Categoria

News Della Settimana

1 Radiatori
Soluzioni per stufe: varietà, metodi di miscelazione
2 Pompe
Piccolo forno svedese
3 Pompe
Tipo di pellicola per sistemi di riscaldamento a infrarossi
4 Carburante
Calcolo di tubi di riscaldamento - riscaldamento in un appartamento di città e una casa privata
Principale / Radiatori

Termovettore per un sistema di riscaldamento di una casa di campagna


I moderni sistemi di riscaldamento possono utilizzare vari principi di trasferimento dell'energia termica dalla sorgente ai punti terminali dello scambio termico. Tuttavia, un'alternativa a pieno titolo all'uso di un mezzo liquido come collegamento per lo stoccaggio e la trasmissione di calore non è ancora presente, e nel prossimo futuro non è previsto. I sistemi di riscaldamento "ad acqua" nella loro ampiezza, ovviamente, occupano un posto di rilievo.

Termovettore per un sistema di riscaldamento di una casa di campagna

La parola "acqua" nella frase precedente è racchiusa tra virgolette intenzionalmente. Questo è più facile per la percezione e inoltre, più spesso nelle condizioni di vita, i sistemi di riscaldamento "si riforniscono" di acqua. Ma in alcuni casi, questo approccio diventa estremamente scomodo, rischioso o anche semplicemente impossibile - semplicemente a causa delle specifiche qualità fisiche e chimiche dell'acqua. Non importa: ci sono altri tipi di liquidi in grado di far fronte a questo compito. Consideriamo quale vettore di calore per un impianto di riscaldamento per case di campagna sarà ottimale in un caso particolare.

Requisiti di base per i fluidi di raffreddamento

Per cominciare, sembra opportuno formulare i criteri che il vettore di calore "ideale" per il sistema di riscaldamento autonomo deve soddisfare.

  • Prima di tutto, il liquido deve essere in grado di svolgere il suo compito principale: l'accumulo e il trasferimento di energia termica. Ciò significa che dovrebbe avere la più alta capacità di calore possibile.
  • Il liquido di raffreddamento deve avere una composizione chimica che non causi processi di corrosione attiva in caldaie, tubi, radiatori, nei dispositivi di bloccaggio e regolazione e in altri elementi dell'impianto di riscaldamento. Inoltre, il mezzo deve essere neutro per i materiali di tenuta utilizzati nei nodi di collegamento del circuito.

I processi di corrosione in questo circuito sono così attivi che portano al diradamento del composto e alla sua perdita.

  • Il requisito più importante è un ampio intervallo di temperatura dello stato operativo del refrigerante, dalla temperatura di cristallizzazione al punto di ebollizione e il passaggio allo stato gassoso.
  • Il liquido di raffreddamento deve essere "pulito", cioè non contiene sali che possono causare una crescita eccessiva dei depositi solidi del lume del tubo o, ancor più pericoloso, lo scambiatore di calore della caldaia.

Un portatore di calore scadente può causare una crescita eccessiva dello scambiatore di calore, che non è più suscettibile al lavaggio.

  • La composizione chimica del liquido utilizzato per riempire il sistema deve essere diversa stabilità. Il refrigerante di alta qualità non si decompone, si scinde in altri componenti chimici, sotto l'influenza di temperature in costante cambiamento o da solo - nel tempo. Per il normale funzionamento dell'impianto di riscaldamento, è importante preservare le caratteristiche di base dell'ambiente: densità, fluidità, capacità termica e inerzia chimica.
  • Infine, un fluido che "funziona" come refrigerante non dovrebbe rappresentare alcuna minaccia per le persone che vivono in casa. Ciò significa che i fumi tossici sono inaccettabili, la probabilità della sua accensione o la formazione di una miscela esplosiva dovrebbero essere completamente esclusi.
  • Per la stragrande maggioranza dei proprietari di case, un criterio molto importante è la questione del costo del liquido di raffreddamento, tanto più che potrebbe essere richiesto un ammontare considerevole di esso per riempire il sistema di riscaldamento.

I requisiti sono logici e comprensibili e sembrerebbe che rimanga solo confrontarli con le caratteristiche fisico-chimiche dei "richiedenti" per il ruolo di un refrigerante al fine di scegliere l'opzione ottimale.

E qui siamo attesi da una spiacevole sorpresa - un liquido che soddisfa pienamente tutti i criteri elencati e costituisce uno "standard" ideale - semplicemente non esiste. Formulazioni diverse possono avere caratteristiche particolari più pronunciate, ma ciò si ottiene sempre peggiorando altri parametri. Pertanto, la scelta del refrigerante diventa un compito non così semplice come potrebbe sembrare a prima vista.

Cosa significa? La scelta del liquido di raffreddamento ottimale dovrebbe essere strettamente collegata alle caratteristiche di progettazione dell'impianto di riscaldamento e alle specifiche delle modalità previste per il suo funzionamento. Di norma, la decisione sulla scelta della composizione viene presa in fase di pianificazione del sistema. Quindi, è necessario scegliere uno o un altro parametro di priorità, che diventerà il principale fattore determinante.

Cerchiamo di chiarire il precedente, forse un po 'complicato, dal punto di vista della percezione rapida, un paragrafo su diversi esempi.

  • La casa di campagna viene utilizzata tutto l'anno, e non per un giorno è lasciato incustodito. È chiaro che la migliore soluzione sia in termini di caratteristiche operative che in termini di risparmio sui costi sarà l'uso dell'acqua come vettore di calore.
  • La stessa situazione, ma nel ruolo di un generatore di energia termica, è stata utilizzata una caldaia elettrica, e le reti elettriche locali sono "famose" per l'instabilità del loro lavoro. Qui puoi pensare all'accettabilità dell'acqua pulita - nel freddo inverno anche poche ore di inattività possono essere sufficienti per iniziare il congelamento del liquido nei tubi. E questo, ovviamente, potrebbe portare a una violazione dell'integrità dei tubi e dei dispositivi installati nel sistema. L'opzione non è più vista come ottimale: la caldaia deve essere cambiata o deve essere utilizzato un portatore di calore diverso.

L'acqua gelata può rompere tubi o radiatori

  • Ma un altro caso. Viene utilizzata la casa di campagna in inverno, ma solo "arrivi" nei fine settimana o nei giorni festivi. Un'altra opzione: il lavoro o lo stile di vita stabilito dei proprietari comporta frequenti viaggi, durante i quali l'edificio è vuoto e rimane senza la necessaria supervisione. Naturalmente, in questi casi, la priorità dovrebbe essere l'uso di liquido antigelo come refrigerante. È vero, questo già implica le caratteristiche progettuali del sistema stesso, poiché molti anti-glicole non sono sicuri ed è richiesta una tenuta estremamente affidabile di tutti i circuiti e dispositivi di riscaldamento.
  • Nessuno dei refrigeranti non può essere considerato "eterno", cioè prima o poi arriva un momento in cui il riempimento dell'impianto di riscaldamento deve essere cambiato. Questo per molti proprietari mette in evidenza i problemi di "contabilità", cioè il costo del volume di fluido richiesto.
  • Infine, un'altra considerazione potrebbe essere importante. Alcuni produttori di apparecchiature per caldaie nei loro manuali per i prodotti indicano direttamente il tipo e, talvolta, anche la marca del liquido di raffreddamento consigliato. Il mancato rispetto di queste raccomandazioni può comportare la cessazione della garanzia sulla caldaia, anche questo dovrebbe essere preso in considerazione.

Tutto ciò suggerisce che la scelta del refrigerante ottimale dovrebbe essere fatta non per un capriccio, ma dopo una valutazione completa delle opzioni possibili. È per questo che si dovrebbe dare un'occhiata più da vicino alle caratteristiche di vari tipi.

Vantaggi e svantaggi dell'acqua come refrigerante

Secondo le statistiche informali, più dei due terzi di tutti i sistemi di riscaldamento utilizzano l'acqua come refrigerante. Tale ampia popolarità è facilmente spiegabile:

Per un numero di ragioni obiettive, l'acqua rimane il refrigerante più popolare per gli impianti di riscaldamento.

  • Innanzi tutto, ovviamente, questa è la diffusa disponibilità di acqua e la sua economicità (molto spesso si può addirittura parlare del completo gratuito). In ogni caso, nella maggior parte delle regioni della Russia non ci sono problemi con un tale "riempimento" del sistema di riscaldamento. Ciò consente la sostituzione regolare del liquido di raffreddamento in qualsiasi momento opportuno e lo svuotamento senza timore del sistema per l'esecuzione di alcuni lavori di riparazione o manutenzione - riportare il riscaldamento in modalità Pronta non comporta alcun costo significativo.
  • È molto importante che tra tutti i liquidi disponibili per una tale applicazione, l'acqua non abbia praticamente eguali in termini di prestazioni termiche. Questi indicatori includono una capacità termica molto elevata ad alta densità. Quindi, se si prende un valore di tabella di capacità termica, approssimativamente pari a 4200 J / kg × ºС o 1 cal / g × ºС, quindi con una differenza di temperatura tipica di 20 ºС per un sistema di riscaldamento, un litro d'acqua, raffreddandosi, è in grado di trasferire 20 kcal = 83,43 kJ o circa 23,26 watt di energia termica. Nessuno degli altri refrigeranti è in grado di avvicinarsi a indicatori così significativi.
  • Infine, l'acqua è una sostanza assolutamente sicura per l'uomo e l'ambiente. Indipendentemente dalle perdite di riscaldamento nei circuiti, ciò comporterà certamente alcune conseguenze domestiche, anche se spiacevoli, ma non fatali. Non comporterà mai il rischio di avvelenamento chimico, la creazione di prerequisiti per un incendio o il verificarsi di concentrazioni di vapori esplosivi.

E ora - a proposito di quelle carenze che limitano l'uso dell'acqua come refrigerante o richiedono un po 'della sua preparazione per l'uso.

