Categoria

News Della Settimana

1 Pompe
Armatura per il riscaldamento
2 Carburante
Schema di riscaldamento di una casa privata di 2 piani
3 Carburante
Riscaldamento a effetto serra in policarbonato
4 Carburante
Istruzioni per riscaldare le pareti della casa di legno dall'interno
Principale / Caminetti

Installazione del gruppo di sicurezza della caldaia in un sistema di riscaldamento chiuso


Le reti di riscaldamento chiuse di case private sono isolate dal contatto con l'atmosfera e necessitano quindi di protezione da picchi di pressione di emergenza. Questa funzione viene eseguita dal gruppo di sicurezza della caldaia, che protegge l'unità termica e le tubazioni dell'impianto di riscaldamento a pressione dalla distruzione. Dal nostro materiale imparerai che cos'è questo importante elemento dello schema, come installarlo e collegarlo correttamente con le tue mani.

Dispositivo di gruppo e principio di funzionamento

Di norma, l'articolo fabbricato in fabbrica viene venduto come assemblaggio e comprende 4 parti:

  • collettore orizzontale in ottone (meno comunemente acciaio inossidabile o metallo "ferroso" verniciato) con quattro fili interni da ½ "(DN 15) e ¾" (DN 20);
  • manometro progettato per pressioni fino a 6 bar;
  • sfiato automatico;
  • valvola di scarico
Collegamento al riscaldamento - DN 20

Il manometro, lo spandiconcime e la valvola sono avvitati in piccoli raccordi (½ "), di grandi dimensioni (¾") per collegare il gruppo di sicurezza all'impianto di riscaldamento.

Una sfumatura importante. Una valvola automatica dell'aria è sempre davanti o vicino all'ingresso. Lo scopo di tale installazione è di facilitare il rilascio di aria dalla rete di calore fornendogli il percorso diretto più breve.

Il principio del gruppo è molto semplice: ogni dettaglio ha una funzione di sicurezza separata:

  1. Il manometro aiuta il proprietario della casa a controllare la pressione durante l'iniezione del liquido di raffreddamento e durante il funzionamento della caldaia.
  2. La valvola di sicurezza garantisce il funzionamento sicuro dell'impianto di riscaldamento e, cosa più importante, protegge il generatore di calore da un'esplosione a causa di un aumento della pressione superiore alla norma.
  3. Lo scopo della presa d'aria è chiaro dal nome. Rimuove automaticamente l'aria che entra nella linea di calore quando è riempita o durante il funzionamento.
  4. Il raccoglitore combina le parti in un unico elemento.

Indipendentemente dal tipo di caldaia utilizzata - combustibile solido, gas o diesel - il gruppo di sicurezza per il riscaldamento è sempre collocato in un sistema chiuso che funziona con sovrapressione. Se nel circuito viene utilizzato un vaso di espansione di tipo aperto, l'installazione del nostro elemento perde il suo significato: l'aria esce attraverso il serbatoio e la pressione nei tubi è uguale alla pressione atmosferica.

Con un circuito aperto le funzioni di protezione vengono eseguite dalla capacità di espansione.

Regole di installazione

L'attrezzatura per caldaie è la parte più costosa della rete di riscaldamento e il suo punto debole. Giudicate voi stessi: la maggior parte delle unità sono progettate per funzionare a una pressione non superiore a 3 Bar, mentre la soglia massima dei tubi di plastica è di 10 Bar e radiatori in ghisa - 7 Bar. Questo è il primo motivo per cui il dispositivo di sicurezza si trova sempre sul tubo di alimentazione vicino al riscaldatore, proteggendo quest'ultimo dalla distruzione in caso di sovratensione di emergenza.

Per riferimento. Ci sono modelli economici di generatori di calore a combustibile solido, fatti di metallo sottile. Affinché le loro pareti non scoppino alle giunture, la valvola deve funzionare a 1,5-2 bar nel sistema.

Lo schema convenzionalmente non mostra valvole, vaso di espansione e pompa di circolazione.

Poiché la caldaia produce calore, la temperatura dell'acqua nella sua giacca è la più alta. È qui che il vapore viene generato per la prima volta durante il surriscaldamento di emergenza. Per deviare rapidamente la miscela di acqua e vapore in espansione verso l'esterno, entrambe le valvole di scarico devono essere posizionate accanto al generatore di calore, come mostrato sopra nello schema elettrico.

Forniremo alcuni consigli su come installare e connettere correttamente il gruppo di sicurezza alla caldaia:

  1. Luogo di installazione: tubo di alimentazione all'uscita dell'unità di riscaldamento.
  2. La distanza massima tra la fonte di calore e il dispositivo di sicurezza è di 50 cm.
  3. Sulla sezione del tubo che collega il generatore di calore con l'elemento, non è consentito installare rubinetti o raccordi a T con un ramo al serbatoio di espansione della membrana. Su questo segmento dell'autostrada non dovrebbe esserci nulla.
  4. La sezione specificata della pipeline è di metallo. Polipropilene, metallo plastico e polietilene reticolato possono essere deformati dal vapore.
  5. La posizione della presa d'aria è rigorosamente verticale.
  6. Collegare un tubo flessibile alla valvola di sicurezza, la cui estremità deve essere diretta in una bottiglia di plastica trasparente o direttamente sul pavimento.

L'installazione di una gru di fronte al GB è giustificata nell'unico caso: hai acquistato un prodotto di bassa qualità a basso costo, le valvole perdono, non funzionano e così via. Per non svuotare tutti i tubi con radiatori per la sostituzione, installare temporaneamente una valvola, ma rimuovere la maniglia della farfalla dall'asta.

Consiglio. Non abbassare il tubo dalla valvola della caldaia a combustibile solido alla fogna. Se la miccia funziona in tua assenza e torna alla normalità, non ci sarà traccia. Un'altra cosa: le macchie sul pavimento o l'acqua nella bottiglia, che indica un'emergenza (surriscaldamento).

Le caldaie che bruciano legna e carbone sono spesso dotate di un raccordo speciale per il montaggio di un gruppo di valvole con un manometro, che sarà menzionato nella documentazione del prodotto. In questa situazione, non è necessario cercare un sito di installazione separato. Per ulteriori informazioni sull'installazione dell'unità di sicurezza, vedere il video:

Installazione di macchine automatiche fatte in casa

I prodotti di qualità di noti produttori sono piuttosto costosi. Ad esempio, il costo di un gruppo di sicurezza per caldaie del marchio italiano Icma è di 40-43 anni. e Se acquisti componenti dello stesso produttore e assemblati autonomamente, il prezzo sarà notevolmente inferiore:

  • valvola di sicurezza - 6 at. e.;
  • manometro - 10 anni e.;
  • sfiato automatico - 5 at. e.;
  • ragno in ottone DN 15 come collettore - 2.2. e.

Importo totale per un gruppo di sicurezza raccolto da solo, - 23.2 anni. e., il vantaggio è ovvio.

Quando si scelgono i componenti, assicurarsi di tenere in considerazione il parere del nostro esperto, basato su molti anni di pratica:

  1. Non perseguire convenienza assoluta quando si acquistano valvole di sicurezza. I prodotti cinesi iniziano a fuoriuscire dopo la prima attivazione o non alleggeriscono affatto la pressione.
  2. Manometri "vieni" dal Medio Regno spesso mentono. Se il dispositivo sottovaluta le letture quando il sistema è pieno di liquido di raffreddamento, dopo il riscaldamento, la pressione nella rete salterà a livello critico e si verificherà un incidente.

Costruisci un blocco fatto in casa

  • Selezionare la valvola di sicurezza in base alla pressione operativa della caldaia specificata nella scheda tecnica.
  • Non comprare una presa d'aria ad angolo, solo diretta. Il primo crea una maggiore resistenza all'aria in uscita.
  • La croce dovrebbe essere fatta di ottone di alta qualità con pareti spesse. Quando si sceglie, confrontare il peso delle parti economiche e costose sul palmo della mano e sentire la differenza.
  • Per riferimento. La grande maggioranza dei generatori di calore a gas e legna funzionano con una pressione massima dell'acqua di 3 Bar. Fanno eccezione i riscaldatori cilindrici di Stropuva a combustione lunga (max - 2 Bar) e le caldaie economiche con pareti sottili (max - 1,5 Bar).

    Montare un gruppo di sicurezza casalingo è piuttosto semplice. Avvitare lo spargitore d'aria nel terminale superiore della croce e installare un manometro e una valvola di sicurezza sul lato in qualsiasi ordine. Inserire l'elemento finito nella tubazione accanto alla caldaia secondo lo schema (vedere nella sezione precedente).

    Se si desidera proteggere il riscaldamento del combustibile solido il più possibile, prestare attenzione alle valvole di sfogo termico. Funzionano in tandem con il gruppo principale e, in caso di surriscaldamento, scaricano il liquido di raffreddamento dalla camicia dell'acqua della caldaia, che scorre all'interno di acqua fredda dal sistema di alimentazione dell'acqua. I tipi di prodotto e gli schemi elettrici sono descritti nella nostra pubblicazione precedente.

    Protezione per scaldabagno

    Anche le caldaie a riscaldamento indiretto e gli apparecchi elettrici di tipo cumulativo che preparano l'acqua per le necessità domestiche richiedono protezione. In questo caso, il pericolo è rappresentato da picchi di pressione nel sistema di alimentazione dell'acqua e dall'espansione del liquido nel serbatoio dal riscaldamento. Per evitare perdite dal serbatoio, sulla rete idrica è installato un gruppo di sicurezza della caldaia, costituito dalle seguenti parti:

    • corpo in ottone;
    • valvola di ritegno che non consente all'acqua di defluire dal serbatoio nel tubo;
    • valvola di sicurezza, abbassamento della pressione in eccesso;
    • valvola a sfera per chiudere la linea dell'acqua calda.
    Gruppo di sicurezza dello scaldacqua di accumulo dal marchio VALTEC

    Inoltre, le caldaie a riscaldamento indiretto sono dotate di una valvola di sfogo aria automatica montata nella parte superiore del serbatoio e di un misuratore della temperatura dell'ago. Il manometro è messo sull'unità facoltativamente.

    conclusione

    Non è sempre necessario acquistare e installare un gruppo di sicurezza per uno schema di riscaldamento chiuso. La maggior parte delle caldaie a gas a parete sono dotate di questa automazione dalla fabbrica, che si riflette nel manuale di istruzioni del prodotto. Allo stesso tempo, alcuni produttori di generatori di calore a base di legno forniscono queste parti con i loro prodotti, anche se dovranno essere installati separatamente.

