Categoria

News Della Settimana

1 Carburante
Sistema di riscaldamento a collettore: schemi elettrici per case e appartamenti privati
2 Caminetti
Servizi di saldatura
3 Carburante
Tutto sui tubi di riscaldamento nel pavimento
4 Pompe
I motivi per cui le batterie bimetalliche non si riscaldano
Principale / Pompe

Schema di riscaldamento di una casa privata di 2 piani


Il sistema di riscaldamento di una struttura a un solo piano non causa alcuna domanda speciale anche tra persone inesperte che hanno poca conoscenza di questo settore. La maggior parte delle persone immagina come può essere organizzata, e quindi chiariscono solo alcuni dettagli che sono incomprensibili per se stessi. Ma lo schema di riscaldamento di una casa privata di 2 piani è più complicato non solo nella realizzazione, ma anche semplicemente nella comprensione.

Se hai una casa privata a due piani o una casa di campagna, vuoi organizzare un sistema di riscaldamento con le tue mani, ma non sai da dove cominciare - il nostro articolo ti aiuterà a risolvere tutti i problemi che si presentano.

Varietà di opzioni

La caratteristica principale è che è necessario garantire l'innalzamento del liquido di raffreddamento al secondo piano, cioè all'altezza specificata dal progetto dell'edificio. Come risolvere questo problema - parleremo in questa sezione.

Per iniziare, definiamo che tipo di attrezzature e componenti sono necessari:

  • caldaia;
  • tubi e batterie;
  • valvole di arresto;
  • regolatori di temperatura, altri dispositivi di misurazione supplementari, sensori di controllo.

Il lavoro dell'intero sistema dipende dalla qualità dei componenti utilizzati, quindi non risparmiarli! Un'attrezzatura moderna e affidabile non solo fornirà il microclima necessario, ma consentirà anche di evitare situazioni di emergenza.

Passiamo ora a una serie di schemi utilizzati nella disposizione del sistema di riscaldamento in edifici a due piani.

Tipi provati di schemi di riscaldamento

Esistono diversi progetti collaudati nel tempo e molte persone:

  • con cablaggio inferiore;
  • con cablaggio superiore;
  • Sistema a 1 tubo;
  • Sistema a 2 tubi;
  • a seconda del tipo di circolazione utilizzata: forzata o naturale;
  • a seconda della posizione dei riser - tradizionale, verticale o orizzontale (estremamente raro)

Schema di riscaldamento con alzata verticale e portata inferiore

Il più spesso lo schema che provvede il movimento obbligatorio del trasportatore di calore si incontra. È più efficace, consente il riscaldamento uniforme di tutta la casa. Inoltre, è necessario installare una pompa di pressione speciale e un serbatoio di espansione. La caldaia può essere praticamente qualsiasi - e gas, combustibile solido e così via.

Sistema a due tubi con circolazione forzata

Quale schema è migliore?

Molto spesso è consuetudine utilizzare uno schema a due tubi, che è caratterizzato da:

  • versatilità;
  • affidabilità;
  • economia.

Ad esempio, quando si utilizza una versione monotubo, non sarà possibile regolare il livello di riscaldamento delle singole batterie, perché in questo caso tutti i radiatori usati sono collegati in serie e se l'alimentazione del refrigerante a uno di essi viene interrotta, tutti quelli successivi riceveranno meno calore.

Sistema monotubo imperfetto

Nello schema a due tubi, ogni batteria comporta il collegamento di due tubi separati:

  • per l'alimentazione del refrigerante;
  • per il suo ritiro.

Consente inoltre l'installazione di una valvola di regolazione su ciascuna batteria, che consente di controllare la temperatura in qualsiasi stanza della casa, anziché essere collegata all'intero edificio.

Schema schematico del sistema a due tubi

Il tipo di collezionista merita attenzione, è più costoso nella sua disposizione, e quindi non così popolare, ma ha le sue qualità positive. Tra quelli - la posizione nascosta di tutti i tubi, che ha un effetto positivo sull'interno. Le caratteristiche del design sono le seguenti:

  • la caldaia è posta al primo piano;
  • un ampio serbatoio - in cima;
  • i tubi corrono sotto il pavimento, sotto il soffitto o sotto i davanzali delle finestre.

È inoltre possibile installare una valvola su ogni batteria per controllare il livello di temperatura nelle singole stanze.

Una conclusione intermedia può essere fatta dalla descrizione di cui sopra - l'opzione migliore sarebbe installare un circuito a due tubi o collettore. Il primo è più economico, il secondo è più costoso, ma vince da un punto di vista estetico!

Nel video - installazione del sistema di riscaldamento a doppia tubazione fai-da-te

Scelta delle condutture

La scelta dell'attrezzatura è un punto importante. Che tipo di caldaia usare è una questione individuale, tutto dipende dalle tue preferenze e capacità finanziarie. Se non hai paura del riscaldamento delle bollette, puoi lasciare un gas e, se vuoi risparmiare, scegli il combustibile solido o il cosiddetto ibrido, che può funzionare con diversi tipi di combustibile (gas-elettricità, combustibile solido-elettricità, elettricità-carburante liquido, ecc. ). Imparerai di più sulle caldaie ibride nell'articolo "Caldaie combinate per il riscaldamento di una casa privata".

La caldaia ibrida è molto più costosa di una caldaia monocarburante, ma alla fine è una vera opportunità per stare sempre in una casa calda e risparmiare su uno dei tipi di carburante.

Se la questione della selezione della caldaia è individuale e non possiamo dare un consiglio specifico, allora con i tubi per la distribuzione non è così. In questo siamo pronti ad aiutarti. Quindi, quando si scelgono i tubi, è importante ricordare che non solo l'affidabilità e la durata del sistema, ma anche la velocità di riscaldamento della stanza dipende dal loro materiale.

Se si desidera ottenere un elevato livello di trasferimento del calore, si consigliano tubi in rame che, a proposito, resistono alla corrosione, possono resistere anche a pressioni elevate;

La variante di bilancio oggi molto diffusa è rappresentata dai modelli in metallo-plastica, che, tra l'altro, sono caratterizzati anche da alta qualità e trasferimento di calore.

Non dimenticare la presenza di un serbatoio di espansione - questo è un elemento obbligatorio dello schema, contribuendo alla sicurezza del sistema di riscaldamento!

Dispositivo del serbatoio di espansione

È inoltre necessario ricordare che all'interno dei modelli in metallo-plastica non si va a una varietà di depositi, non formare "congestione". Anche con un lungo periodo di tempo il tuo sistema funzionerà nel modo più efficiente possibile!

Tutti gli altri tipi di tubi sono riconosciuti come inefficienti, perdendo rapidamente la loro affidabilità e non sono in grado di fornire un riscaldamento di alta qualità per molti anni.

Cos'altro dovresti ricordare?