  • In primo luogo, ovviamente, è troppo "alto" il livello della temperatura della transizione dell'acqua nello stato cristallino. Nelle condizioni del clima russo, con temperature negative diffuse e piuttosto considerevoli in inverno, lasciare l'acqua nel sistema di riscaldamento spento, anche per un breve periodo, è un percorso diretto a un incidente grave, fino a quando il sistema diventa completamente inutilizzabile.
  • Il secondo svantaggio è la corrosività dell'acqua per metalli ferrosi e alcuni metalli non ferrosi. L'acqua stessa è un potente ossidante e inoltre contiene sempre ossigeno disciolto.
  • La composizione chimica, sfortunatamente, non è limitata alla ben nota formula H2O: l'acqua proveniente dalle solite fonti naturali o comuni contiene solitamente una considerevole concentrazione di sali, ferro disciolto, idrogeno solforato e altri composti. Alcuni di essi possono passare nella frazione insolubile, in grado di interrare e intasare i corridoi nei tubi. Altri possono accumulare depositi duri sulle pareti, restringere il diametro nominale, ridurre la conduttività dei circuiti di riscaldamento e ridurre drasticamente la conduttività termica dei radiatori. Inoltre, gli scambiatori di calore o gli elementi riscaldanti delle caldaie soffrono, il che fornisce in totale un ulteriore consumo di energia riducendo al contempo l'efficienza delle apparecchiature della caldaia, e in seguito - guasti all'impianto.

Fette di depositi di tubi troppo cresciuti sono spesso una vista piuttosto inquietante.

Con l'inconveniente principale, cioè con un punto di congelamento elevato, è impossibile far fronte proprio così. Ma con gli altri "svantaggi" è del tutto possibile combattere.

L'acqua che viene versata nel sistema di riscaldamento è preferibilmente sottoposta ad una procedura di rammollimento, cioè la rimozione di sali dalla sua composizione o la riduzione della loro concentrazione a valori non pericolosi. Vari metodi sono usati per questo.

Il più semplice è l'acqua bollente. È vero, una tale misura contribuisce alla rimozione di soli sali di carbonato instabili - ma questo è già qualcosa. Come risultato dell'esposizione al calore (è meglio portarlo in un piatto, con la massima area di contatto possibile dell'acqua con un fondo di metallo), i carbonati disciolti vengono convertiti in un precipitato insolubile (che è quindi facile da filtrare) e anidride carbonica che fuoriesce nell'atmosfera.

Lo svantaggio di questo approccio è la difficoltà nell'organizzare l'ebollizione di grandi volumi d'acqua e l'eliminazione inadeguata del sale. L'uso di speciali filtri-addolcitori funzionanti sul reagente, sullo scambio ionico o sui principi di azione elettromagnetica diventerà più efficace. Tali prodotti sono venduti in negozi specializzati e molti di essi sono progettati specificamente per la pulizia dell'acqua della caldaia.

Un esempio di diversi tipi di addolcitori per sistemi di riscaldamento

Si pratica per aggiungere reagenti speciali all'acqua per ammorbidirlo, ad esempio, carbonato di sodio o ortofosfato di sodio. Tuttavia, in tali casi, è necessario osservare il dosaggio in modo molto preciso, poiché un eccesso di additivi liquidi di questo tipo può anche dare l'effetto opposto - una diminuzione delle prestazioni termiche con un aumento della corrosività della soluzione.

In ogni caso, il sistema dovrebbe includere filtri di fango che rimuovano i precipitati insolubili dall'acqua - il monitoraggio periodico della loro pulizia e la pulizia tempestiva dovrebbe essere effettuata.

L'acqua distillata di qualità tecnica viene venduta in vari imballaggi e imbottigliamenti - da Eurocubes.

Un altro approccio potrebbe essere l'uso di acqua distillata - è facile da ottenere nei negozi di ferramenta, negli imballaggi più diversi. Se il prezzo è soddisfacente (e con grandi volumi, gli sconti all'ingrosso considerevoli sono del tutto possibili), dopo un tale riempimento di un sistema di riscaldamento ben arrossato, non ci si deve preoccupare affatto della probabilità di depositi di calcare o di limo.

Infine, molti proprietari delle loro case organizzeranno la raccolta dell'acqua piovana sulla loro terra. Certo, è lontano dalla "purezza del laboratorio", ma una certa distillazione e purificazione naturale è già passata. In ogni caso, il contenuto di sali pesanti che possono causare l'intasamento dei tubi, l'acqua piovana è molto meglio di quella raccolta dal pozzo o dal pozzo più pulito. Dopo la sedimentazione e il filtraggio è possibile utilizzarlo nel sistema di riscaldamento.

L'acqua piovana filtrata, secondo il suo grado di purezza dai sali pesanti, è molto meglio dell'acqua del rubinetto, del pozzo o dell'acqua di pozzo.

Per ridurre o addirittura eliminare quasi completamente le proprietà ossidative dell'acqua aiuta gli additivi speciali - inibitori. Il loro uso corretto escluderà danni da corrosione alle parti metalliche e ai componenti dell'impianto di riscaldamento.

Gli inibitori riducono drasticamente la corrosività dell'acqua

Infine, vengono aggiunti all'acqua additivi speciali tensioattivi (tensioattivi). Tali sostanze contribuiscono alla rimozione di vecchi strati di incrostazioni e ruggine, impedendo la formazione di nuovi. I tensioattivi conferiscono alle superfici caratteristiche idrorepellenti specifiche, riducono la resistenza idraulica delle tubazioni, influendo sull'efficienza del consumo di energia per il riscaldamento. Aumenta drasticamente la durata delle guarnizioni utilizzate nel sistema.

Acqua distillata con inibitori e tensioattivi - soluzione di alta qualità pronta per l'impianto di riscaldamento

Sul mercato si trovano anche acqua distillata con inibitori e tensioattivi aggiunti alla giusta concentrazione. Ad esempio, un barile di 220 litri completamente preparato per la missione del portatore d'acqua costerà circa 6.500 rubli, o circa 30 rubli per litro. Costoso o no, ognuno decide per se stesso.

Liquidi refrigeranti non gelati

Vantaggi e svantaggi generali dei refrigeranti non congelanti

L'acqua purificata e arricchita con additivi utili, diventa l'eccellente vettore di calore, ma la sua mancanza principale non è superata da esso. A temperature negative senza afflusso di calore dall'esterno, inizia a congelarsi rapidamente, mentre si espande notevolmente di volume. È impossibile utilizzare l'acqua in sistemi in cui non è garantito il funzionamento ininterrotto delle apparecchiature della caldaia durante la stagione invernale, ed è necessario utilizzare liquidi la cui soglia di congelamento è molto più bassa. Tali composti sono chiamati antigelo. I proprietari di auto sono ben consapevoli di ciò che è - fluidi simili sono utilizzati nei sistemi di raffreddamento del motore e per il rifornimento di serbatoi di vetro. Nella vita di tutti i giorni tali composizioni vengono spesso definite "non congelanti", che, in linea di principio, ripete letteralmente il termine inglese sopra menzionato in russo.

Per i sistemi di riscaldamento nelle case in cui non è garantito il funzionamento permanente delle apparecchiature della caldaia durante tutta la stagione fredda, è necessario utilizzare refrigeranti antigelo antigelo.

  • Non solo, la temperatura della transizione verso un altro stato di aggregazione in antigelo è molto più bassa. Anche durante la cristallizzazione, questi liquidi non diventano, come il ghiaccio, solidi e non si espandono allo stesso tempo in volume. Sì, la sostanza gelatinosa risultante perderà fluidità e il sistema di riscaldamento non funzionerà, senza il rischio di rottura di tubi, scambiatori di calore o radiatori - no. E quando la temperatura sale al di sopra del limite di cristallizzazione, questo gel si liquefa nuovamente, ritorna al suo stato "di lavoro" originale, senza alcuna perdita delle sue caratteristiche operative.
  • In uno stato concentrato, tali refrigeranti sopportano tranquillamente il raffreddamento a -60 ÷ -65 ºС. È chiaro che temperature così estreme sono estremamente rare in natura, quindi nella maggior parte delle regioni i concentrati vengono diluiti con acqua distillata per ottenere antigelo con un limite inferiore di -30 ÷ -35 ºС. La pratica dimostra che questo, molto spesso, è sufficiente.

La tabella seguente dà un'idea della dipendenza della temperatura di inizio della cristallizzazione sulla concentrazione del componente antigelo (ad esempio, glicole etilenico). A proposito, per prestare attenzione a una caratteristica molto interessante - il massimo delle sue capacità "antigelo" la soluzione raggiunge una concentrazione di circa il 65%. E poi, con un ulteriore aumento della concentrazione, l'immagine cambia al contrario.

  • I moderni antigelo hanno buoni indicatori di stabilità chimica - nonostante temperature estreme estremamente elevate nel range operativo, il refrigerante di alta qualità può durare fino a 5 anni senza richiedere la sostituzione. Tuttavia, c'è sempre un limite di tempo per il suo aggiornamento completo.

Tuttavia, non tutto è così "roseo" - è già stato detto che dare ai refrigeranti alcune qualità importanti, purtroppo, è accompagnato da punti negativi.

