo. Grazie a questo approccio, il liquido di raffreddamento all'ingresso di ogni unità ha la stessa temperatura. Evita anche il movimento del fluido riscaldato tra i circuiti scollegati.

Il vantaggio della connessione parallela è il preriscaldamento dello scambiatore di calore prima di accendere il bruciatore. Tuttavia, questo vantaggio si verifica quando si utilizzano bruciatori che accendono il gas con un ritardo dopo l'accensione della pompa. Tale riscaldamento minimizza la caduta di temperatura nella caldaia ed evita la formazione di condensa sulle pareti dello scambiatore di calore. Questo vale per una situazione in cui una o due caldaie sono state spente per un lungo periodo e ha avuto il tempo di raffreddarsi. Se sono stati recentemente disattivati, il movimento del liquido di raffreddamento prima di accendere il bruciatore consente di assorbire il calore residuo, che viene conservato nel forno.

Combinazione di caldaie con collegamento a cascata

Il suo schema è il seguente:

  1. 2-3 paia di tubi che vanno da 2-3 caldaie.
  2. Pompe di circolazione, controllare e controllare le valvole. Sono su quei tubi che sono progettati per riportare il liquido di raffreddamento alla caldaia. Le pompe non possono essere utilizzate se il design dell'unità le include.
  3. Valvole di intercettazione sui tubi dell'acqua calda.
  4. 2 tubi spessi. Uno è progettato per fornire refrigerante alla rete, l'altro - per tornare. Sono collegati al tubo corrispondente, in partenza dai dispositivi della caldaia.
  5. Gruppo di sicurezza sulla linea di alimentazione del refrigerante. Consiste di un termometro, un manicotto di calibrazione del termometro, un termostato con sblocco manuale, un manometro, un pressostato con sblocco manuale, una spina di riserva.
  6. Separatore idraulico a bassa pressione. Grazie a lui, le pompe possono creare una corretta circolazione del liquido di raffreddamento attraverso gli scambiatori di calore delle loro caldaie, indipendentemente da quale sia la portata del sistema di riscaldamento.
  7. I contorni della rete di riscaldamento con valvole e pompa su ciascuno di essi.
  8. Controller a cascata multistadio. Il suo compito è misurare i parametri del refrigerante all'uscita della cascata (spesso i sensori termici si trovano nella zona del gruppo di sicurezza). Sulla base delle informazioni ricevute, il controllore determina se è necessario attivare / disattivare e come dovrebbero funzionare le caldaie combinate in uno schema a cascata.

Senza collegare un controller di questo tipo alla reggiatura, il funzionamento delle caldaie nella cascata è impossibile, perché devono funzionare nel suo complesso.

Caratteristiche dello schema degli anelli secondari primari

Questo schema prevede l'organizzazione dell'anello primario, che deve costantemente far circolare il liquido di raffreddamento. Le caldaie per i circuiti di riscaldamento e riscaldamento sono collegate a questo anello. Ogni circuito e ogni caldaia è un anello secondario.

Un'altra caratteristica di questo schema è la presenza di una pompa di circolazione in ciascun anello. Il funzionamento di una pompa separata crea una certa pressione nell'anello in cui è installata. Inoltre, il nodo ha un certo effetto sulla pressione nell'anello primario. Quindi, quando si accende, l'acqua esce dal tubo di alimentazione dell'acqua, cadendo nel cerchio primario e cambiando l'idrosensibilità in esso. Di conseguenza, una barriera particolare appare nel percorso del refrigerante.

Poiché il tubo di ritorno viene prima collegato al cerchio e dopo di esso il tubo di alimentazione, il refrigerante, dopo aver ricevuto una notevole resistenza dal tubo di alimentazione, inizia a fluire nel tubo di ritorno. Se la pompa viene spenta, la resistenza idraulica nell'anello primario diventa molto piccola e il refrigerante non può nuotare nello scambiatore di calore della caldaia. L'imbracatura continua a funzionare come se l'unità scollegata non fosse affatto lì.

Per questo motivo, non è necessario utilizzare una sofisticata automazione per spegnere la caldaia. L'unica cosa necessaria è installare una valvola di ritegno tra la pompa e il tubo di ritorno dell'acqua. Una situazione simile con i circuiti di riscaldamento. Solo le linee di alimentazione e di ritorno sono collegate al circuito primario nell'ordine inverso: prima il primo, poi il secondo.

In tale schema è consigliabile includere non più di 4 caldaie. L'uso di dispositivi aggiuntivi non è pratico.

