Categoria

News Della Settimana

1 Caldaie
Quanto costa un metro di casa per il riscaldamento in un condominio
2 Radiatori
Stufa camino con stufa
3 Caminetti
Bracci per radiatori: tipi e caratteristiche dell'applicazione
4 Caminetti
Per ogni casa hai bisogno di un "cuore" caldo: come scegliere e installare una stufa di metallo sul legno
Principale / Radiatori

Pompe di circolazione dell'acqua per impianti di riscaldamento di case private


Per i proprietari di case di campagna con un sistema di riscaldamento individuale, il problema della distribuzione uniforme del calore tra tutte le stanze è particolarmente rilevante. A tale scopo, installazioni di pompe di circolazione. E sorge spontanea la domanda: come installare una pompa di circolazione del riscaldamento in modo da garantire un funzionamento affidabile e senza interruzioni? In questo articolo esamineremo questo problema in dettaglio.

Indice

Motivi per l'installazione di una pompa di circolazione

Il problema standard per i proprietari di case private è la distribuzione non uniforme del calore in tutto il sistema di riscaldamento. Se in zone lontane della batteria un po 'caldo, e la caldaia bolle allo stesso tempo, quindi è necessario cercare metodi per migliorare l'efficienza dell'intero sistema di riscaldamento.

Per la distribuzione dell'energia termica in tutta la casa il più delle volte si utilizzano tali soluzioni:

  • aumentare il diametro dei tubi dell'impianto di riscaldamento;
  • installazione della pompa nell'impianto di riscaldamento, che è già presente.

Il primo metodo è efficiente e pratico, ma richiede notevoli costi finanziari e fisici, dal momento che è necessario smantellare tutti i vecchi tubi e sostituirli con quelli nuovi. L'installazione di una pompa di circolazione nell'impianto di riscaldamento garantisce non solo gli stessi indicatori di temperatura in tutta la casa, ma impedisce anche il verificarsi di inceppamenti nel traffico aereo, che causano una cattiva circolazione del liquido di raffreddamento. Inoltre, il costo di installazione di una piccola pompa è molto più basso rispetto alla sostituzione delle tubature per l'intero sistema di riscaldamento e anche lo sforzo fisico sarà notevolmente inferiore.

Design e principio di funzionamento della pompa di circolazione

Le pompe di circolazione sono progettate per la circolazione forzata di acqua calda in sistemi di riscaldamento chiusi. La pompa è costituita da un alloggiamento in acciaio inossidabile e un rotore o motore in acciaio avvitato, la girante è fissata all'albero motore, contribuendo al rilascio del refrigerante. Il lavoro della pompa contribuisce al motore elettrico. Una pompa installata nel sistema di riscaldamento aspira l'acqua da un lato e la getta nella tubazione a causa della forza centrifuga che si verifica quando la girante ruota. La pressione generata dalla pompa non dovrebbe essere un problema per far fronte alla resistenza idraulica della tubazione, del radiatore e di altri elementi del sistema.

Tipi di pompe di circolazione

Di norma, le pompe per il riscaldamento sono divise in due tipi:

Nel progetto "pompa a secco", il rotore non interagisce con il liquido di raffreddamento, la sua area di lavoro è separata dal motore elettrico da speciali anelli di tenuta in acciaio inossidabile. All'avviamento, questi anelli iniziano a ruotare l'uno verso l'altro e una sottile pellicola d'acqua posizionata tra gli anelli sigilla la connessione a causa delle diverse pressioni nell'impianto di riscaldamento e nell'ambiente esterno. L'efficienza di una pompa di circolazione del rotore a secco diventa 80%. Inoltre, è abbastanza rumoroso rispetto alla pompa "bagnata", quindi dovrebbe essere installato in una stanza separata, ben insonorizzata.

A loro volta, le pompe "a secco" sono divise in tre tipi: verticale, orizzontale e blocco. Nelle pompe di circolazione "a secco" orizzontali, l'ugello di aspirazione si trova sulla parte anteriore dell'albero e lo scarico è sul corpo. Il motore è montato orizzontalmente. Nelle pompe verticali, gli ugelli si trovano sullo stesso asse e il motore elettrico è posizionato verticalmente. L'acqua calda entra nella pompa di blocco nella direzione dell'asse e viene visualizzata radialmente. Quando una pompa "a secco" è in funzione, è necessario controllare la polverosità della stanza, poiché può causare turbolenze di polvere e altre piccole particelle solide, che possono danneggiare la superficie degli anelli di tenuta e, di conseguenza, la tenuta della pompa. Vale la pena ricordare che una pompa "a secco" richiede la presenza di un liquido come lubrificante, poiché, in sua assenza, il rischio di distruzione della tenuta meccanica aumenta in modo significativo.

Le pompe di circolazione "bagnate" sono diverse da "a secco" in quanto il rotore insieme alla girante sono immersi nel refrigerante, che svolge contemporaneamente il ruolo di lubrificante e refrigerante. Il rotore e lo statore sono separati da uno speciale "vetro" in acciaio inossidabile, che garantisce la tenuta della parte del motore elettrico sotto tensione. Per un sistema di riscaldamento, l'alloggiamento della pompa "umido" dovrebbe preferibilmente essere in bronzo o ottone e il rotore dovrebbe essere in ceramica. Rispetto alle pompe "a secco", quelle a umido sono meno impegnative in termini di manutenzione e riparazione, inoltre, il loro rumore è molto inferiore. Tuttavia, vi è un segno negativo, l'efficienza della pompa "bagnata" è di circa il 50%. Ciò è dovuto al fatto che il rivestimento che separa il refrigerante e lo statore è quasi impossibile da sigillare. Le pompe di circolazione "bagnate" sono utilizzate principalmente nel riscaldamento domestico, poiché tali prestazioni per sistemi di riscaldamento di piccola lunghezza sono abbastanza sufficienti.

Come scegliere un riscaldamento della pompa di circolazione

La prima cosa a cui prestare attenzione quando si sceglie una pompa di circolazione è la sua potenza. Vale la pena ricordare che per il riscaldamento di alta qualità non è necessario scegliere una pompa grande con troppa potenza. Creerà solo rumore inutile, sarà molto più costoso e non è necessario in quanto tale.

Per scegliere un dispositivo di riscaldamento, è necessario fare un calcolo esatto della potenza della pompa di circolazione, in modo ottimale per la tua casa. Per fare questo, è necessario conoscere i seguenti parametri: diametro del tubo, temperatura dell'acqua, pressione della testa del refrigerante, portata e capacità della caldaia.

È importante sapere quanti litri di acqua possono passare attraverso l'impianto di riscaldamento al minuto (potenza della caldaia). Inoltre, è necessario calcolare la quantità di acqua necessaria per il normale funzionamento del radiatore e gli anelli del sistema di riscaldamento.

Anche la potenza della pompa di circolazione dipende direttamente dalla lunghezza della tubazione. Di norma, circa 10 m di conduttura richiedono circa 0,5 m di testa della pompa.

Per calcolare il flusso di refrigerante, è sufficiente equipararlo ai parametri della potenza della caldaia. Ad esempio, se la potenza della caldaia è di 25 kW, la portata del refrigerante è di 25 l / min. Una batteria da 15 kw richiede 15 l / min di acqua. Vale anche la pena ricordare che più stretto è il gasdotto, maggiore sarà la resistenza sul percorso del refrigerante.