    Gruppo di sicurezza di riscaldamento: dispositivo, principio di funzionamento, regole di selezione e installazione

    Una persona non può rimanere fisicamente nel locale caldaia per tutto il tempo per monitorare lo stato della linea di riscaldamento, gli indicatori di temperatura e il livello di pressione del riscaldatore. I principali assistenti in questa materia sono i dispositivi aggiuntivi che monitorano automaticamente il funzionamento del sistema.

    Il gruppo di sicurezza del riscaldamento è il collegamento più importante responsabile per il funzionamento senza problemi.

    Dispositivo di sicurezza

    Le ragioni principali per il guasto del sistema di caldaia del tipo chiuso - aumento della pressione o eccessivo riempimento della tubazione con refrigerante, cioè acqua. Lo scambiatore di calore della caldaia è il primo dispositivo che reagisce a tali deviazioni, quindi non riesce.

    Perché può accadere un incidente?

    Per prevenire tali guasti nel sistema di riscaldamento, viene utilizzato un blocco di sicurezza. Con il suo aiuto, si ottiene la pressione richiesta dal vettore di calore nella caldaia, nelle tubazioni e nelle batterie.

    Al momento di una quantità eccessiva di pressione, l'eccesso del vettore termico riscaldato viene lasciato cadere.

    Emergenze emergenti, come il surriscaldamento di una caldaia ad acqua calda, portano ad un aumento della pressione nella linea. Questo processo diventa una conseguenza del superamento della temperatura standard del vettore termico.

    Nel processo di riscaldamento, il fluido tende ad espandersi, che il sistema di riscaldamento di tipo chiuso non è progettato per - non vi è alcuna riserva aggiuntiva in esso.

    La conseguenza dell'aumento della pressione è il guasto degli elementi della caldaia o la rottura della linea. Per controllare la pressione e se si verifica una situazione potenzialmente pericolosa, sarà necessario montare il gruppo di sicurezza da regolare al valore ottimale.

    Strutturalmente, il dispositivo è formato dai seguenti moduli: sfiato automatico, manometro e valvola di sicurezza. Tutti questi dispositivi sono montati in un alloggiamento in acciaio zincato con connettori filettati, con o senza isolamento termico.

    Presa d'aria (Crane Mayevsky)

    Nella maggior parte dei casi, la valvola dell'aria automatica per il sistema di sicurezza è in ottone. Le bolle d'aria nel sistema di riscaldamento appaiono a causa di tali fattori:

    • riempimento iniziale della linea di riscaldamento con un liquido;
    • installazione di guarnizioni in gomma di scarsa qualità o usura;
    • blocco da depositi corrosivi all'interno del gasdotto;
    • ricaricare l'acqua;
    • installazione errata o messa in servizio dell'impianto di riscaldamento, ecc.

    L'acqua che entra nel circuito di riscaldamento contiene molto ossigeno che, attraverso il riscaldamento, inizia ad espandersi formando dei tappi per l'aria. A causa della loro formazione, la pressione aumenta e la velocità di circolazione del refrigerante rallenta.

    Pertanto, è consigliabile installare un dispositivo automatico per lo scarico dell'aria, che è caratterizzato da facilità d'uso - non ha bisogno di essere regolato con la partecipazione umana.

    Il principio del dispositivo dipende interamente dalle caratteristiche del progetto. Un dispositivo automatico è costituito da un canale e una valvola. Il secondo elemento è responsabile della rimozione di aria in eccesso. Se non c'è pressione in eccesso nella tubazione, il galleggiante si trova nella posizione sollevata e la valvola a spillo si trova nella posizione "chiusa".

    Al momento della formazione della camera di equilibrio, il galleggiante cadrà e il bilanciere aprirà la valvola - questo è il modo in cui l'aria viene rilasciata dal sistema. Dopo aver rimosso l'eccesso, il galleggiante tornerà alla sua posizione iniziale e la valvola verrà nuovamente chiusa.

    Manometro - un indicatore accurato della pressione

    Il funzionamento del misuratore è progettato per misurare la pressione nel sistema di riscaldamento. Questo dispositivo è progettato per ottenere, testare e regolare rapidamente il livello di indicatori consentito.

    La sua caratteristica principale è la definizione di dati accurati. Al secondo posto è una qualità come l'affidabilità. Alcuni sono importanti e le dimensioni del quadrante per facilitare la visualizzazione delle indicazioni.

    Ogni meccanismo di commutazione ha la sua inesattezza nella misurazione. Questo errore è sparso come segue: ai bordi della scala ha un valore massimo, al centro - il minimo.

    Per ogni meccanismo di riscaldamento nella documentazione di accompagnamento è prescritto il livello massimo di pressione ammissibile che può sopportare.

    Le barre o le atmosfere sono utilizzate come unità di misura nei manometri. Tuttavia, la prima misurazione era diffusa.

    Le barre hanno un valore intermedio e il più vicino possibile alle atmosfere fisiche e tecniche:

    • 1 bar = 10,197 m di colonna d'acqua o 0,1 MPa
    • Atmosfera tecnica (1 at) = 10 m di colonna d'acqua
    • Atmosfera fisica (1 atm) = 10,33 m di colonna d'acqua

    Il valore atmosferico 1,5 è la pressione standard nelle tubazioni dei sistemi di riscaldamento domestici. Pertanto, un manometro con un massimo (fine della scala) di 4 atmosfere sarà sufficiente per una caldaia domestica.

    Caratteristiche della valvola di sicurezza

    Nell'impianto di riscaldamento, la valvola di sicurezza svolge un ruolo importante. Questo è un dispositivo di protezione progettato per generatori di calore. La funzione principale: l'eliminazione dei carichi (cadute) in caso di situazioni non pianificate.

    Questo problema è più rilevante per i sistemi dotati di una caldaia a vapore. Tuttavia, ci può essere una maggiore pressione a causa di tali problemi:

    1. A causa di un malfunzionamento nel funzionamento dell'automazione, il volume del liquido di raffreddamento può superare la velocità consentita.
    2. Il rapido aumento della temperatura nel circuito.

    È anche caratteristica di questo dispositivo di regolare il flusso del vettore di calore nella linea di riscaldamento. Questa è una costruzione stampata costituita da un corpo in ottone, dotato di due parti: una membrana e una molla in acciaio.

    Di norma, al momento del funzionamento del fusibile per normalizzare il lavoro di riscaldamento, è necessario rimuovere circa 100 g del fluido riscaldato.

    A causa della flessibilità del primo elemento, viene stabilito il coefficiente di pressione necessario che agisce sulla membrana. Di conseguenza, la parete della membrana chiude il passaggio verso l'esterno. Modificando il grado di compressione della molla nel cancelletto di sicurezza, le funzioni del meccanismo di protezione nell'impianto di riscaldamento sono regolate.

    È necessario regolare il meccanismo di protezione in modo che l'indicatore di pressione massima possibile sia superiore del 15% rispetto all'operatore. Il processo di regolazione della valvola viene eseguito ogni anno alla vigilia del periodo di riscaldamento.

    La capacità del dispositivo è controllata dalla sua apertura forzata. È necessario farlo con una certa periodicità in modo che il meccanismo di scarico non si ostruisca dai vari sedimenti mentre si trova in posizione non lavorativa.

    Il principio di funzionamento dell'unità di sicurezza

    Il gruppo di sicurezza opera secondo uno schema estremamente semplice, in cui ciascuno dei moduli è responsabile dell'estrazione delle norme di determinati indicatori in un locale caldaia privato:

    1. Grazie al comodo manometro, l'utente può monitorare le letture della pressione al momento del riempimento della linea con liquido di raffreddamento, nonché durante il funzionamento della caldaia.
    2. La valvola di sicurezza protegge il generatore di calore da cadute di pressione critiche.
    3. La funzionalità principale della presa d'aria si basa sul rilascio automatico dell'aria che entra nella tubazione durante il suo riempimento iniziale o durante il funzionamento.

    Tutti i moduli di sicurezza sono rappresentati da un singolo collegamento e sono dotati di un caso speciale: il raccoglitore.

    A condizione che il serbatoio di espansione di tipo aperto sia utilizzato nel layout del locale caldaia, l'installazione del gruppo di sicurezza non ha senso - la pressione nella conduttura è atmosferica e l'aria in eccesso lascia il sistema attraverso la capacità del serbatoio.

    Regole di selezione delle attrezzature

    Per ogni modello dell'unità di protezione nella documentazione allegata i parametri prescritti per i quali è stato progettato. I principali criteri che influenzano la scelta del dispositivo:

    • caratteristiche termo-tecniche della caldaia per la quale l'unità è progettata, kW;
    • temperatura massima del liquido di raffreddamento, ° C;
    • pressione nominale;
    • compatibilità del vettore di calore - acqua, vapore o antigelo;
    • diametro del filo di collegamento - se c'è un disallineamento, sarà sufficiente acquistare gli adattatori del diametro richiesto.

    La corretta scelta della potenza della sicurezza garantisce una protezione affidabile della caldaia contro qualsiasi malfunzionamento del circuito di riscaldamento.

    Valutazione di modelli popolari

    Tra le aziende manifatturiere impegnate nello sviluppo di valvole di sicurezza, possiamo individuare aziende così famose: Watts e Valtec.