Assicurati di considerare tutti i dettagli e i dettagli. Dopo tutto, è necessario creare non solo un sistema di riscaldamento efficiente, ma anche durevole, che funzionerà per almeno 25-50 anni, senza richiedere riparazioni e sostituzioni importanti. È meglio "investire" una volta, spendere una grande quantità, ma godersi il calore in casa per il resto della tua vita!

Schema di cablaggio a doppio tubo per diversi piani

Inoltre, uno schema opportunamente selezionato, un sistema di riscaldamento reso responsabile permetterà:

  • creare un microclima ideale in casa anche in caso di forti gelate;
  • riscaldare ogni singola stanza;
  • controllare la temperatura in ogni stanza;
  • ridurre il costo di acquisto di carburante, energia, perché il loro consumo sarà inferiore.

Esempi di layout del pavimento

E in generale, l'assenza di problemi nel funzionamento del sistema di riscaldamento consentirà di evitare spese inutili e non pianificate.

Lo schema del video di riscaldamento del radiatore

Ti abbiamo proposto le opzioni principali e più popolari per la creazione di riscaldamento in una casa privata a due piani. Tali metodi saranno rilevanti per i cottage rurali. I disegni presentati nell'articolo ti consentiranno di comprendere meglio i principi della disposizione del sistema - siamo fiduciosi che le nostre informazioni saranno utili per te, contribuiranno ad evitare spese inutili.

Il sistema di riscaldamento di una casa a due piani: schemi tipici e specifiche del progetto di layout

La vita confortevole in una casa privata a due piani dipende completamente dal complesso delle comunicazioni, tra le quali uno dei luoghi principali è occupato dalla rete di riscaldamento. Non è vero? È lei che è responsabile del mantenimento della temperatura ottimale, riducendo al minimo la perdita di calore, la sicurezza dell'edificio stesso. D'accordo, una temperatura confortevole nella stanza - questo è uno dei componenti principali che forniscono un soggiorno accogliente.

Dipende direttamente dalla scelta della fonte di calore e dalla sua corretta connessione se è possibile mantenere una temperatura confortevole per la vita. Qui ti aiuteremo a capire come funziona il sistema di riscaldamento di una casa a due piani e quali schemi di cablaggio sono riconosciuti come i più efficaci.

In questo materiale troverete informazioni sui tipi di refrigeranti, metodi e caratteristiche della loro connessione. Per chiarezza, il materiale è accompagnato da schemi elettrici e video che contribuiranno ad ampliare la conoscenza dei sistemi di riscaldamento delle abitazioni private.

In cosa consiste il sistema di riscaldamento?

È abbastanza difficile scegliere l'attrezzatura necessaria per il montaggio dell'impianto di riscaldamento. Per fare questo, è necessario avere conoscenze ingegneristiche speciali, essere in grado di calcolare la perdita di calore, navigare nei calcoli dettagliati e le sfumature di installazione. Si consiglia di contattare tecnici del calore professionali che, in base a calcoli preliminari, selezioneranno lo schema di riscaldamento ottimale.

Se hai l'istruzione appropriata o hai già esperienza nella distribuzione del riscaldamento in una casa a due piani, puoi scegliere tu stesso la variante dello schema di riscaldamento, utilizzando informazioni utili e competenze comprovate.

Scegliere una fonte di energia termica

Il cuore della rete di riscaldamento è un generatore di calore, che riscalda il liquido di raffreddamento alla temperatura ottimale e, se le sue capacità tecniche lo consentono, supporta i parametri specificati 24 ore su 24.

Tra le moderne fonti di calore nelle case private a due piani usano quasi tutto, a volte combinano 2-3 tipi. Possibili tipi di generatori di calore:

  • caldaie per riscaldamento;
  • emettitori a infrarossi;
  • stufe (russo, olandese, canadese);
  • caminetti;
  • collettori solari, installazioni di pompe di calore e altri tipi di apparecchiature alternative.

Le caldaie per il riscaldamento sono utilizzate attivamente, che possono essere classificate per tipo di combustibile:

  • liquido o solido;
  • gas;
  • elettrica.

La seconda e la terza opzione sono più economiche, e se il gas o l'elettricità vengono portati a casa, dovresti preferirli.

Se il cottage è costruito su un terreno non gassificato, la caldaia elettrica diventa quella principale e un camino o un riscaldamento a infrarossi viene utilizzato come fonte di riserva.

L'uso di generatori di calore alternativi dipende in gran parte dalle condizioni climatiche della regione e l'insieme minimo di attrezzature relativamente costose (ad esempio i collettori solari) pagherà in almeno 3 anni.

Quale vettore di calore è migliore?

Il calore generato da una caldaia a gas o altra fonte di calore, da solo, non può diffondersi in tutte le stanze. A tale scopo, è necessario un trasportatore di calore, una sostanza che si muove liberamente attraverso le tubazioni e presenta le caratteristiche tecniche necessarie.

Esistono tecnologie per l'uso di aria riscaldata, particolarmente rilevanti nelle case con stufa, caminetto o riscaldamento elettrico. Ma, sfortunatamente, per garantire il funzionamento efficace dei suoi parametri insufficienti di capacità termica, densità e trasferimento di calore.

A differenza delle sostanze gassose, le sostanze liquide hanno un'eccellente capacità di assorbire il calore, di darlo via e di mantenere una certa temperatura per un po '. In questo senso, il "conduttore" ideale è l'acqua ordinaria. Quando riscaldato, riempie tubi e radiatori, emettendo gradualmente calore ai locali residenziali, e la circolazione garantisce un processo costante.

Per case con residenza permanente, sistemi ottimali con acqua come refrigerante. In modo che l'apparecchiatura di riscaldamento sia più lunga senza riparazioni, e la tubazione non è coperta dalla fioritura, l'acqua è guidata attraverso filtri e arricchita con speciali additivi e inibitori.

Se la casa è un rifugio temporaneo o funge da destinazione per le vacanze nei fine settimana, è preferibile utilizzare antigelo invece dell'acqua. Questa è una soluzione liquida con una composizione chimica, uno dei componenti è il glicole propilenico o glicole etilenico. I prodotti chimici impediscono il congelamento del refrigerante anche durante il congelamento dell'edificio e mantengono costantemente funzionante la funzionalità di rete.

Convettore e riscaldamento del radiatore

Quando si redige un progetto di riscaldamento in una casa a due piani o a tre piani, sia i radiatori che i convettori possono essere utilizzati come dispositivi di riscaldamento.

Radiatori o radiatori, più spesso equipaggiano sistemi centralizzati. Hanno un principio di funzionamento combinato: trasmettono la radiazione termica e riscaldano l'aria che circola e passa attraverso i "bordi" dei prodotti. Sono considerati l'opzione migliore per la sistemazione di una casa privata a due piani.

I convettori hanno un design più aperto, sono costituiti da tubi di rame e scambiatori di calore. L'aria entra negli scambiatori di calore, si riscalda, si solleva, liberando il posto della nuova porzione dell'aria ancora non riscaldata. Il dispositivo è protetto dal raffreddamento mediante un involucro volumetrico.