Calcolo della portata della pompa di circolazione per il riscaldamento

Qualsiasi pompa di circolazione ha un numero di indicatori, per i quali viene determinata la sua prestazione. Il principale sono la pressione e il flusso. Questi parametri si riflettono nel passaporto tecnico.

La portata della pompa di riscaldamento è calcolata dalla formula:

dove N è la potenza della caldaia, t1, t2 è la temperatura che lascia la fonte di calore (nella maggior parte dei casi 90-95 gradi) e si trova nella pipeline di circolazione (per lo più -60-70 gradi), rispettivamente.

Allo stesso modo, la pressione della pompa di riscaldamento viene calcolata, secondo gli standard europei, per 1 metro quadrato di una casa privata, è richiesta una potenza di 100 W.

Schemi di installazione della pompa di circuito

Esistono due schemi tipici per l'installazione di una pompa di circolazione: un tubo, due tubi.

Il primo schema è caratterizzato da una portata costante del refrigerante e una piccola caduta di temperatura, e il secondo, al contrario, da una portata variabile e da un calo di temperatura elevato.

Le seguenti figure mostrano gli schemi di collegamento della pompa di circolazione del riscaldamento, dove: 1 è una caldaia, 2 è una valvola automatica, 3 è una valvola termostatica, 4 è un radiatore, 5 è una valvola di bilanciamento, 6 è un vaso di espansione, 7 è una valvola, 8 è un filtro, 9 è pompa di circolazione, 10 manometri, 11 - valvola di sicurezza.

Installazione della pompa di circolazione - fasi e importanti sfumature di installazione

Prima di installare la pompa di circolazione, studiare attentamente le istruzioni e lo schema elettrico. È importante tenere conto del fatto che il sistema di riscaldamento dovrà essere sottoposto a manutenzione di volta in volta, quindi deve avere un approccio a se stesso.

Per cominciare, scaricare tutto il fluido di riscaldamento dal sistema, quindi, se necessario, pulire la tubazione. L'installazione della pompa e la catena funzionale delle valvole vengono eseguite secondo lo schema elettrico. Al termine dell'installazione, l'impianto di riscaldamento viene riempito d'acqua, quindi l'aria in eccesso viene rimossa dalla pompa aprendo la vite centrale. Va notato che l'aria deve essere rimossa prima di ogni accensione della pompa di circolazione.

Dopo aver acquistato la pompa di riscaldamento, procedono alla determinazione del luogo di installazione. Si consiglia di installare una pompa di circolazione sul tubo di ritorno, davanti alla caldaia. Il fatto è che alla sommità della caldaia l'aria potrebbe eventualmente accumularsi e se la pompa è installata sulla rete di alimentazione, la estrae dalla caldaia, con la conseguenza che si può creare un vuoto che porterà alla bollitura di questa parte della caldaia. Se la pompa viene posizionata davanti alla caldaia, il liquido di raffreddamento verrà inserito all'interno di esso, in conseguenza del quale non verrà creato spazio aereo e la caldaia sarà completamente riempita. Inoltre, con questa installazione, la pompa di circolazione funzionerà a temperature più basse, il che aumenterà la sua durata.

Nell'area selezionata dell'installazione della pompa viene eseguito un cosiddetto bypass (bypass), necessario in caso di guasto della pompa o di interruzione dell'elettricità, l'intero sistema di riscaldamento non smette di funzionare e il refrigerante passa attraverso la tubazione principale a causa di valvole aperte. Va ricordato che il diametro del bypass del tubo deve essere inferiore al diametro della condotta principale. Dopo che il bypass è pronto, procedere all'installazione della pompa di circolazione.

È importante ricordare che l'albero della pompa di circolazione deve essere installato orizzontalmente, altrimenti solo una parte di essa sarà nell'acqua, cioè la pompa perderà circa il 30% della sua capacità e, nel peggiore dei casi, l'area di lavoro potrebbe diventare inutilizzabile.

Inoltre, l'installazione prevede la posizione superiore della morsettiera.

Su entrambi i lati dell'attrezzatura di pompaggio, installare le valvole a sfera. Ne avrai bisogno in seguito per la manutenzione e lo smantellamento delle attrezzature di pompaggio.

Il sistema deve necessariamente includere un filtro progettato per proteggere il meccanismo da piccole particelle meccaniche che possono causare danni significativi alla pompa.

Una valvola manuale o automatica deve essere installata sulla parte superiore della tubazione di bypass, necessaria per rilasciare le prese d'aria che si verificano dopo un certo periodo.

Per evitare il flusso arbitrario di acqua nel sistema di riscaldamento nell'area di ingresso-uscita della pompa è necessario fissare le valvole di intercettazione.

Quando si monta l'albero del motore, è necessario assicurarsi che la scatola sia ruotata assialmente con il minimo sforzo. Per un sistema di riscaldamento aperto, è anche necessario fornire un serbatoio di espansione.

I nodi di collegamento devono essere trattati con sigillante, che aumenterà le prestazioni dell'intero sistema di riscaldamento

Per rendere più semplice il processo di installazione della pompa e per evitare la necessità di cercare connessioni e dispositivi di fissaggio da soli, trova un dispositivo speciale nei negozi con rezbami plug-in pre-assemblato.

Il numero di pompe di circolazione richieste dipende dalla lunghezza della tubazione. Ad esempio, se la lunghezza del tubo è di circa 80 metri, sarà sufficiente installare una pompa, ma se l'area metrica supera questa cifra, è necessario utilizzare due o più pompe di circolazione del riscaldamento.

Il prezzo dell'installazione della pompa di ricircolo del riscaldamento dipende completamente dal modello dell'apparecchiatura stessa, dalla complessità dei tubi di by-pass e, naturalmente, dal numero di circuiti delle condotte.

Cause della rottura delle pompe di calore circolanti

Le cause più comuni di guasti delle pompe di calore:

  • installazione errata della pompa

L'albero motore deve essere posizionato rigorosamente in orizzontale, altrimenti potrebbe verificarsi un accumulo di aria nella pompa, che danneggerebbe il dispositivo.

  • posizione errata del modulo terminale o del percorso dei cavi
  • ignorando la procedura di recupero della pompa
  • pulizia di bassa qualità del sistema da particelle solide

Vale la pena ricordare che tutti i malfunzionamenti della pompa di circolazione richiedono competenze e conoscenze specifiche, quindi la riparazione delle apparecchiature di riscaldamento è meglio affidare ai professionisti.

Installazione di una pompa per il riscaldamento: come installare l'attrezzatura di pompaggio

La pompa di circolazione aumenta l'efficienza del sistema di riscaldamento autonomo, consente l'utilizzo al 100% di tutti i circuiti di riscaldamento.

L'installazione professionale della pompa per il riscaldamento garantisce alte prestazioni, riduce il rumore del lavoro e riduce i costi di manutenzione e riparazione.

Nomina di una pompa di calore

In precedenza, le pompe del tipo circolatorio venivano utilizzate solo in sistemi di riscaldamento centralizzati e, per la costruzione di abitazioni private, il movimento naturale del refrigerante causato dalle differenze di temperatura era la norma.

Ora la circolazione obbligatoria è applicata ovunque grazie alla comparsa di modelli compatti ed economici progettati per servire le reti di riscaldamento di piccole case e cottage.