    Il marchio Watts è famoso per un vasto assortimento di dispositivi per l'impianto di riscaldamento, tra i quali l'unità di sicurezza occupa un posto importante. La serie KSG presenta vari dispositivi per un corpo filettato, diversi per dimensioni (da standard a compatto) e materiale di produzione:

    Inoltre, alcuni modelli sono completi di coperture isolanti. Per le unità della gamma KSG, l'apparecchiatura è dotata di una valvola di sicurezza progettata per una pressione critica di 3 bar.

    L'installazione nella linea di riscaldamento avviene tramite un connettore con un diametro di 1 pollice con una filettatura femmina.

    La società Valtec non è inferiore alla qualità dei suoi prodotti rispetto al marchio precedente. L'azienda ha presentato linee di apparecchi per caldaie e serbatoi di espansione - rispettivamente serie VT 460 e VT 495.

    La gamma di modelli VT 460 è progettata per funzionare con unità di riscaldamento domestiche con una capacità fino a 44 kW, con una pressione massima di 3 bar.

    Tuttavia, i prezzi dei dispositivi ready-made sono tutt'altro che economici, quindi è consigliabile chiamare una soluzione per assemblare autonomamente tale unità.

    Assembliamo l'unità di sicurezza da soli

    Nella produzione della unità di sicurezza non dovrebbe essere difficile. Per avviare il processo è necessario preparare i seguenti moduli e strumenti:

    • valvola di scarico;
    • manometro;
    • aerazione;
    • strappare;
    • chiavi a gas;
    • due quadrati con una connessione filettata del tipo esterno e interno;
    • montaggio;
    • croce;
    • adattatori;
    • sigillante;
    • lino sanitario per sigillare e sigillare giunti.

    Inizialmente, i quadrati devono essere avvitati nella traversa. Per unire saldamente, i fili di lino vengono avvitati sul filo in senso orario e la distribuzione del compattatore sulla superficie deve essere la stessa.

    Un sottile strato di sigillante viene applicato sopra i fili. Quindi, usando una chiave inglese, torcere i quadrati nella traversa perpendicolarmente l'una all'altra.

    Ora è necessario installare un manometro, una valvola di sicurezza e una presa d'aria. Se le parti hanno diametri diversi, vengono utilizzati adattatori appropriati. Dopo l'assemblaggio finale di tutti i moduli, il meccanismo dovrebbe essere controllato sotto pressione - il dispositivo non dovrebbe perdere e tutte le parti dovrebbero essere in condizioni di funzionamento.

    Collegamento al sistema di riscaldamento

    Prima di tutto, è necessario determinare correttamente il luogo di installazione del gruppo di sicurezza. Ci sono determinati requisiti che devono essere seguiti:

    • dovrebbe essere una sezione orizzontale del gasdotto accanto al generatore di calore;
    • sulla linea di alimentazione dopo la caldaia;
    • In alcune caldaie è prevista l'installazione di un blocco di sicurezza direttamente sull'unità stessa, sulla parte superiore del generatore di calore è presente un connettore speciale;
    • la distanza dal riscaldatore all'unità di protezione non deve superare 1,5 metri, meno è possibile;
    • per un tubo che scorre verticalmente verso l'alto dalla caldaia, ad esempio, al piano successivo, è necessario dotare la diramazione. Questo viene fatto con l'aiuto di un angolo in modo tale che il gruppo di sicurezza possa essere posizionato su un piano orizzontale e le unità sembrino "a testa alta";
    • per una caldaia molto potente, potrebbe essere necessario dotare un'altra unità di protezione.

    Una regola molto importante da eseguire è che le valvole tra il gruppo di sicurezza e la caldaia non siano montate. Sarebbe consigliabile installare un blocco protettivo prima del primo rubinetto situato sulla linea.

    Vale la pena controllare tempestivamente l'operabilità della valvola di sicurezza. Questa procedura viene eseguita utilizzando il seguente metodo: dopo l'installazione, aprire il cappuccio nella direzione indicata dalla freccia sul dispositivo.

    Dopo l'installazione del dispositivo di protezione, è necessario verificare il corretto funzionamento di tutti i moduli. Per avviare l'operazione della presa d'aria è necessario svitare il tappo superiore e spurgare l'aria. Ora il coperchio viene riportato nella posizione iniziale, tuttavia, il dispositivo deve rimanere socchiuso.

    Video utile sull'argomento

    Come assemblare un gruppo di sicurezza per il riscaldamento con le tue mani:

    Regole per l'installazione di un modulo di sicurezza:

    Collegamento del gruppo di sicurezza al tubo di alimentazione in polipropilene:

    Molti credono che il nodo di protezione appartiene a dispositivi comuni e la sua installazione non è obbligatoria. Tuttavia, la negligenza di questo problema non sarà in grado di proteggere l'unità di riscaldamento e l'impianto di riscaldamento stesso dalla rottura a causa di un brusco aumento di pressione, che è un fenomeno piuttosto frequente in un circuito chiuso.

    Gruppo di sicurezza per la caldaia: appuntamento e connessione fai-da-te

    Durante il funzionamento del sistema di riscaldamento, vi è la probabilità di situazioni di emergenza che portano ad un aumento della pressione. Per prevenire la rottura di tubi, perdite di valvole o guasti di altri dispositivi, viene stabilito un gruppo di sicurezza per il riscaldamento. Consente di controllare la pressione e, in caso di raggiungimento di valori pericolosi, produce uno scarico di emergenza del liquido di raffreddamento.

    In questo articolo descriveremo in dettaglio che cos'è il gruppo di sicurezza della caldaia, perché è necessario e come funziona, quale modello scegliere tra quelli disponibili sul mercato e come farlo da solo, e come installarlo correttamente.

    Scopo e principio di funzionamento

    Qualsiasi sistema di riscaldamento è sotto pressione. Esiste una gamma di valori sicuri in cui ogni sistema di riscaldamento correttamente configurato e funzionante dovrebbe passare attraverso i cicli di riscaldamento e raffreddamento. Per le case di campagna di pochi piani, questo è di solito 1-2 bar. A valori superiori, i riscaldatori, ad esempio, come la caldaia universale a combustibile solido "Wirbel" EKO, possono guastarsi.

    Foto 1: aspetto del gruppo di sicurezza e assegnazione di elementi

    In caso di emergenza, ad esempio, come il surriscaldamento di una caldaia ad acqua calda, la pressione nel sistema inizia ad aumentare. Ciò è dovuto al fatto che il liquido di raffreddamento viene riscaldato oltre la temperatura consentita. Come sapete, il liquido si espande quando viene riscaldato e poiché non vi è alcuna riserva per l'espansione di emergenza in un sistema di riscaldamento chiuso, la pressione del fluido termovettore aumenta. Di conseguenza, ciò può causare la rottura di tubi, danni alla caldaia o altri elementi.

    Per controllare la pressione e ripristinarla in caso di incidente sui valori di sicurezza, serve il gruppo di sicurezza della caldaia di riscaldamento. Diamo un'occhiata a come è organizzato e quali blocchi è costituito da:

    Presa d'aria automatica

    L'aria nell'impianto di riscaldamento è altamente indesiderabile. La sua presenza nel refrigerante porta all'emergere di un fenomeno così spiacevole come la cavitazione. Contribuisce al guasto prematuro di vari elementi e al rumore durante il funzionamento. Tuttavia, l'aria entra inevitabilmente nella fase di riempimento, mescolandosi con il refrigerante. Inoltre, a temperature elevate del liquido di raffreddamento in esso si formano naturalmente delle bolle di vapore. Al fine di ridurre l'aerazione e hanno bisogno di uno sfiato.

    manometro

    Con esso, il proprietario può monitorare visivamente la pressione nel sistema. Spesso, per comodità di controllo, vengono applicate ulteriori scale, indicando i limiti della pressione di esercizio e i suoi valori minimi e massimi.

    Valvola di sicurezza

    Scarica il liquido di raffreddamento, riducendo la pressione nel sistema. Tipicamente, le valvole con un valore di soglia di 3 bar sono installate sul gruppo di sicurezza, che corrisponde alla pressione di esercizio massima consentita dei moderni dispositivi di riscaldamento, come ad esempio una caldaia "Start" automatica su pastiglie di combustibile. La direzione di scarico del liquido di raffreddamento è solitamente indicata sul corpo da una freccia. È necessario verificare periodicamente l'operabilità della valvola, aprendola forzatamente con una maniglia speciale. Se è senza lavoro per molto tempo, vari depositi possono intasare i suoi meccanismi e non funzionerà al momento giusto.

    Suggerimento: è necessario fornire un ugello speciale con un tubo sul foro per lo scarico. La seconda estremità deve essere posizionata nella bottiglia. Ciò ti consentirà, tramite la presenza di liquido nel serbatoio, di capire se la valvola è scattata in tua assenza o meno.

    Tutti e tre i dispositivi sono solitamente montati su una comune consolle in acciaio o cast con un foro di collegamento comune con un diametro di 1 pollice. Per isolare una superficie calda, molti produttori coprono parti in metallo con una copertura protettiva in poliuretano.

    Torna al sommario

    Valutazione di modelli popolari

    Tra le aziende che producono accessori di sicurezza per i locali caldaie, due produttori godono di particolare popolarità. Considereremo i loro prodotti:

    Gruppo di sicurezza "Watts"

    L'azienda Watts produce una vasta gamma di elementi del sistema di riscaldamento, tra cui i gruppi di sicurezza della serie KSG per il riscaldamento delle caldaie. Nella linea ci sono modelli su una console in acciaio, ottone fuso o ghisa, standard e compatta. Alcuni blocchi sono dotati di coperture protettive isolanti.

    Foto 2: Caldaie di riscaldamento Watts Safety serie KSG

    Tutti i modelli della serie Watts KSG hanno una valvola di sicurezza che funziona ad una pressione di 3 bar. Il collegamento al sistema di riscaldamento avviene tramite un foro con un diametro di 1 pollice con filettatura interna. La gamma di modelli è progettata per funzionare con caldaie ad acqua con una capacità da 50 a 200 kW. I prezzi per il modello "Watts" KSG sono nella gamma da 2 000 a 6 000 rubli.