Circuito combinato universale

Questo sistema ha un tale legame:

  1. Due collezionisti o idrocollettori comuni. Le linee di alimentazione della caldaia sono collegate al primo. Per il secondo - la linea di ritorno. Tutte le linee sono valvole. I tubi di ritorno del liquido di raffreddamento sono pompe di circolazione.
  2. Il serbatoio del diaframma è collegato a un grande collettore di ritorno.
  3. La caldaia di riscaldamento indiretta è un collegamento tra due collettori. Sul tubo che collega la caldaia al collettore di alimentazione, vi è una pompa di circolazione e una valvola di intercettazione. Sul tubo che collega la caldaia al collettore di ritorno, è presente anche una valvola.
  4. Il gruppo di sicurezza è installato sul collettore di alimentazione del refrigerante.
  5. Un tubo di alimentazione è collegato a un collettore situato sulla linea di alimentazione dell'acqua calda. Per evitare la perdita del liquido di raffreddamento caldo attraverso questo tubo, su di esso viene posizionata una valvola di ritegno.
  6. Un certo numero di piccoli collezionisti (ce ne possono essere due, tre o più). Ciascuno di essi è collegato ai collezionisti comuni sopra menzionati. Questi idrocollettori e grandi serbatoi formano anelli primari. Il numero di tali anelli è uguale al numero di piccoli idrocollettori.
  7. I contorni del riscaldamento partono dai piccoli collettori. Ogni circuito ha un miscelatore in miniatura e una pompa di circolazione.
(6 voti, valutazione: 4,33 su 5) Caricamento.

Come collegare due caldaie in un sistema in parallelo

Come collegare due caldaie insieme?

Come si può vedere, è pratico collegare due caldaie per riscaldamento con diversi tipi di combustibile, inoltre, ciò potrebbe essere dovuto all'urgente necessità associata alla mancanza di prestazioni dell'apparecchiatura.

Come collegare due caldaie a gas in parallelo

Per una connessione parallela, è obbligatorio installare un controller e anche sviluppare un circuito di controllo a cascata. Per rispondere alla domanda su come collegare due caldaie a gas può solo specialista competente in ogni caso.

Come collegare due caldaie - gas e combustibile solido?

Come combinare caldaie a gas e petrolio

I vantaggi di installare più caldaie in una rete

La pratica dimostra che è possibile installare contemporaneamente due o più caldaie in una rete. Con ogni elemento aggiuntivo, le prestazioni generali e l'efficienza diminuiscono in modo significativo. Pertanto, la fattibilità di montare simultaneamente quattro o più unità di apparecchiature per il riscaldamento dell'acqua è completamente assente.

Come stanno le due caldaie nel sistema di riscaldamento?

La creazione di un circuito di riscaldamento, in cui due caldaie nell'impianto di riscaldamento funzionano entrambe una alla volta e insieme, è collegata al desiderio di fornire ridondanza o ridurre i costi di riscaldamento. L'operazione congiunta delle caldaie nel sistema integrato ha un numero di caratteristiche di connessione che dovrebbero essere considerate.

Possibili opzioni - due caldaie in un sistema di riscaldamento:

  • gas ed elettricità;
  • combustibili solidi ed elettricità;
  • combustibile solido e gas.

Funzionamento congiunto di caldaia a gas ed elettrica

La combinazione di una caldaia a gas con una caldaia elettrica in un circuito, in base alla quale viene creato un sistema di riscaldamento con due caldaie, può essere implementata in modo molto semplice. Forse sia la connessione seriale che quella parallela. In questo caso, è preferibile una connessione parallela, poiché puoi lasciare una caldaia in funzione e l'altra fermarsi, spegnere o sostituire completamente. Un tale sistema può essere completamente chiuso e il glicole etilenico può essere utilizzato come refrigerante per sistemi di riscaldamento o acqua ordinaria.

Funzionamento congiunto di caldaia a gas e combustibile solido

Questa è l'opzione più difficile per l'implementazione tecnica. In una caldaia a combustibile solido è estremamente difficile controllare il riscaldamento del liquido di raffreddamento. Tipicamente, tali caldaie operano in sistemi aperti e l'eccesso di pressione nel circuito durante il surriscaldamento viene compensato nel serbatoio di espansione. Pertanto, è impossibile collegare direttamente la caldaia a combustibile solido a un circuito chiuso.

Per lavorare insieme a gas e combustibile solido caldaia progettato sistema di riscaldamento a più cicli, che è due circuiti indipendenti.

Il profilo della caldaia a gas funziona su radiatori e uno scambiatore di calore comune con una caldaia a combustibile solido e con un vaso di espansione aperto. Per la stanza in cui sono installate entrambe le caldaie, è necessario soddisfare i requisiti per le caldaie a gas ea combustibile solido

Lavoro congiunto di combustibile solido e caldaie elettriche

Per un tale sistema di riscaldamento, il principio di funzionamento dipende dal tipo di caldaia elettrica. Se è destinato a sistemi di riscaldamento aperti, può essere facilmente collegato a un circuito aperto valido. Se la caldaia elettrica è progettata solo per sistemi chiusi, l'opzione migliore sarebbe quella di lavorare insieme su uno scambiatore di calore comune.