A causa dell'aumento della velocità di movimento del refrigerante nella tubazione, l'energia termica viene consegnata ai radiatori più velocemente, rispettivamente, e gli ambienti vengono riscaldati più velocemente. Il carico sulla caldaia è diminuito, perché anche l'acqua è stata riscaldata più velocemente.

La necessità di installare ingombranti e sconvenienti tubazioni di grande diametro è scomparsa, è diventato più facile mascherare i contorni sotto il rivestimento del pavimento o essere sepolti nelle pareti.

Il principale svantaggio delle pompe per gli impianti di riscaldamento è la loro dipendenza dall'elettricità. Se l'alimentazione è intermittente o c'è il rischio di un'interruzione completa della corrente per un certo periodo, è necessario installare un generatore elettrico di riserva o almeno un sistema di riserva.

Gli svantaggi rimanenti riguardano il design e la funzionalità di dispositivi di diversi tipi. Ad esempio, unità monoblocco e dispositivi con rotore a secco sono più rumorosi e richiedono una manutenzione costante, e una pompa con rotore bagnato è esigente per la qualità del refrigerante e ha una limitazione di pressione.

Criteri per la corretta selezione delle attrezzature

Tutti gli sforzi di installazione saranno ridotti a zero se si sceglie l'attrezzatura sbagliata. Per non essere confusi, è necessario prima analizzare tutti i lati di un sistema di riscaldamento specifico e fare i calcoli necessari.

Principali tipi di pompe

Per caratteristiche di progettazione, tutti i dispositivi sono suddivisi in 2 categorie: con un rotore bagnato e asciutto. Per le case private adatto opzione "bagnato" tipo. È compatto, quasi silenzioso e ha una struttura modulare comoda per la manutenzione e la riparazione.

Ma, sfortunatamente, non differisce nelle alte prestazioni: la massima efficienza dei modelli moderni raggiunge il 52-54%.

Le unità con rotore a secco sono produttive, senza pretese per la qualità del liquido di raffreddamento, in grado di lavorare ad alta pressione e non richiedono una posizione rigorosamente orizzontale sul tubo. Tuttavia, sono più rumorosi e il loro lavoro è accompagnato da vibrazioni. Molti modelli sono montati su una fondazione o su un telaio di supporto metallico.

Per l'installazione di modelli di console, monoblocco o "In-line", è necessario un locale separato - un locale caldaia. Si consiglia di usarli quando il consumo è superiore a 100 m³ / h, cioè per servire gruppi di cottage o condomini.

Panoramica delle specifiche tecniche

Quando si sceglie una pompa, assicurarsi di studiare le specifiche tecniche e confrontarle con i requisiti del sistema di riscaldamento.

Indicatori importanti come:

  • testa che copre le perdite idrauliche nel circuito;
  • prestazione - il volume di acqua o flusso per un certo intervallo di tempo;
  • temperatura di esercizio del liquido di raffreddamento, max e min - per i modelli moderni in media + 2 ºС... +110 ºС;
  • potenza - tenendo conto delle perdite idrauliche la potenza meccanica prevale sull'utile.

Anche i dettagli strutturali sono importanti, ad esempio il diametro di ingresso / uscita dei tubi. Per i sistemi di riscaldamento, i parametri medi sono 25 mm e 32 mm.

Un esempio di unità per l'allestimento di una rete di abitazioni di 100 m² è una pompa UPS Grundfos con un raccordo per tubo da 32 mm, una capacità di 62 l / se un peso di 3,65 kg. Il dispositivo compatto e silenzioso in ghisa non è udibile nemmeno dietro una partizione sottile e la sua potenza è sufficiente per trasportare liquidi al 2 ° piano.

Le pompe con elettronica integrata consentono di trasferire rapidamente le apparecchiature in una modalità più comoda, a seconda delle variazioni di temperatura o di pressione nella rete. I dispositivi automatici sono dotati di display digitali che forniscono le massime informazioni sul funzionamento della pompa: temperatura, resistenza, pressione, ecc.

Requisiti di installazione per una pompa di circolazione

Ci sono un certo numero di regole che regolano l'installazione di una pompa di circolazione nell'impianto di riscaldamento a livello legislativo. Parte delle regole stabilite in SNiP 2.04.05 "Riscaldamento...". Ad esempio, si riferisce alla priorità della circolazione forzata nelle reti di riscaldamento.

Quasi tutti i requisiti sono giustificati dall'efficienza del sistema nel suo complesso e del dispositivo di circolazione in particolare. Ad esempio, l'albero di un dispositivo con rotore bagnato deve essere installato sul tubo in modo orizzontale orizzontalmente in modo che non si verifichino prese d'aria all'interno e le parti della pompa non si usurino in anticipo.

In ogni caso è necessario un filtro contro sporco e particelle abrasive, anche quando si installano modelli monolitici. Il refrigerante filtrato causerà molto meno danni alle parti della pompa rispetto al liquido con sabbia e sedimenti.

Il pozzetto è installato con un tappo verso il basso nella direzione del movimento dell'acqua per ridurre la resistenza e facilitare la manutenzione del sistema.

Alcune regole sono dettate dai produttori. Ad esempio, era consuetudine installare vecchi modelli di determinati marchi esclusivamente sul tubo di ritorno, poiché non potevano resistere alle alte temperature.

Ora le pompe sono diventate più universali e possono essere installate in qualsiasi luogo adatto, ma con l'osservanza dei parametri di potenza.

Analisi della tecnologia di installazione

Il processo di installazione si svolge rapidamente, quindi per il fissaggio della custodia è necessario fissare due dadi a testa cilindrica. È molto conveniente per ulteriori interventi di manutenzione e riparazione. Ma prima dell'installazione è necessario scegliere il posto giusto per l'installazione, altrimenti la pompa funzionerà a intermittenza o presto fallirà.

Schemi di pompa di collegamento nella rete

Scegliendo uno degli schemi, è necessario tenere conto del tipo di impianto di riscaldamento, modello di caldaia e facilità di manutenzione. La prima opzione è la più comune: la pompa è montata sul "tubo di ritorno", in base al quale il refrigerante raffreddato viene restituito alla caldaia. L'acqua calda non agisce in modo così aggressivo sulle parti del dispositivo, quindi dura più a lungo.

La seconda opzione viene utilizzata se per qualche motivo non è possibile installare una pompa sulla "linea di ritorno". Quindi viene fissato all'inizio del circuito, all'alimentazione, ma non vicino alla caldaia, ma dopo il gruppo di sicurezza.

I dispositivi moderni possono resistere facilmente alle alte temperature, ma ci sono ancora specialisti che rifiutano tale schema.

Esiste una tale variante della rete di riscaldamento come un sistema aperto con un serbatoio di espansione installato nel punto più alto del circuito.

Se si installa una pompa di circolazione, sarà possibile utilizzarla in due modi: naturale e forzato. La circolazione naturale è utile se ci sono interruzioni nell'elettricità.

Quest'ultimo schema si applica solo alle reti con caldaia a combustibile solido. La pompa in entrata non è installata a causa del pericolo di esplosione. Il fatto è che nelle caldaie a combustibile solido è impossibile fermare rapidamente il processo di riscaldamento, a causa del quale l'acqua bolle.

L'acqua bollente con vapore entra nella pompa, riduce la produttività, l'acqua raffreddata nel circuito non ha il tempo di tornare nella caldaia nella quantità richiesta - e diventa ancora più calda. Il risultato del surriscaldamento e diventa un'esplosione.