Negli schemi di riscaldamento di case a due piani, sia i radiatori che i riscaldatori di un termoventilatore vengono utilizzati, la scelta dei dispositivi è eccezionale a causa della varietà di design, dimensioni e forme.

Breve descrizione dei radiatori domestici

Tutti i tipi di radiatori per riscaldamento domestico possono essere classificati in base al materiale da cui sono realizzati. I moderni modelli di dispositivi di riscaldamento sono realizzati dai seguenti metalli:

Ci sono anche modelli originali creati in stile vintage, ma sono piuttosto costosi e vengono solitamente realizzati su ordinazione. I prodotti in ceramica e forgiati sono molto meno comuni di quelli di fabbrica.

In precedenza, i radiatori sezionali della ghisa erano comuni e possono ancora essere trovati in vendita. La ghisa è apprezzata per la durata e poco impegnativa per le caratteristiche del liquido di raffreddamento, tuttavia, un sacco di peso è considerato un segno negativo. Il peso deve essere considerato se il progetto prevede il montaggio del radiatore su una parete leggera.

Sezionali, cioè prefabbricati, i modelli sono realizzati in alluminio. Si distinguono per la loro leggerezza e l'aspetto estetico, ma non entrano in contatto con le parti in rame e reagiscono negativamente a determinati tipi di portatori di calore.

I radiatori in acciaio sono pannelli, realizzati in pezzi di lamiera d'acciaio e sezionali, costituiti da più moduli. La prima opzione è considerata più affidabile a causa di una semplice connessione a due vie. L'acciaio tollera perfettamente qualsiasi liquido refrigerante, più leggero del ghisa, ma più pesante dell'alluminio.

Per una casa a due piani, sono adatti tutti i tipi di radiatori: quando si sceglie, è necessario concentrarsi sul tipo di refrigerante, sulle caratteristiche dell'installazione del sistema e sull'interior design.

Circuiti di efficienza con circolazione forzata

La parte prevalente dei moderni sistemi di riscaldamento può funzionare pienamente solo quando si crea una circolazione artificiale, ovvero in cui il refrigerante si muove all'interno della rete a causa del funzionamento della pompa di circolazione.

Per il dispositivo di circolazione forzata in un edificio con più piani ci sono alcuni prerequisiti:

  • installazione della condotta di diametro ridotto, che facilita l'assemblaggio dell'intero cablaggio;
  • provvedere alla regolazione della zona (insieme o al posto di comune);
  • la presenza di piani 2 e superiori non influenza l'efficienza di riscaldamento;
  • una diminuzione della temperatura del liquido di raffreddamento senza modificare i parametri di trasferimento di calore;
  • la possibilità di utilizzare tubi di plastica poco costosi.

Lo svantaggio è la presenza di alimentazione - possibili interruzioni, ma sono facilmente evitabili utilizzando l'UPS di backup. Il problema del rumore più forte viene risolto anche installando uno strato di isolamento acustico nel locale caldaia.

Il posto più adatto per l'inserzione della pompa di circolazione dove la temperatura scende al minimo, cioè direttamente davanti alla caldaia, sulla linea di ritorno.

Circolazione naturale come alternativa

Ora le reti di riscaldamento autonomo con circolazione gravitazionale, cioè operanti secondo le leggi fisiche naturali, possono essere trovate estremamente raramente. Il principio di funzionamento è spiegato dalla differenza nella densità dell'acqua fredda e riscaldata e dalla presenza di un dispositivo di controllo aggiuntivo - un serbatoio di espansione, che è installato nella parte superiore del montante dell'acqua calda.

Una caratteristica della rete di tipo naturale è la disposizione inclinata dei tubi orizzontali (tubi di ritorno e di distribuzione) e la posizione della caldaia - è impostata al livello più basso possibile. Il flusso di refrigerante attraverso il riser di espansione, acqua di scarico scaricata (o antigelo) - attraverso il retro.

I vantaggi dello schema gravitazionale sono indipendenti dall'energia elettrica, dalla facilità di installazione, dalla mancanza di rumore emesso da una pompa di circolazione.

Caratteristiche sistema di riscaldamento monotubo

La scelta del riscaldamento a uno o due tubi non dipende dal numero di piani della casa - entrambi i tipi sono adatti, ma per gli edifici con 2 o più piani è richiesta l'installazione di una pompa di circolazione. Il più efficace è il riscaldamento con un liquido refrigerante (acqua o antigelo), mentre per le piccole case a un piano, ad esempio le case estive, si possono prendere in considerazione altre opzioni.

Il principio di funzionamento e le caratteristiche distintive

I radiatori di riscaldamento, secondo lo schema monotubo, sono collegati in serie, cioè il liquido di raffreddamento entra prima in un dispositivo più vicino alla caldaia, da esso attraverso la conduttura all'altra, ecc. Il loop loop, che è una rete, è adatto anche per un edificio a 2 piani, poiché è posizionato convenientemente lungo le pareti lungo il perimetro.

La presenza di valvole può migliorare l'utilizzo del sistema. Ad esempio, la gru Mayevsky è progettata per rimuovere "ingorghi" di aria che spesso si verificano durante i periodi di inattività, cioè nel periodo estivo. Inoltre, vengono utilizzati vari modelli di valvole di bilanciamento, valvole a sfera, regolatori speciali.

Il metodo di circolazione forzata in una struttura monotubo con un'assenza temporanea di elettricità può essere sostituito da uno naturale, ma ciò richiede l'installazione di un serbatoio a membrana e la posizione dei tubi orizzontali con un'inclinazione fino a 5 °.

Valutazione degli svantaggi e dei vantaggi

Il principale vantaggio delle reti monotubo è considerato la proiezione più semplice e l'installazione stessa. Un minimo di tubi consente di non concentrarsi sulla complessa disposizione dei locali, ma semplicemente di posare la pipeline rigorosamente lungo i perimetri di entrambi i piani. Valutati e risparmi sull'acquisizione per una singola linea di un numero minore di elementi - tubi, gru.

Un tubo occupa molto meno spazio di due, quindi può essere nascosto sotto il rivestimento del pavimento, posato in modo silenzioso nelle porte, cioè l'installazione può essere eseguita senza disturbare l'interno.

Gli svantaggi includono la necessità di acquistare una pompa elettrica più potente, con conseguente aumento delle cariche elettriche. È più difficile regolare il livello di temperatura in una costruzione con una connessione in serie: quando l'intensità del riscaldamento nel radiatore più vicino diminuisce, la temperatura nell'intera linea diminuisce automaticamente.

Opzioni di connessione comuni

Se decidi di costruire un sistema monotubo, dovrai scegliere tra due tipi:

  • schema semplice senza regolamentazione;
  • "Leningrado" con la possibilità di spegnere i singoli radiatori.

In termini di gestione, la prima opzione è chiaramente inferiore alla seconda, il suo unico vantaggio è il costo del budget.