    Valtec Security Group

    Valtec è anche un rinomato produttore di dispositivi di protezione per impianti di riscaldamento. Produce gruppi di sicurezza per entrambe le caldaie (VT 460) e serbatoi di espansione (VT 495) montati su una consolle a parete vuota.

    Foto 3: gruppo di sicurezza Valtec VT 460 per riscaldamento di caldaie

    Il gruppo di sicurezza "Valtec" VT 460 è realizzato in un corpo compatto in ottone ed è progettato per caldaie, caldaie e sistemi di acqua calda. Il modello è progettato per funzionare con dispositivi di riscaldamento domestici con una capacità fino a 44 kW e una pressione massima di 3 bar, ad esempio la caldaia per riscaldamento a legna Motor Sich. In media, un tale dispositivo può essere acquistato per 1700 rubli.

    Come potete vedere, i prezzi degli accessori di sicurezza sono tutt'altro che bassi, motivo per cui molti si fanno le proprie mani. Questo processo non è affatto complicato, quindi è possibile assemblare un gruppo di sicurezza da soli a casa.

    Torna al sommario

    Assembliamo un gruppo di sicurezza con le nostre mani

    Prima di iniziare a creare un gruppo di sicurezza, è necessario acquistare i componenti necessari e preparare gli strumenti e i materiali. Quindi, per il lavoro di cui abbiamo bisogno:

    Foto 4: parti e strumenti di sicurezza fai-da-te

    • valvola di sicurezza;
    • manometro;
    • aerazione;
    • due angoli con filo interno ed esterno;
    • croce;
    • il capezzolo;
    • adattatori;
    • due chiavi del gas;
    • lino;
    • agente di tenuta.

    L'assemblaggio di un gruppo di sicurezza inizia con il collegamento degli angoli alla traversa. Per fare ciò, piccoli fili di lino vengono avvitati sulla connessione filettata in senso orario, coprendo uniformemente la superficie della filettatura. Quindi un piccolo strato di sigillante viene applicato sopra il lino e gli angoli vengono avvitati nella traversa l'uno di fronte all'altro usando le chiavi. Dopo questo, un manometro, una valvola di sfiato e una valvola di sicurezza vengono installati utilizzando la stessa tecnologia. Per l'unione di parti di diametri diversi vengono utilizzati adattatori.

    Dopo aver assemblato un gruppo di sicurezza, dovrebbe essere controllato sotto pressione per le perdite e l'operazione di tutti i suoi elementi. Il costo totale dell'unità in casa è circa 2 volte inferiore rispetto agli analoghi di fabbrica.

    Per ulteriori informazioni sul processo del gruppo di sicurezza autoreferenziale, vedere il seguente video:

    Installazione nel sistema di riscaldamento

    Dopo aver acquistato un gruppo di sicurezza o averlo creato con le tue mani, devi assemblarlo correttamente. Per evitare errori comuni, dovresti tenere a mente alcuni punti fondamentali:

    1. Nelle caldaie a parete, il gruppo di sicurezza è già installato, quindi non è necessario installarne un altro. Se sei un felice proprietario di una caldaia a parete, il produttore l'ha già installato per te.

    Il gruppo di sicurezza è installato sulla linea di alimentazione a una distanza di un metro e sopra il livello della caldaia di riscaldamento.

    Nota: non installare alcuna valvola di arresto tra la caldaia e il gruppo di sicurezza. Questo non dovrebbe essere fatto per il motivo che in caso di emergenza si interromperà la fornitura e l'unità non sarà in grado di svolgere le sue funzioni.

  • Almeno una volta al mese è necessario verificare l'operatività della valvola automatica. Come risultato di lunghi tempi di inattività senza lavoro, può diventare intasato e non funzionare al momento giusto.
  • Foto 5: installazione di un gruppo di sicurezza nell'impianto di riscaldamento Torna al sommario Conclusioni

    Gruppo di sicurezza - l'elemento più importante del sistema di riscaldamento. Dovrebbe osservare rigorosamente le regole della sua installazione e monitorare le prestazioni dei suoi elementi. In caso di emergenza, questo piccolo elemento eviterà il guasto di vari elementi del sistema di riscaldamento e le loro costose riparazioni.

    Condizioni per l'equipaggiamento del locale caldaia

    La tendenza a un aumento costante del prezzo dei normali tipi di carburante e alcune condizioni in base alle quali non è possibile utilizzare i tipi tradizionali di energia (gas naturale, elettricità) porta alla ricerca di tipi alternativi di combustibile per la costruzione di sistemi di riscaldamento. L'installazione in una casa privata o nelle aree di produzione di impianti di riscaldamento basati su una caldaia a combustibile solido risolve molti problemi. Ad esempio, a costi elevati di consegna o incapacità di realizzare gas naturale o profilando la produzione di lavorazione del legno, il combustibile solido è un tipo prioritario per il riscaldamento degli ambienti. Molto spesso, i sistemi di riscaldamento basati su una caldaia a combustibile solido vengono utilizzati per riscaldare case private, cottage e cottage. Questo tipo di riscaldamento ha un vantaggio nelle imprese in aree difficili da raggiungere dove non ci sono gasdotti, così come nelle industrie legate alla lavorazione del legno, i cui rifiuti possono essere utilizzati come combustibile.

    La caldaia a combustibile solido viene utilizzata per il riscaldamento di case private e di aziende in cui non è possibile condurre il gas.

    I combustibili solidi comprendono il legno, compresa la legna da ardere, i rifiuti di legno e trucioli, le torce di torba, il carbone e la polvere di carbone. Le moderne caldaie a combustibile solido hanno un'efficienza di circa l'80%, un livello così elevato si ottiene controllando automaticamente la combustione del carburante nel serbatoio. Tali condizioni consentono di prolungare il processo di combustione del combustibile di legna fino a 12 ore e carbone di alta qualità - fino a 20 ore.

    La progettazione di caldaie a combustibile solido create in modo tale da preservare il calore prodotto. L'efficienza energetica si ottiene utilizzando un tubo dell'acqua che assorbe calore dal sistema lungo l'intera lunghezza delle doppie pareti della caldaia, attraverso cui passa l'aria prima di entrare nella camera di combustione, e un isolamento termico di alta qualità intorno alla caldaia.

    Condizioni per l'equipaggiamento del locale caldaia e apparecchi per l'impianto di riscaldamento

    Quando si installa l'impianto di riscaldamento, è necessario considerare i seguenti requisiti:

    Per creare un locale caldaia, è necessario un locale separato riscaldato in cui la caldaia e il combustibile si troveranno liberamente.

    • per una caldaia a combustibile solido è necessario un locale separato per il locale caldaia, nel quale si troveranno la caldaia e l'alimentazione del combustibile;
    • il locale caldaia deve essere riscaldato (temperatura minima nella stanza + 5 ° C) e avere aperture per l'aspirazione dell'aria per garantire l'ingresso dell'aria;
    • la dimensione del locale caldaia deve essere sufficiente a fornire uno spazio tra la caldaia e le pareti dietro la caldaia e ai lati di almeno 500 mm per i requisiti di sicurezza antincendio e almeno 1 m davanti alla caldaia per facilitare la manutenzione;
    • Lo schema di installazione della caldaia deve tenere conto della connessione della caldaia al camino per rimuovere i prodotti della combustione del carburante, dovrebbe essere progettato per legare la caldaia con polipropilene per collegare l'attrezzatura necessaria per fornire refrigerante al sistema di riscaldamento e per riscaldare l'acqua calda per le esigenze domestiche;
    • i radiatori devono essere installati con una piccola angolazione, questo eviterà l'accumulo di aria e la necessità di soffiarlo successivamente manualmente.

    Il design di una caldaia a combustibile solido è realizzato in modo da preservare il più possibile il calore.

    La reggia della caldaia e il collegamento al supporto del calore vengono effettuati dopo l'installazione della caldaia e l'installazione del camino, di regola i radiatori sono montati in parallelo. L'alimentazione del refrigerante raffreddato viene effettuata nella parte inferiore della caldaia e il riscaldato viene rimosso dalla parte superiore. Lo schema deve essere progettato in modo che la pompa di circolazione fornisca l'acqua raffreddata nel sistema alla caldaia e non prelevi l'acqua calda dalla caldaia. La fascetta della caldaia in polipropilene deve essere montata in modo da essere facilmente mantenuta.

    Inoltre, qualsiasi schema per il collegamento degli impianti di riscaldamento deve contenere un serbatoio di espansione, un gruppo di alimentazione del sistema con refrigerante, un bypass gravitazionale della pompa di circolazione, un gruppo di dispositivi di sicurezza e consumatori di calore (radiatori, riscaldatori di calore). È opportuno tenere conto della presenza di termometri sulla rete idrica e sul tubo di ritorno e sul regolatore di tensione.

    Il collegamento del serbatoio di espansione consente di mantenere la pressione di esercizio nell'impianto di riscaldamento. La capacità del serbatoio dovrebbe essere - per i sistemi idrici dal 15% della capacità totale, per i sistemi antigelo dal 30% della capacità totale dell'impianto di riscaldamento.

    L'impianto di riscaldamento è composto da:
    1. Caldaia
    2. pompa di circolazione
    3. apparecchi di riscaldamento
    4. Valvola differenziale
    5. Valvole di intercettazione
    6. Serbatoio di espansione
    7. Gruppi di sicurezza

    Il gruppo di reintegro prevede la possibilità di aggiungere acqua di raffreddamento dal sistema di alimentazione dell'acqua, il montaggio dell'armatura e il collegamento di una semplice pompa sommergibile a vibrazione è destinato ad alimentare il liquido non congelante.

    Il bypass gravitazionale della pompa di circolazione è una valvola speciale che crea una minima resistenza alla circolazione dell'acqua e i bypass sono installati sul legame dei radiatori.