  • La viscosità dei refrigeranti antigelo è sempre superiore a quella dell'acqua, il che significa che sono necessarie pompe più potenti per circolare attorno al circuito di riscaldamento. Se in casa è installato un sistema di riscaldamento a circolazione naturale, l'antigelo in alternativa all'acqua non può nemmeno essere considerato - il suo normale movimento lungo il contorno non può essere raggiunto.
  • Secondo il parametro principale - la capacità termica, qualsiasi antigelo in modo significativo, fino al 15%, perde acqua. Sulla scala di un sistema di riscaldamento domestico, un tale ritardo può comportare conseguenze molto gravi - l'efficienza diminuisce, il consumo di energia aumenta, l'installazione di più potenti o più radiatori è richiesta.
  • Un fatto paradossale è che la viscosità dell'antigelo è più alta, ma la capacità di penetrare nelle foche è tale che i nodi di collegamento, che sono sempre stati asciutti quando si lavora con l'acqua, improvvisamente iniziano a "piangere" senza motivo. Spesso, cambiando il refrigerante con le forze antigelo per "reimballare" raccordi e connessioni filettate, completare la sostituzione delle guarnizioni. Inoltre, tenendo conto del fatto che molti "non congelatori" appartengono a liquidi molto aggressivi, non tutti i sigilli si adatteranno anche. Tutto questo, ovviamente, costi aggiuntivi e tempo e denaro.
  • Un'altra caratteristica negativa è che molti anti-glicole si basano su composti chimici estremamente tossici per tutti gli esseri viventi. L'ingestione di tali liquidi nel corpo umano può causare un grave avvelenamento ed è inaccettabile lasciare anche la minima possibilità di perdita o evaporazione. Il loro uso in caldaie a doppio circuito, dove non è esclusa la penetrazione del liquido di raffreddamento nel sistema di acqua calda, è completamente escluso.
  • La capacità termica dell'antigelo è inferiore, il che non si può dire dell'espansione termica: supera in modo significativo quella dell'acqua. Ciò comporta la necessità di installare un serbatoio di membrana di espansione più grande.

Il sistema di riscaldamento antigelo richiederà sempre un serbatoio di espansione più grande

E allo stesso tempo non c'è modo di cavarsela con un'opzione più economica - un serbatoio di espansione di tipo aperto. Innanzitutto, il liquido di raffreddamento evapora, ma non è economico. E in secondo luogo - sul pericolo di fumi tossici è già stato menzionato sopra.

Qual è il volume del serbatoio di espansione richiesto per l'impianto di riscaldamento?

Il calcolo del volume richiesto può essere fatto indipendentemente. L'algoritmo di calcolo con l'applicazione di un comodo calcolatore è inserito in uno speciale articolo del nostro portale dedicato ai serbatoi di espansione di sistemi di riscaldamento di tipo chiuso

I refrigeranti non congelanti esistenti per sistemi di riscaldamento autonomi possono essere divisi per la loro composizione chimica in tre gruppi principali: quelli creati sulla base di glicole etilenico, glicole propilenico e glicerina.

Glicole etilenico antigelo a base di liquido refrigerante

Questo gruppo è forse il più comune di tutti gli altri - forse a causa della semplicità della loro produzione industriale e dei costi relativamente bassi. Nei negozi è possibile trovare due opzioni per tali prodotti - in forma concentrata e sotto forma di una soluzione pronta per l'uso, solitamente con un limite di cristallizzazione inferiore a -30 ºС. Se lo si desidera, in base alle caratteristiche climatiche della regione di residenza, è possibile portare il refrigerante alla concentrazione desiderata, diluendo con acqua distillata - i dati sono stati riportati nella tabella sopra.

I refrigeranti del glicole etilenico più comuni e più convenienti. Ma, ahimè, non il migliore...

  • Le caratteristiche chimiche del glicole etilenico richiedono l'introduzione di additivi speciali che migliorano le prestazioni di tale refrigerante. Il problema è che a temperature elevate tende a schiumare, creando marmellate di gas. Gli additivi riducono la formazione di schiuma e, inoltre, conferiscono le qualità inibitori della composizione, ovvero prevengono la corrosione delle parti metalliche del circuito. Tuttavia, non oscilla tutti i metalli - il rivestimento galvanizzato rimane comunque estremamente vulnerabile al glicole etilenico e tali parti insieme a un analogo refrigerante sono vietate.
  • Un'altra caratteristica estremamente negativa dell'antigelo a base di glicole etilenico è la sua "paura" di temperature elevate. L'impianto di riscaldamento deve essere regolato con precisione, altrimenti, se la temperatura nella caldaia si avvicina molto rapidamente al punto di ebollizione di tale antigelo, avrà inizio un processo irreversibile di decomposizione. In questo caso, un precipitato solido insolubile cade, in grado di bloccare canali stretti in tubi o scambiatori di calore, e la fase liquida si trasforma in acidi molto aggressivi, innescando un meccanismo di corrosione. Tutti gli additivi modificanti perdono le loro qualità, inizia la rapida espansione del liquido refrigerante - con tutte le conseguenze che ne conseguono.

In breve, se l'apparecchiatura della caldaia non è dotata di un sistema per la regolazione precisa e il mantenimento della temperatura di riscaldamento del liquido di raffreddamento, è molto rischioso utilizzare l'antigelo a base di glicole etilenico.

  • Il glicole etilenico è il veleno più forte, quindi l'impianto di riscaldamento deve avere una tenuta estremamente affidabile. Qualsiasi ingestione di questo composto nella stanza (in uno stato liquido o di vapore) può portare ad avvelenamento molto grave, con le conseguenze più gravi. Il pericolo è anche ottenere la soluzione su aree della pelle non protette, quindi tutti i lavori sul riempimento del sistema con un tale refrigerante dovrebbero essere eseguiti nel rispetto delle più severe misure di sicurezza.

Come puoi vedere, ci sono degli svantaggi e molto gravi, più che sufficienti. È solo il prezzo che attrae: il costo medio di tali composizioni varia nella regione di 50 ÷ 60 rubli al litro (soluzioni pronte all'uso) e 70 ÷ 90 rubli per il concentrato.

I fluidi per il trasferimento di calore del glicole etilenico di solito hanno una tonalità nei toni rossi espressi, come se avvertissero ulteriormente l'utente sulla necessità di precauzioni speciali.

Fluidi di trasferimento del calore a base di glicole propilenico

Tali composizioni hanno spesso sull'etichetta della confezione il logo "ECO", e per questo, in linea di principio, ci sono alcune ragioni. Con un intervallo di temperatura approssimativamente uguale, l'antigelo a base di glicole propilenico è completamente non tossico. È del tutto possibile utilizzarli in caldaie a doppio circuito - anche se una piccola quantità perde acqua calda, non causerà nemmeno un leggero disturbo alimentare. A proposito, uno dei tipi di glicole propilenico è addirittura una materia prima per la produzione di contenitori per l'industria alimentare.

I refrigeranti senza glicole propilenico-glicole sono sicuri da usare, ma a un prezzo molto più alto.

Va notato che la capacità termica di tale antigelo è superiore a quella del glicole etilenico.

Le soluzioni di glicole propilenico hanno un interessante effetto "lubrificante" sulla parete del tubo - ciò consente di ridurre la resistenza idraulica complessiva, che, rispettivamente, riduce le inutili perdite di energia e aumenta l'efficienza del sistema di riscaldamento.

Ma la "antipatia" per lo zinco è la stessa di quella del glicole etilenico, cioè gli elementi zincati nel sistema di riscaldamento sono semplicemente inaccettabili.

Il costo dei refrigeranti glicole propilenico (che di solito sono in vendita in forma pronta all'uso) ammonta già a 100 o più rubli (per alcuni marchi può arrivare fino a 250 ÷ 300 rubli (a seconda della disponibilità di additivi speciali che aumentano la durata della composizione a volte 10 anni!).

Liquidi refrigeranti glicerina

Non c'è unità di opinione su questo gruppo - si possono incontrare opinioni riguardo alle migliori composizioni, e qualche volta c'è un critico, "pietra su pietra" che non lascia questo antigelo nella reputazione.

L'autore di questo articolo nella sua pratica quotidiana non ha ancora raggiunto gli esperimenti con questo tipo di refrigerante, e quindi non agirà come un "arbitro". Ha più senso semplicemente portare le argomentazioni di entrambi i sostenitori e gli oppositori dei fluidi di trasferimento di calore glicerolo. Come al solito, la verità si trova di solito "da qualche parte tra".

Liquido refrigerante alla glicerina: è quasi lo stesso, elogiato e ferocemente criticato

Quindi, il campo dei sostenitori di questo tipo di antigelo porta i seguenti argomenti:

  • La glicerina è una sostanza completamente innocua sia per gli organismi viventi che per l'ambiente.
  • Esiste un intervallo di temperature operative molto ampio. Con un limite di cristallizzazione inferiore di circa - 30 ºС, il punto di ebollizione è paragonabile all'acqua, e talvolta anche superiore, attorno a +110 ºС. Durante la cristallizzazione, non c'è espansione, e dopo la diluizione con l'aumento della temperatura, tutte le qualità sono completamente ripristinate.
  • L'unico refrigerante non congelante considerato sopra è completamente "indifferente" allo zinco.
  • Non decompone il materiale della guarnizione e non causa perdite nei nodi di collegamento.
  • Non è infiammabile, assolutamente a prova di esplosione.
  • Il sistema, dopo essere stato utilizzato come refrigerante di altre composizioni, quando sostituito con glicerolo, non richiederà una pulizia e un lavaggio accurati.
  • La durata del liquido di raffreddamento: parlare dei 7 ÷ 10 anni garantiti, rispettando i requisiti di funzionamento.
  • In termini di qualità dell'ingegneria termica, non è praticamente inferiore al glicole propilenico, ma il costo degli agenti di trasferimento di calore della glicerina è inferiore del 20-25%.