Se l'acqua raffreddata proveniente dal circuito viene riscaldata nella caldaia di riscaldamento, si verificherà condensa. Per evitare che ciò accada, l'acqua viene dapprima riscaldata in un piccolo circuito a +55 ° C, quindi la valvola termostatica commuta in modo fluido su un circuito di grandi dimensioni.

Di conseguenza, l'acqua fredda viene miscelata con la già riscaldata e "shock di temperatura" per la caldaia non si verifica.

Come sono fatti i tubi

Il legame della pompa di circolazione è l'attrezzatura necessaria per il suo corretto funzionamento, nonché per il buon funzionamento dell'intero sistema di riscaldamento.

Per prima cosa devi decidere finalmente quante pompe saranno. Per un semplice contorno, è sufficiente un dispositivo, ma con un cablaggio complesso, è possibile installare due o più dispositivi.

Se si prevede di utilizzare il sistema "pavimento caldo" in casa o installare una caldaia per riscaldamento indiretto, è meglio aumentare il numero di apparecchi a due. Se sono installate due caldaie - combustibile solido ed elettrico - sarà necessaria anche una pompa separata per ogni unità.

Come accennato in precedenza, gli elementi richiesti sono le valvole a sfera. Sono montati insieme alla pompa e, in caso di emergenza, dovranno usarli.

È necessaria anche una valvola di ritegno in ottone o ghisa in modo che il refrigerante si muova in una determinata direzione. È montato sul tubo immediatamente dopo la pompa, nella direzione del movimento dell'acqua.

Sarà necessario un filtro "sump" per impedire alle particelle solide di entrare nel corpo dello strumento. I filtri fini nei circuiti di riscaldamento non sono impostati. Se hai bisogno di acqua pulita, allora è pre-pulito prima di versare nel sistema.

Esiste il rischio che l'aria entri nella rete, quindi è necessario installare una valvola dell'aria. Può essere incluso nella modalità automatica, ma ci sono anche modelli manuali.

Dopo l'installazione di tutti i dispositivi, la pompa è collegata all'alimentazione. Un grosso errore è usare una presa normale senza messa a terra. Questa è una violazione della sicurezza e potrebbe costare la vita al momento dell'incidente.

Esistono modi più ragionevoli per alimentare:

  • attraverso bespereboynik (UPS);
  • attraverso la protezione automatica differenziale;
  • collegandosi all'automazione della caldaia.

È più semplice utilizzare un interruttore automatico: è necessario un interruttore da 8 A, contatti, fili. Ma per l'uso pratico è una soluzione molto conveniente con un termostato.

Se si prevede di installare l'UPS, è possibile collegare contemporaneamente un bespereboynik sia alla pompa che alla caldaia.

Guida di installazione rapida

Un'opzione comune è quella di montare la pompa sul bypass. Ciò è dovuto a due buoni motivi: la possibilità di uno smantellamento tempestivo o la disconnessione temporanea del dispositivo dalla rete, ad esempio, in caso di problemi con l'elettricità.

Sono disponibili varie modifiche ai gruppi pompanti finiti: per saldatura o collegamento a flangia, con posizioni per l'installazione di rubinetti o valvole, con una sezione speciale riservata alla pompa.

Ma se l'unità finita non può essere acquisita o non c'è abbastanza spazio per la sua installazione, è possibile organizzare in modo indipendente l'imbracatura di bypass e correggere tutti i dettagli nei posti a loro riservati.

Il lavoro richiede i seguenti strumenti e materiali:

  • un set di chiavi aperte o regolabili per il montaggio;
  • pinze:
  • filo di lino o stoppa;
  • Sigillante Unipak.

Normalmente i dadi americani vengono forniti con la pompa, ma anche i rubinetti, gli adattatori o gli alberi devono essere preparati. Si dovrebbe prestare attenzione a un materiale più affidabile per la produzione di rinforzo e diametro dei prodotti.

  1. Nodi di assemblaggio con gru. Due saranno posizionati sui bordi della pompa, il terzo sarà parte di un tubo dritto. È importante misurare l'area del "ritorno" per saldare accuratamente un frammento con una gru.
  2. Assemblaggio del ciclo della pompa. Il serraggio dei dadi deve essere spostato nella fase finale dell'installazione, ma per ora devono essere avvitati.
  3. Trying loop bypass. Notare il posto dei nodi di cottura nel tubo.
  4. Saldatura da affidare a un saldatore qualificato.
  5. L'assemblaggio del nodo inferiore - sulla "linea di ritorno".
  6. Collegamento della pompa all'alimentazione.

Ad esempio, l'installazione della pompa GRUNDFOS.

Come impostare la pompa di circolazione per il riscaldamento

Come installare una pompa di circolazione nell'impianto di riscaldamento - istruzioni

La necessità di auto-installazione della pompa di circolazione di fronte a molti. Le ragioni, di regola, sono due - o la caldaia non ha inizialmente una pompa nella sua composizione (e non è razionale cambiare tubi per prodotti con una grande sezione trasversale), o la sua potenza non è sufficiente per riscaldare uniformemente tutte le stanze attraverso le quali viene posato il circuito di riscaldamento.

Ad esempio, se un'estensione riscaldata (garage o altro) è stata eretta dopo la costruzione e la residenza del condominio. Come installare una pompa che fornisce la circolazione del refrigerante attraverso l'impianto di riscaldamento, cosa prevedere: ci sono molte domande durante il processo di installazione. Questo articolo fornirà risposte dettagliate ai più caratteristici di loro.

Selezione del sito di installazione della pompa

Le opinioni su questo tema sono opposte. Molti credono che l'unica soluzione corretta sia all'ingresso di una caldaia domestica, sulla cosiddetta "linea di ritorno". Sebbene i sostenitori dell'installazione di una pompa di circolazione all'uscita dell'unità sostengano che la posizione del dispositivo sul flusso renda il riscaldamento più efficiente. Chi ha ragione?

Dal punto di vista delle leggi della fisica (c'è una tale disciplina - idraulica) questo non è fondamentale. In ogni caso, la girante "pompa" il refrigerante attraverso la pompa, cioè per assicurare il movimento del fluido in un circuito chiuso. Ma tenendo conto delle peculiarità del funzionamento della caldaia domestica, la sua "reazione" a situazioni anomale che si verificano nel sistema di riscaldamento, la pompa di circolazione deve essere installata solo sul "tubo di ritorno", cioè all'ingresso dell'unità.

Perché? La pompa di circolazione è progettata per funzionare con mezzi liquidi. In caso di emergenza, il refrigerante potrebbe bollire e si formerà del vapore all'uscita della caldaia, che entrerà nell'impianto di riscaldamento. La pompa cesserà di svolgere la sua funzione, poiché la girante non è in grado di pompare fluidi gassosi. Di conseguenza, la circolazione nel circuito cesserà, causando un aumento della temperatura ancora più elevato nello scambiatore di calore. Avanti (se l'automazione non ha funzionato) - l'esplosione della caldaia. Ma se la pompa è installata sulla linea di ritorno, il rischio che il vapore "arrivi" si riduce a zero.