    Il gruppo di sicurezza è installato sul tubo di alimentazione, vicino all'uscita della caldaia nel punto più alto dell'impianto di riscaldamento, fornisce la rimozione automatica delle bolle d'aria dal liquido di raffreddamento, che protegge il sistema da eventuali danni. Tra la caldaia e il gruppo di sicurezza e il serbatoio di espansione non devono essere presenti valvole di intercettazione.

    Schema di riscaldamento approssimativo

    Il gruppo di sicurezza nel sistema di riscaldamento è un elemento molto importante. Controlla e protegge dall'accumulo di pressione.

    Per l'affidabilità del sistema di riscaldamento, è consigliabile effettuare il minor numero di connessioni e, se possibile, utilizzare transizioni omogenee.

    Schema di collegamento dell'impianto di riscaldamento.

    1. La caldaia
    2. Pompa di circolazione
    3. Posizione dei radiatori.
    4. Valvola differenziale
    5. Valvole a saracinesca
    6. Serbatoio di espansione
    7. Gruppo di sicurezza

    Nella scelta dei radiatori di riscaldamento, è necessario prendere in considerazione l'area dei locali e calcolare la potenza di una sezione del radiatore per determinare il numero di sezioni che possono effettivamente riscaldare questa stanza. Tutti i moderni tipi di radiatori sono adatti per il collegamento a un sistema di combustibile solido, la loro scelta dipende dalla qualità del vettore di calore, dalla struttura dell'edificio e dalle capacità del materiale.

    Gruppo di sicurezza, installazione fai-da-te

    Un gruppo di sicurezza è un componente necessario della connessione del sistema di riscaldamento, è importante per garantire il controllo e la protezione dall'aria e aumentare la pressione nel sistema.

    Installare un gruppo di sicurezza con le proprie mani durante il montaggio del sistema di riscaldamento non è un grosso problema. Schema di connessione del gruppo di sicurezza:

    Il gruppo di sicurezza è costituito da un manometro per la misurazione della pressione, una presa d'aria, una valvola di sicurezza.

    • manometro;
    • sfiato automatico con valvola di intercettazione;
    • valvola di sicurezza;
    • guaina termoisolante rimovibile in polipropilene espanso;
    • tubo di collegamento con isolamento termico e dadi a cappello.

    Ulteriori elementi del gruppo di sicurezza possono essere: termometri per misurare la temperatura nella stanza e all'esterno, limitatori di flusso e valvole di intercettazione e vari dettagli di connessione.

    Lo schema di connessione del gruppo di sicurezza tiene conto di possibili violazioni e minacce a tutte le apparecchiature, inclusi i radiatori. Il manometro consente di monitorare visivamente la pressione del liquido di raffreddamento. La valvola di scarico di sicurezza consente di proteggere il sistema e tutti gli elementi delle apparecchiature (caldaia, radiatori, tubazioni) da un possibile aumento di pressione superiore alla velocità massima consentita. La presa d'aria rimuove automaticamente l'aria in eccesso dal sistema.

    Quando si assembla un gruppo di sicurezza con le proprie mani, è necessario ricordare l'ordine di collegamento: dall'uscita del tubo, il manometro viene montato per primo, seguito dalla valvola di sicurezza e poi dallo sfiato automatico.

    Il gruppo di sicurezza è montato sul tubo di alimentazione dell'acqua calda, immediatamente all'uscita della caldaia. Può essere messo come elementi separati e l'intero set. Quando si collegano i singoli dispositivi, è necessario installare la valvola sopra la caldaia, che garantirà il funzionamento al momento giusto e proteggerà apparecchiature, collegamenti e radiatori da danneggiamenti e rotture.

    Il gruppo di sicurezza è di grande importanza perché garantisce la sicurezza di tutte le parti dell'impianto di riscaldamento - la caldaia, i collegamenti, i radiatori e, di conseguenza, le persone che vivono in casa.

    Gruppo di sicurezza per riscaldamento con vaso di espansione

    Un gruppo di sicurezza per il riscaldamento con un serbatoio di espansione è un insieme di elementi che proteggono l'impianto di riscaldamento dal superamento del valore di pressione massima consentito. Rimuove anche l'aria attraverso di essa.

    Perché abbiamo bisogno del principio del lavoro

    Qualsiasi sistema di riscaldamento funziona in un certo intervallo di valori di pressione. Varia a seconda del grado di riscaldamento e raffreddamento del fluido nella rete. Quando il liquido di raffreddamento si riscalda, si espande, aumentando così la pressione in esso.

    Il gruppo di sicurezza è necessario per evitare la rottura del tubo, perdite dalle valvole o guasti di altri elementi dell'impianto di riscaldamento a causa dell'alta pressione. Con l'aiuto di essa viene controllata la pressione e quando viene raggiunto il valore massimo consentito, la quantità di refrigerante richiesta viene eliminata dalla rete.

    Il gruppo di sicurezza è costituito dai seguenti elementi:

    • Valvola di emergenza (di sicurezza);
    • Presa d'aria automatica;
    • Manometro
    Schema del gruppo di sicurezza del riscaldamento

    Tutti sono collegati alla stessa base: la console. Il collegamento della console, il corpo della valvola di emergenza e la presa d'aria sono realizzati mediante stampaggio a caldo. Il cappuccio girevole sulla valvola di sicurezza è realizzato in nylon resistente al calore.

    Non ci dovrebbe essere aria in alcun sistema di riscaldamento. A causa di ciò, ci sono rumori nella rete, e anche alcuni elementi della rete, ad esempio la pompa di circolazione, falliscono più rapidamente. L'aria che entra nell'impianto di riscaldamento è inevitabile quando è piena di liquido refrigerante.

    Viene anche rilasciato dal liquido quando viene riscaldato a temperature elevate. Per rimuoverlo dal sistema, vengono utilizzate le valvole di sfogo aria automatiche.

    Con l'aiuto di un manometro, viene eseguito il controllo visivo della pressione nella rete. La valvola di emergenza scarica refrigerante dal sistema per ridurre la pressione. La direzione di scarico del fluido è indicata da una freccia sul corpo del dispositivo. Questo è necessario in modo che durante il rilascio del refrigerante non entri nella persona.

    È meglio collegare un tubo di plastica alla valvola di sicurezza e portarlo nel serbatoio. Ciò non solo renderà il suo uso più sicuro, ma aiuterà anche a monitorare il lavoro e verificare quanto il refrigerante è caduto e in condizioni di lavoro.

    La presa d'aria è una parte importante di un gruppo di sicurezza del riscaldamento.

    Se la valvola è rimasta inattiva per un lungo periodo di tempo, a causa della contaminazione può iniziare a perdere, riducendo in tal modo la pressione nella rete. Pertanto, periodicamente deve essere pulito. Per aprire la valvola, ruotare il cappuccio nella direzione della freccia.

    Diagramma di cablaggio

    Nella caldaia a pavimento, a differenza della caldaia a parete, non vi è alcuna pompa circolare incorporata, vaso di espansione e gruppo di sicurezza. Tutto ciò deve essere installato al di fuori di esso. Il tubo di alimentazione è collegato sulla parte superiore della caldaia e vi è anche installato un gruppo di sicurezza.

    Installazione corretta del gruppo di sicurezza, dove si trova a una certa distanza dalla gru e non interferisce con esso

    Tra la caldaia e il gruppo di sicurezza non dovrebbero esserci valvole, filtri o altri elementi. Ad esempio, se il rubinetto è chiuso, si verificherà un incidente.

    Il gruppo di sicurezza può essere presentato in un modulo proprietario. L'elemento principale in esso è una valvola di emergenza che rilascia la pressione. In alcuni casi, è possibile installare solo una valvola di emergenza sul tee anziché sull'intero gruppo di sicurezza.

    Molto spesso, un gruppo di sicurezza è posto immediatamente sopra la caldaia, e al momento della riduzione della pressione dalla valvola, il liquido entra nella caldaia, il che è inaccettabile se è elettrico. Pertanto, se un gruppo di sicurezza è installato sopra la caldaia, un tubo viene collegato alla valvola di emergenza e portato di lato. Sotto di esso mette la capacità di liquido.

    Schema di collegamento di un gruppo di sicurezza nell'impianto di riscaldamento con un serbatoio di espansione

    Il circuito di ritorno viene eseguito come segue (nella direzione della caldaia) - valvola di intercettazione, pompa di circolazione, coppa del filtro, seconda valvola di intercettazione, raccordo a T con rubinetto per il collegamento dell'unità di espansione e rubinetto per il riempimento della rete. Per i sistemi con uno schema così semplice, non è richiesta alcuna valvola di ritegno. Il pozzetto del filtro è montato obliquamente verso il basso. Il rotore della pompa deve essere orizzontale e la morsettiera nella posizione superiore.

    Expansomat compensa le fluttuazioni di pressione nel sistema di riscaldamento. L'acqua è riscaldata, in espansione. In modo che la pressione non venga rilasciata attraverso la valvola di emergenza, il serbatoio di espansione lo abbassa. Il volume della camera di espansione deve essere almeno 1/10 dell'intero sistema.

    Ad esempio, se il volume della caldaia è di 80 litri e l'impianto di riscaldamento è di 140 litri, il volume totale è di 220 litri. Pertanto, per un funzionamento stabile, è necessario un serbatoio di espansione da 22 litri. Gli esperti raccomandano di prendere un expanzomat più grande - 1 / 7-1 / 8 del volume dell'intero sistema.

    Serbatoio di espansione in un sistema di riscaldamento chiuso

    Come sigillante per connessioni filettate, si consiglia di utilizzare nastro FUM, lino, paste o altri mezzi di tenuta, che forniranno un collegamento stretto di tutti gli elementi anche durante i carichi pesanti.

    produttori

    La maggiore richiesta è per i gruppi di sicurezza di Valtec e Watts. I loro prodotti sono di alta qualità di lavorazione e affidabilità. Ad esempio, VT.460.0.0 di Valtec viene utilizzato per sistemi di riscaldamento con una pressione nominale fino a 10 bar. La temperatura massima di utilizzo non deve essere superiore a + 120 ° C. Vapore, acqua o liquido speciale possono essere utilizzati come trasportatori di calore.