Caldaie a doppio combustibile

Per aumentare l'affidabilità del riscaldamento e per evitare interruzioni nel funzionamento dell'impianto di riscaldamento, vengono utilizzate caldaie a doppio combustibile, che funzionano con diversi tipi di combustibile. Le caldaie combinate sono prodotte solo nella versione da terra a causa del peso piuttosto grande dell'unità. Un'unità universale può avere una o due camere di combustione e uno scambiatore di calore (caldaia).

Lo schema più popolare è l'uso di gas e legna per il riscaldamento del liquido di raffreddamento. Va tenuto presente che le caldaie a combustibile solido possono funzionare solo in sistemi di riscaldamento aperti. Per realizzare i vantaggi di un sistema chiuso, a volte viene installato un circuito aggiuntivo nel serbatoio di una caldaia universale per un sistema di riscaldamento.

Esistono diversi tipi di caldaie a doppio combustibile:

  1. gas + combustibile liquido;
  2. gas + combustibile solido;
  3. combustibile solido + elettricità.

Caldaia a combustibile solido ed elettricità

Una delle caldaie combinate più popolari è una caldaia a combustibile solido con una resistenza elettrica installata. Questa unità consente di stabilizzare la temperatura nella stanza. Tale caldaia combinata a causa dell'uso di riscaldatori ha acquisito molte qualità positive. Considera come funziona il sistema di riscaldamento in tale combinazione.

Quando il combustibile viene acceso nella caldaia e quando la caldaia è collegata alla rete elettrica, gli elementi riscaldanti iniziano immediatamente a funzionare, riscaldando l'acqua. Non appena il combustibile solido si accende, il liquido di raffreddamento si riscalda rapidamente e raggiunge la temperatura del termostato, che spegne i riscaldatori elettrici.

La caldaia combinata funziona solo con combustibili solidi. Dopo che il combustibile si è consumato, l'acqua inizia a raffreddarsi nel circuito di riscaldamento. Non appena la sua temperatura raggiunge la soglia di attivazione del termostato, accenderà nuovamente gli elementi riscaldanti per riscaldare l'acqua. Tale processo ciclico consentirà di mantenere una temperatura uniforme nei locali.

Per ottimizzare i circuiti di riscaldamento, sono stati inventati accumulatori di calore nei sistemi di riscaldamento, che rappresentano un grande volume di capacità da 1,5 a 2,0 m3. Durante il funzionamento della caldaia, una grande quantità di acqua viene riscaldata dalle tubazioni del circuito che passa attraverso il serbatoio di accumulo, e dopo che la caldaia smette di funzionare, l'acqua riscaldata rilascia lentamente energia termica per l'impianto di riscaldamento.

Gli accumulatori di calore consentono di mantenere una temperatura confortevole per un periodo piuttosto lungo.

Per evitare situazioni critiche nei periodi invernali, ridurre i costi di riscaldamento e garantirne l'affidabilità, molti proprietari preferiscono installare un sistema con due caldaie per diversi combustibili o installare una caldaia universale a doppia alimentazione. Queste opzioni di riscaldamento presentano alcuni vantaggi e svantaggi, ma forniscono il loro compito principale - riscaldamento stabile e confortevole - al massimo.

Qual è il collegamento di una caldaia a combustibile solido e gas in un unico sistema?

Il collegamento di un combustibile solido e di una caldaia a gas in un sistema risolve il problema con il carburante. La caldaia con un carburante è scomoda perché se non si riforniscono le scorte in modo tempestivo, si può rimanere senza riscaldamento. Le caldaie combinate sono costose e se una tale unità si rompe seriamente, tutte le opzioni di riscaldamento previste in esso diventeranno impraticabili.

Forse hai già una caldaia a combustibile solido, ma vuoi passare a un'altra, più comoda da usare. O la caldaia esistente non ha abbastanza energia, ne abbiamo bisogno un'altra. In uno di questi casi, sarà necessario collegare le caldaie a combustibile solido e gas a un sistema.

Caratteristiche di collegamento di due caldaie

Il collegamento di due caldaie a un sistema di riscaldamento rende difficile combinarle: le unità a gas funzionano in un sistema chiuso, i combustibili solidi - in uno aperto. La tubazione aperta della caldaia TD consente di riscaldare l'acqua a temperature superiori a 100 gradi, a una pressione critica (che è una tubazione del combustibile solido).