L'installazione di "Leningrado" avrà un costo un po 'più costoso, poiché oltre ai tubi è necessario acquistare un set di valvole di intercettazione. Con l'aiuto di bypass e valvole, è possibile ridurre / aumentare la quantità di refrigerante fornita al radiatore.

"Leningradka" è riconosciuta dagli ingegneri professionisti del calore come la migliore opzione per un sistema monotubo per un edificio residenziale a 2 piani.

Completamento e installazione di attrezzature

Attrezzatura standard per l'assemblaggio del sistema:

  • pompa di circolazione;
  • caldaia a gas o elettrica (la potenza dipende dalle dimensioni della casa, dalle caratteristiche del liquido di raffreddamento, ecc.);
  • serbatoio di espansione;
  • tubi di 20 mm e 25 mm;
  • adattatori, guarnizioni, tappi;
  • kit del radiatore;
  • Le gru di Mayevsky.

Insieme ai tubi di acciaio si possono usare polimeri o metallo-plastica, preferendo quest'ultimo.

In primo luogo, trovare un luogo adatto per la caldaia e montarlo, quindi raccogliere la pipeline che conduce ai radiatori. In posti di diramazioni di radiatori e circoli di accesso fissi tees. La pompa è integrata nel tubo di ritorno, vicino all'ingresso della caldaia e collegata all'alimentazione.

Il luogo di installazione del serbatoio di espansione aperto è il punto più alto del sistema, quello chiuso può essere montato in qualsiasi posto conveniente, ad esempio, in un locale caldaia. I radiatori sono sospesi alle pareti con l'aiuto di elementi di fissaggio speciali, dotati di tappi e rubinetti.

Sistema di riscaldamento a due tubi per un edificio a 2 piani

Condizioni di vita veramente confortevoli possono essere raggiunte solo con l'installazione di un sistema di riscaldamento a due tubi. Il suo design consente di regolare la temperatura nelle singole stanze e risparmiare risorse energetiche.

Come funziona il circuito con due autostrade?

A differenza dello schema monotubo, il bipot è costituito da una coppia di linee con scopi diversi: una di esse alimenta il refrigerante, la seconda la riporta indietro. I radiatori sono collegati non in ordine sequenziale, ma in parallelo. Un circuito, con un refrigerante riscaldato, si sposta dal montante ai radiatori di entrambi i piani, il secondo è montato sull'uscita della caldaia ed è anche diviso in entrambi i piani.

I radiatori sono dotati di valvole termostatiche che consentono di impostare una temperatura confortevole. Se lo si desidera, è possibile ridurre l'intensità del riscaldamento per bloccare parzialmente o completamente il flusso di acqua nel dispositivo.

Nelle moderne case a 2 piani vengono utilizzate strutture a due tubi, poiché sono molto più efficienti delle strutture monotubo:

  • ridurre la perdita di pressione;
  • non richiedono una pompa potente;
  • mantenere la temperatura del liquido di raffreddamento uguale per ogni radiatore;
  • consente di utilizzare all'interno di un sistema una varietà di diversi dispositivi termici (ad esempio, radiatori, convettori e "pavimento caldo");
  • rendere possibile la riparazione e la sostituzione di parti senza sacrificare la funzionalità generale.

Lo svantaggio principale è la complessità dell'autoinstallazione - durante l'assemblaggio, sono richiesti la consulenza e il controllo dei professionisti.

Soluzioni di successo del sistema a due tubi

Ci sono molte incarnazioni di vari schemi, ma quando si redige un progetto, dovresti basarti sui requisiti individuali.

Un certo numero di schemi universali è adatto per fornire calore a case di varie dimensioni e altezze.

Se si installano apparecchiature aggiuntive, come un serbatoio a membrana, le capacità del sistema di riscaldamento si espanderanno.

Lo schema seguente combina i tre schemi elettrici più richiesti.

Tutti questi schemi sono adatti per il riscaldamento di un edificio a 2 piani.

Video utile sull'argomento

I video informativi ampliano le tue conoscenze sui sistemi di riscaldamento delle case a 2 e 3 piani.

Schema di collegamento di un impianto di riscaldamento a radiatori a doppio circuito con "pavimenti caldi":

La disposizione del sistema di riscaldamento in un edificio di 3 piani (utilizzando "Leningrado"):

Applicazione pratica del sistema con la circolazione naturale del liquido di raffreddamento (su una caldaia a combustibile solido):

Pertanto, i sistemi di riscaldamento a due tubi con fluido termovettore, dotati di una caldaia a gas o elettrica e una pompa di circolazione, possono essere considerati i più efficienti. I sistemi combinati sono più efficaci, la scelta delle fonti di calore dipende dall'altezza e dalla costruzione della casa.

In ogni caso, per la stesura di uno schema individuale, si consiglia di consultare un tecnico del riscaldamento.

Schema di riscaldamento di una casa privata di 2 piani

Il sistema di riscaldamento autonomo di una casa di campagna privata è di per sé un progetto molto difficile da pianificare e mettere in pratica. È necessario tenere conto di molte sfumature, eseguire i calcoli necessari dell'ingegneria termica, selezionare correttamente tutte le apparecchiature necessarie per il sistema in base al tipo e alle caratteristiche tecniche, determinare gli schemi per l'installazione e l'installazione delle comunicazioni necessarie, eseguire in modo competente l'installazione ed eseguire i lavori di messa in servizio. Tutto ciò per garantire che la creazione del microclima ottimale nelle aree residenziali sia completamente combinata con la facilità di funzionamento del sistema di riscaldamento, l'affidabilità del suo lavoro e, senza fallire, con la massima economia possibile.

Schema di riscaldamento di una casa privata di 2 piani

Bene, se si sviluppa uno schema di riscaldamento per una casa privata di 2 piani, il compito diventa ancora più difficile. Non solo aumenta il numero di stanze e la lunghezza delle vie di riscaldamento. È importante ottenere la necessaria distribuzione uniforme del calore in tutte le stanze, indipendentemente dal piano in cui si trovano e dall'area in cui si trovano.

Questa pubblicazione discuterà i principali elementi del sistema di riscaldamento di una casa privata e alcuni schemi che sono già stati testati in funzione. Naturalmente, è necessario menzionare i vantaggi e gli svantaggi di ciascuna opzione.

Quali sono i sistemi di riscaldamento?

Sistemi di riscaldamento aperti e chiusi

Prima di tutto, è necessario considerare e confrontare due schemi di base: i sistemi di riscaldamento di tipo aperto e chiuso. Qual è la loro principale differenza?

Un fluido termovettore circola attraverso i tubi - un liquido con un'alta capacità termica che trasferisce l'energia termica dal luogo di riscaldamento - la caldaia di riscaldamento, ai punti di scambio termico - radiatori, convettori, contorni di pavimenti riscaldati, ecc. Come ogni corpo fisico, un fluido ha la proprietà di espandersi con l'aumentare della temperatura. Ma, a differenza, ad esempio, dei gas, è una sostanza incomprimibile, cioè deve essere previsto il surplus emergente per cui la pressione nei tubi, secondo le leggi della termodinamica, non aumenta a valori critici.