E ora ascolteremo. cosa dicono delle carenze di tale antigelo:

  • Prima di tutto, è molto difficile definire anti-glicerina anti-glicerina un'innovazione. Piuttosto, al contrario, erano loro che erano i "pionieri" tra il calore e i refrigeranti, anche agli albori della comparsa della tecnologia corrispondente nella prima metà del secolo scorso. E sono stati costretti a uscire dall'arena con anti glicole glicoliche, poiché erano più efficienti e affidabili. Quindi le formulazioni di glicerolo non sono un indicatore di sviluppo, ma piuttosto - rollback.
  • Gli anti-glicerina alla glicerina sono caratterizzati da una maggiore densità, che crea carichi inutili, spesso del tutto indesiderati sull'impianto del sistema di riscaldamento.
  • L'alta densità è accompagnata da una maggiore viscosità, ovvero, l'attrezzatura di pompaggio è più difficile da "spingere" un tale refrigerante lungo i circuiti di riscaldamento, e si consuma più velocemente.
  • La capacità termica non è solo inferiore a quella dell'acqua, ma anche inferiore al glicole propilenico.
  • Qualunque cosa si possa dire sull'alta resistenza al calore della glicerina e sulla sua totale sicurezza ecologica, si può discutere con queste affermazioni. Per iniziare:

- Innanzitutto, a temperature superiori a 90 gradi, si osserva una tendenza alla formazione di schiuma. Parte di questo problema è risolto da speciali additivi.

- In secondo luogo, nelle stesse condizioni di temperatura, aumenta la probabilità dell'insorgenza della decomposizione chimica del glicerolo. Inoltre, il solido sedimento contribuisce alla crescita eccessiva dei canali, e la sostanza gassosa rilasciata - l'acroleina, ha un odore molto sgradevole e, inoltre, non è una sostanza molto pronunciata, ma ancora cancerogena.

- In terzo luogo, se il surriscaldamento dell'acqua del refrigerante cominciasse ad evaporare da esso, la glicerina si addensa e perde rapidamente le sue qualità. Di conseguenza, la sostanza "rinata" inizia ad assumere una consistenza gelatinosa a temperature positive, intorno a +15 ºС. Naturalmente, qualsiasi normale funzionamento del sistema di riscaldamento con un tale refrigerante è già fuori questione: è necessaria una sostituzione completa.

  • La produzione di tali portatori di calore su base di glicerolo non è standardizzata in alcun modo dalle specifiche standard dello stato. Tutto, come si suol dire, nelle mani dei produttori, che a loro volta stabiliscono condizioni tecniche (TU). Parlare di un qualche tipo di assicurazione di qualità è inappropriato.

A proposito, il monitoraggio del mercato di tali prodotti ha dimostrato che si tratta di glicerina che viene spesso utilizzata per la fabbricazione di falsi. Al costo, è significativamente più economico del glicole propilenico, quindi non è stato redditizio per i produttori sostituire questi componenti, presentando i loro prodotti come glicole propilenico di alta qualità ed ecocompatibile. Quindi, quando scegli di stare attento e non esitare a richiedere la documentazione di certificazione.

È possibile aggiungere un altro tocco - di nuovo, l'assenza di standard. Nei paesi dell'UE, la produzione e l'uso di refrigeranti a base di glicole etilenico sono generalmente proibiti. Ma allo stesso tempo, nessuno ha fretta di tornare alla glicerina - apparentemente, questo modo è riconosciuto come un vicolo cieco e inefficace.

Portatori di calore per caldaie a elettrodi

Un po 'a parte è un altro gruppo di refrigeranti. Si tratta di mescole appositamente progettate per l'uso in impianti di riscaldamento con caldaie ioniche (elettrodo) installate. In tali sistemi, la composizione chimica del fluido è di grande importanza, poiché il principio del suo riscaldamento rapido implica il flusso di corrente elettrica alternata attraverso il refrigerante.

Il produttore di caldaie a elettrodi del marchio "Galan" raccomanda e insiste che per i sistemi di riscaldamento devono essere utilizzati solo apparecchi di riscaldamento appositamente progettati per le apparecchiature della caldaia

Ciò significa che la composizione ottimale dovrebbe avere non solo qualità non congelanti ed elevate prestazioni termiche, ma anche una certa concentrazione di sali selezionati - per garantire ionizzazione e conduttività elettrica con una resistenza verificata

Di norma, le aziende che hanno padroneggiato la produzione di tali attrezzature, accompagnano i loro prodotti e formulazioni di refrigeranti accuratamente selezionate e perfettamente adattate. È scarsamente appropriato condurre esperimenti in queste domande - è meglio acquisire antigelo veramente marchiato piuttosto che selezionare la composizione chimica ottimale per tentativi ed errori, senza la certezza che la caldaia a elettrodi funzionerà correttamente. Inoltre, quasi certamente tale "iniziativa" porterà al rifiuto del produttore di adempiere, se necessario, ai suoi obblighi di garanzia.

Diverse raccomandazioni utili sulla scelta e l'uso dei refrigeranti

Per chiarire definitivamente la scelta del refrigerante, riassumiamo e formuliamo le raccomandazioni principali.

Quando e quale è meglio usare, quali requisiti devono essere soddisfatti

Probabilmente, nessuno sosterrà con il fatto che se i proprietari possono garantire il funzionamento continuo del sistema di riscaldamento durante il periodo delle gelate invernali, allora l'acqua diventerà il liquido di raffreddamento ottimale. Idealmente, uno speciale distillato con additivi modificanti, che sono stati discussi nell'articolo. Se un tale approccio sembra inutilmente costoso, allora è necessario almeno condurre un ciclo di trattamento dell'acqua - per fornire filtrazione e addolcimento della quantità d'acqua richiesta.

Nei casi in cui l'uso di refrigeranti antigelo diventa obbligatorio, è necessario escludere le condizioni alle quali è escluso l'uso di antigelo:

  • L'uso di un sistema di riscaldamento di tipo aperto è inaccettabile.
  • Non ha senso usare antigelo in circuiti con circolazione naturale - non funzionerà.
  • Nell'impianto di riscaldamento non dovrebbero esserci tubi o altri dispositivi a contatto con un mezzo liquido con una superficie galvanizzata.
  • Se in precedenza i nodi di collegamento erano utilizzati come guarnizioni, i riavvolgimenti dal traino con vernice ad olio, tutto questo deve essere ricostruito. Qualsiasi base glicolica in un breve lasso di tempo divorerà un tale sigillo, e inizieranno delle perdite, sgradevoli da sole e con glicole etilenico - anche estremamente pericoloso per la salute.

Per il "reimballo" delle connessioni filettate, è preferibile utilizzare lo stesso rimorchio, ma solo con la speciale pasta sigillante "Unipak"

Comprati un tale kit e il problema dei sigilli sulle connessioni filettate sarà risolto.

  • Non utilizzare antigelo se l'apparecchiatura della caldaia non è dotata di un sistema per mantenere con precisione la temperatura del liquido di raffreddamento. Critico per il riscaldamento di antigelo glicole inizia a una soglia di 70-75 ºС, e i processi sono irreversibili e irto delle conseguenze più spiacevoli.

Se viene presa una decisione a favore dell'antigelo, è necessario prendere in considerazione una serie di altre sfumature:

  • È possibile che sia necessario aumentare la potenza della pompa di circolazione, installare un vaso di espansione più ampio, aumentare il numero di sezioni del radiatore e, a volte, il diametro dei tubi del contorno.
  • La presa d'aria automatica con antigelo potrebbe non funzionare correttamente - è meglio sostituirli con le gru Mayevsky manuali.
  • Il sistema di riscaldamento deve essere pulito e lavato prima di versare l'antigelo. Per questi scopi, è meglio usare appositamente progettati per questi scopi composti.

Una delle composizioni specializzate per il risciacquo dei sistemi di riscaldamento

  • Il concentrato di antigelo viene regolato alla percentuale richiesta utilizzando solo acqua distillata. In questo caso, anche l'acqua purificata e addolcita non sarà d'aiuto.
  • Uno dei requisiti di base è la corretta concentrazione del vettore di calore prodotto. Non fare affidamento sugli inverni tradizionalmente miti nella regione di residenza e sull'antigelo eccessivamente diluito. La cifra di -30ºС è probabilmente la soglia ottimale, che dovrebbe essere seguita. Inoltre, viene eliminato il rischio di congelamento durante gelate anomale - un eccessivo contenuto di acqua influisce negativamente anche sull'efficacia dell'azione di inibitori e tensioattivi.
  • Un sistema di riscaldamento pieno non viene mai immediatamente visualizzato a piena capacità: è necessario avviarlo in fasi per adattare il riscaldatore di calore a tutti gli elementi del circuito di riscaldamento.
  • Probabilmente, dalla presentazione è chiaro che il glicole propilenico è l'antigelo ottimale. Il glicole etilenico nasconde troppi pericoli, e la glicerina, a dire il vero, è un "cavallo oscuro". È chiaro che tale antigelo sarà costoso, ma non ha senso salvare la salute delle famiglie.

E quanto refrigerante avrà bisogno?

Una domanda non banale, considerando il costo considerevole dei trasportatori di calore di alta qualità.

Se si prevede di creare il sistema di riscaldamento, il volume del materiale di riempimento sarà strettamente correlato ad altre caratteristiche che tengano conto delle particolarità dell'edificio e dell'apparecchiatura che si prevede di acquistare. In breve, questo calcolo dovrebbe essere eseguito da esperti di design.

È un'altra questione quando è necessario calcolare il volume di riempimento di un sistema già esistente, se è necessario passare dall'acqua ordinaria a un altro tipo di refrigerante. Qui sono possibili diversi approcci:

  • Includere un sistema completamente svuotato per il riempimento e, allo stesso tempo, rilevare le letture del contatore dell'acqua all'inizio e alla fine di questo processo.
  • L'opzione opposta è quella di scaricare accuratamente l'acqua dal sistema completamente pieno. Utilizzo di contenitori dimensionali (ad esempio, un secchio o un serbatoio con un volume noto in anticipo).
  • Eseguire infine un semplice calcolo indipendente, tenendo conto dei volumi dello scambiatore di calore della caldaia, di tutti i radiatori o convertitori, dei contorni del pavimento riscaldato (se presenti), profilo del tubo (alimentazione + ritorno), serbatoio di espansione, altre possibili attrezzature (ad esempio frecce idrauliche, serbatoio di accumulo, caldaia ecc)

Chiedere perché non complicato, perché i calcoli sono piuttosto ingombranti? E perché sotto è una calcolatrice conveniente, l'algoritmo di cui tiene conto della maggior parte delle opzioni possibili, e rimane solo per specificare i valori richiesti nei campi di input. Il risultato sarà dato in litri. L'interfaccia del programma è abbastanza comprensibile, non richiede, forse, alcuna spiegazione. Quando si sceglie una o un'altra opzione di calcolo, appariranno i campi corrispondenti di inserimento dati.