Conclusione - Dal punto di vista del funzionamento sicuro delle apparecchiature della caldaia, la pompa di circolazione deve essere installata solo sul "tubo di ritorno", cioè sul tubo collegato al tubo di ingresso dell'unità. Anche se il generatore di calore del modello più recente, con l'automazione più avanzata, si basa solo su di esso impraticabile. Cosa succede se si rifiuta? Dopo tutto, nessuno sosterrà che l'affidabilità del 100% non differisce, nessuno dei mezzi tecnici.

Caratteristiche e regole di installazione della pompa

Le tubazioni dell'impianto di riscaldamento sono disposte secondo diversi schemi. Per una pompa di circolazione, non c'è differenza dove è installata - sulla "corda" verticale o orizzontale. La cosa principale è che il prodotto sia collegato correttamente. È qui che viene spesso commesso l'errore tipico, consistente nel fatto che le connessioni di ingresso e uscita vengono scambiate. Come non confondere, se visivamente sono indistinguibili - né per filo, né per sezione?

Sul corpo della pompa: freccia. È chiaramente visibile Mostra la direzione del movimento del liquido di raffreddamento. Di conseguenza, la sua punta appuntita punta verso il tubo di scarico. Quindi, è necessario installare una pompa di circolazione nell'impianto di riscaldamento in modo che questo lato sia rivolto verso la caldaia. Inoltre, nel passaporto del dispositivo (ed è necessariamente allegato) viene mostrato lo schema raccomandato per la sua installazione.

Indipendentemente dall'installazione specifica della pompa (orientamento spaziale), un prerequisito è la posizione orizzontale del rotore. Questo è indicato nel passaporto.

Quando si installa la pompa di circolazione nella maggior parte dei casi, inserire il bypass. Il suo scopo è chiaro: assicurare il movimento del liquido refrigerante intorno al circuito, anche se la pompa ha fallito o deve essere temporaneamente smantellata. Ad esempio, per il servizio. E qui le opinioni divergono. Alcuni credono che la pompa sia installata correttamente sul tubo, altri - sul bypass. Di cosa è guidato?

Poiché dopo che la pompa smette di funzionare, la circolazione sarà fornita dal dispositivo installato nella caldaia o dalla differenza di temperatura (nei sistemi non volatili), è necessario creare le condizioni più favorevoli per il movimento del liquido di raffreddamento. Pertanto, quando il dispositivo è spento, deve passare attraverso il tubo, direttamente, bypassando il bypass. I disegni spiegano tutti.

Questa opzione di installazione (sul bypass) è implementata per i sistemi di riscaldamento installati sotto caldaie non volatili, ovvero come "senza flusso".

Con questa installazione della pompa, è possibile organizzare la commutazione automatica della circolazione dal bypass alla "stringa" diretta. Basta sostituire una valvola a sfera montata sul tubo, mettere una valvola di ritegno ("petalo").

Quando la pompa viene arrestata, la pressione nel sistema diminuirà, questo elemento di rinforzo si aprirà e il movimento del fluido continuerà, ma direttamente. Inoltre, il tempo di un tale interruttore è minimo, quindi questa modifica del circuito non influenzerà l'efficienza di riscaldamento e il modo di funzionamento della caldaia.

Una buona soluzione per i proprietari di edifici privati. Dopotutto, è raro che ci sia qualcuno in casa. Anche una persona che si è ritirata in un meritato riposo non si siede costantemente "entro le quattro mura", ma è assente in vari casi. Questo è tutto in questo momento e ci possono essere problemi con en / fornitura.

Questo schema non dovrebbe essere interpretato in modo inequivocabile, anche se ci sono opinioni che è sbagliato. In alcune caldaie, inizialmente non esiste una pompa "propria". Pertanto, dove installare acquistato - nessuna differenza. Nel circuito, progettato per la circolazione forzata, il "flusso" del refrigerante non sarà per definizione. Almeno a causa dell'assenza delle pendenze richieste dei "fili". Ciò significa che la pompa può essere posizionata direttamente sul tubo, poiché l'installazione del bypass in questo caso perde il suo significato. Ma necessariamente - tra la caldaia e il serbatoio di espansione.

La posizione del filtro di pulizia rispetto alla pompa di circolazione (altro problema controverso) dipende dalle caratteristiche del circuito di riscaldamento:

  • Se il sistema è aperto, quindi davanti al dispositivo, ma sul bypass.
  • Nei casi con caldaie a combustibile solido - prima della valvola (a 3 vie).
  • Nei sistemi di pressione "fango serbatoio" è installato prima del bypass.

Raccomandazioni per l'installazione della pompa

Questo lavoro dovrebbe essere fatto nella cosiddetta "bassa stagione". Ma se è diventato necessario installarlo durante il periodo di riscaldamento, la caldaia deve essere "attutita" e attendere fino a che la temperatura del refrigerante non cala - queste sono cose basilari che non richiedono commenti aggiuntivi.

  • Se è necessario installare il bypass, è meglio assemblarlo separatamente, installando tutti gli elementi della valvola e la pompa di circolazione. Resta solo da fare una barra laterale nel tubo.
  • La fase successiva è l'espulsione dell'aria con controllo simultaneo del sistema al fine di rilevare le perdite.

Dopo di ciò, è possibile attivare in sicurezza il circuito per lavorare con la pompa.

Consigli utili

Le pompe di circolazione sono divise in 2 gruppi, in base alle specifiche della posizione del rotore - "bagnato" e "asciutto". Qual è la differenza? Senza entrare in particolari soluzioni ingegneristiche, è sufficiente notare i pro e i contro di ogni modifica.

Con un rotore "a secco". Maggiore efficienza. Ma ci sono anche degli svantaggi: aumento del "rumore", necessità di manutenzione periodica (prima di tutto, lubrificazione delle guarnizioni) e requisiti speciali per le condizioni operative. Tali pompe di circolazione devono essere installate in stanze separate e assolutamente pulite. La spiegazione è semplice: la minima polverosità porta a una diminuzione della loro efficienza o rottura.

Raccomandazione: è consigliabile acquistare una pompa "a secco", se non c'è un analogo nella caldaia stessa, e il prodotto è l'unico dispositivo che fa circolare l'acqua attraverso i tubi dell'impianto di riscaldamento.

Con rotore bagnato. Di norma, queste pompe sono montate più spesso. Il fatto è che tutte le moderne caldaie per il riscaldamento domestico sono inizialmente dotate di un tale dispositivo (situato sotto l'involucro dell'unità), e quello appena installato funge da elemento aggiuntivo che fornisce la migliore circolazione del vettore di calore. Ad esempio, con la scelta sbagliata del modello del generatore di calore, con un aumento della lunghezza del circuito di riscaldamento, quando si installano radiatori che non sono previsti dal circuito primario.

Lo svantaggio di una tale pompa è bassa efficienza. Ma dato che non è l'unico nel sistema, questo svantaggio viene livellato, poiché non influisce in modo particolare sull'efficienza del riscaldamento. Un ulteriore vantaggio è che non è richiesta alcuna manutenzione. Tali pompe funzionano correttamente fino a quando la risorsa è completamente sviluppata, a condizione che vengano osservate le regole per la loro installazione.

Raccomandazione: se c'è già la "tua" pompa nella caldaia domestica, allora puoi tranquillamente scegliere un prodotto con un rotore "bagnato".