A tal fine, viene fornito un serbatoio di espansione in qualsiasi sistema di riscaldamento con un liquido di raffreddamento. La sua progettazione e posizione di installazione predetermina la separazione dei sistemi di riscaldamento in chiuso e aperto.

  • Il principio del sistema di riscaldamento aperto è mostrato nello schema:

Schema schematico del sistema di riscaldamento di tipo aperto

1 - caldaia di riscaldamento.

Archiviazione 2 tubi (riser).

3 - aprire il vaso di espansione.

4 - riscaldamento radiatori.

5 tubi "ritorno"

6 - unità pompa.

Il serbatoio di espansione è un contenitore aperto di produzione industriale o artigianale. Ha un'entrata collegata al montante di alimentazione. Può essere integrato con tubi di derivazione per la protezione da troppopieno durante il riempimento del sistema, per compensare la mancanza di portatore di calore (acqua).

Aprire i serbatoi di espansione

La condizione principale: il serbatoio di espansione stesso deve essere installato nel punto più alto del sistema. Ciò è necessario, in primo luogo, affinché il refrigerante in eccesso semplicemente non trabocchi secondo la regola delle navi comunicanti e, in secondo luogo, serve come un'efficace presa d'aria - tutte le bolle di gas generate durante il funzionamento del sistema salgono in alto e si riversano liberamente nell'atmosfera.

Il numero 6 nel diagramma mostra l'unità pompa. Anche se molto spesso i sistemi di tipo aperto sono organizzati sul principio della circolazione naturale del refrigerante, l'installazione di una pompa non fa mai male. Inoltre, se è legato correttamente, con un ciclo di bypass e valvole di intercettazione, renderà possibile, se necessario, passare dalla circolazione naturale a quella forzata e viceversa.

Pompa di circolazione vincolante

A proposito, l'installazione di un vaso di espansione aperto nella parte superiore del tubo di alimentazione non è affatto una regola obbligatoria. Qui ci sono opzioni possibili, la cui scelta è basata sulle caratteristiche specifiche di un particolare sistema di riscaldamento:

Possibili posizioni del vaso di espansione aperto

a - il serbatoio si trova nel punto più alto del tubo di alimentazione principale, che si estende dalla caldaia. Puoi dire - la versione classica

b - il serbatoio di espansione è collegato al tubo con il "ritorno". A volte è necessario ricorrere a tale disposizione, anche se presenta un notevole inconveniente: il serbatoio non svolge completamente le funzioni della presa d'aria e, per evitare inceppamenti, tale dispositivo dovrà essere installato su riser speciali o direttamente sui radiatori.

in - serbatoio installato sul feed più vicino.

d - Posizione raramente trovata del serbatoio con l'unità pompa subito dopo sul tubo di alimentazione.

  • Di seguito è riportato uno schema di un sistema di riscaldamento di tipo chiuso:

Schema di un sistema di riscaldamento di tipo chiuso

La numerazione degli elementi comuni è conservata per analogia con lo schema precedente. Quali sono le principali differenze?

Il sistema ha un serbatoio di espansione sigillato (7), che ha un design speciale. È diviso da una membrana elastica speciale in due metà - un'acqua e una camera d'aria.

Il principio del dispositivo e l'azione di un vaso di espansione ermetico

Un tale serbatoio funziona molto semplicemente. All'espansione della temperatura del liquido di raffreddamento, il suo eccesso fluisce nel serbatoio chiuso, aumentando di volume la camera d'acqua a causa dello stiramento o della deformazione della membrana. Di conseguenza, la pressione aumenta nella camera d'aria opposta. Quando la temperatura diminuisce, la pressione dell'aria spinge nuovamente il fluido termovettore nei tubi del sistema.

Un tale serbatoio di espansione può essere installato quasi ovunque nel sistema di riscaldamento. Molto spesso si trova in prossimità della caldaia sul tubo "reverse".

Poiché il sistema è completamente sigillato, è necessario proteggerlo dall'aumento critico della pressione in situazioni di emergenza. Ciò rende obbligatorio un elemento in più: la valvola di sicurezza, che è impostata su una determinata soglia. Di solito questo dispositivo fa parte del cosiddetto "gruppo di sicurezza" (nel diagramma - №8). La sua dotazione standard include:

Assemblaggio "Gruppo sicurezza"

1 - un dispositivo di controllo e misurazione per il tracciamento visivo dello stato del sistema: un manometro o un dispositivo combinato - un termometro manometro.

2 - sfiato automatico.

3 - valvola di sicurezza con soglia di pressione superiore preimpostata o con possibilità di autoregolazione di questo parametro.

Il team di sicurezza viene solitamente posizionato in modo tale da garantire la facilità di monitoraggio dello stato del sistema. Spesso è installato proprio accanto alla caldaia. In questo caso, le parti superiori del sistema di riscaldamento richiedono una presa d'aria supplementare su riser o radiatori.

Sistemi con circolazione naturale e forzata

I principi della circolazione naturale e forzata sono già stati citati di passaggio, ma vale la pena considerarli più vicini.

  • Il movimento naturale del refrigerante lungo i circuiti di riscaldamento è spiegato dalle leggi della fisica: la differenza nella densità del liquido caldo e freddo. Per capire il principio, dai un'occhiata al diagramma:

Il principio della circolazione naturale del refrigerante

1 - il punto di scambio termico primario, la caldaia, in cui il refrigerante raffreddato riceve il riscaldamento a causa di fonti di energia esterne.

2 - tubo di alimentazione del liquido di raffreddamento riscaldato.

3 - punto di scambio termico secondario - radiatore installato nella stanza. Dovrebbe essere posizionato sopra la caldaia del valore di h.

Girare a 4 tubi, passando dai radiatori alla caldaia.

La densità di un liquido caldo (Phor) è sempre molto inferiore a quella di un liquido raffreddato (Rohl). Il liquido di raffreddamento riscaldato, quindi, non può avere alcun effetto significativo sulla sostanza più densa. Pertanto, è possibile rimuovere condizionalmente la parte "rossa" superiore del circuito e considerare i processi nella tubazione di ritorno.

Si ottengono vasi comunicativi "classici", uno dei quali si trova sopra l'altro. Un tale sistema idraulico cerca sempre l'equilibrio - per garantire un livello uguale in entrambe le navi. A causa dell'eccesso di uno sopra l'altro nel tubo di ritorno, un flusso costante di liquido si pone nella direzione della caldaia. Una testa così creata naturalmente con una corretta pianificazione del cablaggio è sufficiente per la circolazione generale del liquido di raffreddamento attraverso un circuito di riscaldamento chiuso.

Quanto maggiore è l'eccesso di radiatori sulla caldaia (h), tanto più attivo è il movimento naturale del fluido, ma non dovrebbe superare i 3 metri. Molto spesso, al fine di ottenere una posizione ottimale, la caldaia è installata nel seminterrato o nel seminterrato. Se ciò non è possibile, provare ad abbassare il livello del pavimento nel locale caldaia.