Calcolatrice per il calcolo della quantità necessaria di refrigerante per il riempimento dell'impianto di riscaldamento

Per completare questa pubblicazione sarà opportuno un video molto informativo con raccomandazioni sulla scelta del refrigerante per l'impianto di riscaldamento.

teplomex.ru

Riscaldamento e fornitura di acqua a casa

Portatore di calore per l'impianto di riscaldamento: tipi e proprietà

La maggior parte dei proprietari di case private con un sistema di riscaldamento autonomo prima o poi hanno una domanda: che tipo di refrigerante dovrebbe essere versato per il sistema di riscaldamento di una casa di campagna e dovrebbe essere fatto a tutti? Dato il rigido clima russo, questo problema è particolarmente acuto prima dell'inizio della stagione di riscaldamento.

Rispetto all'antigelo, l'acqua ordinaria ha una maggiore capacità di calore e fluidità, è sicura ed economica. Ma, a causa del fatto che contiene sali e ossigeno nella sua composizione, questo porta alla formazione di incrostazioni nel sistema di riscaldamento. In nessun caso non dovrebbe essere permesso di congelare l'acqua nei tubi e nelle batterie.

Ciò può portare alla rottura di costose apparecchiature di riscaldamento: una caldaia a gas o elettrica, radiatori in alluminio o bimetallici, nonché la distruzione dell'intero sistema di riscaldamento. Per evitare tutti questi problemi durante l'inverno gelido, si consiglia di utilizzare uno speciale agente di scambio termico o antigelo.

Oggi consideriamo i principali produttori e tipi di refrigeranti, le differenze, le proprietà e la composizione di antigelo (antigelo) per il riscaldamento di una casa di campagna o di un cottage.

Tipi di refrigerante per l'impianto di riscaldamento

Il trasportatore di calore è prodotto su base e composizione diverse, ma possiede anche proprietà e caratteristiche diverse, concentrato o già preparato senza diluirlo con acqua. L'antigelo moderno e di alta qualità non corrode il polipropilene, i tubi di metallo-plastica e le guarnizioni in gomma a causa del corretto rapporto di alcool polivalente e acqua.

In Russia, molti marchi vengono utilizzati da diversi produttori di liquidi non gelati, ad esempio: "Warm House", "Dixis", "Thermagent Eco", "Thermos Eco", "Thermal House", "Antifrogen N" e altri. Sono tutti disponibili in diversi colori: verde, blu, giallo, rosso o rosa. La composizione da cui viene preparato il trasportatore di calore è molto importante. Di solito si basa su:

- glicole etilenico;
- glicole propilenico;
- glicerolo.

Mezzo di riscaldamento per sistema di riscaldamento a base di glicole etilenico

Questo tipo di antigelo rosso viene solitamente prodotto in taniche da 10, 20 o 50 litri. Di norma, allo stato non diluito, è in grado di sopportare temperature da - 65 a + 110 ° C.

Pertanto, può essere diluito con acqua distillata in un rapporto di 1: 1 o anche 1: 2, 1: 3. Dipende dalla temperatura richiesta di cristallizzazione del refrigerante, ad esempio a -20 ° C sarà sufficiente diluire in un rapporto da 1 a 1, ea -50 ° C sarà diluito già da 7 a 1.

Il fluido termovettore a base di glicole etilenico è velenoso e, se penetra nel tratto gastrointestinale umano, può causare gravi avvelenamenti. Inoltre, è velenoso non solo allo stato liquido, ma anche nella forma del vapore.

Questo è il motivo per cui questo tipo di refrigerante viene utilizzato solo per sistemi di riscaldamento "chiusi" con un serbatoio di espansione a membrana e solo caldaie a singolo circuito (gas, elettrico, diesel, combustibile solido).

Fluido di trasferimento del calore a base di glicole etilenico

Portatore di calore per sistemi di riscaldamento a base di glicole propilenico o glicerina

L'antigelo di alta qualità basato su questi alcoli poliatomici è sicuro per l'ambiente e non influisce negativamente sul corpo umano. Pertanto, questo tipo di refrigerante può essere utilizzato sia in impianti di riscaldamento "chiusi" con pompa di circolazione, sia in sistemi di flusso a gravità "aperti" a circolazione naturale.

Inoltre, l'antigelo a base di glicole propilenico viene utilizzato anche per caldaie a gas a parete, senza temere l'ingresso accidentale del refrigerante nel circuito di acqua calda (ACS). Ad esempio, Baxi o Ferroli, Navien o Bosch, Viessmann o Ariston.

Nonostante questo, molti produttori di caldaie montate vietano l'uso di qualsiasi refrigerante, ad eccezione dell'acqua. Specificare questo punto al momento dell'acquisto.

Si raccomanda l'uso di liquidi non congelanti a base di glicerina in sistemi chiusi o aperti con caldaie a singolo o doppio circuito: russo - Conord, Mimax, AOGV, Lemax o altri analoghi importati: Protherm, Buderus, Dakon o Vaillant.

L'intervallo di temperatura di funzionamento va da - 30 a + 107 ° С. Il portatore di calore di alta qualità da glicole propilenico o glicerina non schiuma e non distrugge il sistema, grazie ad un pacchetto di additivi che impediscono la formazione di corrosione e incrostazioni.

Portatore di calore: glicole propilenico e glicerina

Come scegliere il liquido di raffreddamento (antigelo) per l'impianto di riscaldamento

Ogni refrigerante ha una diversa conduttività termica e capacità termica. È necessario tenere conto del fatto che l'antigelo richiede circa il 10% della capacità del sistema, rispetto all'acqua ordinaria. Sì, e il coefficiente di espansione termica "senza congelamento" è leggermente superiore a quello dell'acqua. Procedendo da queste regole e proprietà, viene anche selezionato l'equipaggiamento per il riscaldamento domestico.

Ad esempio, il volume del serbatoio di espansione deve corrispondere ai parametri indicati nella tabella, a seconda della quantità di liquido di raffreddamento nell'intero sistema di riscaldamento.

Calcolo del liquido di raffreddamento per l'impianto di riscaldamento

Come versare il liquido di raffreddamento nel sistema di riscaldamento

Per prima cosa devi drenare completamente tutta l'acqua o sprecare "nezamerzayku". Il modo più semplice per riempire il liquido di raffreddamento nel sistema è attraverso il serbatoio di espansione, ma solo se il sistema è aperto. Questo può essere fatto manualmente senza utilizzare attrezzature o strumenti aggiuntivi.

Se il sistema è chiuso, è necessario creare una "barra laterale" speciale, è meglio fornirla immediatamente quando si crea un sistema di riscaldamento. Di solito come questo "tie-in" usano un tee con un filo da mezzo pollice, sul quale è montata una valvola a sfera con un raccordo per tubo.

È necessario iniettare il trasportatore di calore sotto pressione utilizzando una pompa sommergibile manuale o semplice, dopo aver posizionato l'antigelo in un tamburo di volume o in un altro contenitore. Dopo che il sistema è pieno, chiudere il rubinetto e scollegare il tubo.

Le moderne caldaie a gas ed elettriche montate sul fondo dello scafo dispongono già di uno speciale rubinetto per il trucco, che consente di pompare l'antigelo direttamente attraverso la caldaia. Guarda il video.

La cosa più importante è scegliere il giusto liquido refrigerante, tenere in considerazione le raccomandazioni del produttore di una caldaia a gas o elettrica per la composizione e persino la marca di liquido antigelo. È inoltre necessario sostituire il refrigerante in tempo, almeno una volta ogni 5 anni.

Quale vettore di calore è meglio usare nell'impianto di riscaldamento

Come scegliere un vettore di calore per il riscaldamento?

Hai mai pensato a quale tipo di fluido riscaldante circola nelle tubature di casa tua? Sicuramente sì. La qualità del sistema di riscaldamento dipende principalmente dal tipo di refrigerante che è stato deciso di utilizzare.

Inoltre, il fluido per il riscaldamento influenza non solo le caratteristiche dirette dei sistemi di riscaldamento, ma anche i dettagli più ambigui che possono essere rivelati in futuro.

Antigelo per tubi

Quale opzione è meglio usare nel tuo caso? Ora capiremo.

1 Qual è il liquido di raffreddamento per l'impianto di riscaldamento?

Prima di rispondere alla domanda su quale vettore è meglio usare per i sistemi di riscaldamento, è necessario capire di cosa si tratta.

Il fluido di riscaldamento e la composizione del mezzo di riscaldamento sono responsabili del trasferimento di calore all'interno della tubazione.

In qualsiasi sistema di riscaldamento basato sul trasferimento di liquido caldo, il lavoro principale viene eseguito dal circuito o dal vettore. Riempiono la cavità tubolare. Dopo il riempimento, il liquido viene riscaldato, passando la temperatura desiderata.

A causa della circolazione costante, il trasportatore gradualmente dona la sua temperatura alle pareti di tubi e radiatori e quelli, a loro volta, emettono calore nell'aria.

Il liquido raffreddato per il riscaldamento durante la circolazione circola ciclicamente attraverso i tubi e viene riscaldato a un certo intervallo. Il riscaldamento avviene direttamente all'interno della caldaia o nelle unità di miscelazione. In questo modo, il sistema riesce a mantenere il livello di temperatura desiderato, non permettendo alla casa e ai tubi di raffreddarsi in anticipo.

Grazie alla loro semplicità, efficienza e convenienza, i sistemi di riscaldamento a base di fluidi sono molto popolari nei mercati di oggi.