Come installare un riscaldamento della pompa di circolazione

Per i proprietari di case di campagna con un sistema di riscaldamento individuale, il problema della distribuzione uniforme del calore tra tutte le stanze è particolarmente rilevante. A tale scopo, installazioni di pompe di circolazione. E sorge spontanea la domanda: come installare una pompa di circolazione del riscaldamento in modo da garantire un funzionamento affidabile e senza interruzioni? In questo articolo esamineremo questo problema in dettaglio.

Indice

Motivi per l'installazione di una pompa di circolazione

Il problema standard per i proprietari di case private è la distribuzione non uniforme del calore in tutto il sistema di riscaldamento. Se in zone lontane della batteria un po 'caldo, e la caldaia bolle allo stesso tempo, quindi è necessario cercare metodi per migliorare l'efficienza dell'intero sistema di riscaldamento.

Per la distribuzione dell'energia termica in tutta la casa il più delle volte si utilizzano tali soluzioni:

  • aumentare il diametro dei tubi dell'impianto di riscaldamento;
  • installazione della pompa nell'impianto di riscaldamento, che è già presente.

Il primo metodo è efficiente e pratico, ma richiede notevoli costi finanziari e fisici, dal momento che è necessario smantellare tutti i vecchi tubi e sostituirli con quelli nuovi. L'installazione di una pompa di circolazione nell'impianto di riscaldamento garantisce non solo gli stessi indicatori di temperatura in tutta la casa, ma impedisce anche il verificarsi di inceppamenti nel traffico aereo, che causano una cattiva circolazione del liquido di raffreddamento. Inoltre, il costo di installazione di una piccola pompa è molto più basso rispetto alla sostituzione delle tubature per l'intero sistema di riscaldamento e anche lo sforzo fisico sarà notevolmente inferiore.

Design e principio di funzionamento della pompa di circolazione

Le pompe di circolazione sono progettate per la circolazione forzata di acqua calda in sistemi di riscaldamento chiusi. La pompa è costituita da un alloggiamento in acciaio inossidabile e un rotore o motore in acciaio avvitato, la girante è fissata all'albero motore, contribuendo al rilascio del refrigerante. Il lavoro della pompa contribuisce al motore elettrico. Una pompa installata nel sistema di riscaldamento aspira l'acqua da un lato e la getta nella tubazione a causa della forza centrifuga che si verifica quando la girante ruota. La pressione generata dalla pompa non dovrebbe essere un problema per far fronte alla resistenza idraulica della tubazione, del radiatore e di altri elementi del sistema.

Tipi di pompe di circolazione

Di norma, le pompe per il riscaldamento sono divise in due tipi:

Nel progetto "pompa a secco", il rotore non interagisce con il liquido di raffreddamento, la sua area di lavoro è separata dal motore elettrico da speciali anelli di tenuta in acciaio inossidabile. All'avviamento, questi anelli iniziano a ruotare l'uno verso l'altro e una sottile pellicola d'acqua posizionata tra gli anelli sigilla la connessione a causa delle diverse pressioni nell'impianto di riscaldamento e nell'ambiente esterno. L'efficienza di una pompa di circolazione del rotore a secco diventa 80%. Inoltre, è abbastanza rumoroso rispetto alla pompa "bagnata", quindi dovrebbe essere installato in una stanza separata, ben insonorizzata.

A loro volta, le pompe "a secco" sono divise in tre tipi: verticale, orizzontale e blocco. Nelle pompe di circolazione "a secco" orizzontali, l'ugello di aspirazione si trova sulla parte anteriore dell'albero e lo scarico è sul corpo. Il motore è montato orizzontalmente. Nelle pompe verticali, gli ugelli si trovano sullo stesso asse e il motore elettrico è posizionato verticalmente. L'acqua calda entra nella pompa di blocco nella direzione dell'asse e viene visualizzata radialmente. Quando una pompa "a secco" è in funzione, è necessario controllare la polverosità della stanza, poiché può causare turbolenze di polvere e altre piccole particelle solide, che possono danneggiare la superficie degli anelli di tenuta e, di conseguenza, la tenuta della pompa. Vale la pena ricordare che una pompa "a secco" richiede la presenza di un liquido come lubrificante, poiché, in sua assenza, il rischio di distruzione della tenuta meccanica aumenta in modo significativo.

Le pompe di circolazione "bagnate" sono diverse da "a secco" in quanto il rotore insieme alla girante sono immersi nel refrigerante, che svolge contemporaneamente il ruolo di lubrificante e refrigerante. Il rotore e lo statore sono separati da uno speciale "vetro" in acciaio inossidabile, che garantisce la tenuta della parte del motore elettrico sotto tensione. Per un sistema di riscaldamento, l'alloggiamento della pompa "umido" dovrebbe preferibilmente essere in bronzo o ottone e il rotore dovrebbe essere in ceramica. Rispetto alle pompe "a secco", quelle a umido sono meno impegnative in termini di manutenzione e riparazione, inoltre, il loro rumore è molto inferiore. Tuttavia, vi è un segno negativo, l'efficienza della pompa "bagnata" è di circa il 50%. Ciò è dovuto al fatto che il rivestimento che separa il refrigerante e lo statore è quasi impossibile da sigillare. Le pompe di circolazione "bagnate" sono utilizzate principalmente nel riscaldamento domestico, poiché tali prestazioni per sistemi di riscaldamento di piccola lunghezza sono abbastanza sufficienti.

Come scegliere un riscaldamento della pompa di circolazione

La prima cosa a cui prestare attenzione quando si sceglie una pompa di circolazione è la sua potenza. Vale la pena ricordare che per il riscaldamento di alta qualità non è necessario scegliere una pompa grande con troppa potenza. Creerà solo rumore inutile, sarà molto più costoso e non è necessario in quanto tale.

Per scegliere un dispositivo di riscaldamento, è necessario fare un calcolo esatto della potenza della pompa di circolazione, in modo ottimale per la tua casa. Per fare questo, è necessario conoscere i seguenti parametri: diametro del tubo, temperatura dell'acqua, pressione della testa del refrigerante, portata e capacità della caldaia.

È importante sapere quanti litri di acqua possono passare attraverso l'impianto di riscaldamento al minuto (potenza della caldaia). Inoltre, è necessario calcolare la quantità di acqua necessaria per il normale funzionamento del radiatore e gli anelli del sistema di riscaldamento.

Anche la potenza della pompa di circolazione dipende direttamente dalla lunghezza della tubazione. Di norma, circa 10 m di conduttura richiedono circa 0,5 m di testa della pompa.

Per calcolare il flusso di refrigerante, è sufficiente equipararlo ai parametri della potenza della caldaia. Ad esempio, se la potenza della caldaia è di 25 kW, la portata del refrigerante è di 25 l / min. Una batteria da 15 kw richiede 15 l / min di acqua. Vale anche la pena ricordare che più stretto è il gasdotto, maggiore sarà la resistenza sul percorso del refrigerante.

Calcolo della portata della pompa di circolazione per il riscaldamento

Qualsiasi pompa di circolazione ha un numero di indicatori, per i quali viene determinata la sua prestazione. Il principale sono la pressione e il flusso. Questi parametri si riflettono nel passaporto tecnico.

La portata della pompa di riscaldamento è calcolata dalla formula:

dove N è la potenza della caldaia, t1, t2 è la temperatura che lascia la fonte di calore (nella maggior parte dei casi - 90-95 gradi) e si trova nella tubazione circolante (per lo più -60-70 gradi), rispettivamente.