Per la riduzione della pressione, tale caldaia è dotata di un vaso di espansione di tipo aperto e, a temperature elevate, riesce a scaricare una parte del liquido refrigerante caldo dal serbatoio nel sistema fognario. Quando si utilizza un serbatoio aperto che invia inevitabilmente in aria il sistema, l'ossigeno libero nel liquido di raffreddamento porta alla corrosione delle parti metalliche.

Due caldaie in un unico sistema: come collegarle correttamente?

Ci sono due opzioni:

  • schema sequenziale di collegamento di due caldaie ad un sistema di riscaldamento: una combinazione di un settore aperto (caldaia TD) e un settore chiuso (gas) del sistema utilizzando un accumulatore di calore;
  • installazione di una caldaia a combustibile solido in parallelo con il gas, con dispositivi di sicurezza.

Il riscaldamento in parallelo con due caldaie, a gas e legna, è ottimale, ad esempio, per un cottage con una grande area: ogni unità è responsabile della sua metà della casa.

In questo caso sono necessari un controller e la possibilità di controllo in cascata. Con uno schema di collegamento sequenziale di caldaie a gas ea combustibile solido in un sistema, risulta come se due circuiti indipendenti fossero collegati da un accumulatore di calore (che è un accumulatore di calore per il riscaldamento delle caldaie).

Vedi anche: Tipi di automazione per caldaie a riscaldamento a gas

Uso dell'accumulatore di calore

Lo schema di collegamento di una caldaia a gas e combustibile solido in un sistema è simile a questo: una caldaia a gas, un accumulatore di calore e dispositivi di riscaldamento sono combinati in un circuito chiuso comune e un'unità di combustibile solido trasferisce tutta l'energia a un accumulatore di calore, dal quale il refrigerante entra già nel sistema chiuso.

Una tale rete può funzionare in diverse modalità:

  • da due caldaie contemporaneamente;
  • solo dal gas;
  • solo dal combustibile solido attraverso l'accumulatore di calore;
  • da combustibile solido, bypassando l'accumulatore di calore, con la caldaia a gas spenta.

Come collegare due caldaie a un sistema di riscaldamento secondo questo schema. Sulle tubazioni della caldaia a legna sono installate le valvole di intercettazione. Un serbatoio di espansione aperto è installato nel punto più alto di questo circuito ed è collegato al tubo di alimentazione della caldaia. Quindi, tagliare le valvole sui tubi di alimentazione / ritorno dell'accumulatore di calore e collegarlo con i tubi con il resto del circuito.

In modo che la caldaia possa essere utilizzata senza un accumulatore di calore, due tubi vengono tagliati in prossimità delle ultime valvole e le valvole di intercettazione sono installate su di esse. I tubi di alimentazione e di ritorno sono collegati con un bypass: sono collegati al ponticello di alimentazione con un raccordo o mediante saldatura, al ritorno attraverso una valvola a tre vie.

Una pompa di circolazione con un filtro è inserita nel circuito tra il tre vie e la caldaia. Si raccomanda di effettuare un bypass in questa zona, attorno alla pompa: se l'elettricità è spenta, il vettore di calore può muoversi a causa della circolazione naturale.

L'installazione del circuito "gas" viene eseguita come nel solito schema con un accumulatore di calore. Il serbatoio di espansione con valvola di sicurezza, di norma, è già incluso nel design della caldaia. Un tubo che conduce ai dispositivi di riscaldamento è collegato all'ugello di alimentazione attraverso una valvola di intercettazione. Il tubo di ritorno è anche collegato alla caldaia attraverso una valvola di intercettazione. La pompa è installata sul tubo di ritorno.

I ponticelli vengono portati da entrambi i tubi all'accumulatore di calore: uno - davanti alla pompa di circolazione, l'altro - davanti ai dispositivi di riscaldamento. Negli stessi punti collegano i tubi che sono stati installati nel circuito primario (per il movimento del liquido di raffreddamento dalla caldaia TD senza un accumulatore di calore). Tutte le nuove connessioni sono dotate di prese per bloccare il flusso.

Circuito chiuso in parallelo

Come collegare una caldaia a combustibile solido con gas in parallelo?

In questo caso vengono utilizzati un serbatoio a membrana chiuso e dispositivi di sicurezza:

  • valvola di sfiato;
  • valvola di sicurezza (per normalizzare la pressione);
  • manometro

L'installazione inizia con l'installazione di valvole di intercettazione sulle connessioni di alimentazione / ritorno di entrambe le unità. Sul deposito di TD-caldaia a poca distanza da lui impostare il gruppo di sicurezza.