Al fine di facilitare e stabilizzare la circolazione naturale, è anche aiutato dalla gravità: tutti i tubi del circuito sono posizionati con una pendenza (da 5 a 10 mm per metro lineare).

  • Il sistema di circolazione forzata prevede l'installazione obbligatoria di una pompa elettrica speciale della capacità richiesta.

Come già accennato, il sistema può essere combinato: una pompa correttamente collegata consentirà il passaggio da un principio di circolazione a un altro. Ciò è particolarmente importante nei casi in cui la fornitura di energia elettrica nella zona di residenza non è molto stabile.

La posizione ottimale della pompa è considerata il "tubo di ritorno" prima di entrare nella caldaia. Questo non è certamente un dogma, ma in questa zona sarà meno influenzato dalle alte temperature del liquido di raffreddamento e durerà più a lungo. Oggigiorno vengono sempre più acquistate caldaie per il riscaldamento, che contengono già una pompa di circolazione con i parametri necessari.

Vantaggi e svantaggi dei vari sistemi

Prima di tutto, va notato che non esiste una chiara separazione dei sistemi da parte dei due parametri citati in una volta. Pertanto, un sistema aperto può operare sui principi della circolazione sia naturale che forzata, a seconda delle sue caratteristiche di progettazione. In una certa misura, lo stesso si può dire di un sistema ermetico chiuso, sebbene già con alcune ipotesi.

Ma se consideriamo i progetti presentati su Internet, allora si può notare che un sistema aperto spesso implica una circolazione naturale o combinata, con possibilità di commutazione. Gli schemi di riscaldamento chiusi spesso prevedono l'installazione della circolazione forzata, pertanto funzionano in modo più corretto e sono più facili da regolare.

Quindi, considera i principali vantaggi e svantaggi di entrambi i sistemi.

Innanzitutto, nel merito di un sistema aperto con circolazione naturale.

  • In un sistema di tipo aperto, il serbatoio di espansione svolge diverse funzioni contemporaneamente.

- Tale schema non richiede l'installazione di un gruppo di sicurezza, poiché la pressione non può mai raggiungere valori critici.

- L'installazione del vaso di espansione nel punto più alto del tubo di alimentazione garantisce il rilascio spontaneo di bolle di gas accumulate. Il più delle volte - questo è abbastanza, e l'installazione di una presa d'aria supplementare non sarà richiesta.

  • Il sistema è estremamente affidabile in termini di funzionamento, in quanto non contiene componenti complessi. In effetti, il termine della sua "vita" è determinato solo dalla condizione di tubi e radiatori.
  • Non c'è completa dipendenza dall'alimentazione, non consuma elettricità.
  • L'assenza di unità elettromeccaniche è il funzionamento silenzioso del riscaldamento.
  • Niente impedisce di equipaggiare il sistema con la circolazione forzata.
  • Il sistema ha un'interessante proprietà di autoregolazione: l'intensità della circolazione del refrigerante dipende dalla velocità del suo raffreddamento nei radiatori, cioè dalla temperatura dell'aria nelle stanze. Maggiore è il calore, minore è la portata. Questo spesso bilancia il sistema senza l'uso di dispositivi di regolazione complessi.

Ora - a proposito delle sue carenze:

  • La regola di installare un serbatoio di espansione nel punto più alto spesso porta alla necessità di posizionarlo in soffitta. Se l'attico è freddo, sarà necessario l'isolamento termico affidabile richiesto per evitare gravi perdite di calore e per evitare il congelamento a basse temperature invernali.
  • Un serbatoio aperto non impedisce il contatto del liquido di raffreddamento con l'atmosfera. E questo, a sua volta, comporta due punti negativi:

- In primo luogo, il refrigerante evapora, quindi è necessario monitorare il suo livello. Inoltre, limita i proprietari nella scelta del refrigerante: l'evaporazione dell'antigelo comporta alcuni costi di materiale. Inoltre, la concentrazione di componenti chimici può cambiare e per alcune caldaie (ad esempio l'elettrolita) questo non è accettabile.

- In secondo luogo, il liquido è costantemente saturo di ossigeno dall'aria. Ciò porta all'attivazione dei processi di corrosione (i radiatori in acciaio e alluminio sono particolarmente interessati). E il secondo negativo: aumento della formazione di gas nel processo di riscaldamento.

I radiatori in alluminio per sistemi di riscaldamento aperti sono di scarsa utilità.

  • Un tale sistema causa alcune difficoltà durante l'installazione - è necessario mantenere il livello di pendenza richiesto. Inoltre, saranno richiesti tubi di diverso diametro, compresi quelli di grandi dimensioni, poiché per ogni sezione durante la circolazione naturale deve essere osservata la sezione trasversale necessaria. Questa circostanza complica inoltre l'installazione e porta a sostanziali costi dei materiali, soprattutto quando si usano tubi metallici.
  • Le possibilità di tale sistema sono molto limitate - se la caldaia è troppo lontana dalla caldaia, la resistenza idraulica dei tubi potrebbe essere superiore alla pressione naturale del liquido creato e la circolazione diventerà impossibile. A proposito, questo esclude completamente la possibilità di utilizzare "pavimenti caldi" senza attrezzature speciali aggiuntive.
  • Il sistema è molto inerte, specialmente durante una "partenza a freddo". È necessario un "impulso" iniziale di partenza, ovvero l'avvio di una potenza elevata per garantire l'inizio della circolazione del fluido. Per gli stessi motivi - ci sono alcune difficoltà nel bilanciamento fine del sistema per pavimenti e stanze.

E ora dai un'occhiata al sistema chiuso con circolazione forzata.

I suoi vantaggi:

  • Purché la corretta selezione della pompa di circolazione, il sistema non sia limitato dall'altezza dell'edificio o dalle dimensioni del piano.
  • La circolazione forzata garantisce un riscaldamento più rapido e uniforme dei radiatori durante l'avviamento. È molto più facile aggiustamenti sottili.
  • L'evaporazione del refrigerante e la sua ossigenazione non si verificano. Non ci sono restrizioni sul tipo di fluido, né sul tipo di radiatori.
  • La tenuta del sistema impedisce all'aria di entrare in tubi e radiatori. La formazione di gas in un liquido si attenua gradualmente con il tempo, ed è facilmente eliminabile mediante l'aerazione.
  • È possibile utilizzare tubi di diametro più piccolo. A loro installazione l'osservanza di un pregiudizio non è richiesta.
  • Il serbatoio di espansione può essere installato in qualsiasi luogo conveniente per i proprietari in una stanza riscaldata - la probabilità del suo congelamento è completamente esclusa.
  • La differenza di temperatura all'uscita della caldaia e nel tubo di ritorno con un riscaldamento stabile è significativamente inferiore. Questa circostanza aumenta significativamente la durata di vita dell'apparecchiatura.
  • Tale sistema è il più flessibile in termini di utilizzo di riscaldatori. È adatto per radiatori "classici", e per convettori e "tende termiche", a parete o nascosti, e per i contorni del "pavimento caldo".