Allo stesso modo, la pressione della pompa di riscaldamento viene calcolata, secondo gli standard europei, per 1 metro quadrato di una casa privata, è richiesta una potenza di 100 W.

Schemi di installazione della pompa di circuito

Esistono due schemi tipici per l'installazione di una pompa di circolazione: un tubo, due tubi.

Il primo schema è caratterizzato da una portata costante del refrigerante e una piccola caduta di temperatura, e il secondo, al contrario, da una portata variabile e da un calo di temperatura elevato.

Le seguenti figure mostrano gli schemi di collegamento della pompa di circolazione del riscaldamento, dove: 1 è una caldaia, 2 è una valvola automatica, 3 è una valvola termostatica, 4 è un radiatore, 5 è una valvola di bilanciamento, 6 è un vaso di espansione, 7 è una valvola, 8 è un filtro, 9 è pompa di circolazione, 10 manometri, 11 - valvola di sicurezza.

Installazione della pompa di circolazione - fasi e importanti sfumature di installazione

Prima di installare la pompa di circolazione, studiare attentamente le istruzioni e lo schema elettrico. È importante tenere conto del fatto che il sistema di riscaldamento dovrà essere sottoposto a manutenzione di volta in volta, quindi deve avere un approccio a se stesso.

Per cominciare, scaricare tutto il fluido di riscaldamento dal sistema, quindi, se necessario, pulire la tubazione. L'installazione della pompa e la catena funzionale delle valvole vengono eseguite secondo lo schema elettrico. Al termine dell'installazione, l'impianto di riscaldamento viene riempito d'acqua, quindi l'aria in eccesso viene rimossa dalla pompa aprendo la vite centrale. Va notato che l'aria deve essere rimossa prima di ogni accensione della pompa di circolazione.

Dopo aver acquistato la pompa di riscaldamento, procedono alla determinazione del luogo di installazione. Si consiglia di installare una pompa di circolazione sul tubo di ritorno, davanti alla caldaia. Il fatto è che alla sommità della caldaia l'aria potrebbe eventualmente accumularsi e se la pompa è installata sulla rete di alimentazione, la estrae dalla caldaia, con la conseguenza che si può creare un vuoto che porterà alla bollitura di questa parte della caldaia. Se la pompa viene posizionata davanti alla caldaia, il liquido di raffreddamento verrà inserito all'interno di esso, in conseguenza del quale non verrà creato spazio aereo e la caldaia sarà completamente riempita. Inoltre, con questa installazione, la pompa di circolazione funzionerà a temperature più basse, il che aumenterà la sua durata.

Nell'area selezionata dell'installazione della pompa viene eseguito un cosiddetto bypass (bypass), necessario in caso di guasto della pompa o di interruzione dell'elettricità, l'intero sistema di riscaldamento non smette di funzionare e il refrigerante passa attraverso la tubazione principale a causa di valvole aperte. Va ricordato che il diametro del bypass del tubo deve essere inferiore al diametro della condotta principale. Dopo che il bypass è pronto, procedere all'installazione della pompa di circolazione.

È importante ricordare che l'albero della pompa di circolazione deve essere installato orizzontalmente, altrimenti solo una parte di essa sarà nell'acqua, cioè la pompa perderà circa il 30% della sua capacità e, nel peggiore dei casi, l'area di lavoro potrebbe diventare inutilizzabile.

Inoltre, l'installazione prevede la posizione superiore della morsettiera.

Su entrambi i lati dell'attrezzatura di pompaggio, installare le valvole a sfera. Ne avrai bisogno in seguito per la manutenzione e lo smantellamento delle attrezzature di pompaggio.

Il sistema deve necessariamente includere un filtro progettato per proteggere il meccanismo da piccole particelle meccaniche che possono causare danni significativi alla pompa.

Una valvola manuale o automatica deve essere installata sulla parte superiore della tubazione di bypass, necessaria per rilasciare le prese d'aria che si verificano dopo un certo periodo.

Per evitare il flusso arbitrario di acqua nel sistema di riscaldamento nell'area di ingresso-uscita della pompa è necessario fissare le valvole di intercettazione.

Quando si monta l'albero del motore, è necessario assicurarsi che la scatola sia ruotata assialmente con il minimo sforzo. Per un sistema di riscaldamento aperto, è anche necessario fornire un serbatoio di espansione.

I nodi di collegamento devono essere trattati con sigillante, che aumenterà le prestazioni dell'intero sistema di riscaldamento

Per rendere più semplice il processo di installazione della pompa e per evitare la necessità di cercare connessioni e dispositivi di fissaggio da soli, trova un dispositivo speciale nei negozi con rezbami plug-in pre-assemblato.

Il numero di pompe di circolazione richieste dipende dalla lunghezza della tubazione. Ad esempio, se la lunghezza del tubo è di circa 80 metri, sarà sufficiente installare una pompa, ma se l'area metrica supera questa cifra, è necessario utilizzare due o più circolatori di riscaldamento.

Il prezzo dell'installazione della pompa di ricircolo del riscaldamento dipende completamente dal modello dell'apparecchiatura stessa, dalla complessità dei tubi di by-pass e, naturalmente, dal numero di circuiti delle condotte.

Cause della rottura delle pompe di calore circolanti

Le cause più comuni di guasti delle pompe di calore:

  • installazione errata della pompa

L'albero motore deve essere posizionato rigorosamente in orizzontale, altrimenti potrebbe verificarsi un accumulo di aria nella pompa, che danneggerebbe il dispositivo.

  • posizione errata del modulo terminale o del percorso dei cavi
  • ignorando la procedura di recupero della pompa
  • pulizia di bassa qualità del sistema da particelle solide

Vale la pena ricordare che tutti i malfunzionamenti della pompa di circolazione richiedono competenze e conoscenze specifiche, quindi la riparazione delle apparecchiature di riscaldamento è meglio affidare ai professionisti.

Articoli correlati

Come installare una pompa di circolazione

Le pompe di circolazione sono installate in impianti di riscaldamento a circolazione forzata o naturale. È necessario aumentare il trasferimento di calore e poter regolare la temperatura nella stanza. Installare una pompa di circolazione non è il compito più difficile, se hai un minimo di abilità, puoi farlo da solo, con le tue mani.

Cos'è una pompa di circolazione e a cosa serve?

Una pompa di circolazione è un dispositivo che modifica la velocità di un mezzo liquido senza modificare la pressione. Negli impianti di riscaldamento è previsto un riscaldamento più efficiente. Nei sistemi a circolazione forzata, è un elemento indispensabile, nei sistemi gravitazionali, può essere impostato se è necessario aumentare la potenza termica. L'installazione di una pompa di circolazione a più velocità consente di modificare la quantità di calore trasferito in base alla temperatura esterna, mantenendo così una temperatura stabile nella stanza.

Pompa di circolazione del rotore bagnata

Esistono due tipi di unità simili: con un rotore asciutto e uno bagnato. I dispositivi con rotore a secco hanno un'alta efficienza (circa l'80%), ma sono molto rumorosi e richiedono una manutenzione regolare. Le unità con rotore bagnato lavorano quasi in silenzio, con la normale qualità del vettore di calore in grado di pompare acqua senza guasti per più di 10 anni. Hanno un'efficienza inferiore (circa il 50%), ma le loro caratteristiche sono più che sufficienti per riscaldare qualsiasi casa privata.