Quando si collega una caldaia a combustibile solido e uno a gas in un impianto su un ramo dell'unità TD, viene installato un ponticello a 1-2 metri di distanza dal dispositivo per un piccolo circolo di circolazione. Il jumper è dotato di una valvola di ritegno in modo che l'acqua non cada nella parte "legno" del circuito in caso di spegnimento della caldaia a combustibile solido.

Effettuato il flusso dei radiatori e ritorno. La tubazione di ritorno si dirama in due tubi: uno va alla caldaia a gas, il secondo è collegato al ponticello attraverso una valvola a tre vie. Un serbatoio a membrana chiuso e una pompa filtro vengono installati prima di questo ramo.

Anche il circuito parallelo non esclude l'uso dell'accumulatore di calore: i tubi di mandata e di ritorno di entrambe le unità vengono portati ad esso, le linee dirette e di ritorno ai dispositivi di riscaldamento lo lasciano. Tutti i componenti del sistema sono dotati di rubinetti per interrompere il flusso, in modo che le caldaie possano essere utilizzate sia insieme che separatamente.

La stessa risposta alla domanda su come collegare le caldaie a combustibile solido e gas in un sistema, se non solo il riscaldamento, ma anche l'acqua calda è necessaria: l'acquisizione di una caldaia a doppio circuito, quando già esiste, è irrazionale (descrizione del principio di funzionamento di una caldaia a doppio circuito per riscaldamento a gas). È preferibile utilizzare un secondo circuito singolo (che cos'è una caldaia a gas a circuito singolo montata a parete) e un serbatoio di accumulo.

Video su come collegare le caldaie a combustibile solido e gas in un sistema di riscaldamento.

Come la caldaia a gas e combustibile solido è collegata in una - caratteristiche di installazione

Una caratteristica delle caldaie a combustibile solido è la necessità di caricare la legna per mantenere il calore negli apparecchi di riscaldamento, per questo, è necessaria una costante attenzione da parte dei residenti. La soluzione al problema in una tale situazione può essere chiamata la connessione dell'accumulatore di calore, l'installazione di una caldaia aggiuntiva nel sistema di riscaldamento o l'uso simultaneo di due caldaie: combustibile solido e gas.

In questo caso, il calore viene fornito alle batterie se la legna da ardere nel focolare è già esaurita, ma nel cilindro c'è del gas. In alternativa, è possibile installare un'unità di gas di legna, che non richiede molto sforzo e fatica per i lavori di installazione. Ma l'applicazione pratica ha dimostrato che collegare due caldaie a un sistema è molto più efficiente e redditizio. Quando una caldaia a gas e combustibile solido è collegata allo stesso tempo, il sistema è in funzionamento costante anche se uno dei dispositivi si guasta. La rottura della caldaia a gas e legna fa sì che l'intero sistema smetta di funzionare e diventa freddo nelle stanze.

Qual è la difficoltà di collegare due caldaie

La principale difficoltà nell'utilizzo di due caldaie nello stesso sistema di riscaldamento è la necessità di disporre di vari tipi di tubazioni. Due caldaie a gas nella stessa casa possono essere installate solo quando l'impianto di riscaldamento è chiuso e per le unità a combustibile solido è necessario un sistema aperto. Il fatto è che la seconda versione della caldaia può riscaldare l'acqua ad una temperatura molto elevata, il che porta ad un aumento della pressione nel sistema. Anche con una debole combustione di carbone, il refrigerante continua a riscaldarsi.

In tale situazione, è richiesto uno scarico della pressione nella rete di riscaldamento, per il quale viene aperto un circuito di espansione di tipo aperto nel circuito. In caso di volume insufficiente di questo elemento del sistema, un tubo separato può essere portato nel sistema fognario per rimuovere il refrigerante in eccesso. Tuttavia, l'installazione di un tale serbatoio può causare l'ingresso di aria nel liquido di raffreddamento, da cui possono risentire gli elementi interni della caldaia a gas, tubi e dispositivi di riscaldamento.

Per evitare tutte le difficoltà elencate di collegare due caldaie a un sistema di riscaldamento allo stesso tempo, è possibile utilizzare due opzioni:

  • Utilizzare un accumulatore di calore - un dispositivo che consente di combinare un sistema di riscaldamento chiuso e aperto.
  • Per organizzare uno schema di riscaldamento chiuso per caldaie a combustibile solido e pellet, utilizzando un gruppo speciale di sicurezza. In questo caso, le unità possono operare in modo autonomo e in parallelo.