Ci sono alcuni svantaggi, ma sono ancora lì:

  • Per funzionare correttamente, sarà necessario effettuare un calcolo preliminare di tutti i componenti del sistema - la caldaia, i radiatori, la pompa di circolazione, il serbatoio di espansione, al fine di ottenere la piena coerenza nel loro funzionamento.
  • È impossibile fare a meno di installare il "gruppo di sicurezza".
  • Forse l'inconveniente principale è la dipendenza dalla stabilità dell'alimentatore.

Uninterruptible power supply per l'impianto di riscaldamento

Molto probabilmente, ciò richiederà l'acquisizione e l'installazione di gruppi di continuità (se il progetto non implica la possibilità di passare alla circolazione naturale in una caldaia non volatile).

Schemi di cablaggio in una casa a due piani

Come sciogliere i tubi del riscaldamento in una casa a due piani? Esistono diversi schemi, dal più semplice al più complesso.

Prima di tutto, è necessario decidere se ci sarà un sistema a due o tre tubi.

  • Un esempio di un sistema a tubo singolo è mostrato nella figura:

Sistema a tubo singolo - il più imperfetto

I radiatori di riscaldamento sembrano essere "incordati" su un tubo, che viene avvolto dall'uscita all'entrata della caldaia e attraverso il quale vengono effettuati sia il flusso che la rimozione del trasportatore di calore. Gli ovvi vantaggi di tale schema sono la sua semplicità e il minimo consumo di materiali durante l'installazione. Su questo, ahimè, la sua dignità e fini.

È ovvio che la temperatura del liquido scende dal radiatore al radiatore. Pertanto, nelle stanze situate più vicine al locale della caldaia, la temperatura delle batterie sarà significativamente più alta rispetto alle stanze situate più lontano. Naturalmente, questo può essere compensato in una certa misura da un diverso numero di sezioni di riscaldamento, ma questo è visto solo in piccole case. Se consideriamo che questo articolo riguarda un edificio a due piani, è improbabile che tale schema sia la soluzione migliore.

Una parte del problema viene risolta quando si installa un sistema monotubo - "Leningrado", il cui diagramma è mostrato nella figura seguente. L'ingresso e l'uscita di ciascuna batteria in questo caso sono interconnessi da un jumper-bypass e la perdita di calore con la distanza dalla caldaia non è così significativa.

Schema "Leningrado" elimina alcuni problemi

"Leningradka" è suscettibile di una modernizzazione ancora più grande. Quindi, sul bypass, è possibile installare una valvola di regolazione. Le stesse valvole possono essere installate su uno o entrambi i tubi del radiatore (indicati dalle frecce). Questo apre immediatamente le opportunità in una messa a punto più precisa del sistema di riscaldamento per ogni stanza separatamente. L'accesso a ciascun radiatore appare - può, se necessario, essere semplicemente spento o rimosso per la sostituzione, senza allo stesso tempo interrompere le prestazioni dell'intero circuito.

Advanced "Leningrado" con valvole di intercettazione e bilanciamento

Tra l'altro, con la sua flessibilità, semplicità, basso consumo di tubi, la pipa "Leningrado" ha riscosso un enorme successo: spesso si trova in case ad un piano (soprattutto con un perimetro di mura molto ampio) e in grattacieli. È abbastanza adatto per una villa a due piani.

Eppure non è senza difetti. La possibilità di collegarsi ad esso i contorni di un pavimento caldo, scaldasalviette, ecc. È completamente esclusa. Inoltre, la posizione relativa di stanze, porte, uscite ai balconi, ecc. non sempre consentono di allungare le tubature lungo tutto il perimetro, e in definitiva il "Leningrado" deve essere un anello chiuso.

  • Il sistema di riscaldamento a due tubi è molto più perfetto. Anche se richiederà un maggiore consumo di materiali e sarà più difficile da installare, è ancora più preferibile soffermarsi su di esso.

In effetti, mette l'offerta e "tubi di ritorno" che corrono parallele l'una all'altra. I radiatori sono collegati da tubi con ciascuno di essi. Un esempio è mostrato nel diagramma:

Schema schematico del cablaggio a due tubi

I radiatori sono collegati alle tubazioni di mandata e di ritorno in parallelo e ciascuno di essi non influisce in alcun modo sul funzionamento degli altri. Ogni "punto" può essere regolato singolarmente con precisione, a tale scopo vengono utilizzati i ponti di derivazione (pos.1), sui quali è possibile installare le valvole di bilanciamento (pos.2) o anche le valvole termostatali di regolazione a 3 vie (pos.3) che mantengono costantemente una temperatura stabile. riscaldando una batteria specifica.

I vantaggi del sistema a due tubi sono indiscutibili:

  • La temperatura complessiva di riscaldamento viene mantenuta all'ingresso di tutti i radiatori.
  • Perdita di pressione totale notevolmente ridotta dalla resistenza idraulica dei tubi. Ciò significa che è possibile installare una pompa di potenza inferiore.
  • Tutti i radiatori possono essere spenti o addirittura rimossi per la riparazione o la sostituzione - questo non influirà sul sistema nel suo complesso.
  • Il sistema è molto versatile ed è completamente possibile collegare a esso qualsiasi dispositivo di scambio di calore: radiatori, pavimenti riscaldati (attraverso appositi armadi collettori), convettori, ventilconvettori, ecc.

Forse l'unico inconveniente di un sistema a due tubi è il suo consumo di materiale e la sua complessità di installazione. Inoltre, aumenteranno anche i calcoli nella sua progettazione.

Uno dei più difficili, ma molto efficaci nel lavoro delle varianti del sistema a due tubi è il collettore o la distribuzione del fascio. In questo caso, da due collettori - rifornimento e ritorno, a ciascun radiatore disteso due tubi singoli. Ciò indubbiamente complica l'installazione molte volte e il materiale richiederà incomparabilmente di più, ed è più difficile nascondere il cablaggio del collettore (di solito è posto sotto la superficie del pavimento). D'altro canto, l'adeguamento di un tale schema è estremamente accurato e può essere effettuato da un unico posto, da un armadio di raccolta, dotato di tutte le necessarie attrezzature di regolazione e di sicurezza.

Per inciso, sulla scala di un edificio a due piani, è spesso necessario ricorrere a una combinazione di schemi di connessione a due tubi e un tubo, in alcune aree in cui è più redditizio e più semplice dal punto di vista dell'installazione e non influisce sull'efficienza complessiva del riscaldamento.

La combinazione di cablaggio monotubo e bifasico

La prossima domanda importante è la disposizione del pavimento dei tubi.

Vengono utilizzate due opzioni principali. Il primo è un sistema di alzate verticali, ognuna delle quali fornisce entrambi i piani con il calore allo stesso tempo. E il secondo è uno schema con i cosiddetti riser orizzontali (o meglio, si chiameranno "lettini"), in cui ogni piano ha il proprio layout.