Antigelo importato per sistemi di riscaldamento a base di glicole etilenico

Tuttavia, nel corso del tempo, le persone hanno capito che non solo l'acqua è adatta come un liquido per il riscaldamento di una casa con tubi. In alcuni casi, è molto più conveniente ed efficiente sostituire l'acqua con composti speciali, comunemente chiamati antigelo.

A differenza dell'acqua, hanno proprietà speciali (le caratteristiche specifiche dipendono dalla formula chimica dell'una o dall'altra variante di lavoro) e spesso molto più utili.

1.1 Requisiti per i supporti termici

L'acqua non è solo un favorito quando si tratta di scegliere un fluido nel sistema di riscaldamento.

Ha molti vantaggi con un minimo di inconvenienti (anche se i suoi inconvenienti sono piuttosto significativi). La cosa principale - è quasi perfetta per tutte le esigenze che vengono presentate ai fluidi nel sistema di riscaldamento delle case private.

Descriviamo questi requisiti in modo più specifico. Conoscendoli, sarà più facile per noi capire cosa è meglio usare e quando.

  • Disponibilità, più economici sono i media, meglio è;
  • Alto livello di trasferimento di calore;
  • la fluidità;
  • Sicurezza per l'uomo;
  • Basso coefficiente di estensibilità;
  • Piena tolleranza;
  • Impossibilità di congelare a basse temperature.

Come puoi vedere, l'acqua semplice soddisfa la maggior parte delle nostre esigenze. È quasi gratis, trovare centinaia di altri litri da riempire non è difficile per nessuno.

L'acqua rilascia facilmente e rapidamente calore nell'aria. A questo proposito, nessun antigelo (tranne quelli molto costosi) può essere paragonato ad esso. È molto fluido e ha un basso coefficiente di estensibilità. L'ultimo momento è molto importante, anche se poche persone prestano attenzione ad esso.

Tubi distrutti dall'uso prolungato di acqua dura come trasportatore

Se in un sistema con tubi di plastica, scegliere un supporto con un alto coefficiente di espandibilità, quindi c'è un'alta probabilità che i tubi scoppino direttamente durante il processo di riscaldamento o trasporto del liquido riscaldato. Cosa, ovviamente, vorrei evitare.

Tuttavia, l'acqua non è adatta per alcuni requisiti. Non può essere definito completamente tollerante. Inoltre, la normale acqua di rubinetto per gli impianti di riscaldamento realizzati con tubi di acciaio è addirittura pericolosa a lungo termine.

Bene, lo svantaggio principale - l'acqua si blocca nei tubi. E si blocca rapidamente. Il suo ulteriore scongelamento porta spesso alla distruzione di tubi o radiatori.

2 tipi di corrieri

Oltre all'acqua nel moderno mercato delle costruzioni, esiste un gran numero di un'ampia varietà di liquidi che possono e devono essere utilizzati in alternativa all'acqua ordinaria.

Ci sono centinaia di marchi, quindi non ha senso descriverli qui. Invece, consideriamo categorie specifiche di vettori per il riscaldamento o antigelo, come sono conosciuti popolarmente.

Qualsiasi antigelo è costituito da un elemento base e da additivi. Vale la pena valutarlo solo dall'elemento base, dal momento che sono le sue caratteristiche che influiscono direttamente su come può essere usato in seguito. A volte l'acqua ordinaria o addolcita viene aggiunta all'antigelo.

  • Glicole propilenico o glicole etilenico;
  • glicerolo;
  • bischofite;
  • Alcol etilico;
  • Composizioni a base di oli di petrolio.

Il glicole propilenico è comunemente chiamato antigelo. Probabilmente ne hai sentito parlare, perché l'antigelo è usato non solo nei sistemi di riscaldamento. Viene anche utilizzato nell'ingegneria meccanica. Molte macchine moderne utilizzano l'antigelo dall'antigelo come componente di base per prevenire il congelamento prematuro.

I vantaggi del glicole propilenico sono che non si congela, ha un buon trasferimento di calore ed è piuttosto viscoso. Contro - tossicità, insieme ad un alto coefficiente di estensibilità. Con un eccesso critico di temperatura potrebbe bollire.

Fluido termovettore glicerina

I composti a base di glicerolo sono molto più sicuri e affidabili, ma sono molto più costosi. Pertanto, non tutti si permetteranno di riempire i tubi di glicerolo da soli.

Bishofit - consiste in una soluzione di sali di origine naturale. Le sue caratteristiche sono simili al glicole propilenico, solo che ha una viscosità inferiore ed è completamente sicuro per l'uomo.

Cosa, tuttavia, non si può dire riguardo l'interno della condotta. Per i cuscinetti in gomma e la bischofite di plastica a buon mercato è pericoloso, perché col tempo il sale mangia la gomma.

L'alcol etilico è un'altra opzione conveniente. Nella nostra zona è molto diffuso. Viene scelto per le sue eccellenti caratteristiche, una soglia di temperatura molto più bassa per il congelamento, la disponibilità e la capacità di essere diluito con acqua alla consistenza desiderata.

L'ultima opzione - composti di petrolio e altri oli. A causa del loro squilibrio di temperatura negli edifici residenziali non vengono utilizzati. Il loro scopo è l'industria e la produzione. Il principale svantaggio è l'infiammabilità. Il vantaggio principale è un altissimo livello di trasferimento del calore.

2.1 Consigli per la scelta

Come scegliere il miglior supporto ideale per il tuo sistema di riscaldamento?

Prima di tutto, dovresti capire le sue caratteristiche. Quali soluzioni progettuali specifiche sono utilizzate nella tua situazione?

Ad esempio, se la conduttura viene facilmente rilasciata dal trasportatore e le tubazioni stesse vengono depositate esclusivamente all'interno di locali riscaldati, allora è abbastanza probabile che l'acqua ordinaria sia sufficiente per voi, un massimo di piccola porzione diluita di glicerina o alcool etilico.

Se il cottage non è completamente riscaldato in inverno, la possibilità di congelamento del liquido nei tubi aumenta con una progressione geometrica. In questo caso, l'acqua non è l'opzione migliore.

Tuttavia, a causa della sua disponibilità, era ancora, è e sarà la soluzione più comune.

Il glicole propilenico, a sua volta, è ideale per sistemi di riscaldamento chiusi. Il glicole propilenico è tossico, quindi è necessario lavorarci con molta attenzione. Non dovrebbero esserci perdite, specialmente quelle implicite.

Trasportatore a base di glicole propilenico.

Inoltre, a causa della maggiore viscosità, ha senso versare glicole propilenico solo in tubi con circolazione forzata del vettore. Senza una pompa di circolazione, la velocità con cui il glicole propilenico si muove attraverso i tubi diminuirà drasticamente. C'è anche la possibilità di fermarlo completamente.

Le soluzioni basate sulla glicerina dovrebbero essere scelte se si desidera un vettore di alta qualità, completamente sicuro e allo stesso tempo disposto a pagare un prezzo serio per questo.

Ciò che è buono nel glicerolo è che ha tutti i vantaggi dell'acqua, essendo libero dai suoi svantaggi. Pertanto, non ha bisogno di modificare in qualche modo il sistema, e in casi estremi è lecito persino usare glicerina debolmente concentrata.

I benefici saranno meno, ma è più economico. L'alcol etilico è usato secondo principi simili. Lui tuttavia, a volte più economico, che influisce sulle prestazioni.

Miscela di Bishofit, come notato sopra, non è desiderabile l'uso in tubazioni con la presenza di gomma o plastica debole all'interno. In altre situazioni da lui

2.2 Selezione di antigelo per tubi di riscaldamento (video)

2.3 recensioni

Prendi in considerazione le recensioni di vari anti-glicole da parte di persone che sono già riuscite a usarle.

Andrew, 23, Kiev:

Ho un sistema completamente chiuso, quindi ho deciso di assumere glicole propilenico come trasportatore. Nel mio caso - quasi perfetto. Mi piace molto che tu non abbia bisogno di scaricare l'acqua per l'inverno. È realistico riscaldare la casa per 3 ore, anche se prima i dispositivi di riscaldamento non venivano utilizzati per diverse stagioni.

Valery, 22 anni, Magadan:

Nella nostra zona senza antigelo ovunque. L'uso dell'acqua non è affatto un'opzione. Ma se lo mescoli con la glicerina, allora è già possibile. Quello che ho effettivamente approfittato. Certamente costa una bella somma, ma so per esperienza personale che le riparazioni costeranno di più.

Valentin, 51, Minsk:

Nei tubi preferisco versare acqua appena addolcita. È sempre la stessa acqua, ma con meno sale, quindi meno danni ai tubi d'acciaio. Il mio appartamento è sempre caldo, quindi la possibilità di congelamento è piuttosto bassa. Sarebbe diverso - prenderebbe il glicole propilenico. Con il suo prezzo - l'opzione migliore.

Portatore di calore per l'impianto di riscaldamento - acqua o antigelo?

Per un corretto ed efficiente funzionamento dell'impianto di riscaldamento, è necessario utilizzare un trasportatore di calore adatto. Esistono diversi tipi di liquidi per l'impianto di riscaldamento, il più popolare dei quali è l'acqua ordinaria. Sebbene l'acqua sia il refrigerante più economico per l'impianto di riscaldamento, non è sempre possibile utilizzarlo. Poiché questo liquido si congela anche con un leggero gelo, c'è il rischio di rottura del tubo durante l'espansione. Pertanto, nelle case riscaldate in modo irregolare, utilizzare altri liquidi come refrigerante.

Proprietà del liquido di raffreddamento

Un buon trasportatore di calore per gli impianti di riscaldamento dovrebbe garantire la massima efficienza del funzionamento della caldaia di riscaldamento e trasferire il maggior calore possibile per un certo periodo di tempo.