    La valvola di emergenza ha un'impostazione fissa di 3 barre. Il corpo del gruppo di sicurezza è in ottone, nichelato. Il thread per la connessione è interno, dimensione 1 ". Il costo del gruppo VT.460.0.0 parte da 1700 rubli.

    Watts Security Groups

    Il gruppo di sicurezza WattsKSG-MS ha caratteristiche simili. Il corpo è realizzato in ottone, ma, a differenza del dispositivo precedente, si trova in un involucro termoisolante. La soglia di risposta della valvola di emergenza è di 3 bar.

    Durante l'installazione del pannello di sicurezza e di altre parti del sistema di riscaldamento, è necessario seguire scrupolosamente le istruzioni del produttore ad essi allegate. Come nel caso di un'installazione non corretta, il sistema funzionerà in modo incompleto, o un errore commesso durante l'installazione porterà al suo fallimento.

    Come collegare un gruppo di sicurezza della caldaia

    Gruppo di sicurezza per la caldaia: appuntamento e connessione fai-da-te

    1. Scopo e principio di funzionamento
    2. Valutazione di modelli popolari
    3. Assembliamo un gruppo di sicurezza con le nostre mani
    4. Installazione nel sistema di riscaldamento

    Durante il funzionamento del sistema di riscaldamento, vi è la probabilità di situazioni di emergenza che portano ad un aumento della pressione. Per prevenire la rottura di tubi, perdite di valvole o guasti di altri dispositivi, viene stabilito un gruppo di sicurezza per il riscaldamento. Consente di controllare la pressione e, in caso di raggiungimento di valori pericolosi, produce uno scarico di emergenza del liquido di raffreddamento.

    In questo articolo descriveremo in dettaglio che cos'è il gruppo di sicurezza della caldaia, perché è necessario e come funziona, quale modello scegliere tra quelli disponibili sul mercato e come farlo da solo, e come installarlo correttamente.

    Scopo e principio di funzionamento

    Qualsiasi sistema di riscaldamento è sotto pressione. Esiste una gamma di valori sicuri in cui ogni sistema di riscaldamento correttamente configurato e funzionante dovrebbe passare attraverso i cicli di riscaldamento e raffreddamento. Per le case di campagna di pochi piani, questo è di solito 1-2 bar. A valori superiori, i riscaldatori, ad esempio, come la caldaia universale a combustibile solido "Wirbel" EKO, possono guastarsi.

    Foto 1: aspetto del gruppo di sicurezza e assegnazione di elementi

    In caso di emergenza, ad esempio, come il surriscaldamento di una caldaia ad acqua calda, la pressione nel sistema inizia ad aumentare. Ciò è dovuto al fatto che il liquido di raffreddamento viene riscaldato oltre la temperatura consentita. Come sapete, il liquido si espande quando viene riscaldato e poiché non vi è alcuna riserva per l'espansione di emergenza in un sistema di riscaldamento chiuso, la pressione del fluido termovettore aumenta. Di conseguenza, ciò può causare la rottura di tubi, danni alla caldaia o altri elementi.

    Per controllare la pressione e ripristinarla in caso di incidente sui valori di sicurezza, serve il gruppo di sicurezza della caldaia di riscaldamento. Diamo un'occhiata a come è organizzato e quali blocchi è costituito da:

    Presa d'aria automatica

    L'aria nell'impianto di riscaldamento è altamente indesiderabile. La sua presenza nel refrigerante porta all'emergere di un fenomeno così spiacevole come la cavitazione. Contribuisce al guasto prematuro di vari elementi e al rumore durante il funzionamento. Tuttavia, l'aria entra inevitabilmente nella fase di riempimento, mescolandosi con il refrigerante. Inoltre, a temperature elevate del liquido di raffreddamento in esso si formano naturalmente delle bolle di vapore. Al fine di ridurre l'aerazione e hanno bisogno di uno sfiato.

    Con esso, il proprietario può monitorare visivamente la pressione nel sistema. Spesso, per comodità di controllo, vengono applicate ulteriori scale, indicando i limiti della pressione di esercizio e i suoi valori minimi e massimi.

    Valvola di sicurezza

    Scarica il liquido di raffreddamento, riducendo la pressione nel sistema. Tipicamente, le valvole con un valore di soglia di 3 bar sono installate sul gruppo di sicurezza, che corrisponde alla pressione di esercizio massima consentita dei moderni dispositivi di riscaldamento, come ad esempio una caldaia "Start" automatica su pastiglie di combustibile. La direzione di scarico del liquido di raffreddamento è solitamente indicata sul corpo da una freccia. È necessario verificare periodicamente l'operabilità della valvola, aprendola forzatamente con una maniglia speciale. Se è senza lavoro per molto tempo, vari depositi possono intasare i suoi meccanismi e non funzionerà al momento giusto.

    Suggerimento: è necessario fornire un ugello speciale con un tubo sul foro per lo scarico. La seconda estremità deve essere posizionata nella bottiglia. Ciò ti consentirà, tramite la presenza di liquido nel serbatoio, di capire se la valvola è scattata in tua assenza o meno.

    Tutti e tre i dispositivi sono solitamente montati su una comune consolle in acciaio o cast con un foro di collegamento comune con un diametro di 1 pollice. Per isolare una superficie calda, molti produttori coprono parti in metallo con una copertura protettiva in poliuretano.

    Torna al sommario

    Valutazione di modelli popolari

    Tra le aziende che producono accessori di sicurezza per i locali caldaie, due produttori godono di particolare popolarità. Considereremo i loro prodotti:

    Gruppo di sicurezza "Watts"

    L'azienda Watts produce una vasta gamma di elementi del sistema di riscaldamento, tra cui i gruppi di sicurezza della serie KSG per il riscaldamento delle caldaie. Nella linea ci sono modelli su una console in acciaio, ottone fuso o ghisa, standard e compatta. Alcuni blocchi sono dotati di coperture protettive isolanti.

    Foto 2: Caldaie di riscaldamento Watts Safety serie KSG

    Tutti i modelli della serie Watts KSG hanno una valvola di sicurezza che funziona ad una pressione di 3 bar. Il collegamento al sistema di riscaldamento avviene tramite un foro con un diametro di 1 pollice con filettatura interna. La gamma di modelli è progettata per funzionare con caldaie ad acqua con una capacità da 50 a 200 kW. I prezzi per il modello "Watts" KSG sono nella gamma da 2 000 a 6 000 rubli.

    Valtec Security Group

    Valtec è anche un rinomato produttore di dispositivi di protezione per impianti di riscaldamento. Produce gruppi di sicurezza per entrambe le caldaie (VT 460) e serbatoi di espansione (VT 495) montati su una consolle a parete vuota.

    Foto 3: gruppo di sicurezza Valtec VT 460 per riscaldamento di caldaie

    Il gruppo di sicurezza "Valtec" VT 460 è realizzato in un corpo compatto in ottone ed è progettato per caldaie, caldaie e sistemi di acqua calda. Il modello è progettato per funzionare con dispositivi di riscaldamento domestici con una capacità fino a 44 kW e una pressione massima di 3 bar, ad esempio la caldaia per riscaldamento a legna Motor Sich. In media, un tale dispositivo può essere acquistato per 1700 rubli.

    Come potete vedere, i prezzi degli accessori di sicurezza sono tutt'altro che bassi, motivo per cui molti si fanno le proprie mani. Questo processo non è affatto complicato, quindi è possibile assemblare un gruppo di sicurezza da soli a casa.

    Torna al sommario

    Assembliamo un gruppo di sicurezza con le nostre mani

    Prima di iniziare a creare un gruppo di sicurezza, è necessario acquistare i componenti necessari e preparare gli strumenti e i materiali. Quindi, per il lavoro di cui abbiamo bisogno:

    Foto 4: parti e strumenti di sicurezza fai-da-te

    • valvola di sicurezza;
    • manometro;
    • aerazione;
    • due angoli con filo interno ed esterno;
    • croce;
    • il capezzolo;
    • adattatori;
    • due chiavi del gas;
    • lino;
    • agente di tenuta.

    L'assemblaggio di un gruppo di sicurezza inizia con il collegamento degli angoli alla traversa. Per fare ciò, piccoli fili di lino vengono avvitati sulla connessione filettata in senso orario, coprendo uniformemente la superficie della filettatura. Quindi un piccolo strato di sigillante viene applicato sopra il lino e gli angoli vengono avvitati nella traversa l'uno di fronte all'altro usando le chiavi. Dopo questo, un manometro, una valvola di sfiato e una valvola di sicurezza vengono installati utilizzando la stessa tecnologia. Per l'unione di parti di diametri diversi vengono utilizzati adattatori.

    Dopo aver assemblato un gruppo di sicurezza, dovrebbe essere controllato sotto pressione per le perdite e l'operazione di tutti i suoi elementi. Il costo totale dell'unità in casa è circa 2 volte inferiore rispetto agli analoghi di fabbrica.

    Per ulteriori informazioni sul processo del gruppo di sicurezza autoreferenziale, vedere il seguente video:

    Torna al sommario

    Installazione nel sistema di riscaldamento

    Dopo aver acquistato un gruppo di sicurezza o averlo creato con le tue mani, devi assemblarlo correttamente. Per evitare errori comuni, dovresti tenere a mente alcuni punti fondamentali:

    1. Nelle caldaie a parete, il gruppo di sicurezza è già installato, quindi non è necessario installarne un altro. Se sei un felice proprietario di una caldaia a parete, il produttore l'ha già installato per te.

    Il gruppo di sicurezza è installato sulla linea di alimentazione a una distanza di un metro e sopra il livello della caldaia di riscaldamento.