Un esempio di cablaggio con riser è mostrato nella figura:

Schema di riscaldamento con alzate verticali e flusso inferiore

In questa forma di realizzazione, vengono presentati riser con cablaggio inferiore. Dalle sedie a sdraio orizzontali del primo piano, comprendiamo l'ingresso al piano terra, e qui ritornano le linee di ritorno. In questo caso, si consiglia di posizionare la presa d'aria nella parte superiore di ciascun riser.

C'è un'altra opzione: riser con alimentazione superiore. In questo caso, il tubo di alimentazione che esce dalla caldaia si alza immediatamente, al secondo piano o addirittura nella sala tecnica superiore, sono collegati ad esso riser verticali che penetrano nella struttura dall'alto verso il basso.

Lo schema con riser è conveniente se la disposizione dei pavimenti è in gran parte uguale e i radiatori sono posizionati uno sopra l'altro. Inoltre, questa opzione sarà ottimale quando si deciderà di utilizzare un sistema di riscaldamento aperto a circolazione naturale: in questo caso, il compito più importante è ridurre al minimo la lunghezza delle sezioni orizzontali (inclinate), e le colonne montanti non hanno una seria resistenza al flusso di refrigerante dall'alto verso il basso.

Un esempio di tale sistema è mostrato nel diagramma seguente:

Schema del sistema di riscaldamento aperto di una casa a due piani

Dalla caldaia (pos.1) sale un comune tubo di alimentazione di grande diametro che entra in un serbatoio di espansione di grandi volumi (pos.3) situato nella parte superiore del sistema all'incirca al centro tra i montanti. La soluzione è piuttosto interessante: il serbatoio di espansione svolge allo stesso tempo il ruolo di una sorta di collettore, dal quale i tubi di alimentazione alle colonne montanti verticali divergono in tutte le direzioni. I radiatori di entrambi i piani (pos.4) sono collegati ai montanti, la cui regolazione precisa viene eseguita da apposite valvole (pos.5).

Come già accennato, i sistemi con circolazione naturale sono piuttosto esigenti sulla selezione esatta dei diametri nominali dei tubi. Il diagramma mostra queste lettere:

Lo svantaggio del sistema con riser è considerato piuttosto complicato dalla sua esecuzione - è necessario organizzare diversi passaggi dell'interforo attraverso la sovrapposizione. Inoltre, i riser verticali sono quasi impossibili da "togliere dagli occhi" - questo è importante per i proprietari che hanno priorità nella decorazione delle stanze.

Un esempio di sistema a due tubi con cablaggio individuale per ogni piano è mostrato nello schema seguente:

Sistema a due tubi con cablaggio a pavimento

Qui - solo due riser verticali adiacenti - per l'archiviazione e per il "ritorno". Questo principio sembra abbastanza razionale dal punto di vista dell'installazione, consente di spegnere completamente l'intero pavimento nel caso in cui temporaneamente non venga utilizzato per qualsiasi motivo. Inoltre, l'installazione delle tubazioni dei tubi consente di nasconderli quasi completamente dalla vista, coprendoli con un rivestimento per pavimenti e lasciando solo i tubi di ingresso e di uscita dei radiatori.

In effetti, ogni piano può avere il proprio schema, a seconda della disposizione delle stanze. Ci sono molte opzioni per la posizione dei tubi e collegare i radiatori per il cablaggio del pavimento. Alcuni di questi sono mostrati nel diagramma, dove viene eseguita la divisione condizionale su tre piani.

Esempi di diversi tipi di installazione a doppio tubo per pavimento

  • Il primo piano condizionale è un semplice cablaggio a due tubi di tipo "dead-end" con movimento in avanti del vettore di calore. Lo schema ha le sue caratteristiche. I tubi di alimentazione e di ritorno sono montati parallelamente l'uno all'altro fino all'estremità del ramo (possono esserci più rami - due sono mostrati nello schema). Dia Tr Tr ub viene gradualmente ridotta dal radiatore al radiatore. È molto importante fornire valvole di bilanciamento, altrimenti i radiatori installati più vicino alla caldaia sono in grado di chiudere la corrente del refrigerante da soli, lasciando i punti di scambio termico non riscaldati.
  • Il secondo piano mostra il cosiddetto "loop Tichelman". Uno schema di grande successo in cui i flussi nel flusso e il flusso di ritorno vanno nella stessa direzione. Viene fornito un collegamento diagonale della batteria - l'ingresso dall'alto e l'uscita dal basso - questo è considerato ottimale dal punto di vista del trasferimento di calore. Molto spesso con un tale schema non è nemmeno necessario bilanciare i radiatori. Ma c'è una condizione importante: i tubi devono necessariamente avere lo stesso diametro.
  • Il terzo piano è attrezzato secondo lo schema di raccolta già citato. Da due collettori vi è un cablaggio individuale per ciascun radiatore con tubi dello stesso diametro. Il sistema è il più conveniente nella messa a punto. Dovrebbe essere usato se si prevede di installare i contorni del "pavimento caldo". È auspicabile che i collettori si trovino il più vicino possibile al centro del pavimento - al fine di mantenere la proporzionalità approssimativa delle lunghezze di tutti i "raggi" che partono da essi.

Ci sono molte altre opzioni per il layout in una casa a due piani, e tutte non funzioneranno sulla scala di un singolo articolo. Inoltre, molto dipende dalla "geometria", dalle caratteristiche architettoniche della casa, e per sviluppare "ricette universali" è semplicemente impossibile. In tali domande è meglio affidarsi a specialisti esperti: ti aiuteranno a scegliere lo schema giusto per condizioni specifiche.

Video: informazioni utili sugli schemi di riscaldamento del radiatore

Nozioni di base per il calcolo degli elementi principali del sistema di riscaldamento

Non è sufficiente decidere il tipo di impianto di riscaldamento e schema di posa del tubo - è necessario definire chiaramente i parametri operativi per acquisire e installare correttamente i suoi elementi di base necessari: una caldaia di riscaldamento, radiatori di riscaldamento, un serbatoio di espansione, una pompa di circolazione.

Come calcolare la potenza richiesta dalla caldaia?

Esistono molti metodi per calcolare questo indicatore. Molto spesso è possibile soddisfare le raccomandazioni per procedere dall'area totale dei locali riscaldati della casa e quindi eseguire calcoli alla velocità di 100 W per 1 m².

Tale raccomandazione ha diritto alla vita e può dare un'idea generale della potenza termica richiesta. Tuttavia, è più adatto a condizioni molto medie e non tiene conto di una serie di importanti caratteristiche che influiscono direttamente sulla perdita di calore a casa. Pertanto, è meglio non essere pigri e eseguire il calcolo con più attenzione.

Il modo migliore per farlo è il seguente. Per cominciare, disegnare una tabella in cui deve essere elencata ogni stanza in cui verranno installati i dispositivi di riscaldamento. Ad esempio, potrebbe assomigliare a questo:

Top