Le principali caratteristiche del liquido di raffreddamento:

  • efficienza dell'erogazione di calore; questo indicatore determina l'efficienza del sistema;
  • protezione anticorrosione e lubrificazione di elementi del sistema di riscaldamento;
  • punto di congelamento;
  • viscosità del liquido di raffreddamento;
  • sicurezza dei fluidi in funzione.

La scelta del tipo di portatore di calore è influenzata anche dal costo del prodotto. Anche un ideale per tutti gli indicatori di refrigerante per un sistema di riscaldamento, il cui prezzo è molto alto, non sarà richiesto dai consumatori, in quanto non fornirà un rapido ammortamento del sistema.

I principali tipi di trasportatori di calore che vengono utilizzati nel nostro paese sono acqua e antigelo.

Il design dell'intero sistema e la sua efficienza dipendono da quale si decide di acquistare il liquido di raffreddamento per i sistemi di riscaldamento nella vostra casa. Ad esempio, per un riscaldamento domestico privato con circolazione della pompa può essere utilizzato. Diamo uno sguardo più da vicino ai vantaggi e agli svantaggi di antigelo o acqua nel sistema di riscaldamento, e cosa dovrebbe essere scelto per una famiglia privata.

Acqua - portatore di calore disponibile

La maggior parte dei consumatori usa l'acqua normale come refrigerante. Ciò è dovuto al prezzo basso, alla disponibilità assoluta e alle buone prestazioni di trasferimento del calore. Il grande vantaggio dell'acqua è la sua sicurezza per le persone e l'ambiente. Se per qualche ragione c'è una perdita d'acqua, il suo livello può essere facilmente riempito e il liquido fuoriuscito può essere eliminato nel solito modo.

La particolarità dell'acqua è che si espande quando si congela e può danneggiare radiatori e tubi. Se non sai come scegliere un refrigerante per il sistema di riscaldamento in casa, considera le situazioni associate alla mancanza di riscaldamento. È possibile selezionare l'acqua come trasportatore di calore solo quando l'impianto di riscaldamento funziona in modo fluido e continuo.

Non riempire l'impianto di riscaldamento con un liquido di raffreddamento dal rubinetto. L'acqua del rubinetto contiene troppe impurità che alla fine si depositano nei tubi e possono causarne la rottura. Particolarmente pericolosi per i sistemi di riscaldamento sono impurità di sali e idrogeno. I sali reagiscono con superfici metalliche e provocano un processo di corrosione. Per migliorare la qualità dell'acqua, è necessario renderla più "morbida", eliminando le impurità. Questo può essere ottenuto in due modi: mediante esposizione alla temperatura o utilizzando una reazione chimica.

L'esposizione alla temperatura comporta la solita bollitura. Far bollire l'acqua in un contenitore metallico senza coperchio, preferibilmente con una grande superficie di fondo. Nel processo di riscaldamento, l'anidride carbonica verrà rilasciata nell'aria e i sali si depositeranno sul fondo. La rimozione chimica delle impurità avviene attraverso la reazione con carbonato di sodio e calce spenta. Queste sostanze rendono i sali insolubili in acqua e precipitano. Prima di versare il liquido di raffreddamento nell'impianto di riscaldamento, è necessario filtrarlo in modo che il sedimento non interferisca con il suo normale funzionamento.

Ideale per sistemi di riscaldamento acqua distillata. Il distillato è privo di impurità e non richiede ulteriori trattamenti. Tale acqua deve essere acquistata nel negozio, poiché viene prodotta solo con mezzi industriali.

Antigelo - liquido refrigerante antigelo

Il refrigerante speciale antigelo per gli impianti di riscaldamento, che non ha paura delle temperature sotto zero e non si espande quando è raffreddato, viene chiamato antigelo. Ha tutte le proprietà necessarie per un riscaldamento efficace, previene la corrosione del metallo, non contiene sali e gas nocivi e prolunga la durata dei dispositivi di riscaldamento.

Versando l'antigelo nel sistema di riscaldamento, si può tranquillamente lasciare la casa in inverno per lungo tempo.

Anche se il liquido in vostra assenza si congela, si trasformerà in uno stato pastoso e non danneggerà in alcun modo gli elementi del sistema di riscaldamento. Quando si ritorna e si accende la caldaia, il mezzo di riscaldamento per il riscaldamento si trasformerà nuovamente in liquido senza perdita di proprietà tecniche. Questo è l'ideale per i proprietari di case di campagna, così come quelle persone che spesso escono di casa.

Cos'è l'antigelo?

Il refrigerante più comune per le recensioni del sistema di riscaldamento di cui sono per lo più positivi, è una composizione a base di glicole etilenico. Questa sostanza è più spesso utilizzata per la produzione di liquidi non gelati.

Il glicole etilenico ha diversi vantaggi:

  1. mantiene la temperatura a -70 gradi;
  2. non si congela e non si espande quando si raffredda;
  3. non causa corrosione e lascia una schiuma;
  4. può essere diluito con acqua in caso di perdite di liquido.

I refrigeranti a base di glicole per impianti di riscaldamento il cui prezzo è abbastanza abbordabile, contengono vari additivi che lubrificano il sistema di riscaldamento e ne prolungano la durata. Ha antigelo su glicole etilenico e suoi inconvenienti. Tra questi ci sono i seguenti:

  • emissione di calore inferiore rispetto all'acqua. Questi indicatori sono il 15% in meno di quelli dell'acqua, il che significa che il sistema funzionerà in modo meno efficiente;
  • alta viscosità della materia. Il glicole etilenico è un liquido piuttosto denso, è necessaria una pompa potente per la sua circolazione e una pompa separata per iniettare il refrigerante nell'impianto di riscaldamento sotto pressione;
  • fluidità antigelo. Nonostante la sua viscosità, un fluido termovettore a base di glicole etilenico è altamente fluido. È in grado di fluire attraverso i fori più piccoli, dove l'acqua ordinaria non scorre, quindi prima di acquistare antigelo per il riscaldamento, il sistema deve essere accuratamente sigillato;
  • la necessità di installare un vaso di espansione. Poiché il glicole etilenico si espande notevolmente quando riscaldato, è necessario fornire un serbatoio per il liquido in eccesso, nonché speciali radiatori per il riscaldamento per antigelo, che hanno una grande capacità;
  • la necessità di una sostituzione completa del fluido dopo 3-5 anni di funzionamento. L'antigelo deve essere completamente svuotato e sostituito con uno nuovo, secondo le raccomandazioni del produttore. Allo stesso tempo è necessario lavare completamente il sistema, compresa la caldaia. Se questo non viene fatto in tempo, il glicole etilenico si trasformerà in un ambiente ostile, corroderà tubi e radiatori.

Gli svantaggi del glicole etilenico dovrebbero essere attribuiti e la sua tossicità. Non permettere alla sostanza di entrare nella pelle e inalare i suoi vapori. Nonostante il fatto che un tale refrigerante venga utilizzato solo in sistemi di tipo chiuso con una caldaia monocircuito, questo fatto influisce in modo significativo sulla scelta dell'antigelo per il riscaldamento residenziale.

Oltre al glicole etilenico, esiste una serie di sostanze sulla base delle quali può essere preparato un liquido antigelo per il sistema di riscaldamento. Ogni proprietario decide autonomamente quale antigelo per il riscaldamento è più adatto per la sua casa, date le caratteristiche tecniche e le caratteristiche di alcuni fluidi.

Considerare i più popolari:

  1. Soluzioni saline. Il sale comune riduce significativamente il grado di congelamento dell'acqua, ma aggiungendolo al sistema si provoca corrosione. L'arrugginimento dei tubi dall'interno porta ad una diminuzione della durata e della contaminazione del sistema, pertanto le soluzioni saline vengono utilizzate molto raramente.
  2. Glicerina. La composizione sulla base della glicerina ha tutte le qualità necessarie per un riscaldamento efficace. Fornisce una buona dissipazione del calore, non danneggia le tubazioni ed è completamente sicuro. Non consente l'uso di tale antigelo per riscaldare il prezzo di un materiale a casa ovunque. La glicerina è usata in una forma pura e non diluita e costa molto.
  3. Liquido refrigerante ad alcool L'alcol etilico comune viene diluito con acqua per ottenere un grado inferiore di congelamento. Una protezione aggiuntiva per il sistema è fornita da additivi speciali che i produttori aggiungono al prodotto. Questo tipo di refrigerante viene usato poco, poiché l'alcol ha una volatilità e i suoi vapori sono esplosivi. Lo stesso vale per materiali come il gasolio per riscaldamento, il cui prezzo è basso, ma le caratteristiche prestazionali lasciano molto a desiderare.
  4. L'olio I radiatori dell'olio hanno una dissipazione del calore molto elevata. Sono stabili alle alte temperature, che viene utilizzato principalmente per esigenze industriali. Nella vita di tutti i giorni, l'olio con trasferimento di calore non è stato ampiamente utilizzato, nonostante i suoi aspetti positivi. Quando si installano i radiatori ad olio, è necessario considerare che l'olio corrode la gomma, pertanto tutte le guarnizioni devono essere realizzate in materiale resistente all'olio.

Scegliere l'antigelo

La scelta di un vettore di calore dipende da diversi fattori. Per alcuni, le sue caratteristiche tecniche e il costo sono importanti, altri si preoccupano della sicurezza e della praticità. Molti fanno affidamento sul fatto che hanno refrigeranti per sistemi di riscaldamento, recensioni dei consumatori.

Si noti che è necessario scegliere il fluido per il riscaldamento in anticipo, poiché il design del sistema stesso dipenderà da esso. Per calcolare la quantità di fluido necessaria per il riscaldamento, è possibile utilizzare formule speciali. Ma l'opzione migliore sarebbe contattare specialisti, soprattutto se la tua casa ha una vasta area e diversi piani. Gli specialisti possono anche lavare l'impianto di riscaldamento. se necessario. I tecnici qualificati selezioneranno il tipo di riscaldamento più adatto che fornirà il calore al minor costo.