Dove mettere

Si consiglia di installare una pompa di circolazione dopo la caldaia, prima del primo ramo, ma sui tubi di alimentazione o di ritorno è tutto uguale. Le unità moderne sono realizzate con materiali che normalmente tollerano temperature fino a 100-115 ° C. Esistono pochi sistemi di riscaldamento che funzionano con un refrigerante più caldo, perché le considerazioni di una temperatura più "confortevole" sono insostenibili, ma se sei così calmo, inserisci la linea di ritorno.

È possibile inserire il ritorno o il tubo dritto dopo / prima della caldaia al primo ramo

Non c'è differenza nell'idraulica - la caldaia e il resto del sistema, non fa differenza se c'è una pompa nella linea di alimentazione o di ritorno. Ciò che conta è la correttezza dell'installazione, nel senso della reggiatura, e il corretto orientamento del rotore nello spazio. Il resto non ha importanza.

Nel luogo di installazione c'è un punto importante. Se nell'impianto di riscaldamento ci sono due rami separati - sull'ala destra e sinistra della casa o sul primo e secondo piano - ha senso mettere un'unità separata su ciascuno, e non uno comune - immediatamente dopo la caldaia. E su questi rami rimane la stessa regola: subito dopo la caldaia, prima della prima ramificazione in questo circuito di riscaldamento. Ciò darà l'opportunità di impostare le condizioni termiche richieste in ciascuna delle parti della casa indipendentemente dalle altre e anche in case a due piani per risparmiare sul riscaldamento. Come? A causa del fatto che il secondo piano è di solito molto più caldo rispetto al primo piano e richiede molto meno calore. Se ci sono due pompe in un ramo che sale, la velocità del refrigerante è impostata molto meno, e questo consente di bruciare meno carburante e senza pregiudizio per il comfort della vita.

Esistono due tipi di sistemi di riscaldamento: a circolazione forzata e naturale. I sistemi con circolazione forzata non possono funzionare senza una pompa, funzionano con uno naturale, ma in questa modalità hanno un trasferimento di calore inferiore. Tuttavia, una minore quantità di calore è ancora molto meglio della sua assenza, perché nelle aree in cui l'elettricità viene spesso interrotta, il sistema è progettato come idraulico (a circolazione naturale), e quindi viene pompata la pompa. Questo dà alta efficienza e affidabilità del riscaldamento. È chiaro che l'installazione di una pompa di circolazione in questi sistemi presenta differenze.

Tutti i sistemi di riscaldamento con riscaldamento a pavimento sono forzati - senza una pompa, il refrigerante non passa attraverso circuiti così grandi

Circolazione forzata

Poiché il sistema di riscaldamento a circolazione forzata senza pompa è inutilizzabile, viene installato direttamente nella fessura del tubo di alimentazione o di ritorno (a scelta).

La maggior parte dei problemi con la pompa di circolazione derivano dalla presenza di impurità meccaniche (sabbia, altre particelle abrasive) nel liquido di raffreddamento. Sono in grado di bloccare la girante e arrestare il motore. Pertanto, davanti all'unità è necessario inserire un colino per il filtro.

Installazione della pompa di circolazione nel sistema con circolazione forzata

È anche auspicabile installare valvole a sfera su entrambi i lati. Daranno l'opportunità di sostituire o riparare il dispositivo senza scaricare il liquido di raffreddamento dal sistema. Sovrapporre i rubinetti, rimuovere l'unità. Solo la parte dell'acqua che era direttamente in questo pezzo del sistema viene drenata.

Circolazione naturale

Il legame della pompa di circolazione nei sistemi a gravità ha una differenza significativa: è necessario un bypass. Questo è un ponticello che rende operativo il sistema quando la pompa non è in funzione. Sul bypass mettere una valvola di intercettazione a sfera, che è chiusa, sempre mentre il pompaggio funziona. In questa modalità, il sistema funziona come una forza.

Schema di installazione della pompa di circolazione nel sistema a circolazione naturale

Quando l'elettricità si interrompe o l'unità si guasta, viene aperto il rubinetto sul ponticello, il rubinetto che porta alla pompa è chiuso, il sistema funziona come un sistema gravitazionale.

Caratteristiche di installazione

C'è un punto importante, senza il quale l'installazione della pompa di circolazione richiederà una rilavorazione: è necessario ruotare il rotore in modo che sia diretto orizzontalmente. Il secondo punto è la direzione del flusso. Sul corpo c'è una freccia che indica in quale direzione deve scorrere il refrigerante. Quindi srotolare l'unità in modo che la direzione del movimento del liquido di raffreddamento sia "nella direzione della freccia".

La pompa stessa può essere installata sia orizzontalmente che verticalmente, solo quando si seleziona un modello, si può verificare che funzioni in entrambe le posizioni. E ancora una cosa: con una disposizione verticale, la potenza (pressione generata) diminuisce di circa il 30%. Questo deve essere considerato quando si sceglie un modello.

Connessione di alimentazione

Le pompe di circolazione funzionano dalla rete 220. La connessione è standard, è auspicabile una linea di alimentazione separata con interruttore automatico. La connessione richiede tre fili: fase, zero e terra.

Il collegamento elettrico della pompa di circolazione

La connessione alla rete stessa può essere organizzata utilizzando prese e spine a tre punte. Questo metodo di connessione viene utilizzato se la pompa viene fornita con un cavo di alimentazione collegato. Può anche essere collegato tramite morsettiera o direttamente via cavo ai terminali.

I terminali si trovano sotto il coperchio di plastica. Lo rimuoviamo, avendo svitato diversi bulloni, troviamo tre connettori. Di solito sono firmati (le icone sono contrassegnate con N - il filo neutro, L - la fase e la "terra" ha una designazione internazionale), è difficile sbagliare.

Dove collegare il cavo di alimentazione

Poiché l'intero sistema dipende dall'efficienza della pompa di circolazione, ha senso fare un'alimentazione di backup - per installare uno stabilizzatore con batterie collegate. Con un sistema di alimentazione di questo tipo, tutto funzionerà per diversi giorni, dal momento che la pompa stessa e l'automazione della caldaia "tirano" l'elettricità a un massimo di 250-300 watt. Ma quando si organizza è necessario calcolare tutto e scegliere la capacità delle batterie. Lo svantaggio di un tale sistema è la necessità di garantire che le batterie non vengano scaricate.

Come collegare il circolatore all'elettricità attraverso uno stabilizzatore

Ciao La mia situazione è che la pompa 25 x 60 si trova immediatamente dopo la caldaia elettrica per 6 kW, quindi la linea dal tubo da 40 mm va al bagno (ci sono tre radiatori in acciaio) e torna alla caldaia; dopo la pompa, una diramazione in alto, poi 4 m, in basso, ha squillato la casa di 50 metri quadrati. attraverso la cucina, poi attraverso la camera da letto, dove è raddoppiata, poi la sala, dove triplica e scorre nella caldaia; nella vasca da bagno un ramo di 40 mm, esce dal bagno, entra nel 2 ° piano della casa di 40 metri quadrati. m. (ci sono due radiatori in ghisa) e ritorna al bagno nel ritorno; non c'era calore al secondo piano; l'idea di installare una seconda pompa nel bagno al flusso dopo il ramo; La lunghezza totale della tubazione è di 125 m. La soluzione è corretta?

L'idea è corretta: il percorso è troppo lungo per una pompa.

Top