    Nota: non installare alcuna valvola di arresto tra la caldaia e il gruppo di sicurezza. Questo non dovrebbe essere fatto per il motivo che in caso di emergenza si interromperà la fornitura e l'unità non sarà in grado di svolgere le sue funzioni.

  • Almeno una volta al mese è necessario verificare l'operatività della valvola automatica. Come risultato di lunghi tempi di inattività senza lavoro, può diventare intasato e non funzionare al momento giusto.
  • Foto 5: installazione di un gruppo di sicurezza nell'impianto di riscaldamento Torna al sommario Conclusioni

    Gruppo di sicurezza - l'elemento più importante del sistema di riscaldamento. Dovrebbe osservare rigorosamente le regole della sua installazione e monitorare le prestazioni dei suoi elementi. In caso di emergenza, questo piccolo elemento eviterà il guasto di vari elementi del sistema di riscaldamento e le loro costose riparazioni.

    Gruppo di sicurezza per riscaldamento con vaso di espansione

    Un gruppo di sicurezza per il riscaldamento con un serbatoio di espansione è un insieme di elementi che proteggono l'impianto di riscaldamento dal superamento del valore di pressione massima consentito. Rimuove anche l'aria attraverso di essa.

    Perché abbiamo bisogno del principio del lavoro

    Qualsiasi sistema di riscaldamento funziona in un certo intervallo di valori di pressione. Varia a seconda del grado di riscaldamento e raffreddamento del fluido nella rete. Quando il liquido di raffreddamento si riscalda, si espande, aumentando così la pressione in esso.

    Il gruppo di sicurezza è necessario per evitare la rottura del tubo, perdite dalle valvole o guasti di altri elementi dell'impianto di riscaldamento a causa dell'alta pressione. Con l'aiuto di essa viene controllata la pressione e quando viene raggiunto il valore massimo consentito, la quantità di refrigerante richiesta viene eliminata dalla rete.

    Il gruppo di sicurezza è costituito dai seguenti elementi:

    • Valvola di emergenza (di sicurezza);
    • Presa d'aria automatica;
    • Manometro

    Schema del gruppo di sicurezza del riscaldamento

    Tutti sono collegati alla stessa base: la console. Il collegamento della console, il corpo della valvola di emergenza e la presa d'aria sono realizzati mediante stampaggio a caldo. Il cappuccio girevole sulla valvola di sicurezza è realizzato in nylon resistente al calore.

    Non ci dovrebbe essere aria in alcun sistema di riscaldamento. A causa di ciò, ci sono rumori nella rete, e anche alcuni elementi della rete, ad esempio la pompa di circolazione, falliscono più rapidamente. L'aria che entra nell'impianto di riscaldamento è inevitabile quando è piena di liquido refrigerante.

    Viene anche rilasciato dal liquido quando viene riscaldato a temperature elevate. Per rimuoverlo dal sistema, vengono utilizzate le valvole di sfogo aria automatiche.

    Con l'aiuto di un manometro, viene eseguito il controllo visivo della pressione nella rete. La valvola di emergenza scarica refrigerante dal sistema per ridurre la pressione. La direzione di scarico del fluido è indicata da una freccia sul corpo del dispositivo. Questo è necessario in modo che durante il rilascio del refrigerante non entri nella persona.

    È meglio collegare un tubo di plastica alla valvola di sicurezza e portarlo nel serbatoio. Ciò non solo renderà il suo uso più sicuro, ma aiuterà anche a monitorare il lavoro e verificare quanto il refrigerante è caduto e in condizioni di lavoro.

    La presa d'aria è una parte importante di un gruppo di sicurezza del riscaldamento.

    Se la valvola è rimasta inattiva per un lungo periodo di tempo, a causa della contaminazione può iniziare a perdere, riducendo in tal modo la pressione nella rete. Pertanto, periodicamente deve essere pulito. Per aprire la valvola, ruotare il cappuccio nella direzione della freccia.

    Fai attenzione! Il tubo di scarico viene scelto con lo stesso diametro dell'uscita sulla valvola di emergenza in modo che non crei ostacoli durante il rilascio del refrigerante dall'impianto di riscaldamento.

    Diagramma di cablaggio

    Nella caldaia a pavimento, a differenza della caldaia a parete, non vi è alcuna pompa circolare incorporata, vaso di espansione e gruppo di sicurezza. Tutto ciò deve essere installato al di fuori di esso. Il tubo di alimentazione è collegato sulla parte superiore della caldaia e vi è anche installato un gruppo di sicurezza.

    Installazione corretta del gruppo di sicurezza, dove si trova a una certa distanza dalla gru e non interferisce con esso

    Tra la caldaia e il gruppo di sicurezza non dovrebbero esserci valvole, filtri o altri elementi. Ad esempio, se il rubinetto è chiuso, si verificherà un incidente.

    Fai attenzione! Il gruppo di sicurezza è sempre montato solo in posizione verticale e sopra la caldaia.

    Il gruppo di sicurezza può essere presentato in un modulo proprietario. L'elemento principale in esso è una valvola di emergenza che rilascia la pressione. In alcuni casi, è possibile installare solo una valvola di emergenza sul tee anziché sull'intero gruppo di sicurezza.

    Molto spesso, un gruppo di sicurezza è posto immediatamente sopra la caldaia, e al momento della riduzione della pressione dalla valvola, il liquido entra nella caldaia, il che è inaccettabile se è elettrico. Pertanto, se un gruppo di sicurezza è installato sopra la caldaia, un tubo viene collegato alla valvola di emergenza e portato di lato. Sotto di esso mette la capacità di liquido.

    Schema di collegamento di un gruppo di sicurezza nell'impianto di riscaldamento con un serbatoio di espansione

    Il circuito di ritorno viene eseguito come segue (nella direzione della caldaia) - valvola di intercettazione, pompa di circolazione, coppa del filtro, seconda valvola di intercettazione, raccordo a T con rubinetto per il collegamento dell'unità di espansione e rubinetto per il riempimento della rete. Per i sistemi con uno schema così semplice, non è richiesta alcuna valvola di ritegno. Il pozzetto del filtro è montato obliquamente verso il basso. Il rotore della pompa deve essere orizzontale e la morsettiera nella posizione superiore.

    Fai attenzione! Non installare la valvola di espansione prima del primo rubinetto.

    Expansomat compensa le fluttuazioni di pressione nel sistema di riscaldamento. L'acqua è riscaldata, in espansione. In modo che la pressione non venga rilasciata attraverso la valvola di emergenza, il serbatoio di espansione lo abbassa. Il volume della camera di espansione deve essere almeno 1/10 dell'intero sistema.

    Ad esempio, se il volume della caldaia è di 80 litri e l'impianto di riscaldamento è di 140 litri, il volume totale è di 220 litri. Pertanto, per un funzionamento stabile, è necessario un serbatoio di espansione da 22 litri. Gli esperti raccomandano di prendere un expanzomat più grande - 1 / 7-1 / 8 del volume dell'intero sistema.

    Serbatoio di espansione in un sistema di riscaldamento chiuso

    Come sigillante per connessioni filettate, si consiglia di utilizzare nastro FUM, lino, paste o altri mezzi di tenuta, che forniranno un collegamento stretto di tutti gli elementi anche durante i carichi pesanti.

    produttori

    La maggiore richiesta è per i gruppi di sicurezza di Valtec e Watts. I loro prodotti sono di alta qualità di lavorazione e affidabilità. Ad esempio, VT.460.0.0 di Valtec viene utilizzato per sistemi di riscaldamento con una pressione nominale fino a 10 bar. La temperatura massima di utilizzo non deve essere superiore a + 120 ° C. Vapore, acqua o liquido speciale possono essere utilizzati come trasportatori di calore.

    La valvola di emergenza ha un'impostazione fissa di 3 barre. Il corpo del gruppo di sicurezza è in ottone, nichelato. Il thread per la connessione è interno, dimensione 1 ". Il costo del gruppo VT.460.0.0 parte da 1700 rubli.

    Watts Security Groups

    Il gruppo di sicurezza WattsKSG-MS ha caratteristiche simili. Il corpo è realizzato in ottone, ma, a differenza del dispositivo precedente, si trova in un involucro termoisolante. La soglia di risposta della valvola di emergenza è di 3 bar.

    Durante l'installazione del pannello di sicurezza e di altre parti del sistema di riscaldamento, è necessario seguire scrupolosamente le istruzioni del produttore ad essi allegate. Come nel caso di un'installazione non corretta, il sistema funzionerà in modo incompleto, o un errore commesso durante l'installazione porterà al suo fallimento.

    Come scegliere un gruppo di sicurezza per una caldaia di riscaldamento

    Un gruppo di sicurezza è un elemento indispensabile di qualsiasi sistema di riscaldamento ermetico. In caso di problemi associati al riscaldamento di una casa privata, situazioni di emergenza e incidenti, è il gruppo di sicurezza per la caldaia che è più probabile per prevenire guasti critici, come la rottura di una tubazione, radiatori o caldaie, l'interruzione del movimento del refrigerante, ecc. Tuttavia, per poter effettivamente svolgere la funzione assegnata, è necessario chiarire il principio del suo funzionamento dei dispositivi inclusi nella sua composizione e selezionare un gruppo con caratteristiche ottimali.

    Il gruppo di sicurezza include solo tre elementi:

    • Manometro - per misurare e indicare la sovrapressione nel circuito di riscaldamento.
    • Sfiato automatico dell'aria - per la rimozione graduale e regolare dei gas, che si formano durante l'operazione di riscaldamento.
    • Valvola di sicurezza (esplosivo), attivata dal superamento della pressione massima consentita e dalla parte di deviazione del liquido di raffreddamento verso lo scarico della fognatura.

    Non esiste una standardizzazione rigida per la produzione di un gruppo di sicurezza, né esistono requisiti per installarlo come un assembly pronto su una console preparata. Questi dispositivi sono sufficienti per l'installazione separata, ma nella raccolta sono più facili da installare e forniscono un accesso conveniente per il monitoraggio e l'esecuzione di tutte le procedure preventive necessarie.