  • Come riempire l'acqua nel sistema di riscaldamento aperto e chiuso?
  • Caldaia a gas all'aperto di fabbricazione russa
  • Come spurgare correttamente l'aria dal radiatore del riscaldamento?
  • Serbatoio di espansione per riscaldamento di tipo chiuso: dispositivo e principio di funzionamento
  • Caldaia a gas a parete doppia parete Navien: codici di errore in caso di malfunzionamento

Raccomandiamo di leggere

Riscaldamento, ventilazione e aria condizionata secondo SNiP: cosa è necessario sapere? Gruppo di sicurezza per il riscaldamento: lo scopo e l'installazione Come lavare l'impianto di riscaldamento - quando e perché è necessario? Quando è necessaria la riparazione del riscaldamento e qual è la sua complessità?

© 2016-2017 - Il principale portale di riscaldamento.
Tutti i diritti riservati e protetti dalla legge.

La copia dei materiali del sito è vietata.
Qualsiasi violazione del copyright comporta responsabilità legali. Contattaci

Portatore di calore per impianti di riscaldamento - acqua o antigelo, che è meglio?

Quale dovrebbe essere il refrigerante?

Sfortunatamente, il fluido ideale per l'impianto di riscaldamento non è stato ancora inventato. Ciò significa che ciascun materiale conosciuto viene utilizzato con successo solo in determinate condizioni.

Ad esempio, una circostanza importante è la temperatura del liquido di raffreddamento nel sistema di riscaldamento, in violazione del quale la sostanza cambia le sue proprietà e il sistema cessa di funzionare.

L'intero design del sistema di riscaldamento dipende da quale vettore di calore verrà utilizzato (acqua o antigelo)

Se si decompone, il refrigerante corretto deve eseguire le seguenti attività:

  • trasferire il calore massimo in un breve lasso di tempo attorno al perimetro dell'area di lavoro (ad esempio, una casa privata); allo stesso tempo le perdite di calore dovrebbero essere minime;
  • avere una piccola viscosità, poiché questo indicatore influenza la portata, quindi, l'efficienza;
  • non dovrebbe essere la causa della corrosione dei componenti e dei meccanismi del sistema, altrimenti ci sarà una restrizione nella scelta;
  • dovrebbe essere sicuro per i residenti della casa, cioè, non superare gli standard per la temperatura di fuoco o tossicità (gli stessi requisiti per i vapori liquidi).

Anche il costo del refrigerante è importante: deve essere relativamente economico o, nel caso di prezzi elevati, avere proprietà che gli consentono di essere utilizzato per un lungo periodo senza sostituzione.

Acqua nel sistema di riscaldamento

L'uso primario dell'acqua è spiegato dalla sua più alta capacità di calore tra tutti i liquidi e non da una minore densità. Ad esempio, un chilogrammo di acqua con una temperatura di 90 °, che si raffredda nel radiatore a 70 °, produce calore per 20 kcal.

L'acqua è il refrigerante più sicuro, più ecologico e poco costoso.

Certamente, l'acqua differisce dalle sostanze sintetiche con proprietà tossicologiche ed ecologiche, è assolutamente sicura per le persone. In caso di perdita, non causerà molti problemi, ed è facile colmare la sua mancanza riempiendo il sistema con la quantità mancante di liquido. Questo liquido di raffreddamento non ha concorrenti e ad un costo - non esiste un liquido più economico.

Attenzione! Non è consigliabile utilizzare l'acqua ordinaria negli impianti di riscaldamento, poiché è ricca di ossigeno e sali, e questo - con il passare del tempo appare ridimensionamento e corrosione.

Affinché il sistema funzioni senza problemi, l'acqua dovrebbe essere ammorbidita. Ci sono due modi razionali:

  1. Termale, basato sull'ebollizione elementare. L'acqua viene posta in un grande serbatoio di metallo e riscaldata. Nel processo di ebollizione del biossido di carbonio viene rimosso, i sali vengono depositati sul fondo della nave. Sfortunatamente, i composti persistenti di calcio e magnesio rimarranno nell'acqua.
  2. Prodotto chimico, agente di reagenti. Con l'aiuto di carbonato di sodio, calce idrata, ortofosfato di sodio, i sali in acqua diventano insolubili, precipitano all'esterno. La successiva filtrazione eliminerà i residui.

Ideale - acqua distillata, l'unico negativo di cui si trova nel suo acquisto, mentre il solito può essere composto dal rubinetto. Molti usano l'acqua piovana, che si differenzia favorevolmente dal rubinetto, dal pozzo e dall'acqua artesiana.

Nel caso dell'acqua, un ruolo importante è svolto dai parametri del mezzo di riscaldamento dell'impianto di riscaldamento, cioè il regime di temperatura. Non appena la temperatura dell'aria nell'edificio scende sotto 0 ° C, il liquido nei tubi si congela, con il rischio di causare seri danni al sistema di riscaldamento.

Sistema di riscaldamento per antigelo

Con l'inizio del freddo, diventa rilevante il "non congelamento", un liquido antigelo per l'impianto di riscaldamento. I tubi riempiti con un tale refrigerante non scoppieranno a basse temperature - questo momento è importante per i proprietari di case che usano la casa in modo irregolare. Il vettore di energia termica di questo tipo è antigelo. Di norma, è progettato per funzionare fino a -30 ° C o -65 ° C.

Se l'indicatore della temperatura scende al di sotto della norma, l'antigelo per gli impianti di riscaldamento, a differenza dell'acqua, non si indurisce, ma si trasforma in uno stato simile al gel. Ritornando allo stato liquido, non perde le sue proprietà originali e non rappresenta una minaccia per il circuito di riscaldamento.

Alcuni tipi di antigelo possono funzionare a temperature estremamente basse.

Per rimuovere incrostazioni o corrosioni, i produttori aggiungono additivi al fluido - inibitori speciali. Grazie a loro, la vita di servizio dell'impianto di riscaldamento viene estesa di diversi anni. Tuttavia, va ricordato che l'antigelo per il riscaldamento non è un liquido universale e gli additivi sono adatti solo per determinati materiali di costruzione. Alcuni di loro possono distruggere i tubi polimerici, altri - per causare la corrosione di tipo elettrochimico.

Attenzione! La vita media di antigelo è di 5 anni (10 stagioni). Dopo questo periodo, l'intera quantità di refrigerante deve essere sostituita. I produttori raccomandano un periodo di lavoro di 3 anni.

Se si confronta l'antigelo con l'acqua, oltre ai vantaggi, è possibile identificare una serie di svantaggi:

  • l'aumento della viscosità richiede l'attrezzatura di riscaldamento equipaggiata con una potente pompa di circolazione;
  • Capacità di calore inferiore del 15%, quindi la quantità di calore fornita è inferiore;
  • le guarnizioni a tappo dovrebbero essere sigillate più accuratamente;
  • sono richiesti radiatori che hanno il 50% in più di volume rispetto ai loro omologhi per l'acqua;
  • è necessario un serbatoio di espansione chiuso, poiché durante il riscaldamento si verifica una maggiore espansione;
  • la tossicità di una sostanza (ad esempio glicole etilenico) nella composizione antigelo ne prevede l'uso nelle caldaie a circuito singolo.

Pertanto, prima di riempire l'impianto di riscaldamento con antigelo, è necessario pensare a installare una pompa più potente e un vaso di espansione spazioso. I radiatori dovrebbero essere volumetrici, tubi - di diametro maggiore. Per sigillare i giunti staccabili è meglio usare guarnizioni in teflon o paronitovye. Se si decide di diluire l'antigelo, è necessario solo acqua distillata. Ogni normale colata di antigelo richiede un completo risciacquo dell'impianto di riscaldamento, compresa la caldaia.

Quindi cosa scegliere?

La temperatura della stagione fredda di solito determina quale è meglio scegliere un fluido per i radiatori.

Se il termometro non scende al di sotto di + 5 ° C, è meglio fermarsi in acqua priva di impurità. Le basse temperature invernali richiedono sistemi di riscaldamento con antigelo. Naturalmente, è possibile utilizzare l'acqua e salvare l'attrezzatura per scaricarla dai tubi, ma in questo caso c'è una minaccia di corrosione dovuta all'eccessiva umidità dell'aria, che riempirà i tubi vuoti ei radiatori.

Attenzione! Il tipo di sistema di riscaldamento è selezionato in fase di progettazione, poiché i sistemi sott'acqua e antigelo sono completamente diversi.

Cosa devi ricordare quando scegli l'antigelo? Prima di riempire il sistema di riscaldamento con refrigerante, è necessario studiare attentamente le seguenti caratteristiche:

  • composizione e scopo degli additivi;
  • la capacità di interagire con parti del sistema di riscaldamento, in plastica, metalli non ferrosi, ghisa, gomma;
  • bassa temperatura accettabile;
  • termine di applicazione;
  • sicurezza per l'uomo e la natura.

Se l'acqua viene utilizzata come trasportatore di calore, allora tutto è organizzato secondo lo schema tradizionale di tipo aperto o chiuso.

Le caldaie elettriche funzionano molto male con l'antigelo, a causa del suo surriscaldamento sulla superficie degli elementi riscaldanti a causa dell'elevato stress termico. Durata del servizio antigelo in el.kotla 1-2 anni. In altri casi, solo il design dello scambiatore di calore è importante, non il tipo di carburante. Nelle caldaie in ghisa, lo scambiatore di calore viene prelevato dalle sezioni e le guarnizioni tra di loro possono essere distrutte dall'antigelo, quindi i produttori non ne consigliano l'uso. Nelle caldaie mono-circuito in acciaio, l'antigelo può essere utilizzato senza restrizioni, in quelle a doppio circuito, non è raccomandato a causa della possibilità teorica di penetrazione di antigelo nell'acqua commestibile, sebbene ciò sia difficilmente probabile nella pratica.

Top