Disposizione del sistema di riscaldamento con un accumulatore di calore

L'uso di un tale elemento nello schema con due caldaie in un sistema di riscaldamento ha diverse caratteristiche a seconda delle unità installate:

  • Accumulatore di calore, caldaia a gas e dispositivi di riscaldamento formano un unico sistema chiuso.
  • Caldaie a combustibile solido che funzionano a legna, a pellet o carbone, riscaldano l'acqua, l'energia termica viene trasferita all'accumulatore di calore. A sua volta riscalda il liquido di raffreddamento circolante attorno al circuito di riscaldamento chiuso.

Per creare un sistema di riscaldamento con due caldaie da soli è necessario acquistare quanto segue:

  • Caldaia di riscaldamento
  • Accumulatore di calore
  • Volume corrispondente del serbatoio di espansione.
  • Tubo per ulteriore rimozione del trasportatore di calore.
  • 13 gru tagliate.
  • Pompa per circolazione forzata del liquido di raffreddamento nella quantità di 2 pezzi.
  • Valvola a tre vie.
  • Filtro dell'acqua
  • Tubi in acciaio o polipropilene.

Tale schema è caratterizzato dal lavoro in diverse modalità:

  • Trasferimento di energia termica da una caldaia a combustibile solido attraverso un accumulatore di calore.
  • Riscaldamento dell'acqua mediante caldaia a combustibile solido senza l'uso di questo dispositivo.
  • Ottenere il calore da una caldaia a gas collegata a una bombola del gas.
  • Collegamento di due caldaie contemporaneamente.

Assemblaggio di un sistema di tipo aperto con accumulatore di calore

L'organizzazione di questo tipo di sistema di riscaldamento viene effettuata secondo lo schema seguente:

  • Su due raccordi di una caldaia a combustibile solido installare le valvole di intercettazione.
  • Collegare il serbatoio di espansione. Allo stesso tempo, la sua posizione dovrebbe essere al livello più alto rispetto ad altri elementi del circuito di riscaldamento.
  • Sulle tubazioni del calore della batteria installate anche i rubinetti.
  • Collegare la caldaia e l'accumulatore di calore attraverso due tubi.
  • Due tubi sono inseriti nel circuito tra l'accumulatore di calore e la caldaia, ritirandosi a breve distanza dai rubinetti. Le valvole di intercettazione sono installate anche su questi tubi. Tubi aggiuntivi consentiranno di riscaldare il liquido di raffreddamento dalla caldaia a combustibile solido senza utilizzare un accumulatore di calore.
  • Quindi, tagliare il ponticello per collegare il flusso e il tubo di ritorno nello spazio tra l'accumulatore di calore e la caldaia. Per fissare il ponticello al flusso, è possibile utilizzare saldature o raccordi, il ponticello è fissato sul tubo di ritorno mediante una valvola a tre vie. Formata in un piccolo cerchio, il refrigerante circola fino a raggiungere la temperatura di 60 gradi. Con il riscaldamento più forte, l'acqua inizia a muoversi in un ampio cerchio, catturando l'accumulatore di calore.
  • Collegare il filtro per la depurazione dell'acqua e la pompa di circolazione. Entrambi i dispositivi devono essere installati sulla tubazione di ritorno del circuito di riscaldamento, il posto ottimale è lo spazio tra la caldaia e la valvola a tre vie. Qui ha un rubinetto con una pompa e un filtro. Va ricordato che prima di questi elementi e dopo di loro, le gru sono necessariamente montate. Il vantaggio del rubinetto a forma di U è la possibilità di installare un bypass, sarà il movimento del refrigerante in assenza di elettricità.

Sistema chiuso con accumulatore di calore

Un sistema di riscaldamento chiuso non richiede l'installazione di un serbatoio di espansione, quindi il processo di installazione è notevolmente semplificato. Molto spesso le caldaie a gas sono dotate di un vaso di espansione e di una valvola di sicurezza.

Per assemblare correttamente un circuito di riscaldamento di questo tipo, è necessario seguire un'istruzione specifica:

  • Il rubinetto e il tubo che va ai dispositivi di riscaldamento sono collegati al raccordo di alimentazione della caldaia a gas.
  • Una pompa è installata su questo tubo per la circolazione forzata del liquido di raffreddamento. Dovrebbe essere posizionato di fronte ai radiatori.
  • Ogni radiatore è collegato in serie.
  • Un tubo che conduce alla caldaia di riscaldamento viene rimosso da loro. Alla fine del tubo, una valvola di intercettazione è installata a breve distanza dall'unità alimentata dalla bombola del gas.
  • I tubi diretti all'accumulatore di calore sono collegati ai tubi di alimentazione e di ritorno. Uno dei tubi è collegato davanti alla pompa, il secondo tubo è dietro i dispositivi di riscaldamento. Ogni tubo è dotato di un rubinetto, è necessario collegare anche i tubi precedentemente incorporati prima dell'accumulatore di calore e dopo di esso.