    Perché hai bisogno di un gruppo di sicurezza

    Per capire questo, dovresti smontare le funzioni di ciascuno dei dispositivi nel gruppo. Il manometro consente di misurare il valore effettivo della sovrapressione. Modificando il valore si può giudicare sul lavoro di riscaldamento, sulla presenza di problemi o deviazioni. Se viene rilevata una diminuzione della pressione, la tenuta del circuito potrebbe essere stata compromessa e potrebbe verificarsi una perdita o la pressione nella camera d'aria cadrà nel serbatoio di espansione.

    La caldaia mantiene costantemente la temperatura dell'acqua ad un livello prestabilito. A tale scopo vengono utilizzati un'unità di automazione e sensori termosensibili che monitorano le condizioni della caldaia e dell'acqua nello scambiatore di calore.

    I malfunzionamenti nell'operazione di controllo automatico sono irti di surriscaldamento del refrigerante fino all'ebollizione. Ciò porterà ad un forte aumento della pressione nel sistema e l'anello più debole non può semplicemente resistere.

    Oltre all'ebollizione, c'è il rischio che si formino sacche di gas nei tubi, che aumentano incontrollabilmente la pressione e, inoltre, interrompono il movimento del liquido di raffreddamento.

    Lo scambiatore di calore, i tubi o il radiatore sotto l'influenza di una pressione superiore al limite consentito, scoppiano semplicemente e il refrigerante sotto pressione si riversa nella stanza.

    La valvola di sicurezza è l'ultima linea di protezione del circuito di riscaldamento contro la sovrapressione. Non appena il valore supera la soglia consentita, la valvola viene attivata e scarica una parte del refrigerante nella fogna. Non appena l'acqua nel circuito è inferiore, la pressione diminuisce, il che impedisce gravi rotture.

    La presa d'aria scarica il gas generato nel volume del liquido di raffreddamento. Idealmente, nei tubi, nella caldaia e nei radiatori dovrebbe essere presente solo fluido termovettore.

    Il refrigerante contiene una parte di aria disciolta, che nel tempo può essere raggruppata in bolle e sacche d'aria dovute a differenze di temperatura o all'effetto della cavitazione.

    I tubi polimerici, non rinforzati con uno strato continuo di foglio di alluminio, passano l'ossigeno nei tubi, che si accumulano, formano bolle e, tra le altre cose, accelera la corrosione dei metalli.

    Il contatto dell'acqua con l'alluminio in caso di danneggiamento del film protettivo di ossido è accompagnato da una violenta reazione chimica con l'evoluzione dell'idrogeno.

    Tutti i problemi specificati sono risolti da una presa d'aria automatica. Funziona costantemente e non richiede l'attenzione dell'utente. Quando le bolle si accumulano nell'acqua, vengono trasportate con un refrigerante lungo il contorno. La presa d'aria è installata nel punto più alto del circuito e quindi, sotto l'influenza della forza di Archimede, le bolle prima o poi entrano nella camera della presa d'aria. Non appena il riempimento della camera supera il limite impostato, la serranda viene attivata e l'aria viene espulsa all'esterno.

    È importante selezionare un gruppo di sicurezza che corrisponda esattamente alle caratteristiche del sistema di riscaldamento assemblato. Ogni elemento del gruppo, il manometro, la valvola di sicurezza e la presa d'aria hanno le proprie caratteristiche tecniche e operative, che devono soddisfare esattamente i requisiti del progetto di riscaldamento.

    I produttori offrono soluzioni e assemblee predefinite del gruppo di sicurezza sulla base delle opzioni più comuni per il riscaldamento domestico, per varie caldaie e metodi di cablaggio.

    Prima di procedere alla selezione, leggere attentamente il manuale tecnico della propria caldaia. Se è una caldaia a gas o elettrica montata a parete, esiste già un gruppo di sicurezza, inoltre è completamente coordinata con i suoi parametri, quindi non è necessario duplicarla. Nel caso di caldaie a basamento, combustibili solidi, stufe e caminetti con circuito idraulico, nella maggior parte dei casi non sono presenti attrezzature e reggiatura incorporate. Come scegliere una caldaia per il riscaldamento, leggi qui.

    Tutti gli elementi del gruppo di sicurezza sono collegati a una singola console. Questo è in realtà un tubo con tre gradini preparati per collegare apparecchiature e due rami da includere nel circuito di riscaldamento.

    Al momento di scegliere, è necessario chiarire:

    • Diametro per tubi di collegamento (1 ', ¾', ½ ').
    • Opzione di connessione (angolo, fondo, lato, ecc.), Da quale parte i tubi devono essere portati al gruppo di sicurezza e come dovrebbe essere orientato.

    In ogni caso, la presa d'aria è montata nella parte superiore del gruppo. Quindi deve rimanere nello stato connesso. Sotto c'è un manometro e una valvola di sicurezza. Questo viene fatto in modo che l'aria accumulata nella camera d'aria non influenzi le letture del manometro e il funzionamento della valvola esplosiva.

    Materiale per la produzione di console di sicurezza: nichel, acciaio inossidabile, bronzo, ghisa.

    La ghisa viene utilizzata solo per sistemi di riscaldamento ad alta pressione e produttivi con una grande sezione trasversale di tubi sul cablaggio. Si tratta principalmente di caldaie industriali collettive. Per una casa privata è meglio scegliere tra nichel o acciaio inossidabile. Allo stesso tempo, la console e l'attrezzatura possono essere semplicemente chiusi con una custodia esterna in ferro nero per una protezione aggiuntiva.

    Due caratteristiche principali:

    • campo di misura consentito (limite superiore e inferiore);
    • accuratezza della misurazione e indicazione delle indicazioni (scala ed errore);

    Il campo di misurazione deve coprire con un margine di 0,5-1 bar il valore nominale della pressione nel sistema e le tolleranze durante il funzionamento.

    Ad esempio, per il riscaldamento si presume una pressione nominale di 3 atm. La tolleranza verso il basso sarà pari a 1,5 atmosfere. Una riduzione inferiore a 1,5 atm sarà considerata un segnale per un'emergenza. Il limite superiore sarà 4,5-5 atm, dopo di che la valvola di sicurezza dovrebbe funzionare inevitabilmente. Di conseguenza, la gamma del manometro dovrebbe essere compresa tra 1 e 5-6 atm. È auspicabile che la scala fosse il più precisa possibile e indicasse le aree di attenzione. Allo stesso tempo, la scala viene suddivisa condizionatamente in 3-4 zone contrassegnate da indicatori di colore, in modo che anche con una rapida occhiata si possa reagire a qualsiasi deviazione.

    Presa d'aria

    È caratterizzato dalla pressione di lavoro nel sistema e dai parametri di risposta. Quasi tutte le valvole automatiche sono regolabili per impostare le condizioni ottimali di pressione e risposta. Se si imposta la manopola di regolazione sulla posizione minima, quindi con il minimo accumulo di aria, la valvola funzionerà. Alla massima impostazione, la valvola funziona meno frequentemente, ma accumula più aria. Dire che l'installazione sarebbe più appropriata è difficile. È più semplice lasciare invariate le impostazioni di fabbrica se il sistema di riscaldamento è montato in modo indipendente.

    Valvola di sicurezza

    Il parametro principale della valvola è la pressione di apertura. Il limite superiore di pressione nel circuito, al raggiungimento del quale la valvola si apre e ripristina una parte del liquido di raffreddamento. È per questa caratteristica che il gruppo di sicurezza deve essere selezionato per primo. La pressione di risposta può essere regolata solo entro limiti ristretti.

    È utile chiarire in anticipo il metodo di installazione del gruppo di sicurezza e determinare come e in quale direzione la valvola scarica l'acqua. Il raccordo per lo scarico deve essere orientato lontano dall'apparecchiatura principale e dalla caldaia di riscaldamento. Per lui è necessario raccogliere un tubo per drenare nella fogna.

    produttori

    I produttori più popolari includono Afriso, APC-therm, Fado, ICMA, SandiPlus, Watts. Per paese, si tratta di prodotti di Germania, Italia o Cina. Ci sono anche prodotti fatti in casa che non sono di qualità inferiore alle loro controparti straniere, e, inoltre, sono progettati per le nostre realtà in termini di qualità del vettore di calore e le condizioni operative del sistema di riscaldamento.

    Il costo di un gruppo di sicurezza può iniziare a $ 25. Non importa la sua configurazione o metodo di connessione.

    Metodo di connessione del gruppo di sicurezza

    Il gruppo di sicurezza è collegato il più vicino possibile alla caldaia, ma allo stesso tempo nel punto più alto del circuito. La sezione del tubo dalla caldaia al gruppo dovrebbe essere il più regolare possibile senza gomiti e valvole (solo le valvole a sfera che non restringono la sezione del canale sono adatte). Ciò è necessario per un adeguato funzionamento della valvola di sicurezza, e che l'aria è gradualmente sotto l'azione della forza di Archimede viene spinta alla presa d'aria.

    Per le caldaie a combustibile solido, inizialmente viene formata una sezione di un tubo di acciaio lungo almeno un metro, anche tenendo conto del cablaggio inferiore e della circolazione forzata, in modo che il calore in eccesso non passi dallo scambiatore e dalle pareti della caldaia al gruppo, escluso il surriscaldamento.

    Materiali interessanti del nostro portale

    • Requisiti per un locale caldaia in una casa privata
    • Sistema di riscaldamento monotubo
    • Bypass per la pompa di circolazione nell'impianto di riscaldamento
    • Tubi di diametro per il riscaldamento a circolazione naturale
    • Come scegliere uno stabilizzatore per una caldaia a gas
    • Schema di reggiatura di una caldaia per il riscaldamento a combustibile solido

    Come scegliere un gruppo di sicurezza per una caldaia di riscaldamento

    Top