Installazione di un sistema chiuso con due caldaie - gas e combustibile solido

Quando si organizza un tale sistema di riscaldamento, le caldaie a combustibile solido e gas in un circuito sono collegate in parallelo con l'installazione obbligatoria di un gruppo di sicurezza. Un serbatoio di espansione aperto viene sostituito con un serbatoio a membrana chiuso, che viene collocato in una stanza speciale.

I seguenti elementi sono indicati nel gruppo di sicurezza:

  • Valvola per rimuovere l'aria accumulata.
  • Valvola di sicurezza, con la quale è possibile ridurre la pressione nel sistema.
  • Manometro

La questione di come collegare due caldaie, gas e solido, viene risolta nel seguente ordine:

  • Sulle tubazioni provenienti dagli scambiatori di calore della caldaia a gas e combustibile solido nello stesso sistema, sono installate valvole di intercettazione.
  • Sul tubo di alimentazione proveniente dall'unità di combustibile solido, disporre di un gruppo di sicurezza. Tuttavia, può essere posizionato vicino alla valvola.
  • I tubi di alimentazione di entrambe le caldaie sono collegati. In precedenza, sulla linea che va dalla caldaia a combustibile solido, un architrave taglia lungo il quale verrà organizzato il movimento del refrigerante in un piccolo cerchio. La distanza tra la caldaia e il punto di prelievo può raggiungere i 2 metri. Accanto al ponticello impostare la valvola del petalo. Quando la caldaia che lavora sul legno è spenta, questo schema non consente al liquido di raffreddamento di entrare nella caldaia, nonostante la forte pressione creata dalla caldaia a gas.
  • Effettuare il collegamento della linea di alimentazione con dispositivi di riscaldamento, che si trovano in stanze diverse e a distanze diverse l'una dall'altra.
  • Tra le caldaie e i dispositivi di riscaldamento eseguire l'installazione della linea di ritorno. In un certo posto è diviso in due tubi: uno è diretto alla caldaia a gas, l'altro - al combustibile solido. Prima del dispositivo che funziona da una bombola del gas, installare una valvola a molla. Un ponticello e una valvola a tre vie sono collegati a un altro tubo.
  • Il serbatoio di espansione del diaframma e la pompa per la circolazione forzata del liquido di raffreddamento sono montati nell'area prima della separazione della linea di ritorno.

Lo schema di collegamento di due caldaie a un sistema può essere pienamente utilizzato quando si installa una caldaia di riscaldamento combinata universale.

Come collegare due caldaie in un sistema di caldaia?

Lo schema a due caldaie è molto usato di recente e l'interesse è piuttosto ampio. Quando due unità termiche appaiono in un locale caldaia, sorge immediatamente la domanda su come coordinare il loro lavoro l'uno con l'altro. Proviamo a rispondere alla domanda di collegare due caldaie a un sistema di riscaldamento.

Questa informazione sarà interessante per coloro che costruiranno la propria casa caldaie, che vogliono evitare gli errori, e per coloro che non costruiranno con le proprie mani, ma vogliono trasmettere i loro bisogni a quelle persone che raccoglieranno il locale caldaia. Non è un segreto che ogni installatore abbia le proprie idee su come dovrebbe essere una stanza della caldaia e spesso non coincide con le esigenze del cliente, ma in questa situazione la priorità del cliente è più importante.

Esaminiamo gli esempi del perché in un caso la caldaia funziona in modalità automatica (le caldaie sono coordinate l'una con l'altra senza la partecipazione del consumatore), e nell'altra deve essere accesa.

Schema di collegamento di due caldaie ad azionamento manuale

Qui non è richiesto nulla, ad eccezione delle valvole. Il passaggio tra le caldaie viene effettuato mediante apertura / chiusura manuale di due prese situate sul liquido di raffreddamento. E non quattro, per tagliare completamente una caldaia non funzionante dal sistema. In entrambe le caldaie il più delle volte ci sono serbatoi di espansione integrati ed è più vantaggioso utilizzarli entrambi contemporaneamente, poiché il volume del sistema di riscaldamento supera spesso la capacità di un serbatoio di espansione presa separatamente. Per evitare l'installazione non necessaria di un serbatoio di espansione aggiuntivo (esterno), non è necessario interrompere completamente le caldaie dal sistema. È necessario bloccarli tramite il movimento del liquido di raffreddamento e lasciarli contemporaneamente inclusi nel sistema di espansione.

Schema di collegamento di due caldaie con controllo automatico

Idraulicamente non diverso da un sistema manuale, ad eccezione di un particolare. Quando sono collegate due caldaie, compaiono due valvole di controllo. Una valvola di ritegno è necessaria per escludere i flussi parassiti attraverso la caldaia inattiva. Manualmente in questo sistema non è necessario sovrapporre. Le autostrade dovrebbero sempre essere aperte. E se una delle caldaie non funziona, allora la pompa della seconda caldaia invierà inevitabilmente il refrigerante attraverso di essa. Dal luogo in cui le caldaie si uniscono al sistema, il liquido di raffreddamento si sposta verso il sistema di riscaldamento e in un piccolo cerchio attraverso la caldaia inattiva. La resistenza nell'area con una caldaia inattiva è molto inferiore alla resistenza del sistema di riscaldamento. Nell'area con la caldaia spenta, il fluido termovettore verrà sprecato molto più che nel sistema di riscaldamento, dove si avvertirà il suo deficit. Risolvi questo problema - controlla le valvole. Lo stesso problema può essere risolto con una freccia idraulica, ma questo sarà un altro sistema e altri costi. Le valvole di ritegno possono essere installate, ad esempio, sulla linea di ritorno.

È importante! Le valvole devono lavorare l'una verso l'altra, quindi il liquido di raffreddamento delle due caldaie si muoverà solo in una direzione, verso l'impianto di riscaldamento.

Per il sistema automatico di funzionamento simultaneo di due caldaie, sarà necessario un ulteriore dettaglio: si tratta di un termostato che spegnerà la pompa di circolazione se il sistema dispone di una caldaia a legna o di qualsiasi altra caldaia con un carico non automatizzato. È necessario spegnere la pompa alla caldaia. Perché quando il combustibile brucia in esso, non ha senso guidare il trasportatore di calore attraverso la caldaia invano, interferendo con il funzionamento della seconda caldaia. Che riprenderà il lavoro quando il primo - stop. Con il diametro massimo e il marchio di termostato più alto per lo spegnimento della pompa, non dovrai spendere più di 4000 rubli e ottenere un sistema automatico.

La fattibilità dell'utilizzo della commutazione automatica e manuale tra due caldaie

Considerare le seguenti cinque opzioni con diverse unità in combinazione con una caldaia elettrica, che è in riserva e deve essere inclusa al momento giusto:

  • Gas + Electro
  • Legna da ardere + elettro
  • Gas di liquefazione + Electro
  • Solar + Electro
  • Pellet (granulare) + Electro

Pellet e caldaia elettrica

La combinazione di collegamento di due caldaie - a pellet e caldaie elettriche - è la soluzione migliore per l'avvio automatico e anche manuale.

La caldaia a pellet potrebbe arrestarsi a causa del fatto che ha esaurito le palline di combustibile. Era sporco e non pulito. L'elettrica deve essere pronta per l'accensione al posto della caldaia ferma. Questo è possibile solo con la connessione automatica. Il collegamento manuale in questa versione è adatto solo quando si vive in casa in cui è installato un sistema di riscaldamento simile.

Caldaie per diz. carburante ed elettricità

Se vivi in ​​una casa con un tale sistema per il collegamento di due caldaie per il riscaldamento, la connessione manuale è molto adatta a te. La caldaia elettrica funzionerà come un'emergenza nel caso in cui per qualche motivo le caldaie siano fuori servizio. Non si sono semplicemente fermati, ma si sono rotti e hanno bisogno di riparazioni. L'attivazione automatica è anche possibile, in funzione del tempo. La caldaia elettrica può essere accoppiato con gas liquefatto e una caldaia solare ad un tasso overnight. A causa del fatto che la tariffa notturna è più conveniente per 1 kW / ora rispetto a 1 litro di gasolio.

La combinazione di caldaia elettrica e legno

Questa combinazione di collegamento di due caldaie è più adatta per la connessione automatica e meno per il manuale. La caldaia a legna è utilizzata come principale. Riscalda la stanza durante il giorno e l'elettricità si accende per riscaldarsi di notte. O in caso di prolungata non residenza in casa - la caldaia elettrica mantiene la temperatura per non congelare la casa. Manuale è anche possibile risparmiare energia elettrica. La caldaia elettrica si accende manualmente quando si esce e si spegne quando si ritorna e si inizia a riscaldare la casa con l'aiuto di una caldaia a legna.

La combinazione di caldaie a gas ed elettriche

In questa combinazione di collegamento di due caldaie, la caldaia elettrica può agire sia come backup che come principale. In questa situazione, lo schema di connessione manuale è più adatto rispetto a quello automatico. La caldaia a gas è un'unità collaudata e affidabile che può funzionare a lungo senza guasti. In parallelo, nel sistema per collegare la caldaia elettrica per la sicurezza in modalità automatica è impraticabile. In caso di guasto della caldaia a gas, è sempre possibile accendere manualmente la seconda unità.

Top